Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 24 nov 2020, 00:08


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Ecco le prime foto del coronavirus lombardo 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1504
Località: Saluzzo
Messaggio Ecco le prime foto del coronavirus lombardo
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usfoto.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Dal titolo dell'articolo in oggetto "Ecco le prime foto del coronavirus lombardo" vorrà dire che altre immagini di altri laboratori potrebbero essere diverse dimostrando che le forme possono cambiare da paese a paese o da laboratorio a laboratorio?
Ma tu, hai mai visto un virus?
CHE DOMANDA!?!?!?!?!?!?!
Poterlo vedere o immaginare è solo di qualcuno, o NO?

Mi permetto di proporvi una presunta foto del virus Sars-CoV-2 come dichiarato dall'articolo che la
riporta, ottenuta da un microscopio elettronico, ad un ingrandimento di 30000X.
Sono certo che anche voi penserete come me; ci vuole tanta fantasia a credere che le DIFESE IMMUNITARIE, che hanno dato prova di sapersi difendere da prove molto peggiori, che se sono messe in condizioni di non nuocere ad un così piccolo pericolo, vuol proprio dire che sono NULLE.
A questo però non riesco proprio a credere in quanto il corpo umano proviene da un tempo indefinito di EVOLUZIONE, quindi sono certo che questi puntini li ha già combattuti e vinti moltissime volte in passato, senza lasciare tracce, che in caso contrario sarebbe stata la fine della specie umana, invece NO.
Quindi avere le DIFESE IMMUNITARIE ALTE è solo questione di evitare come la peste i CIBI IMMONDIZIA delle industrie, ingoiando con COSTANZA gli "ALIMENTI ESENZIALI" che circolano ogni secondo nel corpo di ognuno di noi.

Quale differenza con le foto fantastiche di coronavirus che il SISTEMA ci propina pur di raggiungere i suoi immondi fini.
Mi sento tanto preso per i fondelli da personaggi che non riesco a definirne un nome tanto spegevole.
https://www.gettyimages.it/immagine/cor ... stpopular#

E' chiaro quindi che ingoiare COSTANTEMENTE ciò che circola nel mio SANGUE in ogni momento della mia vita, che è quindi scritto nel mio DNA, gli "ALIMENTI ESSENZIALI", di cui posso essere CARENTE nel mio corpo per i validissimi motivi come lo è per l'ACIDO ASCORBICO, data la mancata AUTOPRODUZIONE o come la vitamina D, anch'essa AUTOPRODOTTA, CARENTE per la mancata esposizione al sole, a partire dall'AUTOPRODOTTO COLESTEROLO: la vitamina D, è UN OBBLIGO PIU' CHE UNA NECESSITA'. Naturalmente non dobbiamo dimenticare il primo "ALIMENTO ESSENZIALE" NON AUTOPRODOTTO: il CLORURO DI MAGNESIO.
Data la raffinazione dei CIBI INDUSTRIALI proposti dalle industrie, è bene aggiungere altri "ALIMENTI ESSENZIALI" come il SELENIO, la vitamina K2, il SILICIO ORGANICO, lo ZINCO, il gruppo delle vitamine B ecc. levando di torno il "PRIMO FLAGELLO UMANO"il CAFFE', ma prima ancora evitare come la peste i DENTIFRICI, apportatori di VELENO PER I TOPI, il FLUORURO DI SODIO, scritto chiaramente sul tubetto, con sotto la scritta:
CONTIENE: FLUORURO DI SODIO.
NON INGOIARE,
seguita dall'avviso di lavarsi i denti poche volte al giorno,
e seguita dalla scritta:
PER I BAMBINI SOTTO I SEI ANNI................
nel caso portarli dal MEDICO o dal DENTISTA,
che mi pare sia un BOLLETTINO DI GUERRA, ma questo AVVISO nessuno lo legge mai,
MESSI IN BOCCA CON COSTANZA DI OGNI GIORNO sia il CAFFE' che il FLUORURO DI SODIO, e poi ci si spaventa per una invenzione umana come è il CORONACIRUS, del quale ce ne fanno vedere l'ingrandimento, ma di cui nessuno ci garantisce che siano vere o che i puntini segnalati proposti siano veramente CORONAVIRUS?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sangue.htm

E l'alluminio? lo trovi in ogni angolo dei cibi, sia come contenitori, che come stagnola in cucina, senza contare le pentole o le PADELLE che sotto lo strato antiaderente ti avvelenano ogni volta che le usi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gevita.htm

Insomma, ogni mezzo è valido per creare MALATTIA, anche solo la parola "coronavirus".

Invece per il lo stato attuale vi è certezza che la causa sia veramente il "coronavirus" così piccolo che per vederlo sono necessari degli ingrandimenti incredibili?
Non sarà invece una causa molto diversa da quella che si vuole far credere?
Ho capito da molto tempo che di solito la verità non è mai quella che si vuole far credere, quindi non è mai quella che appare, quindi ci si deve chiedere cosa mai vorranno nascondere?.

E ve lo faccio capire subito.
Risulta in questi giorni che oltre che morire sopratutto maschi di una certa età, pare che il "coronavirus" colpisca di preferenza le persone ricoverate nelle case di riposo, e sopratutto al nord.
In Lombardia, in Piemonte, nel Veneto ecc.
Oh ma allora questo "coronavirus" oltre che piccolo ha un cervello grande così, che oltre che avere delle preferenze e discriminare un sesso, sà anche propagarsi negli ambienti giusti come le case di riposo.
Non ho parole che riescano a definire un fatto così incredibile.
Anche perchè ho certezza che queste persone non abbiano potuto farsi infettare da personaggi che sono stati in Cina, come si è attribuito l'inizio di questa dichiarata EPIDEMIA.
Poi vi riporto il caso del premier britannico Boris Johnson, il quale vivendo in una botte, non riesco a capire come abbia potuto infettarsi di "coronavirus".
Oppure, come ho detto sopra, la storia è molto diversa ed a qualcuno ha tutti gli interessi a nasconderla?
Al riguardo la pagina recita:
"In proposito la pagina della AIFA Italiana recita:
"La vitamina D viene prodotta per effetto sulla cute dei raggi ultravioletti di tipo B (lunghezza d’onda 290 - 315 nm) che trasformano un precursore, il 7 deidrocolesterolo (la pro-vitamina D), in pre-vitamina D e successivamente in colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D può essere quindi depositata nel tessuto adiposo o trasformata a livello epatico in 25OH vitamina D (calcidiolo o calcifediolo) che, veicolata da una proteina vettrice, rappresenta il deposito circolante della vitamina D. Per esercitare la propria attività biologica il 25OH colecalciferolo deve essere trasformato in 1-25 (OH)2 colecalciferolo o calcitriolo, ligando naturale per il recettore della vitamina D. La sede principale della 1-idrossilasi è il rene ma questo enzima è presente anche nelle paratiroidi, ed in altri tessuti epiteliali."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... 96aifa.htm
L'importanza di questa vitamina D3 nell'individuo è MOLTO ALTA, questo lo dimostra il fatto che per AUTOPRODURLA NON si affida a un qualcosa che potrebbe mancare per CARENZA in qualche modo, ma per non rischiare questa CARENZA, ecco che quanto le serve se lo AUTOPRODUCE in ogni secondo ed è come già detto il COLESTEROLO.
Così avviene un doppio controllo in modo da avere CERTEZZA che questa vitamina D3 NON MANCHI MAI.
E' quindi comprensibile che la procurata CARENZA non può che causare ogni sorta di danni all'individuo.
Motivo per il quale tutte queste morti di persone anziane, quindi sicuramente CARENTI di vitamina D3.
Questo purtroppo però non lo sapremo mai finchè gli addetti ai lavori non si adopereranno per far fare questo esame del sangue per poter rilevare questa CARENZA.
e l'altra pagina sempre riguardo a questa "NOTA 96 AIFA" dice:
"Dell'articolo mi permetto di sottolineare la parte che ritengo la più importante e che recita:
"Facendo seguito alle segnalazioni pervenute all’AIFA da alcuni operatori del settore e per fornire chiarezza sulle modalità applicative della Nota 96, si anticipa che è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale un’integrazione alla Determinazione n. 1533/2019, prevista per la data del 4 novembre 2019, attraverso cui verrà più esplicitamente indicato che i farmaci in classe A a base dei principi attivi colecalciferolo, colecalciferolo/sali di calcio e calcifediolo nella formulazione in capsule, richiamati all’allegato 1 della citata determinazione, per la prevenzione e il trattamento della carenza di Vitamina D, sono prescrivibili a carico del Servizio Sanitario Nazionale secondo le limitazioni previste dalla Nota nella popolazione adulta “età > 18 anni” (classe A – Nota 96), con conferma delle modalità prescrittive a carico del Servizio Sanitario Nazionale per la popolazione pediatrica, cui non si applica la Nota."
Ma la parte che ritengo più importante per i medici di base è questa:
"Tale integrazione chiarisce espressamente la modifica della prescrivibilità a carico del SSN, tramite Nota 96, con parziale valenza di riclassificazione dei suddetti farmaci limitatamente alla popolazione adulta nella prevenzione e nel trattamento della carenza di Vitamina D, e avrà efficacia a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imenti.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.htm
Concludo quindi che invece la vera causa sia la cessazione di prescrivere questa vitamina D3 che di solito è data alle persone anziane secondo le direttive della OMS col loro editto, che per l'Italia è la AIFA, quindi dei CERVELLONI della medicina?
Quindi per queste persone essere in CARENZA di vitamina D3 è la loro morte.
Mi permetto ora di prevedere che di questo "coronavirus" non ce ne libereremo molto facilmente e resterà presente finchè non si reinizierà a prescrivere questa vitamina D, in quanto sopratutto gli anziani non hanno modo di farsela AUTOPRODURRE esponendosi al sole come deve essere in natura,

Pubblicato il: 02/04/2020 15:32

Arrivano da Milano le prime foto del coronavirus 'lombardo'. Sono state catturate al microscopio elettronico le prime immagini del virus Sars-CoV-2 isolato nel Laboratorio di Malattie infettive dell'università Statale-ospedale Sacco, coordinato da Massimo Galli e Gianguglielmo Zehender, in collaborazione con l'Anatomia patologica diretta da Manuela Nebuloni del Dipartimento di Scienze biomediche e cliniche Luigi Sacco.


Hanno ottenuto gli isolamenti - ricordano da UniMi - i ricercatori Alessia Lai, Annalisa Bergna, Arianna Gabrieli (tre giovani scienziate precarie) e Maciej Tarkowski (ricercatore polacco in forze a Milano), mentre hanno effettuato le osservazioni al microscopio elettronico e prodotto le immagini Antonella Tosoni e Beatrice Marchini.

In una fotografia, spiegano dall'ateneo, "si osservano chiaramente, ad un ingrandimento di 30000X, le particelle virali di Sars-CoV-2, adese alle membrane sulla superficie e all'interno di cellule Vero E6 utilizzate per l'isolamento". Una seconda foto è invece "la combinazione di 2 immagini a diverso ingrandimento (50000X e 140000X) che mostra le particelle virali con la tipica ultrastruttura caratterizzata dalla corona di glicoproteine superficiali".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usfoto.htm
.
.


13 apr 2020, 22:36
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)