Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 05 giu 2020, 08:20


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Vitamina D per proteggere l’organismo dai virus 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1415
Località: Saluzzo
Messaggio Vitamina D per proteggere l’organismo dai virus
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... itario.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Questa pagina la dedico alla dichiarazione della seconda parte dell'articolo in oggetto che scrive:
"I consigli del professor Pier Luigi Rossi per mettere a riparo l’organismo dalle aggressioni virali"
"L’iter della vitamina D «La vitamina D è la regina del sistema immunitario. Per i suoi effetti riconosciuti è oggi definita un ormone in grado di agire sulle cellule immunocompetenti attivando la loro attività. È messa in deposito all’interno degli adipociti e da lì deve passare nel sistema linfatico per essere disponibile prima di giungere nel sangue. Ma in presenza di un sistema linfatico compromesso, si ha un effetto sequestrante: la vitamina D staziona nell’organo adiposo. In condizioni normali, invece, viene drenata nel sistema linfatico e giunge nelle stazioni, i linfonodi, che producono gli anticorpi e attivano il sistema immunitario», spiega il professor Rossi."
Nella pagina precedente abbiamo scoperto cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" cui la medicina li chiama "integratori" sui quali una pagina recita:
"Avendo queste certezze ecco che con l'articolo in oggetto che è uno studio sulla TIROIDE, elenca di aver provato 3 (tre) "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati dalla medicina "integratori", che personalmente non ammetto di avere degli "integratori", conoscendo il significato di tale parola, nel mio corpo, figuriamoci nel mio SANGUE nel quale dovrei ammettere di avere in circolo nel mio corpo degli "integratori", e dato che sono anche nel mio LIQUIDO SEMINALE MASCHILE, nel quale liquido seminale di mio padre sono stato GENERATO, vorrebbe dire accettare di essere stato GENERATO NEGLI "integratori".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iroide.htm

Con questa pagina invece ci dedichiamo a capire il ruolo degli "ALIMENTI ESSENZIALi" nella AUTOPRODUZIONE delle DIFESE IMMUNITARIE.
Devo far notare che questa pagina la voglio dedicare alla importanza della
VITAMINA D
nel corpo di ogni essere vivente e per darne la giusta valutazione rispetto alle DIFESE IMMUNITARIE, riporto questo articolo in oggetto del quale ora ne cito una parte che ritengo molto importante che scrive:
"27 febbraio 2020
Salute e Psicologia
Coronavirus: perché serve la Vitamina D
Piuttosto che farsi prendere dal panico da Coronavirus, è bene rafforzare il sistema immunitario e tenere sotto controllo i livelli di vitamina D. I consigli del professor Pier Luigi Rossi per mettere a riparo l’organismo dalle aggressioni virali
di angelacotticelli"

Riguardo a queste DIFESE IMMUNITARIE però dobbiamo partire dall'ACIDO ASCORBICO in quanto lo ritengo il più importante; AUTOPRODOTTO da ogni specie vivente, sia ANIMALE che VEGETALE partendo dagli "ZUCCHERI" cui lo stomaco trasforma i CIBI NATURALI ingoiati per il REGNO AIMALE..
La pagina recita:
"Ora, dopo questa illuminante descrizione, devo far presente che nella mia chiacchierata telefonica con le persone che mi contattano e vogliono informazioni, arrivo alla conclusione che per mantenere la VERA SALUTE sono indispensabili 3 (tre) fattori:
1- il CIBO NATURALE, che contenga gli
2- "ALIMENTI ESSENZIALI" che la medicina nomina "integratori" ed il
3- MOVIMENTO
i quali insieme evitano la OBESITA'. la STITICHEZZA e le conseguenti EMORROIDI, mentre ora prendiamo una direzione diversa, onde capire uno dei perchè della AUTOPRODUZIONE dell'ORMONE ACIDO ABSCISSICO.
Faccio anche presente che se si ha il dubbio che i CIBI NATURALI NON contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati "integratori" dalla medicina, ecco che è bene ingoiarli a cucchiaini, capsule, perle o pastiglie come Franca e me da 28 anni, ora nel 2020, quindi dal 1992..
Tornando ora allo scritto del dottor Gianluca Calanchi e sottolineando la parte che per noi è BASILARE:
"Nei macronutrienti annoveriamo 4 elementi: proteine (protidi), "zuccheri" (carboidrati), grassi (lipidi) ed acqua. I primi 3 apportano calorie mentre il quarto no. "
ripetendo:
1) "PROTEINE" (protidi)
2) "ZUCCHERI" (carboidrati)
3) "GRASSI" (lipidi)
1) "ACQUA"
dobbiamo rilevare che le
PROTEINE (protidi) non causano danni rilevabili, neppure i
GRASSI (lipidi), tanto meno la
ACQUA, quanto invece il MACRONUTRIENTE più colpevolizzato di causare danni alla salute sono gli
"ZUCCHERI" (carboidrati)
i quali sono quelli incriminati dalla informazione della medicina, di tanti danni all'organismo umano, danni che ne soffre il SOLO GENERE UMANO, quindi a questa nostra sola specie.
Questo ci viene detto da chi si interessa della nostra salute, il quale ci informa che non dobbiamo ingerire "zuccheri" nei cibi, poichè a questi, come abbiamo visto prima, attribuiscono la causa di questi problemi.
Ma non solo, vogliono darci ad intendere che con la quantità del MACRONUTRIENTE "ZUCCHERI" (carboidrati) che circolano nel corpo umano, in quanto quarto MACRONUTRIENTE trasformati nello stomaco come sopra descritto, basta qualche grammo di "zucchero" in più ingoiato con i CIBI che possa causare tutto quello scompenso che tutti ormai conosciamo molto bene iniziando dal DIABETE?
Mi sento molto preso per i fondelli e voi?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... silare.htm

Quindi partendo da questo MACRONUTRIENTE "ZUCCHERO" nel REGNO ANIMALE il loro fegato o i loro reni li trasformano in:
ACIDO ASCORBICO
per tutta la loro vita come lo è per il REGNO VEGETALE, ESCLUSO PER LA SPECIE UMANA che ha perso questa fortuna.
Ce lo spiega bene lo SCIENZIATO Irwin Stone che nel secolo scorso questo ACIDO ASCORBICO lo ha ingoiato e lo ha studiato per più di 50 anni, e riguardo alla AUTOPRODUZIONE delle specie ANIMALI scrive:
"pagina 1/6------scoperta dell'acido ascorbico che combatte lo scorbuto
E’ ben noto che gli esseri umani privati dell’acido ascorbico svilupperanno lo scorbuto ed in pochi mesi ne moriranno. All’inizio degli anni ’30, l’acido ascorbico fu identificato come il principio antiscorbutico nel cibo, che forniva la profilassi contro questa malattia fatale. Nelle due decadi prima della scoperta dell’acido ascorbico, il fattore antiscorbutico era considerato come una sconosciuta sostanza in tracce nei cibi chiamata «vitamina C». Per centinaia di anni in precedenza era empiricamente noto che qualche cosa nei vegetali freschi, nella carne o nel pesce preveniva o curava lo scorbuto.
Lo scorbuto è una malattia molto antica; era menzionata da Ippocrate (Hirsch, 1885) e gli egiziani avevano parecchi geroglifici per scrivere riguardo la malattia (Ebbell, 1938; Bourne, 1944). Nel lungo periodo della preistoria e della storia umana, lo scorbuto aveva causato molte morti, aveva creato più sofferenza umana ed aveva alterato il corso della storia più di ogni altra singola causa. Non appena l’Uomo, o i suoi antenati primitivi, lasciarono il loro ambiente tropicale o semi tropicale, e si spostarono verso i climi temperati dove i vegetali freschi non erano più disponibili per tutto l’anno, cominciarono ad avere guai. Quando l’uomo imparò a cucinare la carne ed il pesce, così riducendo il loro contenuto in instabile acido ascorbico, le loro difficoltà scorbutiche si aggravarono ulteriormente. Ogni anno, nel tardo inverno e
primavera, l’intera popolazione, indebolita dai ricorrenti danni dello scorbuto, era decimata dalle invasive infezioni virulente secondarie e da altre malattie. In verità è un caso fortunato per noi, la popolazione umana al momento sopravvissuta, che le
necessità di acido ascorbico per la mera sopravvivenza siano basse.

pagina 1/10------quali altri animali che hanno perso l'AUTOPRODUZIONE
In sostanza, la causa dello scorbuto è la incapacità del fegato umano di sintetizzare l’acido ascorbico. Questa sintesi è comune a quasi tutte le forme di vita ed è realizzata nel fegato della maggior parte dei mammiferi (Chatterjee et al., 1961). Questi mammiferi non possono normalmente contrarre lo scorbuto, non importa quanto poco acido ascorbico o vitamina C ci sia nella loro dieta. Essi fabbricano continuamente una provvista di questa importante sostanza fisiologica in quantità abbastanza grandi. Fino al 1907 lo scorbuto fu considerato primariamente una malattia umana perché nessun altro animale appariva suscettibile ad esso. In quell’anno si scoprì che i porcellini d’India potevano essere resi scorbutici (Holst and Frölich, 1907).
Il fegato dei mammiferi produce acido ascorbico a partire dal glucosio con una sintesi a passi, ciascun passo essendo controllato da un enzima specifico separato (Grollman and Lehninger, 1957; Burns, 1959). Questo completo sistema enzimatico è presente in tutti i mammiferi eccetto l’Uomo, qualche scimmia, i porcellini d’India ed un pipistrello indiano che mangia frutta, Pteropus medius (Chatterjee et al., 1961).
Queste poche eccezioni sono i soli mammiferi che svilupperanno lo scorbuto se privati di acido ascorbico nella loro dieta. La malattia è rapidamente fatale nei porcellini d’India, soccombono in circa 2-3 settimane.

pagina 2/10------l'ultimo enzima mancante per la AUTOPRODUZIONE
Il fegato dell’Uomo è privo dell’ultimo enzima nella serie necessaria per convertire il glucosio in acido ascorbico. La mancanza di questo unico enzima, L-gulonolactone ossidase, blocca completamente la sintesi anche se il fegato umano contiene gli altri enzimi intermedi della serie (Chatterjee et al., 1961). L’assenza di questo enzima è causata da una carenza o da un difetto ereditario nel gene necessario per la sua sintesi.
Così la sindrome dello scorbuto è una tipica malattia genetica simile nell’eziologia ad altre riconosciute malattie genetiche come la fenilcheturia (PKU), la galattosemia, l’alcaptonuria e le molte altre di questa lista di anomalie metaboliche genetiche che aumenta con continuità. Queste malattie genetiche sono tutte causate da un difetto ereditario nel gene che controlla la sintesi dell’enzima particolare la cui assenza o mancanza di attività causa la specifica sindrome metabolica patologica.
pagina 2/10------LA MALATTIA "IPOASCORBEMIA"
Anche se il difetto genetico implicato nella sintesi umana dell’acido ascorbico sembra essere chiaramente definito nella genetica biochimica, l’acido ascorbico è ancora visto dalla Medicina come «vitamina C». Non mi è stato possibile trovare nessun riferimento che tenti di cambiare l’attuale classificazione dello scorbuto come un disturbo nutrizionale o avitaminosi per assegnargli la sua vera posizione di malattia genetica. A causa di questa mancanza di riconoscimento del suo status genetico propongo il nome di Ipoascorbemia, per la sindrome dello scorbuto, nel rispetto dei livelli generalmente abnormemente bassi di acido ascorbico nel sangue che possono esistere nei pochi mammiferi con questo difetto genetico. Lo scorbuto franco può quindi essere considerato come la estrema conseguenza della Ipoascorbemia.

pagina 2/10------la malattia genetica grave
La malattia genetica, Ipoascorbemia, ha eziologia similare a quella di riconosciute malattie genetiche quali la PKU e le molte altre, con una notevole differenza nell’incidenza. Le altre anomalie genetiche sono di una incidenza comparativamente bassa nella popolazione umana , mentre la Ipoascorbemia sembra affliggere l’intero genere umano. Pertanto abbiamo una malattia genetica grave e, finora, non riconosciuta, di apparente incidenza universale tra gli umani, che sembra essere stata
solo marginalmente o sub-marginalmente “corretta” nel corso dell’intera storia dell’Uomo. La mancanza di una “completa correzione” di questa anomalia metabolica genetica potrebbe essere un fattore molto importante nella incidenza e morbidità delle malattie, nel processo di invecchiamento e nella estensione della vita umana. Il termine “correzione” significa fornire all’individuo acido ascorbico nelle quantità che verrebbero sintetizzate dal fegato se non ci fosse questo difetto genetico. Queste quantità “correttive” calcolate dagli scarsi dati disponibili sono indicate in parecchie volte quelle suggerite, come adeguate, dalla teoria della vitamina C.
La perdita del gene per la sintesi dell’enzima attivo, L-gulonolactone ossidase, probabilmente ebbe luogo in qualche Primate antenato dell’Uomo da una mutazione letale condizionale (Gluecksohn-Waelsch, 1963), forse circa 50 milioni di anni fa.
Potrebbe essere possibile collocare meglio quando si è presentata questa mutazione se si seguisse il suggerimento dell’autore di esaminare vari membri dell’ordine dei Primati rispetto a questo sistema enzimatico (Stone, 1965). La ragione per cui questa mutazione sfavorevole non eradicò gli animali mutati risiedeva nella presenza di piccole quantità di acido ascorbico a disposizione nel loro cibo, adeguato per assicurare la loro sopravvivenza.

pagina 3/10------il fegato NON è capace a SINTETIZZARE, mentre TUTTI gli animali SI.
------i ratti ne SINTETIZZANO in caso di STRESS, come per l'uomo di 70 kg. da 4.9 a 18 grammi al giorno
L’Uomo ha sofferto di questo difetto genetico per tutta la sua intera esistenza ed è stato assolutamente dipendente dal suo cibo per rifornirsi di quantità marginali di questa sostanza fisiologica che il suo fegato manca di sintetizzare. Egli non è mai stato capace di ricavare dal suo cibo le quantità di acido ascorbico che sarebbero state prodotte dal suo fegato, se giudichiamo ciò dalle quantità sintetizzate da un altro mammifero, il ratto, fornito del sistema enzimatico completo. Il ratto normale non stressato sintetizza acido ascorbico alla velocità di 70 mg per kg di peso corporeo al giorno (Salomon and Stubbs, 1961) ed il ratto stressato aumenta la sintesi a 215 mg per kg al giorno (Conney et al., 1961). Questo è equivalente alla produzione da 4.9 a 15.0 di acido ascorbico al giorno calcolato per il peso di 70 kg di un adulto umano. A causa dei magri ammontari dello instabile acido ascorbico nei cibi, è semplicemente impossibile ingerire abbastanza peso di materiale edibile da fornire queste quantità in grammi di acido ascorbico.
Questa non è la prima volta che è stata affrontata la possibile non adeguatezza dei cibi nel fornire livelli ottimi di acido ascorbico. Bourne, nel 1949, notò che per i nostri più vicini parenti mammiferi, i grandi primati, il loro cibo principe sono i vegetali. Egli stimò che un gorilla nel suo habitat naturale consuma circa 4.5 grammi di acido ascorbico al giorno. Anche il gorilla presumibilmente soffre dello stesso difetto genetico dell’Uomo. Bourne suggerì anche che le attuali dosi giornaliere
raccomandate in mg potrebbero essere lontane dalle quantità ottime e forse avrebbero dovuto essere invece misurate in grammi al giorno. Egli dichiarò. “Forse è naturale per il nostro sangue ed i nostri tessuti di essere saturati di vitamina e che ci sia un grande flusso costante, attraverso il nostro sistema urinario, di grandi quantità e che siano escrete nel nostro sudore Potremmo trovare che dosi continue di vitamina C a questo (alto) livello lungo un considerevole periodo di tempo potrebbero avere una pronunciata ed inequivocabile attività anti infettiva”.

pagina 3/10------ipotesi di ingestione ottimale di ACIDO ASCORBICO
Nella precedente stima della produzione di acido ascorbico basata sui dati del ratto, ci si rende conto che c’è una grande disparità tra la dimensione del corpo dei ratti e quella del corpo degli esseri umani, disparità che potrebbe influenzare la estrapolazione. Comunque questi sono gli unici dati disponibili oggi e pone nettamente in evidenza la necessità per molto più lavoro nella a lungo trascurata area della sintesi quantitativa di acido ascorbico nei grandi mammiferi. Se queste grandi cifre sono valide, allora l’Uomo attraverso la sua intera esistenza ha tirato avanti con quantità di acido ascorbico estremamente piccole in contrasto con gli altri mammiferi.
Ciò solleva certamente il problema di che cosa è accaduto alla fisiologia dell’Uomo durante questo lungo periodo di tempo e se trarrebbe beneficio dall’essere rifornito di acido ascorbico in quantità comparabili a quelle prodotte da altri mammiferi. Ciò inoltre rivela bene la robustezza della fisiologia umana per essere stata capace di adattarsi a livelli di acido ascorbico così tanto inferiori a quelli degli altri mammiferi.
Lo scorbuto ci ha accompagnato fin dalla preistoria, ma il concetto di malattie genetiche o degli errori di metabolismo innati data solo dal 1908 (Garrod, 1908). Nel corso dei secoli c’è stata una stretta associazione dello scorbuto con la carenza di cibi freschi, così la professione medica ha a lungo guardato alla sindrome dello scorbuto meramente come ad un disturbo nutrizionale. Lo sviluppo delle scienze nutrizionali nell’ultima parte del diciannovesimo secolo e della teoria delle vitamine nelle prime decadi del ventesimo secolo hanno ulteriormente rafforzato la tenuta di questi errati concetti nutrizionali. Quando furono postulate, queste ipotesi sembravano essere una chiara e logica spiegazione dei fatti disponibili. Alla luce della nostra attuale conoscenza, comunque, non c’è ragione per continuare la insostenibile teoria della vitamina C sulla eziologia dello scorbuto, la cui unica giustificazione è ora di natura storica. Se lo scorbuto fosse una malattia scoperta solo nell’ultima decina d’anni, non c’è dubbio che gli sarebbe stato assegnato il suo giusto posto di malattia genetica.
Le implicazioni del fatto che la sindrome scorbutica è una anomalia metabolica genetica piuttosto che un disturbo nutrizionale è molto più di un’ipotesi affascinante o di una mera questione di semantica. Il riconoscimento della eziologia genetica dello
scorbuto ed il bisogno di fornire acido ascorbico ai livelli che sarebbero sintetizzati dal fegato avrebbero conseguenze estremamente importanti in medicina ed in terapia.
Presentemente la medicina considera l’acido ascorbico non come un importante prodotto biochimico endogeno mancante, implicato praticamente in ogni processo fisiologico dell’organismo vivente, ma al contrario come vitamina C -meramente uno
specifico nutriente esogeno che a livello di tracce previene o cura lo scorbuto.
L’intero campo dell’uso terapeutico dell’acido ascorbico in molte malattie diverse dallo scorbuto è ora accantonato a causa dei risultati clinici confusi ed in conflitto riportati nelle migliaia di articoli pubblicati negli ultimi trenta anni. L’applicazione di questi concetti genetici a questa vasta letteratura medica introduce una misura di ordine nel caos. La maggior parte dei ricercatori clinici che riferiscono in questi articoli sono stati allenati al pensiero che l’acido ascorbico sia la “vitamina C” e
pertanto essi trattarono queste altre entità cliniche come se fossero lo scorbuto, dando solo dosaggi vitamin-simili nell’ordine dei milligrammi al giorno ed essi riportarono scarsi o indifferenti risultati clinici. Alcuni altri ricercatori che fortuitamente usavano l’acido ascorbico in dosi di parecchi grammi al giorno furono i soli capaci di riportare successi clinici e perfino cure drammatiche. Senza saperlo, questi ricercatori avevano usato l’acido ascorbico più vicino alla quantità che si presenta nella sintesi dei mammiferi e pertanto avevano superato la Ipoascorbemia dei loro pazienti. In tal modo essi mantenevano le risposte fisiologiche a livelli ottimi ed erano capaci di trarre vantaggio da molte delle capacità terapeutiche uniche dell’acido ascorbico. Ci siamo occupati della preparazione di una rivista comprensiva e critica del lavoro clinico sull’uso terapeutico dell’acido ascorbico in malattie diverse dallo scorbuto negli ultimi tre decenni (Stone, in preparazione). I risultati di tale indagine, finora, supportano la tesi esposta.
Questo concetto genetico fornisce un nuovo razionale per l’uso terapeutico di alti livelli di acido ascorbico sia da solo che in combinazione con altri medicament i, ed apre prospettive di test clinici in molte aree restate incolte nelle tre decadi a partire
dalla scoperta dell’acido ascorbico. Queste includono aree di fondamentale importanza per l’Uomo come le malattie infettive, le malattie del collagene, le condizioni cardiovascolari, il cancro ed il processo di invecchiamento. Si spera che la pubblicazione di questo articolo stimolerà ulteriore riflessione al riguardo e darà impulso all’inizio della necessaria ricerca clinica.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... netica.pdf

Detto quanto era necessario a capire del perchè di queste AUTOPRODUZIONE, è giusto che ora si parli ancora di altre AUTOPRODUZIONI di "ALIMENTI ESSENZIALI" che dopo quella dell'ACIDO ASCORBICO non si passa a quella della vitamina D, ma prima la EVOLUZIONE dalla quale noi proveniamo da un tempo incalcolabile, la seconda AUTO PRODUZIONE è invece del COLESTEROLO.
La spiegazione che spero essere chiara è sulla pagina che riporta:
"Al riguardo, dobbiamo capire il fatto che la EVOLUZIONE ha ritenuto che le AUTOPRODUZIONI sono IMPORTANTISSIME, quindi determina senza ombra di dubbio che avere a disposizione questi prodotti in ogni momento è BASILARE. Infatti il primo è l'ACIDO ASCORBICO di cui noi abbiamo perso questa possibilità, ma la seconda è il COLESTEROLO e NON la vitaminaD3
Questo fatto determina che la EVOLUZIONE ha ponderato bene che l'individuo NON DEVE MAI ESSERE CARENTE di ciò che gli serve per AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3, quindi come seconda AUTOPRODUZIONE ha fissato il COLESTEROLO.
Solo che purtroppo questa EVOLUZIONE non ha previsto che l'uomo si chiudesse tra quattro mura rendendo impossibile la esposizione al secondo fattore che le serve per l'AUTOPRODUZIONE della vitamina D3: IL SOLE. Ed è per questo semplice motivo che se non ci si espone è necessario ingoiarla con costanza giornalmente."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm

Possiamo ora concludere senza ombra di dubbio che per avere le DIFESE IMMUNITARIE ALTE non dobbiamo essere CARENTI degli "ALIMENTI ESSENZIALI" già AUTOPRODOTTI allo scopo, senza i quali è comprensibile che l'individuo CARENTE di questi, debba soffrire per causa di malattie.

Quindi NON ESSERE CARENTI di:
ACIDO ASCORBICO
COLESTEROLO
VITAMINA D3
è UN OBBLIGO, e non può che essere il nostro primo fine per mantenerci in salute.
Però non possiamo dimenticare un altro "ALIMENTO ESSENZIALE", quello che considero il primo tra i non autoprodotti, di nome:
CLORURO DI MAGNESIO
quindi avere un buon valore di questo in circolo è IMPORTANTISSIMO e mi permetto di spiegarlo sotto.
Questo CLORURO DI MAGNESIO sul pianeta terra è sulla terra ferma ma in maggior parte nei mari e negli oceani, dal quale è nata la vita sul pianeta che poi si è spostata sulla terra ferma.
La pagina riporta quanto scrive Lorenzo Acerra al riguardo:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... acerra.htm

Sul CLORURO DI MAGNESIO e l'acqua di mare, faccio presente di un altro fatto incontestabile ed importante, in quanto tutti lo abbiamo sotto gli occhi, ma non vi abbiamo mai fatto caso e ve lo dico con piacere, sul quale la pagina recita:
"Sono certo che tu, nella tua vita sei andata/o molte volte al mare, entrando in acqua, ma sono certo che non ha mai letto che un individuo si sia mai INFETTATO, vero?
Certo, MAI, anche perchè se così fosse nei mari NON ESISTEREBBE PIU' LA VITA sia in ANIMALI chi in VEGETALI.
Oh, ma allora in queste acque SATURE di CLORURO DI MAGNESIO, che proprio in loro esiste la maggior parte di questo su madre terra, NON POSSONO VIVERE i VIRUS, BATTERI, FUNGHI ecc.
Quindi non posso che concludere che allora ingoiando COSTANTEMENTE CLORURO DI MAGNESIO, INGOIO IL VACCINO NATURALE SENZA FOGLIO ILLUSTRATIVO (BUGIARDINO).
E ti faccio notare che ogni individuo nel CLORURO DI MAGNESIO ci nasce, ci vive tutta la sua vita ed alla fine ci muore, guardacaso senza essere MAI allergico al MAGNESIO, oppure soffrire di IPERMAGNESEMIA, che se così fosse nei mari non ci sarebbe più la vita.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nozomi.htm

QUINDI COSA FARANNO MAI I VACCINI NEL MIO CORPO DATO CHE CONTENGONO PRODOTTI CHIMICI E MINERALI PESANTI? NESSUN ANIMALE LIBERO NE FA' USO.
ORA CHE SAI TIRA LE TUE PERSONALI CONCLUSIONI DA QUESTA VERA VERITA' INCONTESTABILE

Oggi 06/04/2020 periodo del blocco dell'Italia causa coronavirus, in proposito riporto la pagina che recita;
"Propongo questo articolo sulla vitamina D e la TUBERCOLOSI, più conosciuta con la sigla TBC, che sono legate indissolubilmente e citate da moltissimi studi, che a quanto pare la medicina ortodossa non vuole tenere conto.
Avrà della valide ragioni?
Resta il fatto che se qualcuno si ammala di questa malattia, i medici corrono ai ripari e lo dimostra il fatto che a riportare l'articolo è proprio un medico, il dottor Veronesi, e più precisamente sulla Fondazione Veronesi.
Mi và di far notare che la tubercolosi è una malattia che attacca l'apparato respiratorio che è lo stesso apparato cui colpisce l'ipotetico coronavirus.
In proposito devo citare la parte di un articolo che recita:
"Premetto questa pagina con una domanda, la più logica riguardo il CORONAVIRUS:
"HAI MAI VISTO UN VIRUS?" NO" !?!?!?!?!?!?, come NO???
Ma allora O CREDI O NON CREDI che esistano, vero?
Bene, fissato questo, con questa mia pagina ti espongo TUTTE LE VERITA' "DOCUMENTATE", su questo coronavirus e l'attuale situazione nel mondo .
Procedendo, non troverai i link degli articoli ORIGINALI ma link di mie pagine sulle quali trovi l'ARTICOLO ORIGINALE, e questo lo faccio perchè, nella mia personale esperienza, molte pagine IMPORTANTI sono SPARITE nel nulla, a secondo del COMODO del personaggio che questa pagina ha scritto, o chi per esso.
Detto questo, invito chi vuole VERITA', di leggere questa FINO IN FONDO, in modo da poter magari criticare il mio pensiero, ma sopratutto per rilevare LA DOCUMENTAZIONE riportata a riprova di questo mio pensiero.

Ora, ritengo incredibile, e vergognoso che le morti dichiarate causa CORONAVIRUS, siano per la maggior parte MASCHI, che come dichiarato in tv in data 20 marzo 2020, su 10 (dieci) morti, ben 8 (otto) sono maschi, mentre le rimanenti 2 (due) sono femmine, quindi questo rapporto ANOMALO dichiara chiaramente che la causa NON PUO' ESSERE il CORONAVIRUS che non può fare cernite, ma BEN ALTRO.
Questo è quanto voglio dimostrare con questa mia pagina: IL BEN ALTRO."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.htm

Ora devo sottolineare la parte dell'articolo in oggetto che recita:
"COME SOMMINISTRARLA - La carenza di vitamina D può essere modificata, quando se ne vede la necessità, con l’assunzione della sostanza per bocca o per iniezioni fino al raggiungimento del livello ottimale. Dall’alimentazione, purtroppo, gli apporti di vitamina D sono scarsi (crostacei, cibi grassi, olio di fegato di merluzzo) e molti Paesi nord europei hanno deciso di fortificare alcuni alimenti con vitamina D. Il rischio di superare il livello base di 30 nanogrammi non esiste perché anche 50-60 nanogrammi per millilitro non sono pericolosi e una volta smessa l’assunzione, i livelli si abbassano."
In particolare il pezzo:
"e molti Paesi nord europei hanno deciso di fortificare alcuni alimenti con vitamina D."
Sarà questo il motivo per cui nel nord Europa i contagi da coronavirus sono decisamente bassi, da considerare nulli.
Riportando la mappa del mondo in data 06/04/2020, col contagio da coronavirus sulla quale ognuno di voi potrà rilevare il numero dei contagiati:
Finlandia 280
Russia 406
Iceland 451
Svezia 192
Estonia 61
Norvegia 31
Ukraina 26
Ireland 25
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... colosi.htm

Mi permetto di riportare una prova alle mie certezze che però purtroppo non sono le certezze di tutti in quanto la medicina avendo seminato bene per molti anni per raccoglierne i frutti, ha reso le persone increduli verso queste mie, anzi sono fermamente convinte della onestà dei personaggi che guidano questa medicina non rendendosi conto invece delle loro FALSITA'.
Per mia fortuna, molte persone, con esperienze vissute sulla propria pelle, hanno ora dei sospetti di questo ma non ne hanno la certezza, ed a questo punto con loro, mi permetto di dare certezza alla loro incertezza con articoli come questo.
Dalla mia esperienza personale di 27 anni, dal 1992 e dalle esperienze di molte persone abbiamo certezza che gli "ALIMENTI ESSENZIALI" lavorano in sinergia, quindi più di uno per ogni problema.
L'altra certezza e non solo personale, ma anche della medicina è che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" sono nel sangue di TUTTI gli animali, e sono loro che INSIEME AUTOPRODUCONO LE DIFESE IMMUNITARIE, il cui compito è di difendere il corpo dell'individuo.
Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

Ed ora anche la TUBERCOLOSI (TBC) è guarita con la VITAMINA D
"Recenti studi hanno confermato ciò che empiricamente veniva fatto nella cura della tubercolosi, spostando i malati in zone montane e soleggiate. Ma i vantaggi di questa sostanza possono essere ancora maggiori.
La vitamina D cura, oltre all'osteoporosi, anche la tubercolosi. Lo stabilisce uno studio inglese della Queen Mary University, che ha coinvolto 95 pazienti affetti da tubercolosi e li ha sottoposti alla terapia antibiotica standard, di cui 44 trattati anche con vitamina D ad alto dosaggio e i restanti 51 con placebo per le prime 8 settimane di trattamento. Il batterio responsabile della Tbc è scomparso prima nei pazienti trattati con la vitamina D rispetto agli altri: mediamente, in 23 giorni contro 36 nel gruppo placebo. Con gli stessi risultati è stato concluso uno studio su 10.000 pazienti asiatici e durato tre anni. Anche il Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, organo ufficiale dell’Endocrine Society del nord-America, sostiene che il mantenimento di livelli adeguati di vitamina D potrebbe sortire benefici sulla funzione polmonare. Ma vediamo perché la scoperta assume un ruolo importante.
LA CURA DEL SOLE - Per decenni, i malati di Tbc, prima che fossero disponibili gli antibiotici, venivano mandati in luoghi esposti al sole per sottoporsi a elioterapia, senza conoscere il perchè delle guarigioni. Ora, per la prima volta, lo studio della Queen Mary University di Londra evidenzia che la vitamina D ad alto dosaggio, somministrata in aggiunta alla terapia antibiotica, aiuta i pazienti a recuperare più rapidamente grazie a una migliore risposta immunitaria. «Fino a pochi anni fa, infatti, si credeva che fosse l’abbinamento sole, aria pura e frizzante della montagna – spiega Giancarlo Isaia, geriatra ed esperto di malattie metaboliche dell’osso all’università di Torino delle Molinette – a produrre le guarigioni, ma oggi c’è la conferma che il sole metabolizzando la vitamina, aumenta la capacità immunitaria dell’organismo, tanto da contribuire a debellare le infezioni da Tbc».
I GIUSTI LIVELLI - Da molto tempo è noto che la vitamina D, che è sintetizzata per l’80% dall’irradiazione della pelle da parte della luce solare e per il 20% dall’alimentazione, è assai utile per la salute delle ossa e dei muscoli. Non tutti sanno, invece, che è stato recentemente evidenziato un positivo effetto della vitamina D nella prevenzione di numerose malattie degenerative, come alcuni tipi di tumore (mammella, prostata, colon), nelle malattie cardiovascolari (infarto, ictus), patologie neurologiche come la demenza ed il morbo Parkinson, nel diabete mellito ed anche in alcune malattie autoimmuni ed infettive. Le linee guida dell’OMS hanno, infatti, stabilito che l’individuo deve avere nel sangue un livello di vitamina D pari a 30 nanogrammi per millilitro di sangue, mentre nel 75% della popolazione italiana le quantità stanno molto al di sotto.
COME SOMMINISTRARLA - La carenza di vitamina D può essere modificata, quando se ne vede la necessità, con l’assunzione della sostanza per bocca o per iniezioni fino al raggiungimento del livello ottimale. Dall’alimentazione, purtroppo, gli apporti di vitamina D sono scarsi (crostacei, cibi grassi, olio di fegato di merluzzo) e molti Paesi nord europei hanno deciso di fortificare alcuni alimenti con vitamina D. Il rischio di superare il livello base di 30 nanogrammi non esiste perché anche 50-60 nanogrammi per millilitro non sono pericolosi e una volta smessa l’assunzione, i livelli si abbassano."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... colosi.htm
Oggi invece parliamo di VIRUS, INFLUENZE, vitamina D (ORMONE), SCIENZA e VACCINI per scoprire quali sono le FALSITA', perchè di questo si tratta e ve lo dimostro chiaramente sotto.
Un bel discorso, vero?
Eppure a metterlo insieme bastano 4 parole (diciamo otto, per chi dopo la terza riga non connette più. Ma se gli succede ha solo da evitare le DROGHE LEGALI: CAFFE', TE', TABACCO, ed allora non avrà più problemi a capire questo discorso. Mi scuso per essermi permesso.
Ora noi sappiamo riguardo ai VIRUS che:
"Alla fine della sua vita, Pasteur, inventore della teoria dei germi (o teoria patogena), ammise di essersi sbagliato pronunciando sul letto di morte al suo assistente, la celebre frase: “IL TERRENO E' TUTTO, IL MICROBO E' NIENTE”.
Ho trovato un articolo veramente interessante che dice:
"Tutti sono pronti a credere che la CIA menta, che il governo menta, che l'FBI menta, che la Casa Bianca menta. MA CHE MENTA L'ISTITUTO DI SANITA', non è possibile, la Sanità è sacra, tutto ciò che esce dagli Istituti Nazionali di Sanità è parola di Dio. Niente fa differenza, nemmeno la storia di come Gallo scoprì il virus, nemmeno il fatto che sia uno scienziato screditato e condannato per truffa. La strategia dell'establishment è sempre la stessa: ignorare. Meglio non rispondere, vuoi vedere che ci si accorge che c'è qualcosa di strano?" Harvey Bialy, microbiologo.
Questo è il pensiero di moltissime persone che fiduciose nelle istituzioni NON CREDONO nella nostra esperienza con le quali ogni giorno mi incontro e che a volte mi rendo conto che sentendo questi discorsi mi prendono per pazzo.
Questo ed altro è su questo link dal titolo "L’incredibile AIDS
Quello che i media non dicono sulla "peste del nuovo millennio" sicuramente da visionare:
http://tinyurl.com/ygn7vq
Quindi possiamo capire che questo articolo dica il giusto:
"La Teoria dell’origine virale delle malattie
di Arthur M. Baker - Estratto da Exposing the Myth of the Germ Theory
a cura del College of Practical Homeopathy, 2005 - Traduzione di Gianluca Freda
http://pensierolaterale.blog.com/
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nganno.htm>
"Ogni anno le malattie cardiovascolari uccidono quasi 18 milioni di persone in tutto il mondo, quasi una morte su tre, e infarto e ictus che ne costituiscono i casi numericamente più importanti (85% secondo l’OMS)."
Questo riporta un articolo al riguardo di ictus ed infarto, che ne consiglia la PREVENZIONE citandone delle cause:
>Eppure fino all’80% di queste morti potrebbero essere evitate se si prestasse maggior attenzione ai fattori di rischio come il tabacco, l’alimentazione scorretta e la sedentarietà.<
Che ne sono sicuramente delle cause, ma che ne tralascia VOLUTAMENTE altre moltissimo importanti in quanto toccano le tasche di molti, e delle loro comprese, e non raggiungerebbero più il vero LORO scopo: DIMINUIRE LA POPOLAZIONE MONDIALE.
Infatti oltre a non citare TUTTE le cause, è la CURA CHE NON ESISTE da parte loro, mentre sono semplicissime sia la PREVENZIONE che la CURA. Per questa ultima, in qualsiasi momento bastano 3 (tre) cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, 1 (uno) di CLORURO DI MAGNESIO ed 1 (uno) di BICARBONATO DI POTASSIO in due dita di acqua ogni quarto d'ora per almeno 5-6 volte di seguito, poi ogni ora per 5-6-7 volte di fila, e la tua vita cambia.
Ce lo dice Irwin Stone che scrive:
"pagina 4/7------meccanismo biochimico ereditario FEEDBAK
I mammiferi con il gene intatto del GLO posseggono anche un meccanismo biochimico ereditario feedback, che aumenta la sintesi di ACIDO ASCORBICO da parte del fegato in risposta alle varie tipologie di stress. Questo meccanismo di feedback fu un'importante fattore nell'assicurare ai mammiferi la sopravvivenza e la dominazione sulla terra negli ultimi 165 milioni di anni di evoluzione. Alcuni miei studi indicano come alcuni grandi gruppi di mammiferi si estinsero durante questo periodo, in quanto incapaci di produrre una dose giornaliera sufficiente di ACIDO ASCORBICO che avrebbe garantito loro la sopravvivenza. L'Homo Sapiens ha pagato un forte tributo in termini di decessi, malattie e debolezze durante gli ultimi milioni di anni di evoluzione, cercando di sopravvivere senza i benefici derivanti dal gene intatto del GLO. Considero l'Homo Sapiens come mammifero più a rischio, prevedendo la sua estinzione nel ventunesimo secolo a causa dell'inquinamento da sovrappopolamento, a meno che non decida di prendere in mano il proprio destino evolutivo e si trasformi nella sua robusta, l'Homo Sapiens Ascorbicus."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf

E' quindi chiaro che i CERVELLONI delle medicine non hanno alcun interesse a PREVENIRE queste morti come non lo hanno a PREVENIRE per una qualsiasi malattia.
Naturalmente leggi sotto e capirai il motivo e la GIUSTA PREVENZIONE.
Ora visto il video che vi propongo in oggetto, mi sono vergognato di essere un umano, anche solo per la parola usata per distinguerci dalle altre specie che formano il REGNO a cui apparteniamo: IL REGNO ANIMALE.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... itarli.htm
La pagina scrive:
"I CERVELLONI della medicina ci hanno convinto che se hai questo, per guarire, devi ingoiare questo, mentre se hai quello devi ingoiare quello, rifilandoti un sacco di cosi detti "principi attivi" PRODOTTI CHIMICI VELENOSI.. Mi permetto di dirlo in quanto lo dimostra ampiamente il foglio illustrativo allegato (BUGIARDINO).
Mi sono reso conto e ne ho la certezza, che questo è completamente FALSO e ne do le prove.
Questo viene fatto per poter lucrare sui prodotti da loro preparati, frutto della cosi detta SCIENZA e quindi dalle FALSE RICERCHE SCIENTIFICHE.
Infatti nessun essere vivente, escluso l'uomo può seguire questi consigli, questo è prettamente umano, in quanto nessun altro essere vivente questi consigli potrebbe seguirli, perchè oltre non avere quel grosso cervello da capire, non ne avrebbero la possibilità.
E dove e come potrebbero fornirsi di questi cosi detti RIMEDI? e chi glieli potrebbe indicare?
Ma allora, dato che TUTTI gli esseri viventi possono ammalarsi, come farà il loro corpo a guarirsi?
Anche perchè se non si guarissero sarebbe la ESTINZIONE delle specie.
Dato che la maggior quantità di specie viventi sul pianeta terra non vivono sulla terra ferma, ma vivono nelle acque, sopratutto nelle acque così dette "salate", non riesco proprio ad immaginare una moria di specie causate dalle varie malattie di cui soffre l'uomo, senza contare se avessero quelle deformazioni fisiche cui si deve adattare il genere umano.
Non mi si venga a dire che l'Homo Sapiens è diverso, perchè gli ricorderei che volente o nolente l'Homo Sapiens fà parte di quel REGNO ANIMALE, unico sulla terra, ma non solo, dato che i DUE REGNI, ANIMALE e VEGETALE sono fratelli, e che per vivere in SALUTE abbiamo bisogno degli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI", pretenderei che mi dimostrasse il mio errore.
Quindi come potrebbero seguire le indicazioni dei CERVELLONI della medicina se fosse vero quanto detto da loro.
Tutto quanto sopra dimostra che la classe medica ha usato tutti i mezzi, leciti ed illeciti pur di impostare un regime in loro favore che però ormai stà facendo acqua da tutte le parti, causando disastri in tutti i campi con tantissima sofferenza senza ritorno, e questo non solo alle persone di una certa età, ma anche, ed ora sopratutto, nei bambini.
Mi chiedo però, come potremo ancora continuare la nostra specie, motivo per il quale siamo venuti al mondo se i bambini di oggi non sono più in grado di diventare uomini di domani?
Questo dimostra ampiamente che nella cosidetta CIVILTA' siamo stati usati e ci stanno ancora usandoci come CAVIE, con tutti i mezzi possibili, iniziando dai VACCINI.
Altro che olocausto, quì è un qualcosa di molto più grave!
Ora, se non sono i "principi attivi" della medicina a curare la malattie dell'Homo Sapines, cosa o chi potrà mai farlo?
Ma le stesse "medicine" che usano gli altri esseri viventi, ma cosa sono?
Sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che già stanno nel loro corpo e che circola nel SANGUE ANIMALE e nella LINFA VEGETALE, dato che la partenza della vita ANIMALI inizia nello SPERMA, e quella VEGETALE nel GERME, che contengono gli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI". Quindi SPERMA = GERME, come potrebbe essere diverso?
La pagina recita:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm

E' quindi comprensibile che SOLO questi "ALIMENTI ESSENZIALI", nei quali NASCE LA VITA, possono essere in grado di PREVENIRE od eventualmente GUARIRE ogni disturbo alla salute degli esseri viventi.
Naturalmente è altrettanto comprensibile che a causare questi problemi non possono essere altro che la CARENZA di questi.
Fissato questo, ora mi permetto di fare un elenco citando la data dalla scoperta degli "ALIMENTI ESSENZIALI" conosciuti, e di alcuni di loro rintracciati e portati a conoscenza del pubblico dal sottoscritto.
Infatti cosa andiamo a dire alle persone che vivono una vita condizionata da una menomazione causata dalla CARENZA di "ALIMENTI ESSENZIALI", che nel caso della vitamina D fin da bambini si diventa RACHITICI, e RACHITISMO personalmente dò il giusto nome alle persone che hanno le dita storte che invece la medicina dichiara il nome di ARTROSI, mentre basta ingoiare vitamina D e questo problema è prevenuto.
Stessa cosa per la tubercolosi.
E pensare che la vitamina D è stata scoperta nel 1919, quindi è 100 anni che è a disposizione del genere umano, ma la maggior parte delle persone non ne sanno neppure della sua esistenza. Anzi con le "creme solari" si cerca di evitare la AUTOPRODUZIONE esponendosi al sole, unico modo per provvedersene AUTONOMAMENTE quanto basta per stare in salute..
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dicina.htm





27 febbraio 2020
Salute e Psicologia
Coronavirus: perché serve la Vitamina D
Piuttosto che farsi prendere dal panico da Coronavirus, è bene rafforzare il sistema immunitario e tenere sotto controllo i livelli di vitamina D. I consigli del professor Pier Luigi Rossi per mettere a riparo l’organismo dalle aggressioni virali
di angelacotticelli

Vitamina D per proteggere l’organismo dai virus

sfoglia la gallery

Scaffali dei supermercati saccheggiati, affannosa ricerca di mascherine e disinfettanti per le mani, locali e strade vuote, persone che guardano il prossimo con diffidenza. Sono questi gli effetti della diffusione del Coronavirus in Italia, un’epidemia che ha causato enormi sconvolgimenti per chi vive nelle zone del focolaio e che continua a scatenare attacchi d’ansia e panico lungo tutto lo stivale.
Leggi anche
› Coronavirus: i 10 consigli anti paura della psicologa Anna Oliverio Ferraris

Eppure «Il panico, la paura e lo stress psichico sono potenti immunosoppressori, compromettono l’efficienza del sistema immunitario, la nostra principale e naturale difesa contro le aggressioni virali e batteriche», avverte il professor Pier Luigi Rossi, Specialista in Scienza della Alimentazione e in Igiene e Medicina Preventiva e docente presso l’Università degli Studi di Bologna, Università Cattolica di Roma, Università di Sassari.

«Piuttosto che guardare al di fuori di noi e temere il Coronavirus, dobbiamo concentrate l’attenzione verso il nostro sistema immunitario e la vitamina D, che costituiscono la nostra vera e naturale difesa contro le malattie infettive», continua l’esperto.

Getty Images
Perché ci si ammala

«Abbiamo sottovalutato la nostra reazione immunitaria, talvolta compromessa da uno stile di vita sbagliato e da un’errata alimentazione. Siamo perciò più deboli e incapaci di far fronte a batteri e virus. Ci si ammala perché il sistema immunitario non è in grado di difenderci. Aver ridotto la Scienza della Alimentazione ad un gossip dietetico commerciale è stato ed è un grave errore scientifico e culturale. Non si mangia solo per dimagrire, ma per costruire ogni giorno il nostro organismo», mette in guardia Rossi.

Ma come rafforzare il sistema immunitario e tenere sotto controllo i livelli di vitamina D per mettere a riparo l’organismo dalle aggressioni virali? Ecco la gallery con 7 consigli dell’esperto.

e l'altro:

L’iter della vitamina D «La vitamina D è la regina del sistema immunitario. Per i suoi effetti riconosciuti è oggi definita un ormone in grado di agire sulle cellule immunocompetenti attivando la loro attività. È messa in deposito all’interno degli adipociti e da lì deve passare nel sistema linfatico per essere disponibile prima di giungere nel sangue. Ma in presenza di un sistema linfatico compromesso, si ha un effetto sequestrante: la vitamina D staziona nell’organo adiposo. In condizioni normali, invece, viene drenata nel sistema linfatico e giunge nelle stazioni, i linfonodi, che producono gli anticorpi e attivano il sistema immunitario», spiega il professor Rossi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... itario.htm
.
.


13 apr 2020, 22:33
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)