Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 23 feb 2020, 23:31


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Zinco e cancro della prostata 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1361
Località: Saluzzo
Messaggio Zinco e cancro della prostata
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... cancro.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Loris Fantazzini, ti ringrazio per aver postato questo articolo, che porterò a conoscenza a più persone possibile, e che mi dà modo di aggiungere 2 (due) informazioni che ritengo importantissime: Queste informazioni sono relative alle specie viventi nei mari delle quali alcune di queste sono citate dall'articolo.
Letto l'articolo che porta a conoscenza dello sconosciuto ZINCO, un "ALIMENTO ESSENZIALE" che circola sia nel SANGUE degli ANIMALI che nella LINFA dei VEGETALI, in quanto entrambi provenienti da una unica fonte, quindi per vivere hanno bisogno dei medesimi "principi", quindi anche gli esseri viventi nell'acqua, quindi pesci, spugne ecc., ecco che in contrapposizione a questa conoscenza, ve ne è un'altra molto fondata che è quella del MERCURIO (VELENO) che ti regalano inconsapevolmente questi pesci ingoiandoli.
Che questa notizia sul MERCURIO (VELENO) sia conosciuta è provata dal fatto che da tutte le persone cui mi sono permesso di chiedere se la sapevano, ho avuto conferma al 100%.
Certo, nel tempo ogni tanto questa informazione esce in ogni occasione, ed oggi posso dire che a farla sapere sono le INDUSTRIE e la MEDICINA, in quanto le prime hanno bisogno di aumentare sempre più le loro vendite, mentre la seconda ha bisogno di MALATI e se si ingoiano CIBI NATURALI MALATI NON SI DIVENTA. Questo perchè il corpo SANO è fatto di ciò che ingoia di NATURALE. Quindi entrambi hanno il loro giusto fine.

Ora, prima di tutto devo dimostrare che l'articolo non può essere che fondato, in quanto lo ZINCO è parte di ogni essere vivente, ed il Ministero della Salute con la sua R.G.R (Razione Giornaliera Raccomandata) lo conferma:
"Questa tabella riporta tra gli altri, stabilendo dei valori massimi giornalieri ammessi nelle confezioni proposte dalle ditte o industrie farmaceutiche che le propongono sul mercato:
vitamina A mcg 1200
vitamina D mcg 25
vitamina E mg 36
vitamina K mcg 105
vitamina C mg 1000
tiamina (vitamina B1) mg 25
...............
potassio non definito
CLORO non definito
calcio mg 1200
ZINCO mg 12.5
fosforo mg 1200
magnesio mg 450
..............
FLUORO mg 4
selenio mcg 83
...............
BORO mg 1.5
sodio non definito
SILICIO NON DEFINITO
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagi ... 5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Quindi abbiamo certezza che questo ZINCO, come TUTTI gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI", data la loro presenza nel mio sangue non può che portarmi BENEFICI, iniziando dal combattere il cancro alla prostata come da articolo.

Però, come abbiamo visto, è radicata la convinzione che il MERCURIO (VELENO) sia il male peggiore che possa capitare in quanto tutti sappiamo che è un VELENO, però....... questa notizia. è VERA?
Approfondiamo e capiremo.....

Sono 2 (due) i GRANDI INGANNI relativi ai pesci.
Il primo è relativo al MERCURIO (VELENO) e gli esseri viventi marini, tra cui gli animali citati da questo articolo:
le ostriche (90,95mg/100g) e altri mitili che contengono anche lo ZINCO oggetto dell'articolo, ed è facilissimo sfatare questo primo INGANNO:
La pagina recita:
"Passiamo ora al MERCURIO ed i pesci, un FALSO
L'articolo recita:
Prima di tutto, dell'articolo in oggetto DEVO sottolineare questa frase che ritengo COMPLETAMENTE FALSA, ma che purtroppo abbiamo già sentito moltissime volte:
"Anche il MERCURIO, contenuto nei frutti di mare, nel tonno, sgombro e pesce spada, ritarda la crescita della nostra criniera, ma niente paura…"
A questo punto mi chiedo:
MA QUESTO AUTORE SAPRA' CHE I PESCI SONO ANIMALI E DI CONSEGUENZA SONO FRATELLI NOSTRI E FRATELLI DI TUTTI GLI ANIMALI CHE VIVONO SULLA TERRA FERMA?
Detto questo dichiaro SENZA OMBRA DI DUBBIO che il MERCURIO non è VELENO SOLO per l'uomo ma lo è per TUTTI GLI ESSERI VIVENTI, in quanto i due REGNI, quello ANIMALE e quello VEGETALE vengono da una UNICA FONTE, poichè ad un certo punto della EVOLUZIONE vi fù la GRANDE SEPARAZIONE in REGNO ANIMALE e REGNO VEGETALE.
Quindi non riesco proprio ad ammettere che i pesci possano vivere con del MERCURIO nel loro corpo per portarlo fino a noi. E dove lo metteranno per non avvelenarsi e morire?
Quante FALSITA' dal mio simile INFINGARDO E FALSO pur di coprire le proprie malefatte, poichè se detto ci sarà pure un motivo per farlo. vero?.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ganico.htm

Il secondo INGANNO è relativo ai pesci che vengono cotti nella stagnola che NON possano essere SALUTARI, in quanto l'ALLUMINIO è UN VELENO PURO che durante la cottura rilascia le sue particelle nel cibo causando prima di tutto la stanchezza e confusione nel cervello, e come il FLUORURO DI SODIO, un suo derivato aggiunto ai dentifrici, causa ogni sorta di problema che tra i più conosciuti, la sordità, la caduta dei capelli, la perdita della vista, le carie ai denti, il mal di testa e non ultimo la OSTEOPOROSI..
Questo FLUORURO DI SODIO, quello dei dentifrici, in quanto scarto della lavorazione di questo metallo, dovrebbe essere smaltito come TUTTI gli altri materiali cancerogeni, invece NO.
La pagina recita:
"Infatti come si potrà leggere sull'articolo in oggetto che si dedica al FLUORURO DI SODIO che scrive:
"Il fluoruro cominciò a fare la sua comparsa durante la seconda guerra mondiale dove fu usato per scopi bellici, come la produzione della bomba atomica e del gas nervino. Il fluoruro è un rifiuto speciale dell’industria dell’alluminio e dell’industria bellica le quali hanno trovato il modo non solo di risparmiare soldi evitandone lo smaltimento ma addirittura stanno guadagnando enormemente facendolo mettere nell’acqua, nei pesticidi e in tutti i prodotti per l’igiene orale. I governi e gli istituti di medicina sono finanziati e controllati da queste grandi aziende che fatturano più di intere nazioni, non aspettare che lo dicano in televisione, puoi smettere adesso di assumere fluoruro e sentirne tu stesso l’effetto nel corpo. Sono circa 5 anni che non lo assumo e posso dire di averne notato in pochi giorni la differenza."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ossico.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... velati.htm

E' facile capire che da questa DEMONIZZAZIONE ne traggono benefici 2 (due) categorie che ritengo molto importanti, prima di tutto la INDUSTRIE, le quali volendo aumentare il loro fatturato hanno bisogno che le persone PER PAURA non ingoino più i pesci, in quanto CIBO NATURALE, ma che ingoino i prodotti degli scaffali di loro produzione.
Ma non basta, i compagni di merenda la CLASSE MEDICA, la quale per trarre profitto dalla situazione, si guarda bene dallo smentire questa DEMONIZZAZIONE, anzi non informa neppure che l'ALLUMINIO nel quale si fà il pesce al cartoccio, in quanto e' VELENO PURO, e neppure che il FLUORURO DI SODIO, è un veleno per i topi e non è il FLUORO, un "ALIMENTO ESSENZIALE".
Questo perchè questa MEDICINA, per mantenere il suo "posto al sole" ha bisogno di persone MALATE e non persone SANE che ingoiano CIBI NATURALI.

Conosci il SILICIO, un "ALIMENTO ESSENZIALE", ultimo della lista della sopracitata RG.R.?
NO!?!?!?!?!?
Mi permetto di riportati a cosa è CERTO che serva il SILICIO ORGANICO, in quanto è l'unica forma assorbibile dagli animali, poichè questo SILICIO, il primo materiale, in quantità sul nostro pianeta e che troviamo nelle pietre, nella sabbia, nell'argilla ecc., i vegetali invece lo assorbono facilmente in quanto le loro radici vivono in questo ambiente e la EVOLUZIONE ha fatto sì che lo rendessero assimilabile anche per per gli animali, quindi anche per l'uomo.
Ecco perchè si dichiara salutare l'ARGILLA, certo, contiene il SILICIO ORGANICO con quantità ridotte, ma già abbastanza per ottenere dei benefici visibili.
Difatti uno dei suoi pregi riscontrati e conosciuti, è che mettendolo sulle ferite aiuta la cicatrizzazione.
Al riguardo del SILICIO ORGANICO, quindi della cicatrizzazione dell'ARGILLA, la pagina riporta:
"NEL GIOVANE LA CUTE CONTIENE UNA GRANDE QUANTITA' DI SILICIO ORGANICO CHE PROGRESSIVAMENTE DECRESCE CON L'ETA'. A QUESTA DIMINUZIONE SONO CORRELATI I SEGNI VISIBILI DELL'INVECCHIAMENTO CUTANEO: Nella cute sono presenti fibroblasti e matrice extracellulare, costituita da collagene, elastina, acido ialuronico e GAG (GlicosAminoGlicani).
LA SINTESI DEL COLLAGENE è dipendente dal S. O., in particolare per quanto riguarda il processo di idrossilazione della prolina in HO-prolina (idrossi prolina). Il SILICIO è infatti un fattore limitante essenziale dell'attività dell'enzima prolil-idrossilasi. ANCHE LA SINTESI DI ELASTINA è in stretta dipendenza del contenuto in SILICIO.
L'IDRATAZIONE E L'ELASTINA DELLA CUTE sono dovute anche esse al contenuto in GAG e macromolecole che dipendono in larga misura dal SILICIO.
IL CONTENUTO IN SILICIO E' QUINDI STRETTAMENTE CORRELATO CON LE OTTIMALI CONDIZIONI DELLA CUTE, QUALI IL TASSO DI IDRATAZIONE, L'ELASTICITA', L'ASSENZA DI RUGHE E DI LINEE DI ESPRESSIONE, LA CAPACITA' DI CICATRIZZARE E DI RIGENERAZIONE.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minaK2.htm

Un recente studio, non ancora pubblicato, ma presentato al meeting annuale dell’American Association for Cancer Research, ha mostrato che gli uomini cui è stato diagnosticato un tumore iniziale della prostata hanno maggiori possibilità di sopravvivere se la loro dieta è ricca di zinco.

“In coloro che hanno il più alto consumo di zinco alimentare la possibilità di morire di tumore della prostata si riduce del 74%, rispetto a coloro con il più basso consumo” hanno affermato i relatori dello studio.

La principale fonte alimentare di zinco è costituita soprattutto dai cibi animali, come ad esempio le ostriche (90,95mg/100g) e altri mitili, il fegato di vitello (12,02mg /100g) e la carne di agnello (8,66mg/100g). Minori quantità si trovano anche in alcuni legumi, nei semi oleosi e nei cereali, ma in questi alimenti la presenza di fitati spesso vanifica l’assorbimento dello zinco. Di fatto, la carne fornisce quattro volte più zinco di una corrispondente quantità di cereali integrali. Cereali e legumi apportano anche un eccesso di rame e generano uno squilibrio nel rapporto rame-zinco (1:8), squilibrio che può causare diversi disturbi, tra cui stanchezza cronica e infezioni fungine.

Alcuni fattori possono sbilanciare il rapporto rame:zinco e sono:

lo stress
certi farmaci, tra cui i contraccettivi orali
le diete che si basano per la gran parte su cereali e legumi o peggio la dieta vegana
l’eccessivo consumo di latte e latticini, che sono poveri di zinco e ricchi di calcio, minerale che antagonizza lo zinco.

Infine, la carenza di zinco facilita l’attività del cadmio, che ha una struttura molto simile. Questo inizia ad accumularsi nell’organismo e a rimpiazzare lo zinco e a interferire con gli enzimi che lo utilizzano. Alla fine, questo si traduce in una minore efficienza del sistema immunitario. Se oltre ad una alimentazione povera di zinco si aggiunge anche la pessima abitudine di fumare, le cose diventano più gravi, dato che un pacchetto di sigarette contiene ben 23mcg di cadmio.

Francesco Perugini Billi©
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... cancro.htm
.
.


11 dic 2019, 18:27
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)