Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 18 ago 2019, 02:31


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 TUTTE LE MALATTIE HANNO ORIGINE NELL’INTESTINO (IPPOCRATE-46 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1281
Località: Saluzzo
Messaggio TUTTE LE MALATTIE HANNO ORIGINE NELL’INTESTINO (IPPOCRATE-46
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lcorpo.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Chiedo scusa se mi permetto, ma l'autore dell'articolo ha dimenticato due fatti moltissimo importanti, e sono quello che permette di spostare i cibi nei vari tratti dell'intestino, permettendo ai villi di assorbire ciò che è utile al corpo, e si chiama:
MOVIMENTO
e la
STITICHEZZA
La pagina recita:
"Che il MOVIMENTO sia importante per TUTTI gli animali, è ormai ampiamente dimostrato . A conferma quest'altro articolo del fondo pagina che riporta.
"La sola attività fisica è in grado di modificare il microbiota intestinale dell’uomo in termini di composizione e funzionalità. È quanto hanno osservato Jacob M. Allen e il suo gruppo di ricerca, soprattutto in soggetti normopeso e in relazione all’esercizio continuato nel tempo, attraverso uno studio recentemente pubblicato in Medicine & Science in Sports & Exercise.
Nonostante infatti l’attività fisica fosse stata più volte associata ad alterazioni nella composizione batterica dell’intestino, non era stato ancora approfondito, almeno fino a questo studio, il suo contributo nel tempo oltre che il suo effetto in soggetti normopeso vs obesi.
A questo proposito, i ricercatori hanno voluto determinare l’impatto che l’esercizio fisico continuativo ha riportato sulla composizione, sulle capacità funzionali e sulla produzione di particolari metaboliti del microbiota intestinale di 32 individui sedentari, dei quali 18 normopeso (gruppo 1) e 14 obesi (gruppo 2).
Dai 30 ai 60 minuti di attività fisica tre volte alla settimana"
Quindi mi permetto di insistere nell'informazione che sono certo aiuterà molte
persone che di questo MOVIMENTO non ne hanno mai sentito parlare.
La macchina umana è perfetta come lo è ogni specie vivente su questo pianeta.
A renderle tali è la EVOLUZIONE che modifica nel tempo ELIMINANDO o MIGLIORANDO tutto ciò che può causare
danni all'individuo e di conseguenza alla specie, oppure aggiungendo tutto ciò che può renderlo sempre più AUTONOMO ed in PERFETTA SALUTE.
E' comprensibile che queste modifiche vengano scritte nel suo DNA, che di conseguenza non può esserci spazio alla cosi detta EREDITARIETA', quindi non può esserci neppure per la specie umana, che in caso contrario non esisterebbe più la EVOLUZIONE.
Lo dimostra il fatto che la mano dell'uomo riesce, in un modo o nell'altro, a MANIPOLARE molte specie, sia animali che vegetali.
Tutto questo perchè la partenza della vita sul pianeta terra è negli "ALIMENTI
ESSENZIALI" che per gli animali sono nel liquido seminale maschile detto SPERMA, mentre per i vegetali sono nel GERME e SONO SCRITTI A LETTERE DI FUOCO NEL LORO DNA..
E' comprensibile che in entrambi i casi DEVONO ESSERE PRESENTI gli stessi
"ALIMENTI ESSENZIALI", e che in caso di CARENZA di questi, non può partire la vita.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sperma.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm
E' quindi altrettanto comprensibile che è in questo inizio che viene scritto a quelle dette LETTERE DI FUOCO il loro DNA, che sarà per TUTTA la loro vita.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... estini.htm
Senza contare della STITICHEZZA, causa prima di TUTTE le malattie:
La pagina recita:
"La STITICHEZZA è la malattia più grave di cui soffre la umanità, in quanto è dagli intestini che iniziano TUTTE le malattie possibili. La causa vera di questa STITICHEZZA è la CARENZA certa di ACIDO ASCORBICO. Difatti quando si parla di ACIDO ASCORBICO viene immediatamente collegata la DIARREA. La prova semplice è che nessun essere vivente soffre di STITICHEZZA. Loro non hanno gabinetti e sono certo che non si curano di dove depositano le loro feci liberando i loro intestini.
Questo semplice fatto anche da solo dimostra senza ombra di dubbio che liberare gli intestini è un fatto IMPORTANTISSIMO.
Questi CIBI INNATURALI degli scaffali, quindi delle industrie alimentari, sono la prima causa di STITICHEZZA, la malattia più grave per l'uomo ed è la causa di TUTTE le malattie conosciute e sconosciute poichè è dagli intestini che hanno l'inizio.
La medicina non la considera tale, poichè i suoi interessi sono tutt'altro che la SALUTE UMANA.
La dimostrazione pratica è che molti di noi, camminando per strada hanno avuto la disavventura di trovarsi le feci di un colombo o di un altro uccello sul vestito.
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni dagli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO.
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
Un altro fatto incontestabile però è che TUTTE le specie, sia animali che vegetali hanno la AUTOPRODUZIONE di questo ACIDO ASCORBICO.
Che sia IMPORTANTISSIMO eliminare gli scarti dal corpo lo conferma il dottor Alexis Carrel, un francese Premio Nobel. La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eterne.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... chezza.htm

La maggior parte dei problemi di salute o malattie croniche derivano da un apparato digerente compromesso. I processi di autoriparazione e difesa dell’organismo partono principalmente dall’intestino che è la sede del sistema immunitario, dell’assimilazione dei nutrienti chiave, produzione di alcune vitamine, produzione di alcuni ormoni (come la serotonina) e si occupa anche dell’impedire ad organismi estranei di entrare nel flusso sanguigno.

L’ intestino è un sistema molto delicato e sensibile a tutto ciò che mangiamo e sentiamo a livello emotivo, tanto che chi manifesta patologie autoimmuni ha quasi sempre un mal funzionamento del proprio sistema gastrointestinale. Recenti studi mostrano come le infiammazioni dei tessuti delle pareti gastriche e intestinali sono la causa scatenante di moltissime patologie e aggravano tutte le altre. Quindi possiamo dire che oggi gli scienziati hanno dimostrato quello che Ippocrate aveva detto 2500 anni fa.

Diverse ricerche scientifiche (vedi riferimenti in fondo all’articolo) hanno dimostrato che una flora intestinale sbilanciata causaobesità, sovrappeso, malattie cardiovascolari, carie, osteoporosi, infezioni alle vie respiratorie, depressione e patologie autoimmuni. I batteri del nostro intestino infatti hanno un ruolo cruciale nel controllare l’immunità, l’assorbimento del cibo, l’accumulazione dei grassi, la trasmissione dei segnali relativi all’insulina, la regolazione della massa ossea e gli ormoni che decidono il nostro umore.
Disbiosi

La disbiosi intestinale è una condizione che si verifica quando vi è uno squilibrio tra batteri buoni e quelli cattivi nell’intestino. La disbiosi è causata dall’alimentazione, in particolare dalla dieta moderna, ecco in cosa consiste:

Elevato consumo di zuccheri
Eccesso di cibi fritti e salati
Cibi raffinati e trasformati
Basso contenuto di fibre, minerali, acidi grassi essenziali (due soli sono gli acidi omega essenziali, cioè non sintetizzabili dal corpo umano: l’acido alfalinolenico (omega 3) e l’acido linoleico (omega 6)
Conservanti
Ormoni contenuti nella carne, nel pesce e nei latticini.

Se aggiungiamo a questi fattori lo stress e l’abuso di antibiotici, il corpo sarà sempre più debilitato. Senza apportare i dovuti cambiamenti questa condizione può sfociare in una problematica molto più grave chiamata: Sindrome da intestino permeabile.

Questa sindrome diffonde l’infiammazione cronica in tutto il corpo, favorendo così la comparsa di malattie autoimmuni che possono danneggiare lentamente la salute o addirittura nel peggiore dei casi, causare la morte!

Le malattie autoimmuni rappresentano un grave problema e purtroppo sono in costante aumento. Secondo le stime delNational Institutes of Health 1 persona su 6 è affetta da malattie autoimmuni, sono dei numeri spaventosi!

Ora che ho catturato la tua attenzione, partiamo dall’inizio.

Dalle analisi statistiche emerge che 10-12 milioni di persone siano affette da disturbi digestivi in Italia. Questa è la terza malattia più comune nei paesi occidentali.

Affinché il cibo venga assorbito correttamente nel corpo, deve essere suddiviso in carboidrati che vengono poi convertiti in glucosio e proteine che vengono poi suddivise in aminoacidi. Ma se siamo sottoposti a stress o mangiamo di corsa e troppo in fretta, la digestione verrà compromessa. Se il cibo non viene digerito correttamente, inizierà a putrefarsi e produrre tossine favorendo così la comparsa di malattie croniche.

Altri fattori che possono compromettere la digestione:

Il consumo eccessivo di cibi raffinatie privi di fibra sovraccarica il corpo di lavoro e non offre nulla in cambio.
Bere troppi liquidi durante i pasticompromette la digestione diluendo gli acidi all’interno dello stomaco (acido cloridrico HCl).
Mangiare troppo e in fretta, l’eccesso di cibo, in particolare cibi sbagliati.

Permeabilità intestinale

La permeabilità intestinale è una malattia molto grave e diffusa, e quasi sconosciuta alla classe medica in Italia, che consiste in un malfunzionamento delle pareti intestinali che lasciano passare cibo indigerito, tossine e batteri nel flusso sanguigno causando così gravi danni a tutto l’organismo dato che il sangue trasporta queste sostanze per tutto il corpo.

I fattori di stress possono essere fisici, emotivi, mentali e anche ambientali causati da migliaia e migliaia di sostanze chimiche che si trovano nel nostro cibo, nell’acqua e l’aria che respiriamo. Quando il corpo è sottoposto a stress, è progettato in modo che inverta qualsiasi energia indirizzata verso lo stomaco e la digestione per reindirizzarla al fine di affrontare lo stress. Lo stress riduce le nostreenergie e indebolisce le difese immunitarie, favorendo lapermeabilità intestinale, le malattie autoimmuni e persino il cancro.

Il dottor Michael T. Murray afferma che la cattiva digestione porta a tossiemia, candida e parassiti, i quali creano squilibrio nella flora intestinale, permettendo alla permeabilità intestinale di sfociare in una malattia cronica.

Questo processo può svilupparsi lentamente manifestandosi in un primo momento sotto forma di intolleranze alimentari.

Quando un intestino è permeabile, sostanze come le tossine, i microbi, le particelle di cibo non digerito (accade quando mangiamo troppo velocemente o non mastichiamo bene il cibo) e altro, possono passare dall’intestino e attraverso il flusso ematico spostarsi in tutto il corpo. Il sistema immunitario segnala questi “invasori stranieri” come patogeni e li attacca.

Le malattie autoimmunitarie più incurabili sono causate da questo esatto meccanismo, in cui il corpo attacca i suoi stessi tessuti.

La digestione è governata dal sistema nervoso parasimpatico. Ogni stress stimola il sistema simpatico e inibisce quello parasimpatico, ostacolando così le funzioni digestive: ecco perché è importante mangiare e digerire in modo rilassato.

Se il tuo corpo è in uno stato cronico di stress, aumenteranno anche i livelli di cortisolo (ormone dello stress).

Lo stress cronico causa i seguenti problemi:

Esaurimento delle riserve vitaminiche del nostro organismo.
Aumento di colesterolo e trigliceridi
Alti livelli di cortisolo vengono associati all’aumento di peso, obesità addominale e difficoltà a dimagrire o costruire tessuti muscolari.
L’eccesso di cortisolo causa anche invecchiamento precoce e stress ossidativo
ll corpo tende a trattenere il sodio
Le intolleranze alimentari aumentano
L’insulino-resistenza cresce
Il metabolismo delle proteine diminuisce e di conseguenza anche la massa muscolare.
Dolori e infiammazioni si accentuano notevolmente

L’ambiente in cui viviamo sovraccarica gravemente il fegato, con conseguente aumento della quantità di tossine che circolano nel sangue e danneggiano gli apparati corporei. Quando è intossicato il fegato manda segnali di allarme che si manifestano sotto forma di acne, cefalee croniche, malattie infiammatorie e autoimmuni e stanchezza cronica.

Altri fattori che possono causare permeabilità intestinale:

Intestino irritato (caffeina, alcool, glutine/cereali)
Parassiti/Batteri (da acqua contaminata e cibo)
Sostanze chimiche (negli alimenti, plastica e ambiente)
Carenze di enzimi
Cibo spazzatura
Ormoni in eccesso
Le micotossine (muffe e funghi)
Farmaci anti-infiammatori
Steroidi
Antibiotici

La permeabilità intestinale può portare a:

Lupus
Artrite reumatoide
Sclerosi Multipla
Sindrome da stanchezza cronica (CFS)
Fibromialgia
Morbo di Crohn
Vasculite
Orticaria
Polimialgia reumatica
Sindrome di Sjogren
Tiroidite di Hashimoto
Vitiligine
Colite ulcerosa
Diabete
O qualsiasi altra condizione autoimmune!

Come prendersi cura del proprio intestino

1. Eliminare cibi e sostanze nocive. L’obiettivo è quello di sbarazzarsi delle sostanze irritanti che influenzano negativamente l’ambiente del tratto gastrointestinale, come caffeina, alcool o droghe. Alimenti che causano infiammazione comeglutine, latticini, mais, soia e zucchero. Consiglio un test di intolleranza alimentare IgG. Le infezioni possono essere dovute a parassiti, lieviti o batteri. Un’analisi completa sarà determinante per rilevare i livelli di batteri buoni, nonché eventuali infezioni. Combattere le infezioni con antimicrobici naturali quali:

Aglio : contro-Salmonella typhimurium, Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Bacillus cereus, Bacillus subtilis, micotossigeni Aspergillus, Candida albicans
Cipolla: Aspergillus flavus, Aspergillus parasiticus
Cannella : micotossigeni Aspergillus, Aspergillus parasiticus
Chiodi di garofano: micotossigeni Aspergillus
Senape: micotossigeni Aspergillus
Pimento: micotossigeni Aspergillus

2. Sostituire gli alimenti. Aggiungi gli ingredienti essenziali e assicurati di avere una corretta digestione che favorisca l’assorbimento dei nutrienti, queste funzioni possono essere compromesse da diete, farmaci (come gli antiacidi), malattie o invecchiamento precoce. Questo include enzimi digestivi, acido cloridrico e acidi biliari necessari per una corretta digestione. Consuma alimenti fermentati e cibi ricchi di fibre solubili che favoriscono la crescita dei batteri buoni a scapito di quelli patogeni.

3. Ripristinare la funzionalità della flora batterica intestinale. Incrementare lo sviluppo di batteri benefici al fine di ripristinare un sano equilibrio di batteri buoni è essenziale. Ciò può essere ottenuto prendendo un integratore probiotico contenente bifidobatteri e lattobacilli. Si raccomanda di assumere 25-100.000 milioni di unità al giorno. Inoltre, consiglio di assumere un integratore prebiotico (cibo per i batteri buoni) o consumare alimenti ad alto contenuto di fibre solubili.

4. Depurare l’intestino. Fornire le sostanze nutritive necessarie perlubrificare e depurare l’intestino è essenziale. La L-glutammina, è un integratore che aiuta a ringiovanire il rivestimento della parete intestinale. Altri nutrienti essenziali includono zinco, omega 3, vitamina A, vitamina C, vitamina D e Aloe Vera.

5. Relax. E’ molto importante rilassare il sistema nervoso, il diretto responsabile di funzioni quali riposo e digestione, questo può alleviare in modo efficace i sintomi, fino a ripristinare e risolvere lo stato infiammatorio. Puoi iniziare con qualcosa di semplice, come l’ascolto di una meditazione guidata per diversi minuti al giorno, dedicando a questa pratica fino a 20 minuti due volte al giorno per ottenere un effetto terapeutico.

Esistono prove del fatto che siano i batteri intestinali ad aiutare a mantenere il contatto bidirezionale tra le componenti dell’asse cervello-intestino. In altre parole, lo stress modifica la flora batterica, ma è vero anche il contrario, ossia che i batteri dell’intestino possono avere un profondo effetto sull’asse cervello-intestino e possono modulare la motilità, la permeabilità e la sensibilità delle viscere. Questa comunicazione tra i batteri e l’asse nervoso cervello-intestino, avviene attraverso vari meccanismi: lo scambio di messaggi ormonali con le cellule della mucosa intestinale, la comunicazione con le cellule immunitarie, ma anche diretta comunicazione tra batteri e cellule del sistema nervoso enterico. Un sistema che è una rete inestricabile di oltre cinquecento milioni di neuroni concatenati tra loro e distribuiti per oltre nove metri lungo tutto l’apparato digerente. Fin quando non si inizia ad apprezzare questa relazione complessa, non saremo in grado di prevenire o curare efficacemente la depressione, destinata a diventare la seconda causa di disabilità entro il decennio.

Come società, siamo in grado di proteggere il microbioma (insieme del patrimonio genetico e delle interazioni ambientali della totalità dei microrganismi di un ambiente definito) dalla medicalizzazione della vita fin dalla nascita a cominciare dall’alimentazione infantile. E come individui, possiamo evitare antibiotici, antinfiammatori, cereali, geneticamente modificati, cibi raffinati e inquinati. Interventi promettenti atti a combattere la depressione da una prospettiva intestinale includono probiotici, cibi fermentati, alto contenuto di grassi naturali, e relax per favorire una digestione ottimale, niente più anti-infiammatori, farmaci insulino-sensibilizzanti e nessun farmaco antidepressivo!

Saper gestire lo stress è un processo di apprendimento che richiede un intera vita, ma qui ci sono alcuni suggerimenti per iniziare.

Impara a respirare correttamente. Ogni volta che ti senti ansioso, stressato o sopraffatto da ciò che sta accadendo, fai un respiro profondo e conta fino a cinque, trattieni il fiato per tre secondi, ed espira lentamente per altri otto secondi. Ripeti questo esercizio tre volte. Può essere utile farlo anche prima dei pasti.
Sorseggia una tazza di tè Tulsi. Il Tulsi o Basilico Santo (Ocimun sanctum), dal sanscrito “Madre Medicina” è un’erba ayurvedica che possiede innumerevoli proprietà benefiche che gli conferiscono effetti antiossidanti, antibatterici, antivirali, immuno-stimolanti e adattogeni (antistress).
Non incrementare lo stress mangiando in fretta.
Non consumare caffeina a stomaco vuoto, soprattutto la mattina. Aggiungi una fonte di grassi sani (come l’olio di cocco o burro chiarificato) o proteine (come polvere di collagene) alla tua colazione, contribuirà a stabilizzare i picchi glicemici che rallentano il metabolismo.
Evita conversazioni troppo impegnative o accese prima di colazione.
Nessun esercizio estremo prima di colazione.

Utilizza zinco, L-carnosina (queste due sostanze nutritive hanno effetti benefici sulla mucosa gastrointestinale, e la loro associazione rappresenta un avanzamento importante nella gestione delle ulcere peptiche, tanto che in Giappone viene riconosciuto come farmaco dalle autorità. L’associazione di zinco e carnosina ha dimostrato di risolvere le ulcere dal 60 al 70%, un risultato paragonabile alle terapie farmacologiche convenzionali e con una sicurezza maggiore dei farmaci comunemente usati) eglutammina (studi attuali suggeriscono che la glutammina debba essere considerata un nutriente indispensabile per il corretto mantenimento del metabolismo, della struttura e della funzionalità intestinale) Sia i pazienti che hanno avuto lesioni intestinali, che quelli trattati con farmaci chemioterapici, radiazioni, farmaci o semplicemente danneggiati da una dieta SAD (Standard American Diet) hanno tratto beneficio dall’assunzione di queste sostanze nutritive.

Secondo la medicina tradizionale cinese e la medicina ayurvedica, il nucleo della vita, la chiave della salute dimora nel tratto gastrointestinale, dove risiede il 70-80% del sistema immunitario. Quindi prenditi cura della casa in cui vivi ORA… prima che sia troppo tardi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lcorpo.htm
.
.


15 mag 2019, 09:47
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)