Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 20 ott 2017, 21:55


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 La mia testimonianza 
Autore Messaggio

Iscritto il: 04 apr 2011, 22:44
Messaggi: 4
Messaggio La mia testimonianza
Sollecitato a rispondere e a dare la mia testimonianza anche su questo sito copio e incollo quanto scritto privatamente:

Visto che ho scoperto questo (alimento) anche consultando i vostri link,commenti,siti ecc... e' giusto che per compensazione dia il mio contributo...
Orbene... esattamente un anno fa ho avuto una sindrome cardiaca acuta (angina pectoris,o sindrome di tako-tsubo...) dolori al petto che mi sono durati per 11 minuti...
Penso che ero vittima di una ipertensione maligna o di fatto bloccato da una fase di ipertensione acuta cronicizzata...
L'ho curata correndo 1 ora al giorno,dimenticando tutti i miei problemi assumendo circa 6 filtri di te verde (antiossidante con catechine,flavonoidi... antiossidanti) al giorno,e aglio (vari spicchi) per abbassare la pressione...
Questo mi ha permesso di evitare o rallentare i problemi con l'arteriosclerosi... la pressione alta e cardiaci... ma di fatto non mi portava a migliorare il mio stato di salute generale... voglio dire... bastava un po' di stress per provocarmi raffreddore,influenza,indisposizione,dolori muscolari,articolari,mal di testa ecc...
Ora,appena ho una piccola fitta al cuore prendo la vitamina c come supplemento al dosaggio canonico (faccio un po' quello che fanno le persone affette da crisi di angina con le pastiglie di nitroglicerina)...
Devo dire che l'influenza (se si presenta) ha le sembianze di un piccolo leggero fastidio alla gola... come una piccola irritazione,il naso se e' raffreddore lo soffio 4 volte al giorno... e i dolori alla schiena,ossei e muscolari passano nell'arco di una notte...
Assumo la vitamina c al livello di tolleranza intestinale,a volte anche di piu'...
Penso... che sia proprio l'effetto della vitamina c...
Inoltre... il prof. Violi,per migliorare l'aspettativa di vita agli infartuati e/o ai soggetti che hanno subito una operazione di angioplastica inietta un bel quantitativo di vitamina c...
Ora... con l'infarto e e con i disordini cardiaci/circolatori non si scherza... e nemmeno ad iniettare nel circolo sanguigno...
Posso quindi dire che la vitamina c e' meglio di una medicina...
Vorrei inoltre sapere o dibattere se per caso la tolleranza intestinale non sia di fatto provocata dai globuli bianchi che talmente attivi e carichi combattono di tutto e quindi vanno in pensione anticipata perche' hanno svolto celermente il loro lavoro...
Chiedo perche' se fosse la vitamina c a provocare la diarrea basterebbe una corsa in bagno e il problema si risolverebbe subito... il fatto delle eventuali scariche successive (anche a distanza di 2 ore) non sono per caso altre colonie di globuli bianchi caduti in battaglia per pulire l'organismo o prodotti di scarto dovuti alle operazioni della vitamina c (tipo la riformazione della vitamina e)...
Grazie all'acido-l ascorbico di fatto ho aumentato la mia soglia di resistenza alla fatica e sono protetto da tutti quei danni ed insulti dovuti ai radicali liberi,veleni,stress ecc...
Un cordiale saluto

Per completezza e per rendere piu' realistico il racconto aggiungo questa parte che sono i sintomi che ho avuto e che non ho dato grande peso...
Fin dall'eta' di 20 anni (quindi 15 anni fa circa) di tanto in tanto mi venivano delle piccole fitte al cuore... ma non dolore... un malessere tipo un battito accelerato,irrequietezza...
Le formiche e aloni negli occhi mi sono accaduti di tanto in tanto...
tengo a precisare che 2 anni fa (quando ero al lavoro) mi stancavo facilmente e verso alla fine del turno ero letteralmente cotto con muscoli e ossa doloranti,vista calante,fiato grosso ecc...
Non che il lavoro provocasse questi sintomi... evidentemente era il carico emotivo e di concentrazione....
Poi... a marzo 2009 a causa della crisi sono stato licenziato e quindi per un anno e mezzo ho vissuto il calvario di chi e' senza lavoro...
Impiegavo il mio tempo a studiare i miei libri di informatica...
In quel periodo mangiavo patatine di sacchetto fritte... tipo 1 etto e mezzo al giorno... molte bevande gassate (bevevo piu' bibite che acqua...) e di fatto non facevo alcun movimento...
Attorno a settembre 2009 a causa della frustrazione del perpetuarsi e proseguo della mia condizione infelice (dovuta anche a problemi mei personali di natura umana/affettiva...) ho iniziato ad avvertire dei sintomi di affaticamento... questi sintomi hanno iniziato ad esprimersi nella loro gravita' fin da agosto...
Nella fattispecie dopo le mie varie mangiate generose di pizza (ne prendevo e mangiavo 2 perche' me ne veniva 1 omaggio) sentivo che facevo fatica a camminare... praticamente appena aumentavo il passo e la velocita' mi veniva il fiatone... e ogni 100-200 metri dovevo fermarmi per la fatica... a volte avvertivo come un piccolo mancamento...
Penso che quello e' stato l'inizio del mio "calvario" in termini di ipertensione...
Da ottobre ho iniziato ad avvertire ronzii alle orecchie,tipo un tappo di cerume,un abbassamento dell'udito,poi,vista offuscata e spesso le famose formiche e aloni agli occhi...
A novembre ho iniziato ad avere grande caldo... anche se in casa vi era riscaldamento acceso non era certo il caso di stare a maniche corte a meta novembre... mi sembra eccessivo...
Inoltre... a causa dello stress dovuto allo studio andavo in bagno ogni 30 minuti... a volte facevo abbastanza urina... altre volte era solo lo stimolo... penso che da quel periodo e' iniziata la reale ipertensione maligna con danno a carico di organi bersaglio...
Di fatto gia' all'epoca dormivo molto peggio del solito,e le notti erano costernate di incubi (riguardanti il futuro,la mia vita...).
A fine dicembre,inizio gennaio penso che il danno si sia instaurato in maniera forte... e ho iniziato ad accusare quello che ritengo un edema polmonare o uno scompenso cardiaco...
Avevo sempre il naso che cola... ma acqua... e anche il vicks vaporub non faceva alcun effetto... inoltre... a causa di un ricovero di mia nonna... quando la andavo a trovare all'ospedale sentivo che facevo sempre ancora piu' fatica a muovermi...
anche respirare a riposo a volte era un'impresa...
In quel periodo ho studiato per provare ad essere ammesso ad un corso di oss (operatore socio-sanitario)...
Di quel periodo ricordo una cosa che mi ha impressionato e che devo raccontare...
Quando mi sono trovato a fare l'esame a crocette ho notato che il mio stomaco brontolava... ma il brontolio seguiva le pulsazioni cardiache... praticamente le budella... i visceri... si muovevano e pulsavano al ritmo cardiaco... penso che sia l'epigastrio che si legge nei vari siti...
Non menziono nemmeno i vari mal di testa,emicrania,stanchezze croniche ecc...
A fine febbraio,primi di marzo ho avuto questo attacco acuto di cuore...
di fatto ho iniziato a sentirmi strano attorno alle ore 22... un solito malessere che attribuivo ai miei problemi esistenziali... poi... attorno alle ore 1:00 di notte ho iniziato ad avvertire il dolore al centro dello sterno... di fatto quell'osso sembrava come infuocato... il dolore era fortissimo in quella zona e anche intorno... in tutto il diaframma... poi le 2 braccia,dita comprese,inoltre dolore alla schiena,orecchie che ronzano,battito cardiaco ultraccelerato,frequenza respiratoria molto veloce e poco profonda,sudore strano,ne caldo ne freddo...
Pensavo a mio nonno morto 3 anni fa e alla mia morte... il dolore mi e' passato quando ho fissato un punto immaginario del mio armadio... un modo empirico per non pensare a niente...
Sono anche riuscito ad alzarmi dal letto... ovviamente ogni sforzo sia fisico che mentale mi aumentava il dolore...
Come ripeto... ho fissato un punto dell'armadio e dopo un minuto circa il dolore e' scomparso...
Questo episodio doloroso e' durato in tutto circa 11 minuti... di sicuro meno dei 20 minuti che sono il tempo concordato per diagnosticare il passaggio da angina o attacco ischemico transitorio a necrosi (morte) del miocardio (infarto)...
Il giorno dopo mi sentivo molto debole... e ho anche avuto un abbassamento della voce...
Tengo a precisare che prima dell'episodio dell'angina mi sono provato la mia pressione con uno di quegli apparecchi economici (era nuovo... quindi lo ritengo attendibile)... segnava in piena notte 230 la max e 130-140 la minima... i battiti cardiaci anche in pieno giorno non scendevano mai a meno di 80... la media era circa 110-120...

Ovviamente ho passato paura...
Ho smesso di studiare e applicarmi sui libri... perche' ho ritenuto convenevole recuperare le energie e non sfidare "il male"
Ho iniziato a correre... aumentando ogni volta sia il ritmo che la durata dello sforzo...
Nel frattempo ho iniziato a bere ogni giorno i miei 6 filtri di te verde e la notte avevo con me degli spicchi d'aglio che mangiavo per abbassare la pressione o per effetto placebo per darmi quella tranquillita' necessaria per non temere disordini al cuore...
L'aglio devo dire che non fermava le mie turbe "elettriche" i disordini del battito cardiaco...
La sensazione che avevo di fronte ad un attacco (penso) di fibrillazione o flutter atriale o tachicardia o altra aritmia era quella di una defibrillazione violenta... questo la avvertivo quando il cuore batteva ad un ritmo evidentemente piu' lento del solito... o per effetto dello scompenso instaurato (problema di pompa... di pressione)...
Non ho raccontato niente ne al dottore ne ho fatto esami... quindi posso solo raccontare le mie sensazioni e dedurre in base a quanto si puo' leggere e apprendere su internet o con il proprio buonsenso...
Di sicuro ho avuto un qualcosa di grave... spero che il danno sia stato transitorio...
Ora... con la vitamina c... senza correre,fare moto e nemmeno guardare al cibo (a fare una dieta o un corretto apporto igienistico alimentare) ho controllato la mia pressione lo scorso venerdi... 1 aprile... beh... la macchina misura pressione professionale segnava 124 la max... 69 la minima e 72 i battiti cardiaci...
ritengo che sia l'effetto dell'integrazione con vitamina c...
Al lavoro (che mi provoca forte stress) le giornate no (quelle che in altre circostanze si sarebbero tramutate in dolori ossei,muscolari tipo reumatismi o influenze,raffreddori da stress) ora sono poco piu' che un leggero avvertimento di principio... tipo una puntina... giusto un segnale per dire che non e' tutto ok... ma niente di inabilitante,di doloroso,fastidioso...
Il respiro e' profondo... le mie energie sono raddoppiate... posso lavorare e studiare nell'orario dopo lavoro... di notte sono piu' tranquillo e di notte mi passano i dolori articolari,muscolari dovuti allo stress del lavoro...
Non penso che sia l'effetto placebo o l'effetto psicologico...
Penso che sia l'interazione e "il reale lavoro" della vitamina c...
Ne ho consumata comunque molta... tra imperizia e/o bisogno e il fatto di usarla un po' "grossolanamente" senza pesare il quantitativo dico che del 1kg che ho comprato ne sono rimasti penso circa 200 grammi... forse anche meno...
E questo in circa 1 mese di assunzione...
Anche io ero scettico... sento comunque la differenza tra i 6 filtri del te verde e i 10 o + grammi della vitamina c... non c'e' davvero paragone...
Se ho scritto tanto non e' per ammantarmi di fascino o di chissa' quale istruzione medica... sono curioso e conosco un po' di termini medici... ma per chi ha avuto la forza di leggere il racconto questa e' la mia storia e testimonianza...

Il ronzio alle orecchie che ho avuto durante l'attacco cardiaco mi pare che arrivi poco prima del dolore al petto... come anche e' il segnale che il dolore sta cessando... il ronzio all'inizio e' come un fischio... penso che sia dovuto al cambiamento repentino della pressione nel sistema interno dell'orecchio... dopo di che'... diventa come un dolore pulsante tipo effetto eco...
Ho dimenticato che di quel periodo mi dava fastidio qualunque rumore forte... che il beep di un sms ricevuto al cellulare di notte mi provocava tipo una scossa al cuore e che il cuore e il suo ritmo veniva disturbato dal rumore.. .rumore che poteva essere la porta sbattuta da mia nonna o il passaggio del treno... e la mia sensazione era come un tremore che avvertivo nella cassa toracica...
Si dice che l'arteriosclerosi a causa dell'infiammazione porta come a spasmi... penso che sia questa la sensazione e cio' che ho avvertito...
Come se l'onda e la forza entri nella gabbia toracica e si propaghi come un diapason,un'onda...una vibrazione che continua finche' non si smorza...
Se per caso ricordo altri sintomi o stranezze le scrivo...
Cordiali saluti


05 apr 2011, 09:16
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010