Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 25 feb 2020, 07:00


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Introduzione e sintesi del supplemento, ruolo del latte e de 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1361
Località: Saluzzo
Messaggio Introduzione e sintesi del supplemento, ruolo del latte e de
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aseari.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Un amico mi ha proposto questo articolo sul latte e lattiero-caseari, che avendo certezza di quanto sono DEMONIZZATI questi CIBI NATURALI, che personalmente con mia moglie Franca li ingoiamo giornalmente dei quali Franca non ingoiando carne, ci vive, non posso fare a meno di sottoporlo anche al vostro giudizio.
Per non apparire una persona che non vede al di la del proprio naso, mi trattengo dal dare giudizi personali, lasciando a voi la interpretazione che volete dare a questo articolo in oggetto, che è uno studio su questi CIBI NATURALI che ritengo NATURALI da sempre.
Mi permetto però di sottolineare la parte che dice:
"Il latte e i prodotti lattiero-caseari contengono più nutrienti e contribuiscono in modo significativo a soddisfare i requisiti nutrizionali di proteine, calcio, magnesio, fosforo, potassio, zinco, selenio, vitamina A, riboflavina, vitamina B-12 e acido pantotenico."
A questi "ALIMENTI ESSENZIALI", che non contiene sicuramente il "latte di soia", mi permetto di aggiungere un altro importantissimo "ALIMENTO ESSENZIALE" che è la vitamina K2, un antinvecchiamento NATURALE.
La pagina recita:
"FONTI ALIMENTARI DI VITAMINA K
Le maggiori fonti dietetiche di vitamina K1 sono le verdure di colore verde scuro e gli olii vegetali. La vitamina K2 alimentare deriva da 2 maggiori fonti:
grassi di origine animale quali uova e latte e derivati . Gli animali accumulano K2 nei loro tessuti in proporzione diretta con la ricchezza in vitamina K1 dei vegetali che assumono. Ovviamente la carne ed il latte di animali allevati al pascolo sono molto più ricchi in questa vitamina rispetto agli animali tenuti in stalla e nutriti a cereali. La stessa cosa del resto accade con l’acido alfa linoleico.
specifici alimenti fermentati, quali in particolare la soia (Natto) ed il formaggio Brie. In questi casi la vitamina K2 è prodotta dall’azione di specifici batteri.
Si noti come il cibo spazzatura sia poverissimo di vitamina K in generale ed una buona dieta vegana apporti una buona quantità di vit. K1. La dieta giapponese ricca di soia fermentata fornisce grandi quantità della miglior vitamina K2 sotto forma di MK-7 (Natto)"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iaging.htm
Parlando di soia, è vero che il natto viene prodotto da questa, ma non è ottenuta sicuramente dal latte. anzi, Al riguardo della soia la pagina recita:
"La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm"

Il che vuol dire che questi sopra nominati "ALIMENTI ESSENZIALI2 sono quelli che danno la vita ad ogni essere vivente, vegetali compresi, i quali sono fratelli degli animali, pertanto per vivere in SALUTE, hanno bisogno degli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI".
Questo vale anche per l'Homo Sapiens in quanto fà parte del REGNO ANIMALE.
Faccio notare che non si parla del contenuto in ACIDO ASCORBICO (vitamina C), ma questo è sottinteso che data la AUTOPRODUZIONE, dell'animale. quindi di TUTTO il REGNO ANIMALE, come è per tutto il REGNO VEGETALE, escluso la specie umana, questo faccia parte di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" senza il quale non possono essere prodotte le DIFESE IMMUNITARIE di ogni essere vivente.
Per chi conosce la parola ACIDO ASCORBICO (vitamina C) devo far presente che anche le mucche, come ogni altro essere vivente, escluso l'Homo Sapiensm questo "ALIMENTO ESSENZIALE" se lo AUTOPRODUCONO dal concepimento alla morte.
Quindi le dicerie che gli antibiotici a gli altri prodotti chimici che l'uomo fa loro subire arrechino loro danni è FALSO, che se così fosse i primi a soccombere sarebbero proprio loro.
Invece grazie a questi "ALIMENTI ESSENZIALI" iniziando dall'ACIDO ASCORBICO questi prodotti velenosi li disattiva.
Anche perchè se il latte fosse alterato non potrebbero più allevare i loro figli con la conseguente estinzione della razza bovina.
Un'altra pagina recita:
"Data la similitudine di questo articolo del dottor Berrino, che riporto su questa pagina e l'articolo del dottor Liborio Quinto su altra pagina, mi permetto di contrapporre delle verità dimostranti esattamente il contrario delle loro dichiarazioni, che ritengo siano fatte da loro con uno scopo ben preciso:
DEMONIZZARE del CIBO NATURALE DA SEMPRE a favore di CIBI INNATURALI.
Tra i due articoli però una differenza, il dottor Berrino ammette che i CIBI delle industrie sono INNATURALI, e scrive:
"Quello che diamo da mangiare ai nostri malati è il peggio del peggio, ma noi vogliamo bene ai nostri malati, VOGLIAMO CHE TORNINO. Se noi ci ammaliamo aumenta il PIL, c’è crescita. La Sanità è la più grande industria economica. Non c’è interesse economico per la prevenzione” !!
Il Prof. Berrino ci spiega come la sanità sia la più grande industria nazionale. Non c’è un reale interesse verso la prevenzione. Più ti ammali più cresce il PIL."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... quinto.htm
PREMETTO CHE NON SONO QUI' PER GIUDICARE LE VARIE ALIMENTAZIONI, quindi condannare i VEGANI, i VEGETARIANI ecc. ma sono quì per riportare delle informazioni che ritengo siano importanti per ognuno di noi, quindi anche per le persone che seguono le alimentazioni diverse dalla ONNIVORA impostata da >Madre >Natura quindi parte della CATENA ALIMENTARE..
L'articolo del dottor Liborio Quinto riporta:
"Nei paesi con maggior consumo pro capite di Latte e e formaggi, si riscontra una maggior incidenza di fratture all'anca.
Il dato, sembra strano, se si pensa che il latte è l'alimento più ricco di CALCIO.
Gli studiosi della nutrizione, chiamano questo fenomeno "il paradosso del CALCIO".
Ma perchè il latte, con tutto il CALCIO, favorisce l'indebolimento delle ossa?"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gnesio.htm

Difatti CIBI contenenti il CLORURO DI MAGNESIO, come il grano ed il sale sono RAFFINATI e resi CIBI VELENOSI ed è per questo la frase:
"Nei paesi con maggior consumo pro capite di Latte e e formaggi, si riscontra una maggior incidenza di fratture all'anca."
quindi nei paesi cosi detti CIVILI, abbiamo certezza che i CIBI RAFFINATI degli scaffali gli "ALIMENTI ESSENZIALI" contenuti nei CIBI NATURALI questi non ne contengono più.
E sono quelli che stanno nel SANGUE e nel liquido seminale maschile, di cui la CARENZA causa la MALATTIA.
Altro che studiosi, non riesco a definire quali siano questi citati STUDI.
Che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" siano nel SANGUE DI TUTTI gli animali al mondo, quindi anche nel SANGUE UMANO, la conferma ci viene, oltre la richiesta del medico di base con gli ESAMI DEL SANGUE, anche dalla pagina *.PDF del Ministero Della Salute con la RGR (Razione Giornaliera Raccomandata), dove questi "ALIMENTI ESSENZIALI" li elenca TUTTI, uno ad uno, stabilendo dei valori massimi da ingoiare giornalmente.
Eccone alcuni:
vitamina C mg 1000
vitamina D mcg 25
vitamina K mcg 105
acido folico mcg 400
vitamina B12 mcg 25
potassio NON DEFINITO
cloro NON DEFINITO
magnesio mg 450
boro mg 1.5
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm
Ci tengo a far notare che lo stile di vita è molto importante ma il solito CAFFE' (FLAGELLO UMANO) NUOCE sicuramente a tale produzione......
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nebase.htm

E recita ancora:
"Una pelle con poco COLLAGENE, è una pelle vecchia, poco elastica e piena di rughe."
A questo punto non riesco a spiegarmi il perchè la mia pelle, nonostante i miei 79 anni perchè nato nel 1940, NON E' RUGOSA, anzi è tirata e luminosa, benchè io viva di latte e latticini ed anche carne da SEMPRE
Faccio notare che la mia pelle NON PUZZA ed allungando il braccio, nel gomito non si formano quelle grinze tipiche delle persone della mia età.
"Naturalmente non ho mai lesinato con gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che ingoiavo ed ingoio ancora 4 volte il giorno.
Ora in data 25 novembre 2016 ho toccato il fondo pensando che sarebbero stati i miei ultimi giorni, ma per mia immensa fortuna mi sono trovato sotto il mouse un video che mi ha dato una speranza di vita.
Quindi deduco che anche la carne è un CIBO NATURALE anche in questi gironi oltre che in passato, come abbiamo rilevato sopra, ed avendo ora le GIUSTE INFORMAZIONI posso concludere senza ombra di dubbio che le dichiarazioni del dottor Liborio Quinto come quelle dell'oncologo Berrino, sono fatte per confondere le già precarie informazioni del TUTTO con il loro CONTRARIO DI TUTTO.
Mi stò ripetendo, ma lo faccio a ragion veduta, per spiegare e capire il comportamento di certi personaggi. quindi perdonabile.
Ora mi spiego meglio:
Abbiamo capito tutti che sul web si trova di TUTTO ed il CONTRARIO DI TUTTO, vero?
Ora vediamo il perchè:
Se trovi il TUTTO senza questo CONTRARIO DI TUTTO è chiaro che il TUTTO è FALSO.
Un esempio? semplicissimo.
Parlando del CLORURO DI MAGNESIO chi non ha letto la famosa testimonianza di padre Beno J. Schorr, professore sessantenne del Collegio di Santa Caterina di fisica, chimica e biologia, riguarda sciatalgie al nervo della coscia destra dovute a calcificazioni progressive dette "becco di pappagallo" riportata da moltissimi articoli?
Con la scusa di questa storia vengono aggiunte dosi che iniziano dai 33 grammi di CLORURO DI MAGNESIO da sciogliere in una bottiglia di acqua, poi secondo l'età, berne una tazzina da caffè o due.
Però guarda caso NON TROVI IL CONTRARIO DI QUESTO TUTTO".
Ma perchè?
Perchè chi consiglia queste dosi lo ha fatto sapendo che nessuno ha interesse a contrapporre il CONTRARIO DI TUTTO, Questo determina senza ombra di dubbio che questo TUTTO è FALSO.
Ma allora queste dosi sono FALSE, certo che sono FALSE, proprio perchè non vi è il CONTRARIO DEL TUTTO, e viene fatto affinchè queste dosi non portino dei VERI benefici. e che chi prova, poi smetta.
Lo dimostra il fatto controllabile che le bustine già pronte dei 33 grammi di CLORURO DI MAGNESIO le si trova in farmacia alla portata di tutti ed a prezzi sorbitanti.
A conferma che le dosi sono FALSE la pagina recita:
"Ansia e Magnesio sono due elementi di un legame conosciuto da tempo e vediamo subito da vicino come può il Magnesio e influire sugli stati di Ansia.
Il simbolo chimico del Magnesio è MG, il suo numero atomico è il 12 e questo elemento è veramente diffuso: il Magnesio compone ben il 2% del nostro pianeta, rintracciabile sopratutto nell’ acqua marina e, sebbene sia impossibile da trovare allo stato puro, in natura, è sempre presente legato ad altri elementi.
Pare che le origini del Magnesio e del suo nome ci riportino ad un paese in Anatolia, il cui nome era appunto Magnesio. Il Magnesio è presente nel corpo umano per un totale di circa 25 grammi, distribuiti nelle ossa, nel Cervello, nei testicoli nel fegato e nei reni.
Ansia e Magnesio sono spesso associati perché quest’ultimo agisce a livello del sistema nervoso autonomo e molti studi medici hanno evidenziato nel corso degli anni come la possa rivelarsi estremamente efficace in caso di Depressione e di comportamento Antisociale. Questo è quello che sembra risultare sul rapporto fra Ansia e Magnesio.
Effettivamente che si tratti di un elemento basilare per la nostra vita è cosa certa, e sembra anche provata la sua efficacia, ma quello che io mi chiedo è: il nostro disagio a seguito di un fatto traumatico avviene perché si è carenti di Magnesio o sono i livelli di quest’ultimo ad abbassarsi drasticamente per le condizioni psicofisiche conseguenti ad un evento traumatico o ad un contesto fortemente stressante?
Pensateci: l’esito di questa domanda potrebbe aprire numerose porte, sopratutto in termii di approccio e diagnosi nei confronti di tutti i fenomeni legati all?Ansia, compresa l’Ansia stessa."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eansia.htm

Quindi abbiamo certezza che nel corpo umano vi sono in circolo circa 25 grammi di MAGNESIO, quindi come potranno essere sostituite le parti che il corpo usa giornalmente per il suo fabbisogno con dosi così piccole?
Ora invece passiamo al TUTTO con il CONTRARIO DI TUTTO, il quale, proprio per la sua esistenza conferma che il TUTTO E' VERO!
E' la chiara dimostrazione che questo TUTTO tocca gli interessi di chi questo TUTTO porta dei danni.
Bene, arrivo al dunque:
Vi presento il CONTRARIO DI TUTTO, che inoltre, sono in CONFLITTO DI INTERESSI in quanto medici e ce la mettono tutta pur di raggiungere il loro scopo.
Ora lascio a Voi lettori tirare le Vostre personali conclusioni, poichè per me, come ho già detto, continuerò ad ingoiare i CIBI NATURALI ogni giorno della mia vita, CARNE, LATTE o DERIVATI che siano.

Per poter comprendere il significato dell'articolo in oggetto, dobbiamo partire e capire il ruolo del latte per le specie il cui corpo è impostato in questo modo, che per farlo, la EVOLUZIONE ha stabilito che col numero perfetto, il 3 (tre), il tutto si compia senza creare problemi, rendendo la vita facile a chi questo compito lo deve svolgere per tutta la sua vita, COSTANTEMENTE.
Il numero uno è il machio che ha il compito di GENERARE quello spermatozoo che è l'inizio della vita.
Il numero due, la femmina che è la più importante, ed è quella che dà la vita al nascituro.
Il numero tre, non può essere che il latte, il quale contiene gli "ALIMENTI ESSENZIALI". Dato che facciamo parte del REGNO ANIMALE, il latte di ogni specie DEVE contenere questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che fanno parte del suo sangue. Salvo qualche variazione negli enzimi. Sappiamo dai nostri avi, quindi dalla loro esperienza, che per l'uomo il latte migliore in caso, è quello di asina.
Infatti sappiamo tutti che non basta il latte di soia, o il latte di mandorla, oppure il latte di riso ecc, per allevare il nascituro e continuare queste specie, ma questo latte DEVE CONTENERE ciò che può dare la vita a questo nascituro.
Di solito alla domanda che faccio al mio interlocutore:
"SAI PERCHE' SEI VENUTO AL MONDO?"
questo personaggio mi dimostra chiaramente che non lo sà, quindi per non fare brutta figura, mi dà delle risposte come:
"perchè i miei genitori....... ecc. ecc."
Ecco che allora faccio la domanda di riserva:
"Chi è nato prima, l'uovo o la gallina?"
Peggio che andar di notte.
Ecco che allora in 4 parole faccio capire l'inghippo, poichè questo dilemma è stato preparato a tavolino in modo da confondere le idee a tutta la umanità, poichè IL SAPERE E' POTERE.
Chiarito questo allora spiego anche il perchè si è venuti al mondo, come lo è per ogni specie vivente:
"LA CONTINUAZIONE DELLA SPECIE."
E questo lo svolge il corpo AUTONOMAMENTE, senza l'uso del cervello, sia per il maschio che per la femmina.
I loro corpi lo sanno benissimo perchè sono venuti al mondo e senza l'uso del cervello, il quale dal suo corpo non è proprio considerato poichè il corpo lo sà che il suo CERVELLO è STUPIDO.
Difatti lui sà benissimo che tutti i suoi problemi sono causati dal suo CERVELLO: FUMA, DROGATI, STRAMANGIA ecc..
Quindi il perchè sono venuti al mondo sia il corpo del maschio che quello della femmina lo sanno benissimo.
La riprova ci viene dal fatto che dal giorno della maturazione il corpo del maschio, prima produce quel liquido seminale nel quale poi GENERA quello spermatozoo che è l'inizio della vita futura, e questo lo fà AUTONOMAMENTE senza l'uso dello stupido CERVELLO, il quale è proprio tagliato fuori da questo ciclo che viene svolto per tutta la vita.
Ma ciò che è ancora più comprensibile e preciso, è il corpo della femmina, il quale alla maturazione inizia ad AUTOPRODURRE quell'ovolo OGNI CICLO MESTRUO e non mensile, per essere pronta a ricevere quello spermatozoo che dalla loro unione in lei, col tempo stabilito da >Madre >Natura che è diverso per ogni specie, lei darà la vita al nascituro.
Ma questo processo avviene SENZA L'USO DEL CERVELLO.
La dimostrazione pratica è che non sempre questo ciclo finale è programmato.
Chi me lo può contestare?
Detto questo ora dobbiamo capire che il corpo dell'individuo, sia maschile che femminile questo compito lo fa NATURALMENTE e mi mi permetto di dire che lo fà PER ISTINTO, come si dice facciano gli altri animali denigrandoli. Questo dimostra chiaramente che non solo l'Homo Sapiens fà parte del REGNO ANIMALE, ma che anche lui, nella cosa più importante per cui è venuto al mondo segue l'ISTINTO di TUTTE le altre specie animali. Quindi tutto quello si attribuisce al genere umano è fatto per ingannare il proprio simile.
E cosa è ciò che ha tutta questa importanza?
Sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" detti dalla medicina "integratori", che stanno nel SANGUE di entrambi i sessi, e nel maschio nel suo liquido seminale, nel quale GENERA poi questa partenza, che è di ogni animale al mondo o nella LINFA dei vegetali.
Sappiamo anche che questo latte, rispetto agli altri latte prodotto dalle industrie alimentari, ha un contenuto in sali minerali e vitamine che sono la base della vita del neonato poichè scritti nel suo DNA.
Questo però è per TUTTE le femmine che hanno questo processo come partenza della vita, quindi anche la leonessa, la balena, la mucca o l'asina, che i nostri avi sapevano benissimo che in caso di carenza di latte, per il nascituro è il più indicato. Altro che liofilizzati ecc...
Detto questo, penso che ora sia più facile capire che nonostante la DEMONIZZAZIONE da parte di chi vive sulla malattia altrui, di questo LATTE, CIBO NATURALE, come lo è per l'UOVO, come abbiamo rilevato alcuni post precedenti, questi "ALIMENTI ESSENZIALI2 che sono la base della vita sulla terra, sono INDISPENSABILI per mantenersi una VERA SALUTE.
Ed ora ecco in oggetto l'articolo che cita questi "ALIMENTI ESSENZIALI" facendo rilevare l'importanza di questi per la VERA SALUTE, che per farlo li mette nel SIERO del latte che diventa così il terzo componente per la vita futura, come detto sopra.
Di questo articolo cito la parte che recita:
"Ancora poco conosciuto, il siero di latte è un vero e proprio elisir di salute. Dopo che il latte intero subisce il processo di caseificazione, quello che rimane è il siero che contiene amminoacidi, minerali, vitamine e proteine.
Questo prezioso composto non contiene grassi, lattosio e cloruro di sodio. Insomma, solo il buono, e che buono!
Un integratore alimentare del tutto naturale, noto già al medico dei medici Ippocrate che lo consigliava a completamento di un alimentazione sana.
A chi può servire il siero di latte?
Sicuramente agli sportivi che hanno bisogno di una buona quantità di liquidi e minerali: il siero di latte reintegra non solo i liquidi ma anche minerali essenziali per lo sforzo e il ferro, indispensabile per l'energia. Il siero di latte è ottimo anche per le donne in menopausa che hanno un fabbisogno più alto proprio di liquidi e minerali e per la prevenzione dell'osteoporosi."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziali.htm

Data la similitudine di questo articolo del dottor Liborio Quinto, che riporto su questa pagina e l'articolo del dottor Berrino su altra pagina, mi permetto di contrapporre delle verità dimostranti esattamente il contrario delle loro dichiarazioni, che ritengo siano fatte da loro con uno scopo ben preciso:
DEMONIZZARE del CIBO NATURALE DA SEMPRE a favore di CIBI INNATURALI.
Tra i due articoli però una differenza, il dottor Berrino ammette che i CIBI delle industrie sono INNATURALI, e scrive:
"Quello che diamo da mangiare ai nostri malati è il peggio del peggio, ma noi vogliamo bene ai nostri malati, VOGLIAMO CHE TORNINO. Se noi ci ammaliamo aumenta il PIL, c’è crescita. La Sanità è la più grande industria economica. Non c’è interesse economico per la prevenzione” !!
Il Prof. Berrino ci spiega come la sanità sia la più grande industria nazionale. Non c’è un reale interesse verso la prevenzione. Più ti ammali più cresce il PIL."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... errino.htm
Questo ed altri studi determinano chiaramente che le informazioni sul LATTE VACCINO descritte sul web
SONO FALSE,
quindi DISINFORMATIVE E TENDENZIOSE, in quanto è FALSO che quanto descritto riguardo ai PRODOTTI CHIMICI imposti agli animali, questi animali grazie all'ACIDO ASCORBICO AUTOPRODOTTO, vengono da questo ACIDO ASCORBICO neutralizzati e quindi non più nocivi per l'individuo che ha subito questa pratica e quindi neppure per la razza umana.
Si dice che il latte và bene solo per i piccoli ma non per gli adulti.
E' facile provare la FALSITA' di questa tesi.
Le persone che dichiarano questo, lo fanno perchè si sono dimenticati che i loro avi provengono da un modo di lavorare che è durato fino all'avvento delle industrie e si chiamava:
MEZZADRIA
che esiste ancora oggi specialmente nel sud.
Ed in queste dette "masserie" al sud o "cascine" al nord, dove era richiesto il lavoro di molte persone, di solito di una famiglia completa, ma in caso si ingaggiavano persone sole a stagione, queste però vivevano sopratutto di LATTE e di LATTICINI, poichè da che l'uomo ha gli animali domestici ha imparato a ricavare dal LATTE i CIBI NATURALI più svariati, ottenendone molta salute. Ma anche di carne di ogni tipo di animale. Dato l'interscambio solo nel paese, in quanto a quei tempi era impossibile esportare i proventi in un'altra regione, ma l'interscambio avveniva tra paesani.
Naturalmente queste sopradette sono denominate ora "aziende" che sotto l'aia avevano cavalli, pecore, capre, asini, maiali, conigli, galline, e molti altri animali da cortile, ma sopratutto anche le mucche, il cui maschio della specie si chiama toro ed il piccolo vitello, il maschio castrato bue. Il bue è un castrato e quindi non può inseminare una mucca. ... Il maschio della mucca e' il toro, il bue e' il maschio castrato..28 mar 2007
Il bue veniva attaccato all'aratro per vangare il terreno e fare le semine.
Naturalmente così si coltivavano i cereali che NON CAUSAVANO la CELIACHIA, e dato che sono ancora CIBI NATURALI, diventano INNATURALI dopo il trattamento INDUSTRIALE e la raffinazione.
Un esempio?
La pagina recita:
"La carenza di magnesio, un problema attuale
Magnesio e cloruro di magnesio per la salute.
La carenza di magnesio, così come per altri preziosi minerali, è sempre più evidente in una società indirizzata verso un sempre più diffuso costume di seguire una dieta povera di nutrienti.
Questo diffuso "malcostume" è supportato dalla pubblicità che invita a consumare piatti già pronti, sempre più industrializzati e raffinati. Ci ritroviamo così sulla tavola alimenti sempre più colorati, saporiti, veloci e facili da consumare ma, per contro,sempre più poveri dal lato nutrizionale.
Può raccontare, in due parole, la sconvolgente esperienza del dott. Delbet nell’utilizzo del cloruro di magnesio nella cura di malattie importanti come la Difterite? E, soprattutto, l’incredibile risposta dal Consiglio dell’Accademia di Medicina quando il professor Delbet propose la terapia magnesiaca per la cura di questa malattia?
"Il dott. Neveu, nel 1932, utilizzò in un caso di difterite una soluzione di cloruro di magnesio nel tentativo di ridurre il rischio di reazione allergica al siero antidifterico che avrebbe poi somministrato, poiché Delbet aveva dimostrato che la soluzione poteva ridurre la risposta allergica. Quando il giorno dopo arrivarono dal laboratorio le risposte delle analisi che confermavano la difterite, e quindi prima di aver somministrato il siero, Neveu si accorse con grande stupore che la bimba era già perfettamente guarita. Dopo questo caso ne trattò altri 5 nei mesi successivi, e tutti guarirono perfettamente.
Negli anni seguenti tratta oltre 60 casi, tutti guariti senza dover mai utilizzare il siero antidifterico. Allora pubblica su una rivista medica un paio di articoli sul trattamento della difterite ed alcuni colleghi lo provano e ne confermano gli ottimi risultati.
Nel 1943 Neveu si accorge che oltre alla difterite il cloruro di magnesio era in grado di guarire anche l’altro grande flagello di quegli anni, la poliomielite. Allora cerca di ottenere una ufficializzazione del metodo, presentandolo all’Accademia di Medicina e si rivolge a Delbet che ne era membro.
Ma l’Accademia rifiuta a Delbet il permesso di effettuare la comunicazione a nome di Neveu in quanto questi non è membro dell’Accademia (cosa che in altre occasioni era stata fatta senza problemi).
Allora Delbet decide di presentarla a suo nome ma anche qui con mille scuse gli viene negato il permesso di parlare.
Dopo lunghe e accese discussioni gli viene concessa la parola ma la sua relazione non verrà mai pubblicata sul bollettino dell’Accademia. Alle proteste di Delbet viene risposto ufficialmente che ‘Facendo conoscere un nuovo trattamento contro la difterite verrebbero impedite le vaccinazioni, mentre l’interesse comune è di generalizzare le vaccinazioni stesse’
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... gnesio.htm

Ora approfondendo sulle varie qualità di LATTE proposte in commercio, devo fare una domanda logica:
"Quale è la differenza tra il LATTE ANIMALE ed il LATTE VEGETALE?"
La differenza stà semplicemente nel contenuto in "ALIMENTI ESSENZIALI". Il file riporta una analisi del contenuto in vitamine nel latte animale, di mucca, ma non in SALI MINERALI, "ALIMENTI ESSENZIALI" altrettanto importanti in quanto nel sangue di TUTTI gli animali al mondo e nella linfa dei vegetali:
"Contenuto di vitamine nel latte animale
Latte di mucca
A (retinolo) 10-90
Carotene 5-40
D (calciferolo) 0,01-0,2
E (Tocoferolo) 20-200
K tracce-17
B1 (Tiamina) 20-80
B2 (Riboflavina) 80-260
B6 (Piridossina) 17-190
B12 (Cobalamina) 0,2-0,7
Acido Folico 1-10
Acido Panto-tenico 260-490
C (Acido Ascorbico) 500-3.000
Colina 5.000-45.000
H (Biotina) 1-7
PP (Acido nicotinico) 30-200
* Livelli di assunzioni giornaliere raccomandate (uomo di riferimento, 30-59 anni)
f. p.c. = peso corporeo



http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tamine.pdf

Naturalmente non sono stati rilevati i SALI MINERALI, altri "ALIMENTI ESSENZIALI" che sono indispensabili all'individuo vivente che negli animali è nel loro sangue.
Ecco il motivo per cui i nascituri hanno bisogno del LATTE MATERNO, che in caso di impossibilità della madre, và bene anche il latte di altra specie e non del latte vegetale.
Sicuramente però non può essere sostituito da latte VEGETALE, in quanto questo latte oltre tutto se industriale hanno l'aggiunta di PRODOTTI CHIMICI VELENOSI come conservati, coloranti e come buon ultimo gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" per dare il gusto al prodotto, che sono ricavati dal petrolio, ma infine non contengono che in parte gli "ALIMENTI ESSENZIALI" indispensabili al neonato per crescere.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aromia.htm

Come latte vegetale, il peggiore di tutti è quello di soia, in quanto oltre che contenere gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" è sicuramente nocivo alla salute umana.
La pagina recita:
"Sugli inganni perpetrati da sempre, mi spiego meglio:
Dato che con la DISINFORMAZIONE ci guadagnano un sacco di categorie, come elencato sopra, da questa alimentazione, oltre queste però dobbiamo aggiungere anche le INDUSTRIE ALIMENTARI.
Certo, per esempio quelle della SOIA, cui da questi personaggi è consigliato il LATTE DI SOIA.
Al riguardo dobbiamo tenere presente che sui benefici della soia vi sono delle divergenze a livello mondiale sull'uso di questa, escluso le nazioni nelle quali la soia è un prodotto da sempre.
Sì perchè il "natto" è un formaggio ricavato da questa soia, ed abbiamo visto che è un ottimo apportatore di vitamina K2, PERO' E' RICAVATO DALLA SOIA "FERMENTATA", che quindi durante la fermentazione i prodotti controindicati alla salute umana se ne sono andati.
Al contrario del latte di soia e di tutti quei prodotti ricavati e venduti dalle nostre industrie, senza aspettare la "FERMENTAZIONE", in quanto questa è una perdita in denaro.
Dell'articolo sottolineo la parola "FERMENTATA" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farlo in quanto le industrie alimentari usano per produrre i prodotti che propongono sugli scaffali, la soia NON FERMENTATA:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm

La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ecchia.htm
Tornando all'indagato principale, il LATTE, ecco che per sconfiggere "il contrario di tutto" ci vengono in aiuto degli studi i quali ci danno delle prove concrete addirittura contro i tumori.
Per altri studi:
"Attività antitumorale di latte di mucca, pecora, capra, cavalla, asino e cammello e loro caseine e proteine ??del siero di latte e confronto in silico delle caseine.
Shariatikia M, et al. Mol Biol Res Commun. 2017.
Mostra la citazione completa"
http://clorurodimagnesio.altervista.org ... studio.htm
“Quello che diamo da mangiare ai nostri malati è il peggio del peggio, ma noi vogliamo bene ai nostri malati, VOGLIAMO CHE TORNINO. Se noi ci ammaliamo aumenta il PIL, c’è crescita. La Sanità è la più grande industria economica. Non c’è interesse economico per la prevenzione” !!
Il Prof. Berrino ci spiega come la sanità sia la più grande industria nazionale. Non c’è un reale interesse verso la prevenzione. Più ti ammali più cresce il PIL.
Guarda QUI il video delle agghiaccianti dichiarazioni del prof. Berrino.
https://www.youtube.com/watch?feature=p ... lLDduDOou8
https://www.youtube.com/watch?feature=p ... -WVpB442t4
“Mediamente quello che diamo da mangiare ai nostri malati negli ospedali è il peggio del peggio. Io ritengo che non gli faccia bene ma sa…io dico sempre che noi vogliamo bene ai nostri malati, vogliamo che tornino da noi…
Mettiamola così: se noi ci ammaliamo aumenta il PIL, c’è crescita, diminuisce lo SPREAD. La sanità è la più grande industria nazionale ricordava il professor Monti.
Non c’è direttamente…non c’è un interesse economico nei confronti della prevenzione…che parola si potrebbe usare per definirla? Una gran commistione di ignoranza…di stupidità…e di interessi”
Ecco la dichiarazione del Prof. Berrino fatta alle Iene nella puntata su alimentazione e tumori. Nel suo libro Il Cibo dell’Uomo, partendo da considerazioni storiche, su come il cibo fosse considerato terapeutico dai nostri progenitori, giunge ai risultati odierni delle ricerche scientifiche in questo campo. Di seguito un estratto che mostra come l’alimentazione moderna non sia per nulla salutare e come andrebbe corretta.
Nel ricco occidente è cambiato lo stile alimentare
Nei paesi occidentali ricchi, soprattutto nel corso dell’ultimo secolo, lo stile alimentare si è progressivamente discostato da questo schema tradizionale dell’alimentazione dell’uomo per privilegiare cibi che un tempo erano mangiati solo eccezionalmente, come molti cibi animali (carni e latticini), o che non erano neanche conosciuti, come lo zucchero, le farine molto raffinate (come si riesce a ottenerle solo con le macchine moderne), gli oli raffinati(estratti chimicamente dai semi o dai frutti oleosi), o che addirittura non esistono in natura (come certi grassi che entrano nella composizione delle margarine, o come certi sostituti sintetici dei grassi che non essendo assimilabili dall’intestino consentirebbero, secondo la pubblicità, di continuare a mangiare schifezze senza paura di ingrassare). Questo modo di mangiare sempre più “ricco” di calorie, di zuccheri, di grassi e di proteine animali, ma
in realtà “povero” di alimenti naturalmente completi, ha contribuito grandemente allo sviluppo delle malattie tipiche dei paesi ricchi: l’obesità, la stitichezza, il diabete, l’ipertensione, l’osteoporosi, l’ipertrofia prostatica, l’aterosclerosi, l’infarto del miocardio, le demenze senili, e molti tumori, fra cuii tumori dell’intestino, della mammella, della prostata.
Il cibo di origine animale
L’uomo, in realtà, ha sempre mangiato anche cibo animale, ma se si eccettuano alcuni popoli nomadi, o quelli che vivono in condizioni ambientali estreme per freddo o per altitudine, sono ben pochi gli esempi di alimentazione tradizionale con un’alta quota di cibo animale. Anche il latte, che oggi in Occidente è alimento quotidiano, dai più era consumato solo occasionalmente, perché non poteva essere conservato ed era facile veicolo di infezioni. È stato solo alcuni decenni dopo la scoperta della pastorizzazione, in pratica dopo la
prima guerra mondiale, che ha cominciato ad essere distribuito nelle città. Ma molti popoli ancor oggi non bevono più latte dopo lo svezzamento. La cultura medica, giustamente preoccupata del grave stato di denutrizione che imperversava nelle nostre campagne e nei quartieri popolari delle città nei primi decenni del secolo, ha avuto un ruolo importante nella promozione del cibo animale, e la disponibilità di latte e di carne, insieme al miglioramento delle condizioni igieniche delle abitazioni, ha probabilmente contribuito a migliorare lo stato nutrizionale e a difenderci dalle malattie infettive. Ma poi siamo andati troppo avanti su questa strada e il consumo di cibi animali e di cibi raffinati è entrato in una spirale di interessi produttivi e commerciali che ha completamente sovvertito le tradizioni alimentari dell’uomo.Non vogliamo certo sostenere che si stava meglio quando si stava peggio, quando c’era la fame e la povertà, ma piuttosto che la nostra ricchezza ci consentirebbe una varietà di dieta sufficiente a soddisfare appieno sia le nostre esigenze fisiologiche e nutrizionali sia il piacere della buona tavola senza sovraccaricarci di prodotti animali e di cibi impoveriti dai trattamenti industriali, che solo il plagio della pubblicità televisiva riesce a farci sembrare buoni.
Franco Berrino è medico, patologo, ed epidemiologo. Per molti anni ha lavorato all’Istituto Nazionale Tumori di Milano, dove ha coordinato il progetto DIANA, sulla relazione tra alimentazione e tumori (in particolare al seno).
I suoi studi hanno analizzato lo sviluppo dei tumori in Italia e in Europa, e in particolare il rapporto fra stile alimentare, livelli ormonali e successiva incidenza del cancro. Oggi promuove la corretta alimentazione come prezioso strumento per prevenire l’incidenza del cancro e delle sue recidive.
E soprattutto, da sempre, ha a cuore la salute delle donne e degli uomini.
http://clorurodimagnesio.altervista.org ... errino.htm

TRADUZIONE
Introduzione e sintesi del supplemento, ruolo del latte e dei prodotti lattiero-caseari nella salute e prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili: una serie di revisioni sistematiche.
Gil Á, et al. Adv Nutr. 2019.
Mostra citazione completa




ORIGINALE
Introduction and Executive Summary of the Supplement, Role of Milk and Dairy Products in Health and Prevention of Noncommunicable Chronic Diseases: A Series of Systematic Reviews.



TRADUZIONE
Astratto
Il latte e i prodotti lattiero-caseari contengono più nutrienti e contribuiscono in modo significativo a soddisfare i requisiti nutrizionali di proteine, calcio, magnesio, fosforo, potassio, zinco, selenio, vitamina A, riboflavina, vitamina B-12 e acido pantotenico. Tuttavia, il consumo di prodotti lattiero-caseari sta diminuendo e si sta allontanando dal livello consigliato in molti paesi e i potenziali benefici per la salute del latte e dei prodotti lattiero-caseari sono stati messi in discussione. Questo, nonostante numerosi studi riportino benefici per la salute associati al consumo di latte. Il presente supplemento ha lo scopo di valutare e sintetizzare le prove scientifiche relative all'impatto dell'assunzione di prodotti lattiero-caseari sulla salute e sulla mortalità per tutte le cause, e sulla prevenzione di diverse malattie croniche, principalmente da meta-analisi di studi osservazionali e studi randomizzati controllati (RCT). Sembrano esserci associazioni positive tra l'assunzione moderata di latte materno durante la gravidanza e il peso alla nascita del bambino, la lunghezza e il contenuto di minerali ossei durante l'infanzia. Inoltre, il consumo di prodotti lattiero-caseari nei soggetti più anziani può ridurre il rischio di fragilità e ridurre il rischio di sarcopenia. Il più alto consumo di prodotti lattiero-caseari non ha mostrato una chiara associazione con la frattura osteoporotica totale e il rischio di frattura dell'anca; tuttavia, è stato riscontrato un rischio ridotto di frattura vertebrale. L'analisi delle differenze tra consumo di latte alto e basso e dose-risposta non ha trovato alcuna associazione tra il consumo di prodotti lattiero-caseari e il rischio di mortalità per tutte le cause. Il consumo di latte totale e magro è associato a un ridotto rischio di sviluppare la sindrome metabolica e le prove attuali supportano che il consumo di latte non influisce negativamente sul rischio di esiti cardiovascolari e può anche avere un sottile effetto protettivo. Inoltre, sono state fornite prove di un'associazione inversa tra consumo di latticini e cardiopatia ischemica e infarto miocardico. Inoltre, l'evidenza suggerisce che il consumo di prodotti lattiero-caseari, in particolare i latticini a basso contenuto di grassi e lo yogurt, sono associati a un minor rischio di diabete di tipo 2. Allo stesso modo, moderato rispetto al consumo medio di prodotti lattiero-caseari è associato a un minor rischio di cancro del colon-retto e della vescica e non ha alcuna associazione con il cancro alla prostata. Infine, il consumo di latte o di prodotti lattiero-caseari non ha mostrato un effetto proinfiammatorio su soggetti sani, individui in sovrappeso / obesi o individui con altre anomalie metaboliche e la fortificazione di prodotti lattiero-caseari con fitosteroli e acidi grassi ?-3 sembra essere un buon approccio per migliorare i biomarcatori del rischio cardiometabolico. In conclusione, le revisioni sistematiche e le meta-analisi del presente supplemento supportano un adeguato consumo di latte nelle varie fasi della vita e nella prevenzione / controllo di varie malattie croniche non trasmissibili.




ORIGINALE
Abstract

Milk and dairy products contain multiple nutrients and contribute significantly to meet the nutritional requirements for protein, calcium, magnesium, phosphorus, potassium, zinc, selenium, vitamin A, riboflavin, vitamin B-12, and pantothenic acid. However, consumption of dairy is decreasing and moving away from the advised level in many countries and the potential benefits of milk and dairy products for health have come under question. This, in spite that numerous studies report health benefits associated with dairy consumption. The present supplement aims to assess and summarize scientific evidence regarding the impact of dairy intake on health and all-cause mortality, and on the prevention of diverse chronic diseases, mainly from meta-analyses of observational studies and randomized controlled trials (RCTs). There seem to positive associations between moderate maternal milk intake during pregnancy and infant birth weight, length and bone mineral content during childhood. Moreover, consumption of dairy products in older subjects may reduce the risk of frailty and decrease the risk for sarcopenia. The highest consumption of dairy products did not show a clear association with total osteoporotic fracture and hip fracture risk; however, a diminished risk of vertebral fracture was found. Analysis of the differences between high and low dairy consumption and for dose-response found no association between dairy product consumption and risk of all-cause mortality. Total and low-fat dairy consumption is associated with a reduced risk of developing metabolic syndrome and current evidence supports that consumption of dairy does not adversely affect the risk of cardiovascular outcomes and may even have a subtle protective effect. Moreover, evidence has been provided of an inverse association between the consumption of dairy products and ischemic heart disease and myocardial infarction. Also, the evidence suggests that dairy consumption, particularly low-fat dairy and yogurt is associated with a lower risk of type 2 diabetes. Likewise, moderate compared with medium consumption of dairy is associated lower risk for colorectal and bladder cancer and has no association with prostate cancer. Finally, consumption of milk or dairy products did not show a proinflammatory effect on healthy subjects, overweight/obese individuals, or individuals with other metabolic abnormalities, and fortification of dairy products with phytosterols and ?-3 fatty acids seems to be a good approach to improve cardiometabolic risk biomarkers. In conclusion, the systematic reviews and meta-analyses of the present supplement support adequate milk consumption at various stages of life and in the prevention/control of various noncommunicable chronic diseases.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aseari.htm
.
.


11 nov 2019, 09:18
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)