Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 19 gen 2021, 08:08


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Vitamina D e Coronavirus: nuovo studio a Torino conferma leg 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1531
Località: Saluzzo
Messaggio Vitamina D e Coronavirus: nuovo studio a Torino conferma leg
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... virus1.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Quanto dichiara questo articolo che unisce i virus e la vitamina D3 COLECALCIFEROLO, da ingoiare giornalmente.
Parlando di ciò che combatte le infezioni sul pianeta terra, il primo è il CLORURO DI MAGNESIO, difatti l'acqua di mare che ne contiene la maggior quantità di questo CLORURO DI MAGNESIO, non si è MAI sentito che una qualche persona si sia INFETTATA, anche solo bagnandosi i piedi, e non si è mai sentito da altre persone che si siano INFETTATE in queste acque.
La pagina recita:
"Ora invece vorrei parlarti un secondo del CLORURO DI MAGNESIO, altro prodotto da te DEMONIZZATO.
Sono certo che tu, nella tua vita sei andata molte volte al mare, entrando in acqua, ma sono certo che non hai mai letto che un individuo si sia mai INFETTATO, vero?
Certo, MAI, anche perchè se così fosse nei mari NON ESISTEREBBE PIU' LA VITA sia in ANIMALI chi in VEGETALI.
Oh, ma allora in queste acque SATURE di CLORURO DI MAGNESIO, che proprio in loro esiste la maggior parte di questo su madre terra, NON POSSONO VIVERE i VIRUS, BATTERI, FUNGHI ecc.
Quindi non posso che concludere che allora ingoiando COSTANTEMENTE CLORURO DI MAGNESIO, INGOIO IL VACCINO NATURALE SENZA FOGLIO ILLUSTRATIVO (BUGIARDINO).
E ti faccio notare che ogni individuo nel CLORURO DI MAGNESIO ci nasce, ci vive tutta la sua vita ed alla fine ci muore, guardacaso senza essere MAI allergico al MAGNESIO, oppure soffrire di IPERMAGNESEMIA, che se così fosse nei mari non ci sarebbe più la vita.
Quindi lasciamo a te i vaccini a cui ti riferisci tu in quanto VELENO PURO."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nozomi.htm

Quindi >Madre >Natura e la EVOLUZIONE hanno provveduto che la vita nelle acque di mare non si estinguesse, ma non hanno dimenticato la vita sulla terra ferma, ed hanno provveduto che le stesse funzioni lo facesse un altro "ALIMENTO ESSENZIALE" di nome vitamina D3 COLECALCIFEROLO.

Riguardo alla vitamina D la pagina in oggetto recita:
"I dati raccolti indicano che i pazienti ricoverati in ospedale per Covid-19 presentano un’elevatissima prevalenza di ipovitaminosi D.
Cosa dicono le evidenze scientifiche sulla vitamina D
I due scienziati spiegano che numerose evidenze scientifiche hanno mostrato un ruolo attivo della vitamina D. In particolare:
sulla modulazione del sistema immunitario
nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da Covid
nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da Coronavirus
nel contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione
e la frequente associazione dell’ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita.
Il legame tra Covid e raggi solari UV
Sebbene la coincidenza statistica non comporti necessariamente un rapporto di causa-effetto, i risultati dello studio, ha spiegato Isaia intervistato da Le Iene, “sono coerenti con i possibili effetti benefici della radiazione UV solare sul contrasto alla diffusione del Coronavirus e alle sue manifestazioni cliniche."

L'articolo recita:
"Questa foto dimostra chiaramente IL CICLO della AUTOPRODUZIONE e di come viene ingoiata questa vitamina D nei CIBI NATURALI, in forma di colecalciferolo, per poi seguire un unico CICLO trasformato nella forma attiva nel fegato che circola nel sangue, ma che poi viene trasformata nei reni in altra forma ancora, la quale viene usata dal corpo per lo scheletro aiutando il SILICIO ORGANICO per fissare il CALCIO nelle ossa.

Quindi riporto quanto scritto su facebook a:
"Ciao Paolo Lombardi, GRAZIE. Lo sapevo che prima o poi qualcuno se ne sarebbe accorto che la vitamina D è la panacea per l'apparato respiratorio, ma sarà difficile farlo digerire ai CERVELLONI della medicina, quindi alla OMS che è la causa di questo DISASTRO. Lo conferma l'autore dell'articolo con la frase:
"Qui, poi, le cose si fanno interessanti, perché si nota che tra i paesi più CARENTI di vitamina D figura proprio l’Italia. Ma come? Gli esperti dicono che per prendere abbastanza vitamina D basta esporsi al sole per qualche minuto, l’Italia, come sappiamo tutti, ha un clima mediterraneo e temperato, e risulta proprio tra i paesi più carenti? Forse questa raccomandazione è inadeguata e sarebbe il caso di rivederla."
Oh ma allora è la conferma al mio articolo postato il 30 marzo 2020, che in parte recita: "Oggi 23/04/2020, sono passati 6 mesi circa dal fatidico giorno: il 4/11/2019, in cui la AIFA affiliata della OMS, ha fatto pubblicare sulla Gazzetta Ufficiale italiana il loro regolamento indirizzato ai medici, loro membri, contenente le indicazioni a chi dei loro clienti, prescrivere ancora la vitamina D, abbassando i valori minimi ri riferimento della vitamina D, da 30 a 20 ng/ml, penalizzando, come da documento descritto sotto, penalizzando i maschi, Quindi MANCANDOMI L'ULTIMO TASSELLO come riprova, mi sono recato da diverse farmacie chiedendo se nell'ultimo periodo è sceso il consumo di vitamina D.
La risposta è stata sempre la medesima:
"CERTO CHE DA QUANDO DOVEVANO PAGARLA LE RICHIESTE DI VITAMINA D SONO SCESE DI MOLTO"
Certo, abbassando questo valore, il cliente del medico, non ricevendola più dal suo medico, fidandosi di lui, non ha provveduto ad acquistarla, ma questo perchè questo cliente dei quali, nessuno sà della sua importanza, sopratutto gli anziani maschi, i quali il rapporto dei morti tra femmine e maschi, su 10 è 8 maschi e 2 femmine come da articolo.
Ho, ma allora la causa di tutto è proprio la CARENZA di vitamina D.
NON HO PIU' PAROLE.
Il TITOLO dell'articolo in oggetto è:
"Coronavirus: Iss, in Italia i decessi accertati finora per causa del Covid-19 sono solo due"

Premetto questa pagina con una domanda, la più logica riguardo il CORONAVIRUS:
"HAI MAI VISTO UN VIRUS?" NO" !?!?!?!?!?!?, come NO???
Ma allora O CREDI O NON CREDI che esistano, vero?
Bene, fissato questo, con questa mia pagina ti espongo TUTTE LE VERITA' "DOCUMENTATE", su questo coronavirus e l'attuale situazione nel mondo .
Procedendo, non troverai i link degli articoli ORIGINALI ma link di mie pagine sulle quali trovi l'ARTICOLO ORIGINALE, e questo lo faccio perchè, nella mia personale esperienza, molte pagine IMPORTANTI sono SPARITE nel nulla, a secondo del COMODO del personaggio che questa pagina ha scritto, o chi per esso.
Detto questo, invito chi vuole VERITA', di leggere questa FINO IN FONDO, in modo da poter magari criticare il mio pensiero, ma sopratutto per rilevare LA DOCUMENTAZIONE riportata a riprova di questo mio pensiero.

Ora, ritengo incredibile, e vergognoso che le morti dichiarate causa CORONAVIRUS, siano per la maggior parte MASCHI, che come dichiarato in tv in data 20 marzo 2020, su 10 (dieci) morti, ben 8 (otto) sono maschi, mentre le rimanenti 2 (due) sono femmine, quindi questo rapporto ANOMALO dichiara chiaramente che la causa NON PUO' ESSERE il CORONAVIRUS che non può fare cernite, ma BEN ALTRO.
Questo è quanto voglio dimostrare con questa mia pagina: IL BEN ALTRO
Onde rendere chiaro questo documento che dimostra LA VERA CAUSA di questo ultimo periodo di paura causato da un PRESUNTO VIRUS denominato CORONAVIRUS, di cui nessuno l'ha mai visto, le cui origini sono piuttosto nebulose in quanto egli NON fà parte degli esseri viventi, quindi non è nè un animale nè un vegetale, non appartenendo a nessun REGNO, quindi è impossibile dichiarare che possa subire una EVOLUZIONE come dichiarato da personaggi detti virologi, i quali raccontano di questa EVOLUZIONE, i quali sono IN PIENO CONFLITTO DI INTERESSI, dai quali personalmente mi tengo bene alla lontana.
Per avere dei riferimenti di partenza ben solidi, dobbiamo iniziare da dati di fatto INCONTESTABILI FISSI E SOPRATUTTO "NATURALI".
Il primo di questi dati, è che ogni essere vivente si AUTOGUARISCE, compreso la specie umana, che se così non fosse si sarebbero TUTTI ESTINTI e sulla terra non ci sarebbe più la vita.
Però per farlo il corpo dell'individuo ha bisogno di un qualcosa che già ha dentro di se, poichè non può attendere che questo qualcosa venga introdotto col CIBO.
A questo proposito, ritengo che partire dalle AUTOPRODUZIONI di "PRODOTTI" che ogni INDIVIDUO, sia del REGNO ANIMALE che del REGNO VEGETALE, quindi di cui ogni specie vivente ha bisogno, sia DOVEROSO, ed è perchè queste sono stabilite e fatte AUTOPRODURRE dalla EVOLUZIONE che le ha ritenute MOLTO IMPORTANTI riguardo a questa AUTOGUARIGIONE, che se non fossero IMPORTANTI, dato che per queste AUTOPRODUZIONI il corpo dell'individuo per farlo deve dedicare delle ENERGIE, sono anche certo che se non INDISPENSABILI non avrebbero ragione di essere.
Naturalmente questi "PRODOTTI" sono molti, ma non ci interessiamo SOLO DEI PIU' IMPORTANTI, frutto di una ricerca di molti personaggi, quali sono gli SCIENZIATI del secolo scorso, e di molti ricercatori contemporanei.
Però nel farlo, sono certo che l'unico fattore da seguire sia proprio la EVOLUZIONE di ogni specie e quindi di ogni individuo e che già sono nel suo corpo.
Naturalmente questi "PRODOTTI" sono scritti nel suo DNA e circolano liberamente sia nel SANGUE ANIMALE che nella LINFA VEGETALE, cui la medicina li chiama "integratori".
Riguardo ai VEGETALI, noi tutti sappiamo che per il più importante l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C) la medicina dice:
"se vuoi ingoiare vitamina C devi ingoiare frutta e verdura"
ma per essere nel loro frutto, il quale è la CONTINUAZIONE DELLA SPECIE del VEGETALE, come potrà questo VEGETALE fornirgliela se non con la sua LINFA, unico prodotto libero di circolare nel suo corpo, come lo è il SANGUE per gli ANIMALI?
Questo è chiaro vero?
Mentre noi, capito e valutato la loro IMPORTANTE FUNZIONE anzichè chiamarli "integratori", li chiamiamo "ALIMENTI ESSENZIALI".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.htm

Quindi usufruirò sicuramente dell'articolo, ancora GRAZIE.

Altra pagina recita:
Quante falsità, è incredibile la fantasia umana quando vuole prendere per i fondelli i CREDULONI.
In proposito mi permetto di sottolineare la parte che recita:
"Per gli studiosi dello Scripps Research Institute, il virus che causa la Covid-19 è frutto di processi naturali e non dell'opera dell'uomo
Il Sars-Cov-2 si è originato in natura, e non è stato prodotto in laboratorio con tecniche di ingegneria genetica, manipolando i geni del virus in provetta. Lo rivela uno studio genico sul nuovo coronavirus pubblicato dalla rivista scientifica Nature Medicine. La ricerca, di cui dà notizia in Italia l’Ansa, è stata condotta per smentire le teorie che indicavano il lavoro dell’uomo, o addirittura l’opera di governi e istituzioni, all’origine della pandemia di Covid-19.
“Confrontando i dati genetici a oggi disponibili per diversi tipi di coronavirus, possiamo risolutamente determinare che il Sars-Cov-2 si è originato attraverso processi naturali“, ha dichiarato Kristian Andersen dello Scripps Research Institute di La Jolla (California), a capo del team di scienziati che ha condotto lo studio.
L’équipe ha confrontato il gene della proteina chiave del processo di contagio, la spike, che compone la corona da cui questa tipologia di virus prende nome e che il Sars-Cov-2 utilizza per attaccarsi alle cellule umane e infettarle."
Ora, a parte che non credo alla esistenza dei virus, in quanto nessuno li ha mai visti, ed è facile inventare un quancosa che nessuno potrà mai smentire. Già solo questo fatto lascia il tempo che trova, ma poi, dato che chi racconta di questi virus è in CONFLITTO DI INTERESSI, se ho un qualche dubbio, ecco che mi viene la certezza della falsità.
Vi sono personaggi poi che dichiarano che nei laboratori hanno dato la vita a questi virus e mi chiedo, COME POTRA' ESSERE POSSIBILE?
Che un uomo per tanto titolato che possa essere, e quanti più mezzi possa avere a disposizione, HO CERTEZZA che costui non riuscirà mai a dare la vita a qualcosa, se mai a togliere la vita, questo SI, ne sono certo.
Mi sono spiegato?
Penso di non dover dire altro che tutto questo HA UN FINE che scopriremo solo col tempo e neanche troppo.
Questo è un mezzo per distrarre dal vero scopo, in quanto il mio simile NON FA' MAI NULLA PER NULLA, ma saperlo è SOLO LUI.
La pagina scrive:
"Dal titolo dell'articolo in oggetto "Ecco le prime foto del coronavirus lombardo" vorrà dire che altre immagini di altri laboratori potrebbero essere diverse dimostrando che le forme possono cambiare da paese a paese o da laboratorio a laboratorio?
Ma tu, hai mai visto un virus?
CHE DOMANDA!?!?!?!?!?!?!
Poterlo vedere o immaginare è solo di qualcuno, o NO?
Mi permetto di proporvi una presunta foto del virus Sars-CoV-2 come dichiarato dall'articolo che la riporta, ottenuta da un microscopio elettronico, ad un ingrandimento di 30000X.
Sono certo che anche voi penserete come me; ci vuole tanta fantasia a credere che le DIFESE IMMUNITARIE, che hanno dato prova di sapersi difendere da prove molto peggiori, che se sono messe in condizioni di non nuocere ad un così piccolo pericolo, vuol proprio dire che sono NULLE.
A questo però non riesco proprio a credere in quanto il corpo umano proviene da un tempo indefinito di EVOLUZIONE, quindi sono certo che questi puntini li ha già combattuti e vinti moltissime volte in passato, senza lasciare tracce, che in caso contrario sarebbe stata la fine della specie umana, invece NO.
Quindi avere le DIFESE IMMUNITARIE ALTE è solo questione di evitare come la peste i CIBI IMMONDIZIA delle industrie, ingoiando con COSTANZA gli "ALIMENTI ESENZIALI" che circolano ogni secondo nel corpo di ognuno di noi.

Quale differenza con le foto fantastiche di coronavirus che il SISTEMA ci propina pur di raggiungere i suoi immondi fini.
Mi sento tanto preso per i fondelli da personaggi che non riesco a definirne un nome tanto spegevole.
https://www.gettyimages.it/immagine/cor ... stpopular#

E' chiaro quindi che ingoiare COSTANTEMENTE ciò che circola nel mio SANGUE in ogni momento della mia vita, che è quindi scritto nel mio DNA, gli "ALIMENTI ESSENZIALI", di cui posso essere CARENTE nel mio corpo per i validissimi motivi come lo è per l'ACIDO ASCORBICO, data la mancata AUTOPRODUZIONE o come la vitamina D, anch'essa AUTOPRODOTTA, CARENTE per la mancata esposizione al sole, a partire dall'AUTOPRODOTTO COLESTEROLO: la vitamina D, è UN OBBLIGO PIU' CHE UNA NECESSITA'. Naturalmente non dobbiamo dimenticare il primo "ALIMENTO ESSENZIALE" NON AUTOPRODOTTO: il CLORURO DI MAGNESIO.
Data la raffinazione dei CIBI INDUSTRIALI proposti dalle industrie, è bene aggiungere altri "ALIMENTI ESSENZIALI" come il SELENIO, la vitamina K2, il SILICIO ORGANICO, lo ZINCO, il gruppo delle vitamine B ecc. levando di torno il "PRIMO FLAGELLO UMANO"il CAFFE', ma prima ancora evitare come la peste i DENTIFRICI, apportatori di VELENO PER I TOPI, il FLUORURO DI SODIO, scritto chiaramente sul tubetto, con sotto la scritta:
CONTIENE: FLUORURO DI SODIO.
NON INGOIARE,
seguita dall'avviso di lavarsi i denti poche volte al giorno,
e seguita dalla scritta:
PER I BAMBINI SOTTO I SEI ANNI................
nel caso portarli dal MEDICO o dal DENTISTA,
che mi pare sia un BOLLETTINO DI GUERRA, ma questo AVVISO nessuno lo legge mai,
MESSI IN BOCCA CON COSTANZA DI OGNI GIORNO sia il CAFFE' che il FLUORURO DI SODIO, e poi ci si spaventa per una invenzione umana come è il CORONACIRUS, del quale ce ne fanno vedere l'ingrandimento, ma di cui nessuno ci garantisce che siano vere o che i puntini segnalati proposti siano veramente CORONAVIRUS?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sangue.htm

E l'alluminio? lo trovi in ogni angolo dei cibi, sia come contenitori, che come stagnola in cucina, senza contare le pentole o le PADELLE che sotto lo strato antiaderente ti avvelenano ogni volta che le usi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gevita.htm

Insomma, ogni mezzo è valido per creare MALATTIA, anche solo la parola "coronavirus".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usfoto.htm

Per gli studiosi dello Scripps Research Institute, il virus che causa la Covid-19 è frutto di processi naturali e non dell'opera dell'uomo
Il Sars-Cov-2 si è originato in natura, e non è stato prodotto in laboratorio con tecniche di ingegneria genetica, manipolando i geni del virus in provetta. Lo rivela uno studio genico sul nuovo coronavirus pubblicato dalla rivista scientifica Nature Medicine. La ricerca, di cui dà notizia in Italia l’Ansa, è stata condotta per smentire le teorie che indicavano il lavoro dell’uomo, o addirittura l’opera di governi e istituzioni, all’origine della pandemia di Covid-19.
“Confrontando i dati genetici a oggi disponibili per diversi tipi di coronavirus, possiamo risolutamente determinare che il Sars-Cov-2 si è originato attraverso processi naturali“, ha dichiarato Kristian Andersen dello Scripps Research Institute di La Jolla (California), a capo del team di scienziati che ha condotto lo studio.
L’équipe ha confrontato il gene della proteina chiave del processo di contagio, la spike, che compone la corona da cui questa tipologia di virus prende nome e che il Sars-Cov-2 utilizza per attaccarsi alle cellule umane e infettarle.
La proteina, riporta la ricerca citata dall’Ansa, possiede la porzione Rbd, una sorta di uncino con cui il coronavirus si incastra alla molecola Ace2, un recettore che regola la pressione del sangue negli esseri umani. Il legame tra Rbd e Ace2 è il punto di partenza dell’infezione.
Oltre all’uncino, la spike – che tradotto in italiano significa ‘punta’ o ‘spuntone’ – possiede una forbice molecolare, che aiuta il virus a penetrare nelle cellule umane.
Rbd e Ace2 si incastrano perfettamente tra loro, come pezzi di un puzzle, e questo, secondo gli esperti che hanno condotto lo studio, può significare solo che il nuovo coronavirus non è stato manipolato in laboratorio, perché l’ingegneria genetica non dispone di strumenti così avanzati per riprodurre un meccanismo di evoluzione naturale.
“Le caratteristiche del virus, la sequenza genetica di Rbd e la ‘spina dorsale’ del virus ci portano a scartare l’ipotesi della manipolazione in laboratorio come possibile origine del Sars-Cov-2?, ha dichiarato lo scienziato Kristian Andersen secondo quanto riporta l’Ansa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sfalso.htm

La pagina recita:
"Buonasera a tutti, amici e pazienti. Oggi parliamo di Coronavirus e Vitamina D.
Molti di voi avranno notato che ultimamente su tutti i giornali si parla di questo collegamento. Ma come, 2 mesi fa tutti dicevano che era una bufala, e adesso è diventata una cura miracolosa? Cerchiamo di vederci chiaro.
Il motivo è che la ricerca è andata avanti, e negli ultimi mesi sono usciti studi che hanno rivalutato questo argomento e sono riusciti a cambiare il pensiero di qualcuno.
Entrambi usciti questo mese, hanno due titoli molto eloquenti: Il primo “La concentrazione di vitamina D è bassa nei pazienti con test positivo a Coronavirus” e il secondo “Ruolo della Vitamina D nella prevenzione dell’infezione e della mortalità da Coronavirus”, ovviamente sto traducendo e semplificando l’inglese scientifico.
Che cosa dicono? Il primo prende in esame un gruppo di soggetti misto, in Svizzera, e osserva che in quelli affetti da COVID-19, positivi, il livello di Vitamina D è molto più basso, meno della metà rispetto a quelli negativi, e conclude dicendo che questo legame andrebbe confermato ed approfondito.
Il secondo è ancora più interessante, dal momento che considera i livelli di Vitamina D in 20 diversi paesi, incrociati con i casi positivi e i decessi da COVID-19, e anche qui nota che le persone più carenti hanno un maggior rischio di contrarre il COVID-19.
Qui, poi, le cose si fanno interessanti, perché si nota che tra i paesi più carenti figura proprio l’Italia. Ma come? Gli esperti dicono che per prendere abbastanza vitamina D basta esporsi al sole per qualche minuto, l’Italia, come sappiamo tutti, ha un clima mediterraneo e temperato, e risulta proprio tra i paesi più carenti? Forse questa raccomandazione è inadeguata e sarebbe il caso di rivederla.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... avirus.htm

Si moltiplicano in tutto il mondo gli studi sul presunto legame tra Covid e vitamina D. Ecco tutto ciò che sappiamo finora

Si moltiplicano in tutto il mondo gli studi sul presunto legame tra Covid e vitamina D. A inizio pandemia erano emerse già le prime evidenze scientifiche in merito a una correlazione tra vitamina D e Coronavirus.

Chi ha una carenza di vitamina D avrebbe un rischio maggiore di contrarre il virus, e, in caso di positività, di sviluppare una forma più grave della malattia.

In particolare, le oltre 300 ricerche condotte nei laboratori di tutto il mondo indicano chiaramente che la carenza di vitamina D aumenta in maniera importante il rischio di contrarre l’infezione da Covid-19, di ricovero e di mortalità. Non rappresenterebbe una cura, dunque, ma un validissimo strumento per ridurre i fattori di rischio.

Anche in Italia si studia da mesi questa correlazione, ma inspiegabilmente se ne parla pochissimo, e il ministero della Salute continua addirittura a ribadire che non esistono evidenze scientifiche in merito.
Lo studio di Isaia e Medico dell’Accademia di Medicina di Torino

A indagare il nesso tra Covid e vitamina D in Italia è soprattutto lo studio condotto da Giancarlo Isaia, docente di Geriatria e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, e da Enzo Medico, Ordinario di Istologia all’Università di Torino, che già a fine marzo avevano giudicato i primi risultati “molto interessanti”.

I dati raccolti indicano che i pazienti ricoverati in ospedale per Covid-19 presentano un’elevatissima prevalenza di ipovitaminosi D.
Cosa dicono le evidenze scientifiche sulla vitamina D

I due scienziati spiegano che numerose evidenze scientifiche hanno mostrato un ruolo attivo della vitamina D. In particolare:

sulla modulazione del sistema immunitario
nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da Covid
nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da Coronavirus
nel contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione
e la frequente associazione dell’ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita.

Il legame tra Covid e raggi solari UV

Sebbene la coincidenza statistica non comporti necessariamente un rapporto di causa-effetto, i risultati dello studio, ha spiegato Isaia intervistato da Le Iene, “sono coerenti con i possibili effetti benefici della radiazione UV solare sul contrasto alla diffusione del Coronavirus e alle sue manifestazioni cliniche.

Risulta infatti che la radiazione UV è sia in grado di neutralizzare direttamente il virus sia di favorire la sintesi della vitamina D che, per le sue proprietà immunomodulatorie, potrebbe svolgere un ruolo antagonista dell’infezione e delle sue manifestazioni cliniche”. Secondo gli esperti non ci sarebbero sostanziali effetti collaterali nell’assumerla.

Lo studio è partito dall’ipotesi che l’evoluzione dell’epidemia sia influenzata anche dall’intensità delle radiazioni ultraviolette solari. Le regioni del Nord Italia, meno esposte, sono state non a caso più colpite dalla pandemia. Dallo studio emergerebbe come la differente esposizione ai raggi UV solari sia in grado di spiegare fino all’83,2% della variazione dei casi di Coronavirus nella popolazione italiana.

In caso di scarsi livelli di vitamina D ci si può innanzitutto esporre alla luce solare per quanto possibile, anche su balconi e terrazzi, e mangiare cibi che la contengono, anche se sono pochi. Sotto controllo medico, poi, si possono assumere specifici preparati farmaceutici, come integratori.
Il ministero della Salute smentisce

Una circolare del ministero della Salute afferma però chiaramente che “non esistono ad oggi evidenze solide e incontrovertibili (ovvero derivanti da studi clinici controllati) di efficacia di supplementi vitaminici e integratori alimentari (ad esempio vitamine, inclusa vitamina D, lattoferrina, quercetina), il cui utilizzo per questa indicazione non è quindi raccomandato”.

Il prof. Isaia ha ribattuto che “chi ha scritto il documento ha accomunato la vitamina D, che è cosa ben diversa, ad altre vitamine e integratori. Le nostre evidenze, che partono dall’inizio del 2020, possono essere discutibili ma meritano almeno un approfondimento”. La vitamina D, di fatto, è un ormone, non una vitamina in senso stretto.
L’appello di 61 ricercatori

Ora, 61 professori, ricercatori e medici italiani hanno sottoscritto un appello al Ministero e alle istituzioni competenti per somministrare alle categorie più a rischio per il Coronavirus la vitamina D in via preventiva.

Già un gruppo di scienziati inglesi guidati dal professor Gareth Davies aveva indicato qualche mese fa come circa la metà della popolazione inglese abbia una carenza di vitamina D, spiegando che questo basso livello potrebbe comportare un maggior rischio di contrarre il Covid, e di sviluppare sintomi gravi.

In Gran Bretagna, il premier Boris Johnson ha deciso di somministrarla gratuitamente a 2 milioni di cittadini, anche a seguito delle raccomandazioni della British Dietetic Association.
I cibi che contengono vitamina D

Come dicevamo, ci sono alcuni alimenti che ne contengono più, anche se la dieta tipicamente mediterranea ne è povera (gli indicatori sono intesi per 100 grammi di prodotto, ed espressi in microgrammi, il cui simbolo è µg):

olio di fegato di merluzzo: 250 µg/100?g
trota salmonata: 15,9 µg/100?g
salmone: fresco 10,9 µg/100?g, affumicato 17,1 µg/100?g, in scatola 15 µg/100?g
pesce spada: 13,9 µg/100?g
sgombro: 13,8 µg/100?g
uova: 5,4 µg/100?g
aringa: 4,2 µg/100?g
sardine: 4,8 µg/100?g
tonno: 1,7 µg/100?g
latte: 1,3 µg/100?g
fegato di bovino: 1,2 µg/100?g
funghi: 0,2-0,4 µg/100?g
cioccolato: fondente (1,90-5,48?µg/100?g), bianco (0,19-1,91?µg/100?g) e spalmabile alla nocciola (0,15?µg/100?g).

Chi dovrebbe assumere vitamina D contro il Covid

Per questo anche gli scienziati italiani consigliano vivamente i medici di base di prescriverla preventivamente per combattere il Coronavirus, soprattutto ad alcune categorie di persone:

soggetti più fragili
già contagiati
congiunti dei contagiati
personale sanitario
anziani fragili
anziani nelle Rsa
tutti coloro che per vari motivi non si espongono adeguatamente alla luce solare
persone in clausura.

Inoltre, potrebbe anche essere considerata la somministrazione della forma attiva di vitamina D, il Calcitriolo, per via endovenosa nei pazienti affetti da Coronavirus e con funzionalità respiratoria particolarmente compromessa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... virus1.htm
.
.


23 dic 2020, 14:41
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 12 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)