Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 31 mar 2020, 12:28


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Forno a microonde si o no? 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1381
Località: Saluzzo
Messaggio Forno a microonde si o no?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ndemed.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Come si può notare anche in questa foto che seno e forno sono alla medesima altezza, sarà importante saperlo?
La pagina in oggetto recita:
"Nonostante i numerosi studi, si parla troppo poco dei rischi legati alla cottura con il forno a microonde.
Intervista al dottor Hans U. Hertel, uno dei pochi scienziati che ha avuto il coraggio di indagare fino in fondo.
«Cucinare col forno a microonde è veloce, semplice e conveniente»: questo l'irresistibile slogan che ha fatto in modo che un nuovo elettrodomestico entrasse nelle case di tutto il mondo. E' possibile però che questo oggetto miracoloso si riveli un moderno cavallo di Troia, dal momento che fino ad oggi poco si è detto sul possibili rischi legati ad una tecnologia assai controversa.
Continua in: Microonde 2 + Microonde 3 + CAMPI MAGNETICI e SALUTE (studi del prof. Levis)
Il meccanismo di funzionamento del forno in questione è abbastanza semplice: un dispositivo, chiamato magnetron, genera un campo di corrente elettrica alternata. Il ribaltamento del campo elettrico, che si ripete per più di 2 miliardi di volte al secondo, produce un effetto di «scuotimento» delle molecole, specialmente quelle dell'acqua, ma anche di lipidi e proteine.
Questa frizione intermolecolare genera un calore che riscalda il cibo in modo completamente diverso rispetto al metodo convenzionale: dall'interno verso l'esterno.
I possibili danni delle microonde sul sistemi biologici sono conosciuti sin dalla loro prima applicazione nel radar, durante la seconda guerra mondiale: chi lavorava con questi apparecchi era infatti più soggetto allo sviluppo di leucemie. Scienziati tedeschi avevano già fatto della ricerca negli anni '30 sugli effetti delle microonde sul sistema nervoso umano e degli animali.
Questi studi portarono alla definizione di limiti di sicurezza molto severi che però non furono mai presi sul serio dagli scienziati statunitensi, tant'è vero che quando negli anni '60 iniziò a diffondersi il forno a microonde, vennero utilizzati limiti 1000 volte più alti.
I forni a microonde furono invece vietati in Germania a partire dal '41 e in Unione Sovietica a partire dal 1976; divieto successivamente abolito dopo la Perestroika."
La pagina recita:
"Oggi 12 febbraio 2020, apro il gruppo "IL FORNO MICROONDE ED IL TUMORE AL SENO" perchè ho certezza che la maggior parte delle donne col tumore al seno usano o hanno usato il FORNO MICROONDE nella loro vita, perchè ritengo ne sia la principale VERA CAUSA.
In questo gruppo vengono accettate le sole donne, in quanto data la complessità di un censimento, quindi impossibile a farsi, la intenzione è di radunare più membri possibili consapevoli, a dimostrare la pericolosità di questa INVENZIONE UMANA detta COMODITA', affinchè questo FORNO A MICROONDE venga bandito consapevolmente dal genere umano e non sia un solo fatto di commercio e quindi di lucro.
Il FORNO MICROONDE ED IL TUMORE AL SENO
Ed è proprio al tumore al seno probabilmente causato da questo FORNO MICROONDE che mi voglio dedicare con questo gruppo, radunando le donne che hanno questo tumore ed hanno usato o usano il FORNO MICROONDE, come già detto sopra.
Il motivo?
SEMPLICISSIMO
La prova ci viene dal fatto che il regno della cucina è sopratutto femminile e la posizione naturale del FORNO MICROONDE è proprio all'altezza del suo seno.
Lo confermano queste foto:

FOTO SULL'ORIGINALE

In questa posizione, parrà strano, ma la parte del corpo più esposta alle RADIAZIONI è appunto il SENO.
Devo anche dire che se questo non dovesse risultare, sarò felice di darne informazione alle persone che ne hanno il legittimo dubbio, e che almeno abbiamo provato la innoquità di questo aggeggio, cosa che non è mai stata fatta in questi anni di vendite iniziate fin dal lontano 1952, circa 70 anni fà
In proposito sottolineo la parte che in un citato documento sotto, scrive:
"DA DOVE E' INIZIATO TUTTO QUESTO?
Si ritiene da parte di molti che i forni a microonde siano stati ideati durante la seconda guerra mondiale in Germania per facilitare la preparazione del cibo nei sottomarini; altri dicono che gli stessi scienziati svilupparono tale invenzione per facilitare le manovre durante l'invasione dell'Unione Sovietica. In ogni modo l'invenzione è databile dalla Seconda Guerra Mondiale.
Dopo la guerra, questa tecnologia fu importata negli USA dove fu sviluppa e come risultato il primo forno a microonde fu messo in commercio nel 1952 dalla Raytheon. Da quel momento in poi, questa tecnologia è stata adottata in tutto il mondo senza che venissero fatte ricerche sui possibili effetti dannosi da parte delle autorità di nessun paese."
Per far capire la pericolosità di questo aggeggio devo spiegare un fatto molto importante e che ritengo molto esplicativo.
Noi sappiamo che negli ospedali, nelle cliniche o nelle altre strutture dedicate alla salute delle persone vi è un reparto dove si eseguono i RAGGI X onde localizzare gli eventuali disturbi per poi poterne fare una diagnosi.
Dato che le apparecchiature che usano i RAGGI X sono molte, di solito questo reparto è in un corridoio con molte porte di accesso ai locali, sulle quali il conosciutissimo avviso di pericolosità e di divieto di accesso che di solito è una testa da morto.
Noi sappiamo che quando si devono fare i raggi ai polmoni, l'addetto, prima ti posiziona alla macchina, poi si allontana e và a sistemarsi in un locale riparato da questi pericolosissimi RAGGI X.
Subito senti una voce che ti dice:
"non respiri"
e dopo pochi secondi ti dice:
"respiri"
e tutto è fatto. Quindi in pochi secondi è tutto finito.
Premesso questo, lo abbiamo detto per far capire la pericolosità dei RAGGI X, che sappiamo tutti, essere CANCEROGENI.
Dobbiamo però specificare che dei RAGGI X ciò che è la causa dei problemi sono le RADIAZIONI, le quali sono un problema per ogni essere vivente
Ora però quando hai acquistato il FORNO A MICROONDE, nessuno ti ha detto che questo funziona grazie alle RADIAZIONI.
La prova regina di questo è un fatto che anche tu conosci, ed è che mentre su ogni forma di fuoco NATURALE i cibi vengono prima riscaldati dall'esterno e poi piano piano verso l'interno, e questo NON CAMBIA LA STRUTTURA del cibo trattato, mentre nel FORNO MICROONDE il cibo viene riscaldato prima dall'interno poi verso l'esterno, e questo è sicuramente contro natura.
Quindi cambia la struttura al cibo trattato.
Questa pericolosità si può provare con certezza con un semplice procedimento.
Riempire di acqua di rubinetto una caraffa, poi posizionarla nel FORNO MICROONDE e portare l'acqua ad ebollizione.
Farla freddare e poi, dato che i fiori che abbiamo sul balcone sono nostri fratelli, che lo dimostro sotto, hanno quindi bisogno della nostra stessa acqua per vivere. Difatti si dice che si annaffiano.
Bene, con questa acqua fredda, bagnare un fiore e si vedrà che in breve tempo la pianta muore.
Ma se la pianta muore, cosa potrà mai fare quest'acqua al genere umano?
La pagina recita:
"Quindi possiamo dedurre senza ombra di dubbio che quanto dichiara la medicina è studiato a tavolino ed è FALSO.
Infatti sono certo che molti di voi non sanno se gli animali ed i vegetali sono FRATELLI, o almeno avendo una idea non ne avete la certezza e questo perchè TU NON DEVI SAPERE MAI, DEVI VIVERE SEMPRE NELLA INCERTEZZA.
Bene, se avete voglia chiariamo una volta per tutte questo dilemma, che è come il dilemma dell'uovo o della gallina chi è nato prima, del quale abbiamo definito che è nata prima la gallina, ma anche il gallo poichè senza i due non si continua la specie.
Dobbiamo partire dal dato che ci dicono che la vita sulla terra ferma è venuta dal mare come unicellulare, poi con la EVOLUZIONE nel tempo bicellulare, poi tricellulare e così via.
Nelle scuole elementari però, parlando della EVOLUZIONE, ci hanno detto che ad un certo punto di questa EVOLUZIONE vi fu la GRANDE SEPARAZIONE in REGNO ANIMALE ed in REGNO VEGETALE.
Oh, ma allora questa è la prova chiara che entrambi i REGNI prima di questo passaggio erano una cosa unica, vero?
E non solo, ma sempre a scuola ci hanno detto che li unisce la CATENA ALIMENTARE, che vuol dire che gli animali si cibano dei vegetali ed i vegetali si cibano degli animali.
Non solo, ma hanno un'altra cosa UGUALE e si chiamano "ALIMENTI ESSENZIALI" o "integratori" come lo chiama erroneamente la medicina, che sono scritti a LETTERE DI FUOCO nel DNA di ogni essere vivente, sia animale che vegetale.
Quindi siamo proprio FRATELLI senza ombra di dubbio, e non solo ma abbiamo bisogno degli stessi SALI MINERALI e le stesse VITAMINE.
Oh. ma allora è anche chiaro che il SANGUE degli ANIMALI è uguale alla LINFA dei VEGETALI.
La riprova ci viene addirittura dalla medicina che ci dice che se vuoi ingoiare "vitamina C" devi ingoiare FRUTTA E VERDURA.
Quindi mi viene naturale una domanda:
"Ma come farà mai la pianta madre a fornire i suoi frutti, che sono la sua CONTINUAZIONE DELLA SPECIE, di questa "vitamina C" AUTOPRODOTTA e degli altri SALI MINERALI e VITAMINE?"
Semplicissimo, è comprensibile che l'unico prodotto che può circolare nella pianta si chiama LINFA e che circolando porta il necessario per la sua vita fino alla punta più alta o in fondo ai tanti rami.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eABCDK.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alseno.htm
Una pagina che ritengo molto importante recita:
"Ora voglio sottoporre il fatto che data la utilità degli "ALIMENTI ESSENZIALI" nel corpo umano, come lo è per OGNI ESSERE VIVENTE, cosa succederà a questi con il trattamento delle RADIAZIONI?
Con questa foto insisto sul fatto che il FORNO MICROONDE è posizionato proprio davanti al seno dell'operatrice, o no?
Finalmente si parla di "ALIMENTI ESSENZIALI", quindi di ACIDO ASCORBICO, CLORURO DI MAGNESIO, vitamina D, vitamina K2, SELENIO tra quelli che ritengo i più importanti contenuti nei CIBI, che sono il sostentamento dell'individuo, ma cosa succederà loro con questo trattamento?
La perdita di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" è malattia certa, poichè è CARENZA nel sangue e nelle cellule, le quali di questo si cibano, come si può fare?
Al riguardo la pagina recita:
"Come vedremo sotto, mano a mano che avanziamo nella lettura, troviamo che per mantenersi la SALUTE, ogni essere vivente deve CIBARSI.
Quindi il CIBO NATURALE è ciò che deve essere una regola per ogni individuo di ogni specie.
Conta quindi il contenuto di questi CIBI NATURALI in SALI MINERALI e VITAMINE. Mentre la medicina li chiama INTEGRATORI, ed il SISTEMA sà perfettamente il perchè di questa parola, noi che ne conosciamo la utilità di questi, arrogantemente li abbiamo denominati "ALIMENTI ESSENZIALI" che sono i SALI MINERALI E LE VITAMINE. La parola la scrivo in maiuscolo e tra virgolette, poichè HO CERTEZZA che dentro questi il corpo di mio padre ha GENERATO quello spermatozoo che mi ha dato la vita. E vi pare poco?
Cosa e come “mangiano” le nostre cellule – L’ esperto Risponde
Questa é una domanda bellissima, che ognuno di noi dovrebbe farsi fin da bambino e almeno tre volte al giorno, dovete fare finta di avere per mano circa cento triglioni di piccole bambine e voi siete la loro mamma, loro dipendono da voi, ma anche voi dipendete da loro, perché loro, sono voi. SE LORO MANGIANO MALE, POI STANNO MALE, QUINDI ANCHE VOI STATE MALE. SE LORO INVECCHIANO, PERCHÉ NON BEVONO, ANCHE VOI INVECCHIATE!
Come fanno a nutrirsi le nostre cellule?
Tutte le volte che noi mangiamo, abbiamo bisogno di un partner che realizzi e trasformi il nostro cibo. se noi pensiamo ad un pezzo di pane o a qualsiasi altro cibo, dobbiamo immaginarci che per riuscire a raggiungere la “bocca” delle nostre cellule, deve “viaggiare”nel sangue. SECONDO VOI, UN PEZZO DI PANE ANCHE UN PO’ MASTICATO, PASSEREBBE? ASSOLUTAMENTE NO! ABBIAMO BISOGNO DI UNA CENTRALE DI LAVORAZIONE, CHIAMATO APPARATO DIGERENTE CHE PRATICAMENTE SCIOLGA IL CIBO E DIVENTI TIPO DELLA CONSISTENZA DELL’ ACQUA.
Che “giro” fa il cibo?
Il cibo verrà trattenuto nello stomaco per diverse ore nel tentativo di essere sciolto. Modello lavatrice! Interverranno migliaia di complessissime operazioni ed enzimi per fare questo! Una volta sciolto, comincerà a transitare per i 10 metri circa del nostro intestino, per fare in modo che “ciglia” specializzate, i villi intestinali, possano assorbire le sostanze buone, se ce ne sono! Altrimenti faranno ciò che possono.
LO SCARTO ANDRÀ IN TOILETTE, MA NON SEMPRE! SE I VELENI FOSSERO TROPPI, VERREBBERO “STOCCATI” LADDOVE INGOMBRANO MENO. Tipo natiche, addome, braccia, glutei. Se ipoteticamente potessimo stendere il nostro “ apparato assorbente”, pensate che copriremmo una superficie di circa 400 mq!! Due campi da tennis! É molto importante tenere pulito questo “posto”. Le ciglia, cioé i potentissimi villi devono essere puliti per poterci assicurare un buon assorbimento .
Di tutto un po’ ?
Tutti gli animali, se ci pensate, mangiano una piccola varietà di cibo, eppure, ogni razza trova in “quel” cibo, nel suo cibo, tutto ciò che gli serve. La mucca mangia solo erba, il cavallo solo biada, il leone solo erbivori, il formichiere solo formiche. Questo pensiero é molto importante per toglierci dalla mente che dobbiamo mangiare di tutto un po’, come spesso asserisce chi di alimentazione ne capisce come un fagiano ne capisce di fisica quantistica!!
Innanzitutto cosa vuol dire di tutto un po’ ? Intendono di tutto ciò che viene venduto in un moderno supermercato? Saremmo morti da 5 milioni di anni, visto che i supermercati esistono da pochi decenni. Forse si potrebbe intendere di tutto un po’ di ciò che in una ipotetica foresta, luogo naturale di partenza, noi umani con i nostri mezzi naturali, potremmo mangiare! Ecco così sicuramente questa regola vale!
Per cui, come al solito, per un buon funzionamento del nostro corpo, servono soprattutto vitamine e minerali, questo mangiano le nostre cellule e questi importanti nutrimenti si trovano solo nella frutta e nelle verdure crude. Non sono in farmacia, non sono dentro gli integratori, sono dentro a cibo vivo ed organico.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... vivere.htm
L'articolo in oggetto recita:
"PERICOLI dei FORNI a MICROONDE - (Francais)
I Forni a Micro Onde Distruggono gli elementi vitali dei cibi (nutrienti)
Il riscaldamento nei forni a microonde provoca la perdita di vitamine e nel caso del latte materno vengono distrutte alcune sue proprietà protettive. L'Università del Minnesota ha fatto pubblicare nel 1989 un avvertimento alle famiglie riguardo al riscaldamento del latte per i neonati.
In Lancet del 9 dic. 1989 il dr. Lubec, dell'Università di Vienna, ha informato la rivista, che ha trovato che nel riscaldamento a microonde di latte idrolizzato si verifica una conversione di piccole quantità di L-prolina in D-prolina, e ipotizza una possibile pericolosità di quest'ultima. Ecco il commento della dott. Lita Lee,:
"Le microonde nel latte per bambini convertono alcuni trans-aminoacidi nei loro cis-isomeri sintetici, questi non sono biologicamente attivi. Inoltre, uno degli aminoacidi, L-prolina, è stato trasformato nel suo d-isomero, di cui si conoscono le sue caratteristiche neurotossiche (nocive al sistema nervoso) e nefrotossiche (nocive ai reni)."
Altre lettere sull'argomento sono contenute in Lancet nei numeri del 9/12/89 - (pag. 1393), 24/2/90 (pag. 470), 31/3/90 (pag. 792), vol. 336 p. 49.
La sintesi di questi scritti e' che bisogna essere MOLTO attenti a questo argomento, che e' molto dibattuto e sul quale non vi e' chiarezza."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... emedfr.htm
La pagina dedicata alla storia della mia ex compagna Anna recita:
"Anche questa foto dimostra che il FORNO MICROONDE è posizionato all'altezza del seno femminile, ecco che mi chiedo:
"sarà importante saperlo, visto che le RADIAZIONI non si vedono, non si sentono ma l'apparecchio le emette per svolgere il suo lavoro, incontestabile vero?"
Da questa pagina possiamo rilevare quanto lontano possono arrivare queste RADIAZIONI, e chi o cosa può fermarle?
Solo chi produce questo apparecchio garantisce che queste RADIAZIONI non causano danni perchè ben protette, ma loro sono IN CONFLITTO DI INTERESSE e noi sappiamo molto bene che questo ha un peso rilevante nell'affare.
In proposito la pagina ci dice:
""Ricapitolando, le microonde sono adoperate (o possono esserlo) per i seguenti scopi:
- per modificare le condizioni meteorologiche (Vedi anche N. Begich, J. Manning, Angels don't play this H.A.A.R.P., 1995);
- per alimentare le nanostrutture distribuite con le scie chimiche (conclusione cui sono giunte la Palit, Castle e la Staninger);
- per il controllo mentale;
- per minare gli equilibri degli esseri viventi;
- per causare malattie legate alle radiazioni non ionizzanti;
- per disperdere manifestanti, provocando dolore e riscaldamento nelle parti colpite e lesioni di vario tipo, insieme con altre armi definite ipocritamente "non-letali".
Anche la recente decisione del governo della Repubblica Ceca che, su pressione degli Stati Uniti, ha accettato di installare un potente impianto radar nell'ambito del programma di "difesa" strategica, si inquadra in questo attacco al pianeta, un'aggressione perpetrata con armi invisibili ma, non per questo, meno micidiali di molte altre.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ebiosf.htm

Ora febbraio 2020 devo aggiungere una informazione che ritengo molto importante. Ho vissuto con Anna dal febbraio 2005 al luglio 2010, ma poi dato il sorgere di problemi ho dovuto allontanarmi da lei.
Quando sono andato a casa sua, vi ho trovato il FORNO MICROONDE che lei usava giornalmente, sia per il latte mattutino, in quanto il CAFFE', dato le mie idee in materia, ha smesso di berlo anche lei.
Dal 2010 dopo il racconto sotto, non ho più avuto occasione di parlare con lei cambiando di residenza.
Sò però che non è più in vita perchè il suo profilo su facebook non c'è più, ma non sò la causa della sua morte.
Però avendo scoperto che il suo tumore al seno può essere stato causato dal FORNO MICROONDE, poichè l'apparecchio era posizionato proprio davanti al suo seno, ecco il mio collegamento del suo seno al FORNO MICROONDE.
Cominciando da capo. Dopo un periodo di separazione, nel dicembre 2010 (me ne ero andato a luglio) poco prima di Natale la mia ex compagna Anna incontrandomi mi ha avvicinato e mi ha comunicato che avendo fatto la MAMMOGRAFIA alla PREVENZIONE SERENA, dopo qualche giorno le hanno comunicato che c'era il sospetto di un tumore alla mammella destra. Faccio notare che quando ha fatto la MAMMOGRAFIA la volta precedente le avevano comunicato la stessa cosa della mammella sinistra, quindi con celerità a suo tempo abbiamo fatto il dovuto controllo. Per fortuna allora l'esito è stato negativo. L'appuntamento per questo controllo era per metà febbraio. Ci siamo recati insieme, poichè ero fermamente convinto che anche questa volta ci fosse l'errore. Il giorno fatidico ci recammo e fu chiamata per il controllo. Aspettavo in sala d'attesa ed il tempo non mi passava più. Ero in compagnia di altre donne che le avevano diagnosticato il tumore. Dopo tempo è uscita dal controllo dicendomi che il tumore era reale e che le avevano fatto un prelievo chiedendo preventivamente il suo consenso. Cosa che fece senza prima interpellarmi. Questo tumore mi stupì parecchio, poichè assumeva con me da 4 anni. Anche se senza costanza perchè le procurava dei pruriti ed altri disturbi dei quali lei incolpava, come il solito, i nostri alimenti. Nonostante tutto assumeva anche se NON grosse quantità. NON sono mai riuscito a seguirla poichè è incostante in tutto. Non solo ma se le chiedevo se avesse preso quanto prendevo io mi rispondeva male. Che assumesse ne ero certo, poichè il contenitore dal quale prendevamo le nostre dosi diminuiva abbastanza velocemente. Quindi essendo certo delle sue assunzioni fui ancora più stupito della presenza di questo tumore. Allora in giro raccontavo frottole. Devo dire che fui spiazzato e NON sapevo più cosa pensare. Ero veramente preoccupato perchè avevo raccontato e stavo raccontando frottole con la mia errata convinzione. Cominciai allora a ricercare su INTERNET e dai vari dottori miei conoscenti. Alla fine arrivai ad una conclusione certa. Il tumore Anna lo aveva al seno da almeno 12 anni come dichiarato da molti dottori di cui ebbi la conferma da più scritti di cui ne metto uno sotto.
Eccone il link:
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... attmed.htm
da ricercare ciò che è riguardo alla MAMMOGRAFIA, sottolineato in rosso.
Anna decise di non farsi più sentire e non ne ebbi più alcuna notizia, anche perchè suo figlio e sua nuora erano contrari. Subito mi detti da fare per cercare di correre ai ripari. Pensai e ripensai, inviai degli avvisi di NON lasciarsi fare il prelievo poichè può causare delle METASTASI come ho spiegato e mesi a punto il RAGIONAMENTO SUL TUMORE,
eccone il link:
http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... tumore.htm
Mi detti da fare e le feci inviare a domicilio tutto ciò che avevo ragionato convinto che potesse aiutarla a combattere questa indesiderata malattia. La ditta fù veloce ed il giorno dopo le consegnarono il materiale. Il CLORURO DI MAGNESIO, ho aggiunto l'ACIDO CITRICO in quanto oltre il resto, rende il gusto gradevole al CLORURO DI MAGNESIO, e l'ACIDO ASCORBICO li assumevamo già prima. quindi aggiunsi il BICARBONATO DI POTASSIO, LISINA e la VITAMINA E. Tramite mail le dissi le dosi con assunzioni di 5 volte al giorno. Tempo dopo mi comunicò che è ed era stata costante nelle assunzioni. Pochi mesi dall'operazione che subì con celerità il 13 marzo 2011 allo Ospedale IRCC di Candiolo (To) (con tanto di documentazione) per la gravità riscontrata del tumore al 5° stadio (il massimo) il 12 maggio me la ritrovai in PISCINA a fare acquagin dato che l'avevamo prenotato mesi addietro insieme. Fui stupito della sua presenza e non sapevo cosa pensare, mi resi conto che era disponibile al dialogo ma non riuscii a parlarle per averne delle informazioni poichè quel giorno avevo degli impegni urgenti e non potei fermarmi. Ritornò in piscina a fare acquagin il giorno seguente e cercai di avvicinarla ma la vidi solo di sfuggita dicendomi che NON le stavano facendo nè la CHEMIO nè la RADIOTERAPIA, perchè NON lo ritenevano necessario visto che dagli esami precedenti l'operazione l'avevano trovata in ottima salute. Non la rividi più e non potevo averne notizia da nessuno. Fui però molto sollevato nell' averla vista così bene nonostante questa brutta operazione. Per altri motivi mi telefonò il 02/06/2011 e seppi che era in ferie. Il mercoledì 15 mi recai a ballare in una sala da ballo della zona e me la ritrovai perfettamente ristabilita. Subito le chiesi di ballare e lei acconsentì. Ballammo per 2 ore e mezza come sempre nei periodi belli della nostra unione. Era perfettamente in forza. Ballammo vlzer, mazurke, polke. bughi bughi senza fermarci mai. Questo NON ERA il comportamento normale di una persona operata di tumore al seno, si può dire da pochi giorni. Mi disse che l'oncologo che l'aveva operata, dopo l'intervento le ha comunicato "CHE ERA STATA MIRACOLATA" poichè il tumore al 5° stadio era circoscritto in una piccola zona e che quindi l'avevano asportato tutto. E' ancora venuta in piscina a fare acquagin un paio di volte, ma si lamentava che la protesi le faceva male al seno. Sono passati giorni e ieri sera 29/06/2011 mi sono nuovamente recato a ballare nella medesima sala dove l'avevo trovata la volta precedente e la ritrovai in ottime condizioni di salute. Ballammo nuovamente per più di un'ora prima senza interruzioni tutti i balli già detti sopra. Ballando mi ripetè che l'"ONCOLOGO" le che l'aveva operata le aveva detto che era un "MIRACOLO" e che quindi voleva recarsi a Lourdes. A questo punto mi permisi di dirle che probabilmente il "SUO MIRACOLO" era dovuto più che altro ai "NOSTRI ALIMENTI" che continua ad assumere. Questa è la mia e la sua storia di questo periodo di malattia sua, per filo e per segno.


Oggi 01/10/2011 aggiungo un'altra informazione molto importante a questo proposito. L'ho incontrata parecchie volte a ballare e NON ha subito alcuna cura dalla Medicina Ufficiale perchè NON ritenuto opportuno (comportamento NON confacente a chi è appena stata operata di TUMORE AL SENO al 4° grado, o NO???). Sono certo che continua con l'integrazione poichè si rifornisce col nostro gruppo e che assume TUTTO ciò che assumiamo noi certamente con una frequenza maggiore. Ho anche saputo che alla visita di controllo dopo un paio di mesi dall'operazione per il controllo della protesi, l'oncologo le ha detto "nessuna delle donne che hanno avuto la sua stessa operazione ha recuperato come ha recuperato lei in due mesi. A loro non bastano 6-8 mesi per ritrovarsi col suo recupero" SE recuperano.
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... tumore.htm

Ora vorrei parlare di un fatto molto importante che riguarda il seno femminile:
Di solito, parlando degli "ALIMENTI ESSENZIALI" chiedo al mio interlocutore:
"Chi è nato prima, l'uovo o la gallina?"
Peggio che andar di notte, il più delle volte: una risata.
Ecco che allora in 4 parole faccio capire l'inghippo, poichè questo dilemma è stato preparato a tavolino in modo da confondere le idee a tutta la umanità, poichè IL SAPERE E' POTERE, ma questo non deve essere MAI.
In risposta però, dato che la maggior parte delle persone, mi dice che è nato prima l'uovo, allora dico:
"mettiamo il caso che in questo momento dal nulla, come da te detto, si materializzi un uovo vicino a te, ma ora ti chiedo; come farà a nascere un pulcino da quest'uovo se non è stato fecondato?
Impossibile vero?, perchè per dare la vita e continuare una specie devono partecipare in due, SEMPRE in ogni specie.
Oh, ma allora è nata prima la gallina, ma non solo, anche il gallo, che senza uno dei due non può succede mai nulla.
E' come se chiedessi a te se hai figli e tu mi dici sì, ed io ti chiedo: sei nato prima tu o tuo figlio? con la sola differenza che mettendo l'uovo in mezzo, ti perdi perchè non sei abituato a fare certi semplicissimi ragionamenti e di questo approfitta il tuo simile.
Questo è il risultato delle "VERGOGNE" che ti hanno affibbiato fina da bambino crescendo.

Chiarito questo allora spiego anche il perchè si è venuti al mondo, come lo è per ogni specie vivente:
"LA CONTINUAZIONE DELLA SPECIE."
E questo lo svolge il corpo AUTONOMAMENTE, senza l'uso del cervello, sia per il maschio che per la femmina.
I loro corpi lo sanno benissimo perchè sono venuti al mondo e senza l'uso del cervello, il quale dal suo corpo non è proprio considerato poichè il corpo lo sà che il suo CERVELLO è STUPIDO.
Difatti lui sà benissimo che tutti i suoi problemi sono causati dal suo CERVELLO: FUMA, DROGATI, STRAMANGIA ecc..
Quindi il perchè sono venuti al mondo sia il corpo del maschio che quello della femmina lo sanno benissimo.
La riprova ci viene dal fatto che dal giorno della maturazione il corpo del maschio, prima produce quel liquido seminale nel quale poi GENERA quello spermatozoo che è l'inizio della vita futura, e questo lo fà AUTONOMAMENTE senza l'uso dello stupido CERVELLO, il quale è proprio tagliato fuori da questo ciclo che viene da lui svolto per tutta la vita.
Ma ciò che è ancora più comprensibile e preciso, è il corpo della femmina, il quale alla maturazione inizia ad AUTOPRODURRE quell'ovolo OGNI CICLO MESTRUO e non mensile, per essere pronta a ricevere quello spermatozoo che dalla loro unione in lei, col tempo stabilito da >Madre >Natura che è diverso per ogni specie, lei darà la vita al nascituro.
Ma questo processo avviene SENZA L'USO DEL CERVELLO.
La dimostrazione pratica è che non sempre questo ciclo finale è programmato.
Chi me lo può contestare?
Detto questo ora dobbiamo capire che il corpo dell'individuo, sia maschile che femminile questo compito lo fa NATURALMENTE e mi permetto di dire che lo fà PER ISTINTO, come si dice facciano gli altri animali denigrandoli. Questo dimostra chiaramente che non solo l'Homo Sapiens fà parte del REGNO ANIMALE, ma che anche lui, nella cosa più importante per cui è venuto al mondo, segue l'ISTINTO di TUTTE le altre specie animali. Quindi tutto quello si attribuisce al genere umano ed al suo cervello è fatto per ingannare il proprio simile.
E cosa è ciò che ha tutta questa importanza?
Sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" detti dalla medicina "integratori", che stanno nel SANGUE di entrambi i sessi, o nella LINFA dei vegetali, e nel maschio nel suo liquido seminale, nel quale GENERA poi quella partenza della vita, che è di ogni animale al mondo.
Ora, sul fatto della parola "integratori", dato che è ciò che forma il liquido seminale maschile che circola nel suo corpo, quindi nel suo sangue, in quanto il medico di base facendo fare l'esame del sangue, conferma che questi sono importanti, come maschio, sarebbe come ammettere prima di tutto di essere stato GENERATO da mio padre negli "integratori", ma non basta, dovrei anche ammettere quindi che nel mio sangue circolano degli "integratori".
Pazzesco!!!
Non ho parole, ed è per questo che mi sono permesso di chiamarli "ALIMENTI ESSENZIALI".
Scoperte tecnologiche: come si può dare il brevetto senza i dovuti controlli preventivi per la nostra salute? Ci sarà mai qualcuno al mondo che si preoccupa di tutto questo? oppure queste esperienze devono essere fatte sulla nostra pelle?
Sono certo che dal "sistema" questo è FERMAMENTE VOLUTO, per raggiungere lo scopo di diminuire la popolazione mondiale.
Prima di lasciarti procedere però voglio farti parte di un mio personale esperimento fatto in questi giorni e che puoi fare anche tu senza problemi. La mia padrona di casa gentilmente mi preparava la pasta per tre giorni per pranzo che mettevo in frigorifero e che poi riscaldavo ogni giorno. Per nove mesi l'ho fatto col microonde, poi saputo ciò che descrivo sotto ho smesso tale pratica ritornando a riscaldarla con il gas. Dato che in 9 (nove) mesi ho perso 10 kg, questo mi ha convinto a ritornare a mangiare prodotti freschi. Ho allora provato a cuocere la pasta al momento pesandola e quando l'ho messa nel piatto ho notando che il volume di quella che riscaldavo precedentemente ogni giorno era molto maggiore. Avevo pesato la pasta a crudo ed era esattamente 150 grammi. L'ho pesata appena cotta ed il peso è di 400 grammi come 400 grammi era il peso che ne mettevo nel piatto prima togliendola dal frigorifero già cotta, il volume della pasta conservata è molto diverso, quasi il doppio.
Questo mi determina che nella conservazione le molecole degli elementi nutritivi della pasta conservata cambiano di struttura. Quindi mi chiedo: "il mio corpo riconoscerà ancora questi elementi necessari alla mi alimentazione?"
Questo lo ribalto per ogni tipo di conservazione: frigorifero, congelatore, microonde ecc. ecc. e NON solo meccanici, ma anche con prodotti conservanti tipo olii, alcool, droghe e quelli denominati E....... un esempio di prodotto conservato: i salumi.
Quindi per vivere in salute è necessario un'alimentazione quanto possibile FRESCA e NON CONSERVATA o TRATTATA.
Sinceramente me ne sono fatto un'idea, ora la lascio fare te, se vuoi anche provando come ho fatto personalmente.
FORNO a MICROONDE, SI o NO ??? (Studio Francese)
I Forni a Micro Onde Distruggono gli elementi vitali dei cibi (nutrienti)

Nonostante i numerosi studi, si parla troppo poco dei rischi legati alla cottura con il forno a microonde.
Intervista al dottor Hans U. Hertel, uno dei pochi scienziati che ha avuto il coraggio di indagare fino in fondo.
«Cucinare col forno a microonde è veloce, semplice e conveniente»: questo l'irresistibile slogan che ha fatto in modo che un nuovo elettrodomestico entrasse nelle case di tutto il mondo. E' possibile però che questo oggetto miracoloso si riveli un moderno cavallo di Troia, dal momento che fino ad oggi poco si è detto sul possibili rischi legati ad una tecnologia assai controversa.
Continua in: Microonde 2 + Microonde 3 + CAMPI MAGNETICI e SALUTE (studi del prof. Levis)

Il meccanismo di funzionamento del forno in questione è abbastanza semplice: un dispositivo, chiamato magnetron, genera un campo di corrente elettrica alternata. Il ribaltamento del campo elettrico, che si ripete per più di 2 miliardi di volte al secondo, produce un effetto di «scuotimento» delle molecole, specialmente quelle dell'acqua, ma anche di lipidi e proteine.
Questa frizione intermolecolare genera un calore che riscalda il cibo in modo completamente diverso rispetto al metodo convenzionale: dall'interno verso l'esterno.

I possibili danni delle microonde sul sistemi biologici sono conosciuti sin dalla loro prima applicazione nel radar, durante la seconda guerra mondiale: chi lavorava con questi apparecchi era infatti più soggetto allo sviluppo di leucemie. Scienziati tedeschi avevano già fatto della ricerca negli anni '30 sugli effetti delle microonde sul sistema nervoso umano e degli animali.
Questi studi portarono alla definizione di limiti di sicurezza molto severi che però non furono mai presi sul serio dagli scienziati statunitensi, tant'è vero che quando negli anni '60 iniziò a diffondersi il forno a microonde, vennero utilizzati limiti 1000 volte più alti.
I forni a microonde furono invece vietati in Germania a partire dal '41 e in Unione Sovietica a partire dal 1976; divieto successivamente abolito dopo la Perestroika.
Lo studio più significativo sui rischi legati all'assunzione di cibi cotti a microonde rimane quello del professor Bernard Blanc dell'Università di Losanna e del dottor Hans U. Hertel, uno scienziato indipendente con una lunga esperienza nell'industria alimentare e farmaceutica.
Nel 1989 Blanc e Hertel proposero alla Swiss Natural Fund, insieme all'Università di Losanna, una ricerca riguardante gli effetti sull'uomo del cibo cotto con microonde, ma fu rifiutata. La ricerca fu per questo ridimensionata e condotta con fondi privati.

Furono testati otto volontari, che per alcuni mesi seguirono una dieta macrobiotica e ai quali ogni 15 giorni vennero somministrati a stomaco vuoto, alimenti crudi, cotti con metodi convenzionali, scongelati o cotti in un forno a microonde.
Immediatamente prima dei pasti e poi 15 e 120 minuti dopo, avveniva prelevi di sangue.
In particolare venne riscontrata una riduzione significativa dell'emoglobina e una e un aumento dell'ematocrito, dei leucociti e del colesterolo. Inoltre, furono evidenziati alterazioni della membrana cellulare.
«I cibi cotti con microonde - si legge nello studio - paragonati a quelli non irradiati, causano cambiamenti nel sangue delle persone testate, tali da indicare l'inizio di un processo patologico, proprio come nel caso di un iniziale processo canceroso».
Ricorrendo alla bioluminescenza è stato inoltre registrato il «passaggio per induzione dall'energia delle microonde dai cibi trattati al corpo umano»

Da allora, un'inspiegabile cortina di silenzio è calata sulla questione dei forni a microonde. Come sempre, quando ci sono grandi interessi in ballo, la verità diventa difficilissima da trovare, sommersa com'è da fortissime pressioni che esercitano la loro influenza non solo sui mass media, ma soprattutto sul mondo scientifico e le istituzioni ad esso legate.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I batteri possono resistere alla cottura al microonde ?
Su 30 persone che avevano mangiato della carne di maiale, contaminata da Salmonella typhimurium e proveniente da un picnic, i 10 che avevano utilizzato un forno a microonde, per riscaldarla, si sono ammalati, mentre nessuno dei 20 che avevano usato un forno convenzionale o una griglia ha mostrato sintomi dell'infezione.
Rispetto ai metodi convenzionali di riscaldamento degli alimenti, i forni a microonde non hanno avuto alcun effetto nell'impedire la diffusione della malattia. In particolare, si è notato che un forno a microonde riscalderebbe gli alimenti dalla superficie. Infatti, in questo episodio, la carne contaminata riscaldata al microonde avrebbe raggiunto la temperatura di abbattimento dei patogeni soltanto sulla superficie, mentre la carne riscaldata in un forno convenzionale o su una griglia avrebbe raggiunto la temperatura dappertutto, bloccando la contaminazione.

Queste sono le principali conclusioni di un articolo, pubblicato sulla rivista scientifica "The American Journal of Epidemiology", riguardante uno studio retrospettivo di coorte condotto su un focolaio di Salmonella nella carne di maiale. Lo studio ha ribadito che il forno a microonde non può essere considerato un buon metodo sicuro per la sterilizzazione degli alimenti contaminati.

Nel dettaglio, nel 1992, in un picnic tenutosi a Juneau, in Alaska, 21 persone, su 43 che avevano mangiato arrosto di maiale (il 49%), si sono ammalate di gastroenterite causata dal patogeno alimentare Salmonella typhimurium.
Un unico caso di malattia si era verificato tra i 17 partecipanti al picnic che non avevano mangiato l'arrosto.
Sembra che la crescita del patogeno sulla carne di maiale fosse stata causata dalla conservazione a temperatura ambiente per parecchie ore della stessa carne, dopo la cottura. Le pratiche errate durante le operazioni di riscaldamento della carne hanno fatto il resto.

** Questo episodio dimostra, ancora una volta, l'importanza della cottura per risanare gli alimenti dai patogeni potenzialmente presenti. Infatti, in generale è necessario che l'alimento potenzialmente contaminato venga riscaldato, in tutte le sue parti (anche all'interno), ad una temperatura superiore ai 70°C. Bisognerebbe, dunque, utilizzare un termometro da alimenti (almeno negli esercizi commerciali, ma anche a casa, se possibile) per controllare lo stato di cottura, o di riscaldamento, dei cibi. Bisogna, inoltre, fare molta attenzione all'utilizzo del forno a microonde che, purtroppo, non sempre può garantire una cottura, e quindi un risanamento, uniforme. (9/02/2007)
Link:http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgicmd=Retrieve&db=PubMed&list_uids=8166140&dopt=Abstract
(lingua inglese - il riassunto dell'articolo del The American Journal of Epidemiology)
http://www.sicurezzadeglialimenti.it/salmonella.htm (lingua italiana - informazioni su Salmonella)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

È possibile che milioni di persone stiano sacrificando la loro salute per ignoranza (non informati) in cambio della convenienza e della comodità del forno a microonde ? Chi lo ha inventato ?
Perché in Unione Sovietica il suo uso è stato bandito fin dal 1976 ? bando che poi e' stato revocato.
Chi dice che può far male alla salute ?

Chi ha inventato il forno a microonde ?

La possibilità di cuocere i cibi con le microonde fu scoperta da Percy Spencer, impiegato della Raytheon, mentre realizzava magnetron per apparati radar.
Un giorno, mentre lavorava su un radar acceso, notò improvvisamente che una tavoletta di cioccolato che aveva in tasca si era sciolta.

Detentore di 120 brevetti, Spencer intuì immediatamente cosa era accaduto. Il primo cibo che provò intenzionalmente a cuocere fu il pop corn, successivamente provò con un uovo che però esplose in faccia ad uno degli sperimentatori.

Nel 1946 la Raytheon brevettò il processo di cottura a microonde e nel 1947 realizzò il primo forno commerciale, chiamato Radarange. Era alto 1,8 metri e pesava 340 Kg. Aveva un sistema di raffreddamento ad acqua e produceva una potenza in radioonde di 3000 Watt, circa il triplo dei forni domestici attuali. Il successo fu elevato e per espandere il mercato la Raytheon acquistò la Amana, produttrice di elettrodomestici dell'Iowa.
(tratto da http://it.wikipedia.org/wiki/Forno_a_microonde)


Come funziona il forno a microonde ?
Le microonde sono una forma di energia elettromagnetica come quelle della luce o della radio.
La moderna tecnologia le utilizza per trasmettere a grandi distanze messaggi telefonici, programmi
televisivi, informazioni da e per i satelliti, ecc. L'energia delle onde cambia di polarità, dal positivo al negativo, per un dato numero di volte durante ogni ciclo.
Ogni forno produce una radiazione della lunghezza d'onda di circa 2450 megahertz (MHz) che interagisce con le molecole dei cibi.
Mentre nei forni tradizionali il calore passa dall'esterno verso l'interno dei cibi, in quelli a microonde avviene il processo opposto.
Le microonde bombardano il cibo all'interno, a livello cellulare, facendo cambiare la polarità delle molecole ad una frequenza di circa 100 milioni di volte al secondo. Questo movimento provoca una frizione fra le cellule che provoca il calore che "riscalda" il cibo. Purtroppo questa forza violenta deforma e danneggia la struttura delle molecole.
Non è più cibo, ne ha conservato solo la forma esteriore.

Chi dice che può far male alla salute ?
L'Università del Minnesota ha fatto pubblicare nel 1989 un avvertimento alle famiglie riguardo al riscaldamento del latte per i neonati. Il riscaldamento nei forni a microonde provoca la perdita di vitamine e nel caso del latte materno vengono distrutte alcune sue proprietà protettive.
La dott. Lita Lee, su Lancet del 9 dic. 1989 ha scritto: "Le microonde nel latte per bambini convertono alcuni trans-aminoacidi nei loro cis-isomeri sintetici, questi non sono biologicamente attivi. Inoltre, uno degli aminoacidi, L-prolina, è stato trasformato nel suo d-isomero, di cui si conoscono le sue caratteristiche neurotossiche (nocive al sistema nervoso) e nefrotossiche " (nocive ai reni).

Il seguente è un breve resoconto degli studi eseguiti in Russia e pubblicati sull'Atlantis Raising Educational Center di Portland, Oregon. In quasi tutti i cibi testati sono stati trovati composti cancerogeni. I tempi di esposizione dei cibi alle microonde non sono stati maggiori di quelli necessari per gli scopi prescelti, cioè cottura, scongelamento o riscaldamento.
Nel forno a microonde:
- nella carne riscaldata si formano d-nitrosodientanolamine, note per essere cancerogene. Inoltre avviene anche una degradazione delle proteine
- latte e cereali trasformano le loro proteine in amminoacidi ed alcuni di essi, nel forno a micro onde, si trasformano in sostanze cancerogene.
- anche esposizioni molto brevi di verdure crude, cotte o surgelate trasformano i loro alcaloidi in cancerogeni
- lo scongelamento di frutta trasforma il contenuto di glucosidi e di galattosidi in sostanze cancerogene
- formazione di radicali liberi cancerogeni in verdure, specialmente radici (barbabietole, rape, ecc.)
- diminuzione del valore nutritivo dal 60 al 80% in tutti gli alimenti testati; diminuzione della biodisponibilità del complesso delle vitamine B, C ed E, dei minerali essenziali e dei fattori lipotropi (sostanze che sono capaci di modificare il metabolismo dei grassi).

(NdR: Quest'ultimo fatto avviene anche con la cottura al vapore).

È sorprendente constatare che fino ad ora siano stati eseguiti pochissimi studi scientifici sugli effetti delle microonde sui cibi, considerando la progressiva diffusione di questi apparecchi.
Nel 1991 ci fu una causa civile per una donna deceduta dopo una trasfusione di sangue che era stato preriscaldato in un forno a microonde.

Il caso Hertel - Svizzera

Il dott. Hans Hertel (ora in pensione) ha lavorato per diversi anni come ricercatore presso una delle più grandi aziende alimentari svizzere. Fu licenziato dopo aver indagato su alcune procedure di cottura che denaturavano il cibo.
Assieme al professor Blanc dell'Istituto Federale di Biochimica all'Università di Losanna, aveva pubblicato una ricerca sugli effetti che i cibi riscaldati con microonde avevano sul sangue e sulla fisiologia del corpo umano. Lo studio coinvolse otto individui.
Vennero presi dei campioni di sangue subito dopo aver mangiato alimenti riscaldati con microonde. Scoprirono immediatamente una diminuzione dell'emoglobina (tendenza all'anemia), il peggioramento dei parametri dell'HDL (colesterolo buono) e LDL (colesterolo cattivo).
Trovarono anche un aumento del numero di leucociti, qualcosa che gli ematologi prendono in seria considerazione, perché è un segno di stati patologici come intossicazione o danno cellulare.
In aggiunta agli effetti del violento riscaldamento per frizione, chiamato effetto termico, c'è un altro fenomeno, chiamato effetto atermico che è stato raramente preso in considerazione.
Questo provoca una deformazione della struttura delle molecole portando conseguenze di ordine qualitativo. L'indebolimento delle membrane cellulari che ne deriva può provocare una maggiore predisposizione all'attacco di virus, batteri e altri microrganismi.
La stessa violenta deformazione capita alle cellule del nostro organismo quando siamo esposti a radar o microonde.
Le microonde provocano anche la formazione di nuovi composti chiamati "composti radiolitici", sconosciuti nel mondo naturale. Questi sono creati dalla decomposizione molecolare, o decadimento, un risultato delle radiazioni.

I risultati dello studio di Hertel sono stati pubblicati nella primavera del 1992. Immediata è stata la reazione delle associazioni dei rivenditori e degli industriali coinvolti.
Nel Marzo 1993, il Tribunale per il Commercio di Berna, a seguito di una denunzia della Associazione Svizzera dei Produttori di Apparecchi Elettrici Domestici ed Industriali, ha fatto divieto al Dottor Hertel di dichiarare pubblicamente o per scritto, che i forni a microonde sono dannosi alla salute.
Non ubbidire a questo ordine avrebbe potuto significare una multa di 5000 Franchi Svizzeri o addirittura un anno di prigione.
vedi anche: http://www.vpb.admin.ch/ital/doc/66/66.121.html

La Corte Federale di Losanna ha confermato questo verdetto nel 1994 giustificandolo sulla base della Legge Svizzera contro la Concorrenza Sleale che proibisce "dichiarazioni discriminanti, false, ingannevoli e dannose contro un produttore e i suoi prodotti" (Giornale delle Scienze Naturali, 1998;1: 2-7) una legge che prende esclusivamente in considerazione la facoltà di impedire il commercio in sé e non l'intento di nuocere.
Tale legge imbavaglia anche la stampa svizzera poiché qualsiasi osservazione che possa essere considerata una critica del forno a microonde può con facilità portare ad un processo.
Le opinioni svizzere sulle scoperte del dottor Hertel non sono condivise dal resto dei paesi europei.
L'opposizione del dott. Hertel all'ingiunzione del tribunale svizzero ha portato nel 1998 la Corte Europea dei Diritti Umani ad annullare la sentenza contro il dott. Hertel, riconoscendogli fra l'altro un risarcimento. Infatti nell'Agosto del 1998, La Corte Europea dei Diritti Umani stabilì che l'ordine del silenzio emesso dalla corte svizzera contro il dottor Hertel era contrario al diritto di libertà di espressione:
La Corte Europea ordinò anche alla Corte Svizzera di pagare un compenso di 40.000 franchi svizzeri come risarcimento.
Pur avendo vinto la causa, il Dottor Hertel è ancora in attesa che il Tribunale svizzero cambi la sentenza precedente e gli tolga la multa di 5000 franchi. Nel frattempo le sue scoperte sensazionali sono state convalidate da testimonianze che spuntano qua e là in tutto il mondo.

Fare comunque attenzione:
Anche rimanere per alcuni minuti accanto ad un forno a microonde può essere pericoloso per certi soggetti.
Sappiamo che le cellule "esplodono dentro al forno", provate a friggervi un uovo.
Noi siamo composti di miliardi di cellule, quante potrebbero essere danneggiate dalla vicinanza ad un forno per 5-10 minuti ?
Ulteriori indagini hanno rivelato che quasi tutti i ristoranti utilizzano per la cottura ed il riscaldamento dei cibi proprio dei forni a microonde.
Non vengono effettuati studi in merito, perche' ???.....le lobbies impediscono...?
Liberamente tratto da: http://www.naturmedica.com

Commento NdR: La sintesi di questi scritti e' che bisogna essere MOLTO attenti a questo argomento, che e' molto dibattuto e sul quale non vi e' chiarezza. La cosa che pero' traspare chiara e certa e' che NON si devono assumere gli alimenti appena estratti dal forno a micro onde !
Mangiarli SOLO dopo 15 minuti, per il resto occorre aspettare per avere piu' ricerche in merito e quindi piu' certezze.

Altri siti da consultare:
http://www3.interscience.wiley.com/cgi- ... 1&SRETRY=0
http://www.consciencedupeuple.com/html/ ... -onde.html
http://radio-canada.ca/nouvelles/santee ... tion.shtml
http://www.aliv-e.com/fr/newsletter/arc ... 3/1105.asp
http://arxomega.perso.cegetel.net/sante/microonde.htm

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Commento NdR : Esperimento con i cellulari:
La frequenza dei forni a microonde è un po' oltre i 2 GHz., per esempio cellulari vanno in dual-band a 0,9 e 1,8 Ghz.
La schermatura dei forni, valida per i 2 GHz, “probabilmente” (non siamo certi) è efficace anche per gli 1,8, ma difficilmente per lo 0,9.
Quello che quindi siamo riusciti a fare, mettendo i cellulari nei forni, è di "forzarli" ad agganciarsi sulle portanti a 0,9.
Negli USA hanno una sola banda (DCS) a 1,9 GHz e risultò, nello stesso esperimento, che quel cellulare non prendeva.
Evidentemente non sono prove definitive, ma dovrebbero far riflettere ed essere prudenti.

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ndemed.htm
.
.


14 mar 2020, 14:51
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 12 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)