Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 08 mag 2021, 11:19


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Con piacere, mi permetto di proporre la domanda di Marco Mon 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1585
Località: Saluzzo
Messaggio Con piacere, mi permetto di proporre la domanda di Marco Mon
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eshute.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Con piacere, mi permetto di proporre la domanda di Marco Monte, il quale ringrazio di cuore per la sua considerazione.
Dal gruppo
Acido Ascorbico Pregi e Difetti
https://www.facebook.com/groups/1415891 ... &ref=notif

Dalle notifiche…
Marco Monte
07 marzo 2021 alle ore 20:45 ·
Sto avendo difficoltà nel capire la corrispondenza tra mg e UI di vitamina E, ad esempio 10 mg corrispondono a quante ui?
Non riesco a trovare studi approfonditi quanto sulla vit. C sui veri valori da assumere. Spero in una delle tue complete quanto approfondite risposte e relativi riferimenti che forse mi sono perso da qualche parte qui dentro, grazie!

Franco genre
Ciao Marco Monte
, prima di tutto ti ringtazio per la considerazione. Ora riguado alla vitamina E la corrispondenza fra mg e UI, eccoti il link che ti permette di avrne i corrispondenti valori sencondo le impostazioni. ------continua------>

Franco Genre
Naturalmente dovrai impostare per quale vitamina intendi ottenere questi valori: convertitore da microgrammi in UI o viceversa
https://www.etoolsage.com/converter/IU_ ... IU+%28s%29 ------continua------>

Franco Genre
Riguardo alle dosi di vitamina E ti riporto quanto scrive Linus Pauling della famiglia Shute, pafre e due figli medici che hanno curato prima dell'avvento dell' ACIDO ASCORBICO, quindi prima del 1931 moltissime persone con la sola vitamina E. ------continua------>

Franco Genre
Intatti Linus Pauling ne riporta le dosi usate da loro: "Si ritiene invece che la VITAMINA E, in dosi che vanno da 50 UI a 2500 UI al giorno possa prevenire e guarire malattie cardiache compreso il DIABETE. Queste le parti che possono rendere l'idea. L'informazione complete e la fonte da pagina 160/340 a pagina 170/340 di questo link:
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf ------continua------>

Franco Genre
Ne riporto una parte della storia della famiglia Shute, padre e due figli tutti medici che prima sell'avvento dell'ACIDO ASCORBICO nel 1931 hanno guarito moltissime persone. Sul medesimo libro: " "pagina 160/640 (vitamina E) i disturbi cardiovascolari
Per il controllo della patologia arteriosclerotica, che è la causa dei disturbi cardiovascolari nelle loro svariate manifestazioni, un'altra vitamina ha manifestato la propria efficacia, somministrata da sola o associata all'ACIDO ASCORBICO. Si tratta della vitamina E (tocoferolo). una vitamina liposolubile. Essa è stata scoperta nel 1922 da Hwerbwert M. Evans, professore di biochimica all'università della California, e della sua collaboratrice Katherine Scott Bischop.
pagina 162/340
Non si ha notizia di effetti collaterali negativi seguiti all'assunzione de dosi elevate di vitamina E. Sotto questo aspetto, essa differisce dai vari farmaci, come l'aspirina (per citarne uno dei meno pericolosi), che sono diffusamente usati nel trattamento delle malattie per le quali Shute sostengono l'efficacia della vitamina E.
Il fatto che la vitamina E sia priva di pericoli e che gli Shute ne affermino l'efficacia nel trattamento delle malattie coronariche ed in parecchie altre patologie avrebbe dovuto provocare un'approfondita indagine da parte delle scettiche autorità sanitarie: si sarebbe dovuto accertare la verità attraverso un gran numero di prove a doppio ceco, in cui i pazienti di un gruppo ricevessero un placebo. Ma in realtà queste indagini non sono mai state fatte, a trentanove anni di distanza dalle prima comunicazioni in proposito.
La vitamina E, che è antiossidante e liposolubile, e la vitamina C, anch'essa antiossidante ma idrosolubile, collaborano nel proteggere i vasi sanguigni e altri tessuti dai danni provocati dall'ossidazione. Esse rallentano il processo di deterioramento che avviene nell'organismo con il passare del tempo e aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari. Sono efficaci anche come coadiuvanti delle terapie convenzionali.
Oltre a molte relazioni pubbliche in varie riviste mediche dal 1946 in poi, gli Shute hanno descritto i loro metodi e risultati in due libri, "Vitamin E for Ailing, and Healthy Hearts (Vitamina E per cuori sani e malati), di Wilfrid E. Shute e Harold J. Taub (1969); e "The Heart and Vitamin E (Il cuore e la vitamina E), di Eavn Shute e collaboratori (1956,1969). Le malattie discusse in distinti capitoli di questi libri includono disturbi coronarici ed ischemia del cuore e la concomitante angina, febbri reumatiche, disturbi cardiaci reumatici acuti e cronici, ipertensione, disturbi cardiaci congeniti, malattie vascolari periferiche, arteriosclerosi, ulcera indolore, DIABETE, disturbi renali e ustioni.
pagina 165/340
Tuttavia è ben noto che occorre assumere la vitamina E per due o tre mesi perchè essa cominci ad operare. Essa viene immagazzinata nei grassi, e l'esaurimento della scorta dell'organismo avviene molto lentamente; pertanto, il sistema dei mesi alterni non poteva permettere ai pazienti di modificare in modo significativo la quantità di vitamina E immagazzinata.
------continua------>

Franco Genre
Detto questo ora passiammo alle dosi dei nostri SCIENZIATI del secolo scorso, e ne riporto due, il primo Irwin Stone che su un suo libro scrive: "La mia dose giornaliera raccomandata di acido ascorbico si avvicinerebbe molto a quella sintetizzata quotidianamente dai mammiferi con il gene del il GLO intatto. In condizioni di stress le dosi devono essere incrementate Ho preso per molti anni circa 20 grammi di acido ascorbico giornalmente, oltre trecento volte l’attuale RDA, godendo sempre di ottima salute per tutto il periodo. Nelle mie pubblicazioni del 1983 relative agli effetti del regime mega-ascorbico sull’invecchiamento e sulla sindrome di Alzhaimer, cito come esempi lampanti del potere che l’acido ascorbico ha nel mantenere una lunga e sana vita attiva, senza malattie, i miei vecchi amici e colleghi: Albert Szent-Gyorgyi (età 91); Linus Pauling ( età 83); Frederick Klenner (età 77); me stesso (età 77). Stanno tutti lavorando
ancora sodo e nessuno mostra la minima traccia di Alzhaimer.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf ------continua------>

Franco Genre
Ed ora ecco la tabella del dottor Cathcart che dice: "TAVOLA I – DOSI USUALI TOLLERATE DALL’INTESTINO
CONDIZIONE------------GRAMMI NELLE 24 ORE-----------NUMERO DI DOSI NELLE 24 ORE
normale---------------------------------------4-15-------------------------------------------------- 4-6
lieve raffreddore--------------------------30-60------------------------------------------------- 6-10
raffreddore forte------------------------ 60-100+-----------------------------------------------8 - 15
influenza ----------------------------------100 - 150----------------------------------------------8 - 20
ECHO, coxsackievirus----------------100 - 150----------------------------------------------8 - 20
mononucleosi----------------------------150 - 200+--------------------------------------------12 - 25
polmonite virale------------------------100 - 200+---------------------------------------------12 - 25
febbre da fieno, asma-------------------15-50-------------------------------------------------- 4 - 8
allergia ambientale ed ai cibi---------0.5-50-------------------------------------------------- 4-8
ustioni, ferite, chirurgia--------------25 - 150+----------------------------------------------- 6 - 20
ansietà, esercizio ed altri stress lievi--15-25------------------------------------------------4- 6
cancro-------------------------------------15 - 100-------------------------------------------------4 - 15
spondilite anchilosante---------------15 - 100-------------------------------------------------4 - 15
sindrome di Reiter----------------------15-60---------------------------------------------------4 - 10
uveite acuta anteriore----------------30 - 100-------------------------------------------------4 - 15
artrite reumatoide--------------------15 - 100--------------------------------------------------4 - 15
infezioni batteriche-------------------30 - 200+-----------------------------------------------10 - 25
epatite infettiva-----------------------30 - 100--------------------------------------------------6 - 15
candidiasi------------------------------15 - 200+-------------------------------------------------6 - 25
FIGURA 1. DOSI RAPPRESENTATIVE PER TRATTARE I SINTOMI ACUTI DELLA
MALATTIA IN PAZIENTI MOLTO TOLLERANTI VERSO L’ACIDO ASCORBICO

GRAMMI DI ASCORBATO NELLE 24 ORE
1) Notare che le curve dei sintomi della malattia indicano un effetto molto piccolo sui
sintomi acuti finché le dosi non raggiungono l’80-90% del livello di tolleranza
intestinale. Forse è solo in prossimità delle dosi di tolleranza che l’ascorbato è spinto
dentro i siti primari della malattia.
2) La soppressione dei sintomi in alcuni casi potrebbe non essere totale, ma
usualmente è lto significativa e spesso il miglioramento è completo e rapido.
3) L’epatite può richiedere da 30 a 100 grammi.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... _C_ITA.pdf
------continua------>

Franco Genre
Dosi che ho seguito dopo lintervento del tumore al colon subito il 25 marzo 2017. Mentre il dottor Klenner scrive: "pagina 1/30------l'ascorbato di sodio e dimostarzione che il sodio non porta danni
"Recentemente la Food and Drug Administration (FDA) ha pubblicato un
'avvertimento' per cui troppo ascorbato di sodio potrebbe essere dannoso, facendo
riferimento allo ione sodio. In risposta a ciò posso dichiarare che per molti anni ho
assunto da 10 a 20 grammi di ascorbate di sodio per bocca quotidianamente, ed il
mio sodio nel sangue rimane normale. Questi livelli sono controllati da un
laboratorio approvato. 20 grammi ogni giorno e la mia urina rimane a/o appena
sopra pH 6."
Firmato: Fred R. Klenner, Dottore in Medicina (M.D.)

pagina 1/30------alte dosi riportate
Nota dell'editore:
A causa delle insolitamente alte quantità di ACIDO ASCORBICO usate nel trattamento del dott. Klenner, come riferito nel suo articolo, gli abbiamo chiesto di verificare le quantità menzionate.
Ecco la risposta:
"All'Editore della rivista ICAN: questo per confermare che tutti i fattori di quantità riportati dal mio articolo sono corretti e possono essere confermati dall'ospedale e dall'archivio medico. La notazione relativa a 150 grammi rappresenta la quantità usata per invertire la patologia in un caso dato ed era la quantità data in un periodo di 24 ore (l'intravena era continuo). Questo è stato dato in tre bottiglie SD di acqua, travasandone da 1000 c.c. la quantità da sostituire con le fiale di "C".
"Recentemente la Food and Drug Administration (FDA) ha pubblicato un "avvertimento" per cui troppo ascorbato di sodio potrebbe essere dannoso, facendo riferimento allo ione sodio. In risposta a ciò posso dichiarare che per molti anni ho assunto da da 10 a 20 grammi di ASCORBATO DI SODIO" per bocca quotidianamente, ed il mio sodio nel sangue rimane normale. Questi livelli sono controllati da un laboratorio approvato. 20 Grammi ogni giorno e la mia urina rimane a/o appena sopra pH 6."

pagina 3/30------le dosi irrisorie non servono, esempio stress
Le norme di dosaggio flessibile spiegate come norme minime.
Con una tale conoscenza non è più possibile accettare una quantità stabilita in termini di requisiti minimi quotidiani. Questo è vero a causa del semplice fatto che le persone sono diverse e queste stesse persone sperimentano delle situazioni diverse in tempi diversi. Con l'ACIDO ASCORBICO, una adeguata quantità oggi significa poco o niente in termini delle necessità di domani. Cominciamo a pensare in termini di requisiti massimi. Per troppo tempo abbiamo sotto-fornito i nostri bambini e noi stessi, con nociva ignoranza ed acquiescenza, i detti standard. Sulla base di scarsi dati sulla sintesi nei mammiferi, disponibile per il topo, un individuo di 70 kg. produrrebbe da 1.5 grammi a 4.0 grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno in condizioni di non stress. Sotto stress, fino a 15.2 grammi. Paragonare questi numeri con i 70 mg raccomandati come requisito quotidiano senza stress e con i 200 mg per il semplice stress del paziente ostetrico, e riconoscere la disparità e capirete perchè stiamo intraprendendo da 23 anni una guerra di un solo uomo contro l'establishment di Washington.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... lenner.pdf ------continua------>

Franco Genre
Spero di esserti stato utile. ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eshute.htm
.
.


17 mar 2021, 11:04
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)