il forum dell'acido ascorbico
https://acidoascorbico.globalfreeforum.com/

Albert Szent-Gyorgyi, lo scopritore della Vitamina C
https://acidoascorbico.globalfreeforum.com/viewtopic.php?f=1&t=2927
Pagina 1 di 1

Autore:  genfraglo [ 04 lug 2020, 14:14 ]
Oggetto del messaggio:  Albert Szent-Gyorgyi, lo scopritore della Vitamina C

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbuto.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

L'articolo in oggetto conferma l'altro articolo dedicato a questo SCIENZIATO del secolo scorso che ha isolato l'ACIDO ASCORBICO detto vitamina C falla medicina, con scopi molto torbidi.
La pagina recita:
"L’ungherese Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), antinazista e militante per i diritti civili, per le sue ricerche sull’acido ascorbico ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937. Tutto era cominciato con i peperoni
Szeged, la bella città dell’Ungheria meridionale, si vanta di essere la capitale del peperone. Per due motivi: uno di carattere agricolo e uno di carattere scientifico, per essere stata la patria del grande chimico Szent-Gyorgyi che ha scoperto, proprio nel peperone, la fonte dell’acido ascorbico che ha fermato le morti per scorbuto, una malattia che aveva ucciso migliaia di marinai.
Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), figlio di una famiglia colta e benestante, cominciò i suoi studi a Budapest e, dopo un periodo di ricerche all’estero, diventò professore di chimica medica nell’Università di Szeged negli anni trenta del Novecento.
Le ricerche di Szent-Gyorgyi erano concentrate sul meccanismo con cui le cellule viventi “bruciano”, con ossigeno, le molecole organiche liberando energia e anidride carbonica, il fenomeno inverso della fotosintesi con cui i vegetali fissano l’anidride carbonica atmosferica “fabbricando” molecole organiche.
Szent-Gyorgyi pensò che l’energia non viene liberata dalla ossidazione del carbonio, ma dall’ossidazione dell’idrogeno presente nelle molecole organiche e che la vita consista in fenomeni, come si dice, di ossido-riduzione catalizzate da speciali enzimi.
Studi rivoluzionari per la sua epoca"

La pagina racconta e conferma l'articolo in oggetto:
"Szeged, la bella città dell'Ungheria meridionale, si vanta di essere la capitale del peperone. Per due motivi: uno di carattere agricolo e uno di carattere scientifico, per essere stata la patria del grande chimico Szent-Gyorgyi che ha scoperto, proprio nel peperone, la fonte dell'acido ascorbico che ha fermato le morti per scorbuto, una malattia che aveva ucciso migliaia di marinai.

Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), figlio di una famiglia colta e benestante, cominciò i suoi studi a Budapest e, dopo un periodo di ricerche all'estero, diventò professore di chimica medica nell'Università di Szeged negli anni trenta del secolo scorso. Le ricerche di Szent-Gyorgyi erano concentrate sul meccanismo con cui le cellule viventi "bruciano", con ossigeno, le molecole organiche liberando energia e anidride carbonica, il fenomeno inverso della fotosintesi con cui i vegetali fissano l'anidride carbonica atmosferica "fabbricando" molecole organiche. Szent-Gyorgyi pensò che l'energia non viene liberata dalla ossidazione del carbonio, ma dall'ossidazione dell'idrogeno presente nelle molecole organiche e che la vita consista in fenomeni, come si dice, di ossido-riduzione catalizzate da speciali enzimi.

Oggi i biologi sanno molte altre cose su questi meccanismi, ma ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.

Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937; Szent-Gyorgyi fu attivo nella resistenza antinazista e lasciò poi l'Ungheria nel 1948 trasferendosi negli Stati uniti dove ha diretto, nel Massachusetts, ricerche per la cura del cancro; è stato anche impegnato come difensore dei diritti civili e nella protesta contro la guerra nel Vietnam (un suo libro di sostegno alla contestazione giovanile, "Uomo o scimmia pazza ?", è stato tradotto anche in italiano).

Oggi l'acido ascorbico, contenuto nella verdura e nella frutta, specialmente negli agrumi, viene prodotto artificialmente su larga scala, partendo dal glucosio, e trova impiego anche come antiossidante, oltre che in medicina. Di certo ha un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene e in molte altre funzioni biologiche. Il chimico Linus Pauling, anche lui premio Nobel per la chimica (e per la pace) (si veda Altronovecento n. 5) ha sostenuto per tutta la vita che l'acido ascorbico cura anche i tumori. E tutto è cominciato con i peperoni ungheresi.

La pagina recita:
Prima di farti leggere il mio personale pensiero su questi medici, desidererei che tu visionassi la STORIA dell' ACIDO ASCORBICO con le sue PROVE SCIENTIFICHE riportate per anno su questa pagina, e rilevassi la AVVERSIONE di questa classe medica verso questi "ALIMENTI ESSENZIALI" a cominciare dall'ACIDO ASCORBICO.
Ora su questa pagina che ritengo molto importante, trovi la storia ad iniziare dal 1932, cinque (5) anni dopo la scoperta di questo ACIDO ASCORBICO, il Premio Nobel allo scienziato Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986). "Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm
Quando si parla di SCORBUTO, la maggior parte delle persone sentono per la prima volta questa parola.
Il perchè è semplice. Questo è voluto dalla medicina, di qualsiasi branca essa sia. Quindi dal SISTEMA.
Ma perchè non conosciamo questa malattia?
E' una malattia?
Certo. è la malattia cosi detta dei marinai, i quali si ammalavano nei mari quando non avevano più frutta e verdura da ingoaire. Ma di solo pesce si vive, è vero, ma essi si AUTOPRRODUCONO molto poco di quel prodotto che ne evita questa malattia.
Ma cosa è questo prodotto?
E' la vitamina C come lo ha denominato la medicina, mentre noi che conosciamo la sua storia lo chiamiamo ACIDO ASCORBICO.
Ma perchè due nomi diversi? ve ne è una ragione?
Certo, le ragioni ci sono, e se ci sono. La medicina lo ha denominato vitamina C perchè ha inventato la parola IPER che aggiunta alla parola vitamina diventa IPERVITAMINOSI, la quale serve per spaventare chi volesse ingoiarne di più al giorno di quanto da lei fissato. E questo è uno dei motivi per cui questo nome.
Certo IPER vuol dire che se ne ingoi di più, puoi anche MORIRE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Altra pagina recita:
"Devo farti notare che questo Premio Nobel è stato dato dai CERVELLONI della medicina, e guadacaso NON per altra motivo ma PER LA MEDICINA in quanto era l'unico prodotto che GUARIVA la malattia terribile del momento; LO SCORBUTO
E fu lui a dare questo nome alla polverina bianca che aveva isolato chiamandolo ACIDO ASCORBICO.
La parola ACIDO perchè ha il gusto acre del limone, mentre se alla parola
ASCORBICO
togli la prima lettera A e le ultime tre lettere ICO, ti rimane
SCORB
che aggiungi UTO ti viene la parola
SCORBUTO.
Quindi ha LEGATO la parola SCORBUTO all'ACIDO ASCORBICO.
Ma ai CERVELLONI della medicina questo non stava bene, in quanto TUTTI avrebbero saputo che chi era malato di SCORBUTO, ingoiando l'ACIDO ASCORBICO guariva.
Ma loro cosa stavano a fare? a divertirsi lasciandosi scappare delle occasioni indicibili?
Ecco che allora in quel momento le diedero il nome "vitamina C", rendendo questo ACIDO ASCORBICO una bandito e rendendo questa polverina UN ANONIMO, difatti tutti sanno che vi è la vitamina C, ma a nessuno viene in mente di capire cosa sia ed a cosa serva.
Quindi riguardo al'ACIDO ASCORBICO, concludo che almeno è UN MEDICINALE, ma siamo certi che guarisca SOLO LO SCORBUTO?
Cosa guarirà altro?
Mentre i "principi attivi" come i vaccini che tu ADORI, nessuno di loro ha MAI GUARITO NULLA, ed anche solo per il fatto del FOGLIO ILLUSTRATIVO, leggendo tutte le controindicazioni descritte, non posso che definirli VELENO."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nozomi.htm

Altra pagina recita:
"Devo farti notare che questo Premio Nobel è stato dato dai CERVELLONI della medicina, e guadacaso NON per altra motivo ma PER LA MEDICINA in quanto era l'unico prodotto che GUARIVA la malattia terribile del momento; LO SCORBUTO
E fu lui a dare questo nome alla polverina bianca che aveva isolato chiamandolo ACIDO ASCORBICO.
La parola ACIDO perchè ha il gusto acre del limone, mentre se alla parola
ASCORBICO
togli la prima lettera A e le ultime tre lettere ICO, ti rimane
SCORB
che aggiungi UTO ti viene la parola
SCORBUTO.
Quindi ha LEGATO la parola SCORBUTO all'ACIDO ASCORBICO.
Ma ai CERVELLONI della medicina questo non stava bene, in quanto TUTTI avrebbero saputo che chi era malato di SCORBUTO, ingoiando l'ACIDO ASCORBICO guariva.
Ma loro cosa stavano a fare? a divertirsi lasciandosi scappare delle occasioni indicibili?
Ecco che allora in quel momento le diedero il nome "vitamina C", rendendo questo ACIDO ASCORBICO una bandito e rendendo questa polverina UN ANONIMO, difatti tutti sanno che vi è la vitamina C, ma a nessuno viene in mente di capire cosa sia ed a cosa serva.
Quindi riguardo al'ACIDO ASCORBICO, concludo che almeno è UN MEDICINALE, ma siamo certi che guarisca SOLO LO SCORBUTO?
Cosa guarirà altro?
Mentre i "principi attivi" come i vaccini che tu ADORI, nessuno di loro ha MAI GUARITO NULLA, ed anche solo per il fatto del FOGLIO ILLUSTRATIVO, leggendo tutte le controindicazioni descritte, non posso che definirli VELENO."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nozomi.htm
Uno di questi è Linus Pauling, due volte Premio Nobel seguito da Irwin Stone, il quale ci lascia un disegno che chiarisce molto bene il perchè della CARENZA di questo ACIDO ASCORBICO (vitamina C) nella specie umana:


http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... omanca.htm
e scrive:
"pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
pagina 2/10------RENI E FEGATO
Il luogo degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico nei vertebrati a sangue freddo, i pesci, gli anfibi ed i rettili, è nei reni. I più altamente attivi mammiferi a sangue caldo tutti sintetizzano il loro acido ascorbico nel fegato. Una delle principali
funzioni dell’acido ascorbico nella fisiologia animale è il mantenimento della omeostasi biochimica sotto stress. Più grande è lo stress a cui è sottoposto l’animale, più acido ascorbico produce.
Circa 165 milioni di anni fa, quando la natura aveva in vista l’evoluzione dei più attivi e stressanti mammiferi, doveva essere presa una importante decisione morfologica e fisiologica. I reni, pure adeguati come sito di sintesi dell’acido ascorbico per i lenti vertebrati a sangue freddo, erano inadeguati per le aumentate richieste di acido ascorbico per i più altamente stressati mammiferi. La soluzione vincente di questo problema fu il trasferimento degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico dai
relativamente piccoli e biochimicamente affollati reni al più spazioso fegato, che è il più grande organo del corpo. Tutti gli odierni mammiferi capaci di sintetizzare acido ascorbico lo producono nel fegato perché ogni antica forma che non effettuò tale
passaggio era così handicappata biochimicamnte che fu eliminata dalle forze della evoluzione.
...racconta l'EVOLUZIONE DEGLI ESSERI VIVENTI E L'ACIDO ASCORBICO
e spiega la perdita di produrcelo autonomamente
pagina 6/10------l'ACIDO ASCORBICO è un metabolita per tutti gli animali e non una VITAMINA
Stone 20. Negli ultimi 60anni, l'ACIDO ASCORBICO è stato visto come"vitamina C" quando in realtà è un metabolita del fegato e certamente non una "vitamina" per la miriade di mammiferi che hanno intatto il gene per lo L-gulonolactone ossidase. Tali mammiferi non prendono lo scorbuto, anche se hanno una dieta completamente priva di vitamina C."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... turale.pdf
Possiamo quindi concludere che, mancando della giusta informazione su questo MEDICINALE, molte persone, dalle più giovani alle più anziane rischiano inconsapevolmente ogni giorno questa malattia.
Ma chissà quanti altri danni, visibili e non visibili, causa la sua CARENZA.
Detto questo, ora mi permetto di riportare un esempio di malattia "lo scorbuto" dei giorni nostri che inoltre VERGOGNOSAMENTE fa notizia.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... esiste.htm
Szeged, la bella città dell'Ungheria meridionale, si vanta di essere la capitale del peperone. Per due motivi: uno di carattere agricolo e uno di carattere scientifico, per essere stata la patria del grande chimico Szent-Gyorgyi che ha scoperto, proprio nel peperone, la fonte dell'acido ascorbico che ha fermato le morti per scorbuto, una malattia che aveva ucciso migliaia di marinai.

Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), figlio di una famiglia colta e benestante, cominciò i suoi studi a Budapest e, dopo un periodo di ricerche all'estero, diventò professore di chimica medica nell'Università di Szeged negli anni trenta del secolo scorso. Le ricerche di Szent-Gyorgyi erano concentrate sul meccanismo con cui le cellule viventi "bruciano", con ossigeno, le molecole organiche liberando energia e anidride carbonica, il fenomeno inverso della fotosintesi con cui i vegetali fissano l'anidride carbonica atmosferica "fabbricando" molecole organiche. Szent-Gyorgyi pensò che l'energia non viene liberata dalla ossidazione del carbonio, ma dall'ossidazione dell'idrogeno presente nelle molecole organiche e che la vita consista in fenomeni, come si dice, di ossido-riduzione catalizzate da speciali enzimi.

Oggi i biologi sanno molte altre cose su questi meccanismi, ma ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.

Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937; Szent-Gyorgyi fu attivo nella resistenza antinazista e lasciò poi l'Ungheria nel 1948 trasferendosi negli Stati uniti dove ha diretto, nel Massachusetts, ricerche per la cura del cancro; è stato anche impegnato come difensore dei diritti civili e nella protesta contro la guerra nel Vietnam (un suo libro di sostegno alla contestazione giovanile, "Uomo o scimmia pazza ?", è stato tradotto anche in italiano).

Oggi l'acido ascorbico, contenuto nella verdura e nella frutta, specialmente negli agrumi, viene prodotto artificialmente su larga scala, partendo dal glucosio, e trova impiego anche come antiossidante, oltre che in medicina. Di certo ha un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene e in molte altre funzioni biologiche. Il chimico Linus Pauling, anche lui premio Nobel per la chimica (e per la pace) (si veda Altronovecento n. 5) ha sostenuto per tutta la vita che l'acido ascorbico cura anche i tumori. E tutto è cominciato con i peperoni ungheresi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

L’ungherese Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), antinazista e militante per i diritti civili, per le sue ricerche sull’acido ascorbico ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937. Tutto era cominciato con i peperoni
Szeged, la bella città dell’Ungheria meridionale, si vanta di essere la capitale del peperone. Per due motivi: uno di carattere agricolo e uno di carattere scientifico, per essere stata la patria del grande chimico Szent-Gyorgyi che ha scoperto, proprio nel peperone, la fonte dell’acido ascorbico che ha fermato le morti per scorbuto, una malattia che aveva ucciso migliaia di marinai.
Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), figlio di una famiglia colta e benestante, cominciò i suoi studi a Budapest e, dopo un periodo di ricerche all’estero, diventò professore di chimica medica nell’Università di Szeged negli anni trenta del Novecento.
Le ricerche di Szent-Gyorgyi erano concentrate sul meccanismo con cui le cellule viventi “bruciano”, con ossigeno, le molecole organiche liberando energia e anidride carbonica, il fenomeno inverso della fotosintesi con cui i vegetali fissano l’anidride carbonica atmosferica “fabbricando” molecole organiche.
Szent-Gyorgyi pensò che l’energia non viene liberata dalla ossidazione del carbonio, ma dall’ossidazione dell’idrogeno presente nelle molecole organiche e che la vita consista in fenomeni, come si dice, di ossido-riduzione catalizzate da speciali enzimi.
Studi rivoluzionari per la sua epoca
Oggi i biologi sanno molte altre cose su questi meccanismi, ma ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico, il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell’acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico, proprio per la sua proprietà di sconfiggere e prevenire lo scorbuto, e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l’anno dopo l’estrazione cominciò all’inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Sostenitore della protesta giovanile
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937; Szent-Gyorgyi fu attivo nella resistenza antinazista e lasciò poi l’Ungheria nel 1948 trasferendosi negli Stati Uniti dove ha diretto, nel Massachusetts, ricerche per la cura del cancro; è stato anche impegnato come difensore dei diritti civili e nella protesta contro la guerra nel Vietnam (un suo libro di sostegno alla contestazione giovanile, “Uomo o scimmia pazza?”, è stato tradotto anche in italiano).
Oggi l’acido ascorbico, contenuto nella verdura e nella frutta, specialmente negli agrumi, viene prodotto artificialmente su larga scala, partendo dal glucosio, e trova impiego anche come antiossidante, oltre che in medicina.
Di certo ha un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene e in molte altre funzioni biologiche. Il chimico Linus Pauling, anche lui premio Nobel per la chimica (e per la pace) ha sostenuto per tutta la vita che l’acido ascorbico cura anche i tumori. E tutto è cominciato con i peperoni ungheresi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbuto.htm
.
.

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/