Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 21 ott 2020, 06:54


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 con un valore di 7 ng/ml, che ritengo molto basso, Robetra B 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1488
Località: Saluzzo
Messaggio con un valore di 7 ng/ml, che ritengo molto basso, Robetra B
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dsette.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Con un valore di 7 ng/ml, che ritengo molto basso, Robetra Brignola chiede aiuto al gruppo, ed ecco la nostra informazione
Dal gruppo:
La vitamina D3 (ORMONE) un "ALIMENTO ESSENZIALE" come e quando
https://www.facebook.com/groups/1393838840860425/

Roberta Brignola ha condiviso il suo primo post.
Nuovo membro · 1 min
Grazie di avermi accettata ho vitamina d scarsa a 7 cosa potrei prendere

Franco Genre Ciao Roberta Brignola il valore della tia vitamina D 7 è un valore molto comune nella specie umana. La causa di questo è semplicissima che in quattro parole lo si spiega bene. Dato che per AUTOPRODURRE la vitamina D ci vuole il COLESTEROLO già AUTOPRODOTTO nel fegato di TUTTE le specie del REGNO ANIMALI, ma è anche AUTOPRODOTTO dallle specie VEGETALI. ------continua------>

Roberta BrignolaAutore Franco Genre non mi fa continuare

Roberta BrignolaAutore Franco Genre grazie

Infatti molti articoli dichiarano che non c'è vita senza COLESTEROLO. La pagina recita: "La risposta a tutte le domande è la seguente: Il colesterolo è un agente curativo prodotto dal corpo.” (Natasha Campbell–McBride)" http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm Ma non siamo quì per parlare di COLESTEROLO,. Dato che però è il solo usato dal corpo degli animali per AUTOPRODURSI la vitamina D. ------continua------>

Non basta il COLESTEROLO però, manche il SOLE con i suoi raggi UV. Quindi la vitamina D è è AUTOPRODOTTA da 2 (due) componenti, il già AUTOPRODOTTO COLESTEROLO ed i raggi UV del sole. Quindi non molti componenti che potrebbero dare incertezza sulla causa della CARENZA di vitamina D, MA SOLO DUE. Quindi, sapendo che l'uno, il COLESTEROLO stà già nel corpo di ognunoi di noi, allora è facile capire che mancano per AUTOPRODURCI la vitamina D, mancano i raggi UV del SOLE. ------continua------>

Fissato questo dato è ora facile capire che la mancata AUTOPRODUZIONE di vitamina D è perchè invece di spogliarci e prenre il sole, noi, avendo la COMODITA' delle 4 mura, ci mettiamo in condizioni di rienderci CARENTI di questa vitamina D. Però un'altra componente, che personalmente ritengo VERGOGNOSA da parte del mio simile, è quella di DEMONIZZARE il SOLE, spacciandolo per la causa di TUMORI. ------continua------>

Maria Di Martino Ciao il tuo valore di vitamina D è molto basso, rivolgiti al medico di famiglia che saprà valutare la situazione.Io prendo Di base ogni 15 giorni.
1
Roberta BrignolaAutore Maria Di Martino grazie

Questa dichiarazione è COMPLETAMENTE FALSA, ed è facilissimo dimostrarlo. La pagina scrive: "Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI"
------continua------>

Ed ancora:
"Negli ultimi decenni la nostra consapevolezza riguardo agli additivi chimici presenti negli alimenti è cresciuta sempre di più. Stiamo attenti a quello che compriamo e spesso aiutiamo nel dettaglio gli ingredienti di ogni prodotto.
L'industri alimentare si è adeguata alle nuove normative e sopratutto alla sensibilità del consumatore. eliminando molte sostanze nocive o presunte tali e sforzandosi di trovare delle alternative naturali. Oggi è normale vedere scritto sui vari prodotti "polifosfati", ecc. La situazione, probabilmente, migliorerà sempre di più.
Perchè non prestiamo la stessa attenzione quando compriamo un cosmetico o un prodotto per l'igiene personale? Forse perchè mangiare è diverso da spalmarci qualcosa sulla pelle? Certamente lo è! L'involucro cutaneo non ha una funzione di "accoglimento" e di "digestione" come il tratto gastro-intestinale, ma ha pur sempre una certa capacità d'assorbimento...anzi a livello cutaneo la situazione potrebbe essere peggiore perchè almeno l'intestino opera una certa selezione su quello che assorbe. L'effetto finale è che diverse sostanze applicate esternamente raggiungono i tessuti e il torrente sanguigno esattamente come fanno gli alimenti o le bevande. Ricordo che l'industria cosmetica utilizza circa 13.000 tra sostanze sintetiche e semisintetiche e molte di queste sono state poco valutate da un punto di vista della tossicità.
Per decenni ci hanno terrorizzati con la storia che il sole ci fà venire il cancro della pelle, su cui non tutti concordano. Le creme solari, forse prevengono il cancro della pelle, ma in compenso potrebbero farci venire il tumore da qualche altra parte, considerata la concentrazione di porcherie chimiche che contengono. In america l'industria del cosmetico vende creme solari con sostanze cancerogene e poi fà donazioni alla "America Cancer Society" (associazione non-profit per la lotta contro il tumore), che a sua volta raccomanda alla gente l'uso delle creme solari per prevenire il cancro. La solita storia di interessi economici che si cela dietro molto del contemporaneo terrorismo medico.
Gli industriali del cosmetico affermano che i prodotti chimici presenti nelle loro creme non vengono assorbiti all'interno del corpo, ma gli studi dimostrano il contrario; almeno quattro tra i più comuni filtri solari vengono assorbiti eccome, dato che sono stati ritrovati non solo negli strati più profondi della pelle, ma anche nelle urine. E poi, cìè da chiedersi come potrebbero funzionare certi farmaci veicolati con il cerotto (nicotina, ormoni, cadiologici)?
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... solari.htm
------continua------>

Intanto per la vitamina D la pagina recita:
"Per decenni abbiamo aderito alla credenza che l’influenza arrivava in inverno a causa del clima più rigido. Ma numerosi studi hanno completamente falsificato una tale teoria, indicando come l’influenza si presenti ai tropici nel loro “inverno, quando è ancora abbastanza caldo (solitamente durante la stagione delle piogge). No, la ragione per cui l’influenza colpisce d’inverno è un’altra. E suggerisce una facile maniera per prevenirla. E non si tratta di farsi vaccinare. Lo sappiamo già che i nostri corpi producono molta meno vitamina D durante l'inverno. Ma è mai possibile che i livelli ridotti di vitamina D in inverno contribuiscano all’influenza?
Le prove sono evidenti. Anni fa, un attento medico generico inglese, R. Edgar Hope-Simpson, ha collegato le epidemie influenzali dell'emisfero nord con il solstizio invernale. Pertanto, l’influenza arriva proprio quando i livelli di vitamina D cominciano a calare. Finora, la medicina convenzionale ha in gran parte ignorato il suo lavoro.
Proprio questo anno, due importanti pubblicazioni mediche hanno pubblicato un report firmato dal Dott. John Cannell, uno psichiatra dello Atascadero State Hospital, California. Si tratta di una struttura di massima sicurezza riservata a criminali infermi di mente. Nel suo resoconto, il Dott. Cannell ha notato che gli altri reparti intorno al suo erano stati soggetti a un violento attacco d’influenza nell'aprile 2005. Ma nessuno dei suoi 32 pazienti ha preso l’influenza, sebbene si fossero anche mischiati con i reclusi infetti degli altri reparti.
Il Dott. Cannell si è interrogato sul perché il suo reparto avesse evitato l’influenza che pur aveva colpito tutti gli altri reparti. Rapidamente ha capito che si trattava delle dosi elevate di vitamina D prescritte a tutti gli uomini sul suo reparto. Aveva riscontrato che i suoi pazienti, come la maggior parte di tutta l’altra gente dei paesi industrializzati, ne avevano un deficit. (Deve essere uno dei pochissimi psichiatri che prestano attenzione alla nutrizione!) I suoi sforzi per rimediare al deficit hanno potenziato il sistema immunitario dei suoi pazienti, proteggendoli completamente dall’influenza.
Perché funziona? La scienza recentemente ha scoperto che la vitamina D stimola i nostri globuli bianchi a produrre una sostanza denominata catelicidina. I ricercatori non hanno ancora studiato questo prodotto chimico sul virus dell’influenza, ma da tempo hanno segnalato che esso attacca un'ampia varietà di agenti patogeni, tra cui funghi, virus, batteri e perfino la tubercolosi.
Così, troviamo che il mio suggerimento di farvi controllare il livello di vitamina D a quest’epoca dell’anno era quanto mai centrato. Ma ora, alla luce di queste nuove informazioni, penso che non sia nemmeno necessario spendere i soldi per sottoporsi agli esami. La vitamina D è poco costosa. E stimola il vostro corpo a produrre quello che potrebbe essere l’antibiotico definitivo! Completamente atossico e che uccide soltanto gli organismi invasori (non le vostre cellule). Dotatevi dell’incredibile protezione della vitamina D. Esponetevi al sole quando potete. Fate semplicemente attenzione a non scottarvi. Se state per lo più all'interno, suggerisco fortemente che aggiungiate vitamina D al vostro regime quotidiano. Raccomando 10.000 IU al giorno. Non vedo controindicazioni a questa dose, particolarmente nei mesi invernali!
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uenza1.htm
------continua------>

In quanto alle dosi per levarsi dalla CARENZA e da valori come il tuo, di 7 ng/ml il consiglio è di molti medici e mi permetto di riportare quello del dottor Coimbra, specialista su questa vitamina D che nel suo video dice:
""E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imbraa.htm
------continua------>

Possiamo ora concludere che essere CARENTI ed avere un valore come il tuo, è facile cadere nella malattia e quindi nella SOFFERENZA. ciaooo Franco

Ciao Maria Di Martino, ti chiedo scusa, ma sono CERTO che Roberta Brignola è seguita da UN MEDICO DI BASE, come è per TUTTI NOI. quindi leggere il tuo consiglio mi scalda il cuore, anche perchè se Roberta Brignola ha questi valori qualcuno DEVE pur averne la colpa. Sarà la mancata INFORMAZIONI agli assistiti? Quindi pensi che andando dal suo medico risolva il problema che non mai risolto fin'ora?
------continua------>

Ed ora, mia cara Maria Di Martino, ti invito gentilmente a leggere il post fisso FINO IN FONDO dove trovi informazioni molto importanti sugli "ALIMENTI ESSENZIALI". GRAZIE.
il link post fisso per vitamina D
https://www.facebook.com/groups/1393838 ... 304725005/
ciaooo Franco

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dsette.htm
.
.


26 set 2020, 15:58
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)