Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 17 set 2019, 04:13


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 UN APPROFONDIMENTO STORICO, NUTRIZIONALE, METABOLICO E ANALI 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1295
Località: Saluzzo
Messaggio UN APPROFONDIMENTO STORICO, NUTRIZIONALE, METABOLICO E ANALI
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eABCDK.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Chissà perchè quando si parla di vitamine ci viene presente subito la frutta e la verdura.
E' sbagliato, poichè anche gli animali si AUTOPRODUCONO come i vegetali le stesse vitamine.
La dimostrazione pratica è che gli animali carnivori vivono ricevendo le vitamine ed i sali minerali dalla carne che ingoiano.
Pensiamo un momento a tutti gli animali che vivono nelle acque, sia salate che dolci.
Parlando di carnivori, come farebbe a vivere uno squalo se non trovasse nei pesci delle altre specie dei quali si alimentano, oppure come farebbe un luccio che si alimenta delle altre specie delle acque dolci?
Riguardo alla frutta e la verdura presentata è perchè la medicina informato ha nel tempo erroneamente che se vuoi ingoiare vitamina C devi ingoiare questi vegetali, oppure vitamina A ecc.
Ho capito per esperienza che tutto quello che fà la medicina è fatto SOLO PER LUCRO e non per la GIUSTA INFORMAZIONE, anzi.
Nel tempo ho scoperto che lo fà per fare ingoiare al povero malcapitato la più piccola quantità possibile, poichè se ne ingoi una quantità maggiore potresti ottenere MAGGIORE SALUTE, ma questo non è lo scopo di questa organizzazione. In proposito è stata inventata la parola IPER che spaventa le persone ma raggiunge lo scopo.
La pagina recita:
"Vitamina A: quantità giornaliera raccomandata Il fabbisogno medio giornaliero raccomandato di vitamina A è di 500 µg per gli adulti maschi e di 400 µg per le femmine. Per raggiungere questi dosaggi occorre mangiare ogni giorno, ad esempio, 1,7 gr di olio di fegato di merluzzo per l’uomo e 1,3 gr per la donna oppure 48 gr di anguilla al giorno per l’uomo e 38,3 gr per la donna. Se vogliamo invece introdurre vitamina A indirettamente, possiamo mangiare 60 grammi di carote per l’uomo e 50 gr per la donna.
----
La vitamina A già formata, invece, si trova in alimenti di origine animale. Alcuni prodotti, come il burro, contengono sia l’una che l’altra forma. La vitamina A nell’organismo viene immagazzinata soprattutto nel fegato.
----
Vitamina A: quantità giornaliera raccomandata Il fabbisogno medio giornaliero raccomandato di vitamina A è di 500 µg per gli adulti maschi e di 400 µg per le femmine. Per raggiungere questi dosaggi occorre mangiare ogni giorno, ad esempio, 1,7 gr di olio di fegato di merluzzo per l’uomo e 1,3 gr per la donna oppure 48 gr di anguilla al giorno per l’uomo e 38,3 gr per la donna. Se vogliamo invece introdurre vitamina A indirettamente, possiamo mangiare 60 grammi di carote per l’uomo e 50 gr per la donna.
https://www.viversano.net/alimentazione ... -alimenti/

Quindi possiamo dedurre senza ombra di dubbio che quanto dichiara la medicina è studiato a tavolino ed è FALSO.
Infatti sono certo che molti di voi non sanno se gli animali ed i vegetali sono FRATELLI, o almeno avendo una idea non ne avete la certezza e questo perchè TU NON DEVI SAPERE MAI, DEVI VIVERE SEMPRE NELLA INCERTEZZA.
Bene, se avete voglia chiariamo una volta per tutte questo dilemma, che è come il dilemma dell'uovo o della gallina chi è nato prima, del quale abbiamo definito che è nata prima la gallina, ma anche il gallo poichè senza i due non si continua la specie.
Dobbiamo partire dal dato che ci dicono che la vita sulla terra ferma è venuta dal mare come unicellulare, poi con la EVOLUZIONE nel tempo bicellulare, poi tricellulare e così via.
Nelle scuole elementari però, parlando della EVOLUZIONE, ci hanno detto che ad un certo punto di questa EVOLUZIONE vi fu la GRANDE SEPARAZIONE in REGNO ANIMALE ed in REGNO VEGETALE.
Oh, ma allora questa è la prova chiara che entrambi i REGNI prima di questo passaggio erano una cosa unica, vero?
E non solo, ma sempre a scuola ci hanno detto che li unisce la CATENA ALIMENTARE, che vuol dire che gli animali si cibano dei vegetali ed i vegetali si cibano degli animali.
Non solo, ma hanno un'altra cosa UGUALE e si chiamano "ALIMENTI ESSENZIALI" o "integratori" come lo chiama erroneamente la medicina, che sono scritti a LETTERE DI FUOCO nel DNA di ogni essere vivente, sia animale che vegetale.
Quindi siamo proprio FRATELLI senza ombra di dubbio, e non solo ma abbiamo bisogno degli stessi SALI MINERALI e le stesse VITAMINE.
Mi permetto ancora di informare che chi si lava i denti con i dentifrici delle industrie INGOIA GIORNALMENTE un VELENO che è scritto sulla confezione e sul tubetto e si chiama FLUORURO DI SODIO, scritto per legge, il quale è VELENO usato per i topi ad altri animali, che si è ingoiato fin da bambini per almeno 3-4 volte al giorno, che col tempo accumulatosi da qualche parte ad un certo punto svolge il suo lavoro causando danni infiniti. CARIE, abbassamento della vista, mal di testa, cervicale e molti altri disturbi che non stò ad elencare ma che creano lavoro ai simili che si dedicano a questo, ma con tanta sofferenza a chi subisce questi danni.
Pensate ai dentisti, agli oculisti, ai medici di ogni specialità e fatevene una chiara idea.
Quindi ELIMINARE questi dentifrici è di OBBLIGO.
Quelle di cui mi permetto ora di riportare questo lavoro di maturità, che ritengo una prova che chi di competenza (chi della MEDICINA) non è DISINFORMATO di come il genere umano ha la possibilità di avere UNA VITA INTERA DI SALUTE, e mi permetto di dirlo in quanto letto il lavoro completo, anche se incompetente come me, è facile dedurre che in questa è raccontato senza ombra di dubbio che solo chi è CARENTE di "ALIMENTI ESSENZIALI" si può ammalare, quindi senza l'uso di PRODOTTI CHIMICI VELENOSI "principi attivi", il corpo dell'individuo CARENTE può AUTOGUARIRSI provvedendo ad eliminare la CARENZA.
Inoltre questo lavoro dichiara ed è largamente descritto per molte malattie, la loro origine, la cui causa è sempre solo una CARENZA certa di vitamine o sali minerali.
Quindi come si può curare le malattie con PRODOTTI CHIMICI VELENOSI "principi attivi", come stà facendo la medicina?
Non voglio tediarvi oltre e vi lascio alla lettura per le vostre personali conclusioni:
Il lavoro su questo link:
http://digilander.libero.it/genfranco4/ ... eABCDK.pdf

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eABCDK.pdf

UN TUFFO NEL MONDO DELLA CHIMICA ORGANICA
UN APPROFONDIMENTO STORICO, NUTRIZIONALE, METABOLICO E ANALITICO DELLA VITAMINA A E DELLA VITAMINA C
STUDENTESSA: LISA APPAVOU
CLASSE: III/IV A
ANNO: 2014
MATERIA: CHIMICA
DOCENTE RESPONSABILE: PAOLO MORINI
VITAMINE

http://digilander.libero.it/genfranco4/ ... eABCDK.pdf
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eABCDK.pdf


La pagina recita:
"pagina 7/36
Successivamente a questo primo periodo di scoperta delle vitamine, gli scienziati si cimentano nello studio di metodi con cui migliorare la salute umana e animale attraverso l’uso di nozioni precedentemente acquisite; ha così inizio la storia moderna delle vitamine. Nel corso degli anni si sono aperti numerosi campi di ricerca che spaziano dalla chimica analitica e fisica alla
medicina. Vengono sviluppate tecniche di lavorazione degli alimenti in modo che non vengano perse troppe vitamine, vengono chiariti i meccanismi molecolari dell’azione vitaminica e i ruoli che determinate vitamine svolgono nell’espressione di un gene e molto altro."
che in effetti dobbiamo concludere che non è affatto come descritto riguardo alla salute della umanità.

Riguardo alle vitamie A e D scrive:
"pagina 8/36
La Vitamina A (retinolo), la Vitamina D (colecalciferolo, ergocalciferolo), la Vitamina E
(tocoferolo) e la Vitamina K (naftochinone) sono vitamine liposolubili poiché solubili in solventi
apolari. Esse sono importanti per la crescita, la differenziazione dei tessuti, la coagulazione
ematica e la regolazione della quantità di calcio nel sangue; due di esse hanno anche la
funzione di ormone (Vitamina A e D). Come i lipidi, vengono assorbite principalmente
nell’intestino tenue ed essendo insolubili in acqua, circolano nel sangue per mezzo di complessi
lipoproteici e vengono immagazzinate nel fegato o nei tessuti adiposi. Data la loro difficile
eliminazione, un’assunzione eccessiva può diventare tossica (ipervitaminosi); allo stesso modo
però, dal momento che sono immagazzinabili dal fegato in grande quantità, possono venire
assunte meno frequentemente rispetto al tipo idrosolubile."
e lo ritengo FALSO, in quanto il corpo, le attiva nel fegato, quindi se non sono attivate non possono causare alcun danno, che se così fosse le persone che vivono al mare e che per molti mesi prendono il sole, sarebbero tutte malate, ma questo NON MI RISULTA. Anzi stanno TUTTE MOLTO BENE.
Quindi la parola IPER inventata con uno scopo bene preciso dai cervelloni della medicina per gli "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati da loro "integratori" è in ogni caso FALSA.
Tenendo anche conto che se esistesse la parola IPER per le vitamone ed i sali minerali, sarebbe SEMPRE esitita ed avrebbe condizionato non solo la specie umana ma anche le altre specie viventi in quanto i vegetali, essendo nostri fratelli vivono anche loro GRAZIE a queste vitamine e sali minerali.
In proposito non mi stanco di ricordare a tutti che nelle elementari gli insegnati, parlando della parola EVOLUZIONE, ci hanno informato che ad un certo punto di questa EVOLUZIONE vi fu la GRANDE SEPARAZIONE in REGNO ANIMALE e REGNO VEGETALE, quindi prima erano una cosa unica, cambiando però ad ogni specie la loro EVOLUZIONE.
Ci hanno anche detto però che questi due REGNI sono uniti dalla CATENA ALIMENTARE, in quanto contenendo entrambi gli "ALIMENTI ESSENZIALI" o "integratori" indispensabili per la vita di entrambi.
Quindi ci fù la GRNDA SEPARAZIONE, ma ha dovuto essere la medesima partenza della vita e per questo che SPERMA = GERME.
La pagina recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm

ma non mi risulta che la medicina usi la vitamina E contro il cancro.
Come detto, la EVOLUZIONE ha usato la vitamina E al posto dell'ACIDO ASCORBICO come antiossidante ne seme, in quanto il seme non contiene acqua di cui ha bisogno l'ACIDO ASCOBICO per sciogliersi, e Irwin Stone ce lo spiega molto bene l'arrivo di questo nella germogliatura:
"pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... turale.pdf

il disegno:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... omanca.htm

Ma cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" o "integratori"?
Siamo certi di saperlo?
Per esempio, siamo certi che siano la base della vita sulla terra?
Scoprimaolo su questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

Ma perchè la medicina li ha denominati "integratori"?
e perchè noi li abbiasmo invece denominati "ALIMENTI ESSENZIALI"?
Il motivo è semplicissimo: i cervelloni della medicina li ha denomiati "integratori" per non far capire all'individuo la importanza di questi per la sua salute, quindi, conoscendo il significato di questa parola, nessuno si è mai preso la briga di approfondire.
Ma cavolo,, scoprend che questi formano quel LIQUIDO SEMINALE MASCHILE di TUTTI i maschi animali al mondo, ed ora sapendo anche che formano anche quel GERME dovwe inizia la vita vegetale, personalmente non ammetto di essere stato GENERATO negli "integratori", e sapendo poi che TUTTI questi sono nel mio SANGUE e nella LINFA dei vegetali, mi vergono di chialarli così e mi pare più adeguato il nome di "ALIMENTI ESSENZIALI" dove mio padre mi ha GENERATO.

Tornando alla pagina in oggetto, questa ripoirta:
"pagina 8/36
Il sistema di assorbimento delle vitamine idrosolubili è invece caratteristico per ogni singola sostanza e in ogni singola situazione. L’ambiente acquoso dell’intestino tenue (sito di assorbimento) permette ad ogni modo un assorbimento più diretto rispetto all’assorbimento delle vitamine liposolubili. Per attraversare le sue membrane alcune si servono della diffusione passiva, altre necessitano di vettori per fare fronte alle basse differenze di concentrazione da una parte all’altra della membrana tali da non permette una semplice diffusione."
Oh, ma allora possiamo capire senza ombra di dubbio che un olio nell'acqua può avere un SOLO SCOPO, FARE MANUTENZIONE del corpo.
Certo, non può essere diverso, in quanto come sappiamo, ogni prodotto, col tempo ha bisogno di MANUTENZIONE e non può essere diverso.
Quindi sapendolo, >Madre >Natura e la complice la EVOLUZIONE hanno fatto sì che, in caso, il corpo dell'individuo potesse AUTORIPARARSI, difatti, e per questo vi è la AUTOGUARIGIONE di cui TUTTI gli esseri viventi ne usufruiscno non avendo bisogno del suo simile, fatto che invece la specie umana non può fare ameno del suo simile.
E di questo purtroppo abbiamo certezza che questo simile ha fatto i modo che però l'individuo di questo non ne sia informato appriffittando esageratamente di questo fatto che ritengo MOLTO VIGLIACCO.
Scusate, tornando alle vitaine IDROSOLIBILI e LIPOSOLUBILI, è certo che hanno bisogno l'una dell'altra.

Dato che TUTTI gli esseri viventi hanno come base l'acqua, quindi tutti i componenti sono IDROSOLUBILI, e come potrebbe esserci un componente, sempre idrosolubile, adatto alla necessaria MANUTENZIONE?
Inoltre queste vitamine le vitamine LIPOSOLIBILI NON FAANO PARTE DEI COMPONENTI e nessun organo è basato sulla LIPOSOLUBILITA', per cui allora la loro esistenza è dedicata alla SOLA MANUTENZIONE
Come potrebbe AUTORIPARARSI se il corpo vivente si sciogliesse solo nell'acqua?
A conferma la pagina recita:
"pagina 8/36
Le vitamine liposolubili e le sostanze idrofobe come i carotenoidi e il colesterolo non sono libere di viaggiare nell’ambiente polare del tubo digerente, dunque vengono associate a sostanze anfipatiche, sostanze con capacità di interagire allo stesso tempo con molecole polari ed apolari. Nella prima parte del tratto gastrointestinale esse sono sciolte nella massa di lipidi
ingeriti, di seguito, grazie anche all’aiuto dei succhi biliari, vengono inglobate da micelle, per poi diffondere attraverso i microvilli nelle cellule epiteliali dei villi e di seguito entrare nel sistema ematico. Anche nella fase di postassorbimento è essenziale che ci siano dei fattori a rendere possibile il trasporto delle vitamine idrofobe nel sangue e nella linfa, si tratta di lipoproteine generalmente. Alcune però, contrariamente a ciò che è stato affermato precedentemente, circolano in soluzione libera nel plasma. Esse tendono a venire espulse rapidamente tramite urinazione e sudorazione, una loro costante assunzione è dunque fondamentale.
Il sistema di assorbimento delle vitamine idrosolubili è invece caratteristico per ogni singola sostanza e in ogni singola situazione. L’ambiente acquoso dell’intestino tenue (sito di assorbimento) permette ad ogni modo un assorbimento più diretto rispetto all’assorbimento delle vitamine liposolubili. Per attraversare le sue membrane alcune si servono della diffusione passiva, altre necessitano di vettori per fare fronte alle basse differenze di concentrazione da una parte all’altra della membrana tali da non permette una semplice diffusione."

Ed ancora riporta:
"pagina 9/36
10
3.4. Che cosa s’intende con il termine inglese Quasi-Vitamin?
Di questo gruppo di vitamine fanno parte tutti quei nutrienti che rispettano i criteri della definizione di vitamine ma solo per determinate specie o solo in determinate condizioni."
Certo questo perchè sono diverse le EVOLUZIONI da una specie all'altra.
A pagina 10/36 dice:
"L’acido ascorbico è una sostanza otticamente attiva, vale a dire una sostanza composta da molecole chirali; queste molecole hanno le proprie immagini speculari non sovrapponibili e sono anche chiamate enantiomeri. Il termine chirale deriva dal greco .... (cheir) «mano», infatti la mano sinistra e la mano destra sono gli esempi più evidenti che presentano questa caratteristica. Gli enantiomeri possiedono tra di loro le medesime proprietà fisiche, ad eccezione del potere rotatorio, che è opposto di segno ma identico di intensità, e le medesime proprietà chimiche nei confronti di sostanze achirali. Differiscono invece per quanto concerne l’interazione chimica rispetto ad altre molecole chirali; allo stesso modo una mano destra riesce
a distinguere se stringe un’altra mano destra o sinistra. Le sostanze achirali sono invece molecole con un unico piano di simmetria, dunque prive di chiralità.
L’acido ascorbico esiste in due forme, però solo una di esse è la Vitamina C, ossia l’acido L-ascorbico. Il suo enantiometro, l’acido D-ascorbico, ha le medesime proprietà chimiche e fisiche in ambienti achirali ma scarsa efficacia nei processi enzimatici (in ambienti chirali). La lettera l o il simbolo - stanno ad indicare che si tratta di sostanze levogire, dal momento che
ruotano un fascio di luce polarizzata a sinistra, contrariamente la lettera d o il simbolo + stanno ad indicare sostanze destrogire che ruotano a destra la luce polarizzata (vedi sottoparagrafo"

ritengo invece che la parte sotto è messa come deterrente, come stabilito dalla parola IPERVITAMINOSI stabilito dai crvelloni della medicina, quindi cpompletamente FALSO.
"Pagina 13/36
La proprietà più importante che caratterizza la vitamina C è sicuramente quella redox, ossia quella di essere un buon antiossidante. In presenza di radicali liberi può dunque reagire con essi evitando pericolose reazioni a catena; allo stesso tempo però, in caso le quantità di Vitamina C dovessero essere eccessive, può dare inizio essa stessa a queste reazioni: è
dunque fondamentale assumerne con moderazione."

Riguardo ai lividi ed ai capillari la parte recita:
"Il più importante ruolo della Vitamina C è la biosintesi di collagene. Esso è del materiale intercellulare fibroso e resistente che compone maggiormente la pelle, i tessuti connettivi, le ossa, i denti, le cartilagini. Il collagene previene lividi e assicura un giusto rimarginamento delle ferite. Oltre a ciò la Vitamina C possiede un ottima azione antiossidante, rigenera la Vitamina
E, potenzia la risposta immunitaria proteggendo così da malattie e infezioni. Il 90% delle dosi di acido ascorbico vengono da noi assunte per mezzo di frutta e verdura fresca e gli agrumi ne contengono la maggior quantità."

Parlando invece della vitamina A a:
"pagina 24/36
5. La vitamina A
5.1. Proprietà
5.1.1. Struttura
Il retinolo, il retinale e l’acido retinoico sono considerati tre forme della Vitamina A. I primi due possono venire interconvertiti, mentre l’acido retinoico una volta formato dopo ossidazione non può più venire convertito.

Retinolo Retinale Acido retinoico
La formula molecolare del retinolo è C20H30O, quella del retinale C20H28O e quella dell’acido retinoico C20H28O2.
5.1.2. Generali
La Vitamina A in quanto tale è fondamentale per molteplici aspetti collegati al mantenimentodella salute: soprattutto per ciò che concerne la funzione immunologica, la condizione della pelle, del sistema cardiovascolare, il metabolismo delle droghe, la protezione antiossidante, e l’antioncogenesi.
Generalizzando si può dire che un apporto adeguato di Vitamina A nella dieta renda gli individui meno suscettibili alle infezioni. Ma si tratta di un’affermazione non pienamente corretta se non si specifica che il sistema immunitario viene infiacchito indirettamente dall’assenza di questa vitamina, in quanto è una malnutrizione a livello proteico che va ad intaccare la funzione immunologica. Questo indebolimento è dato dai cambiamenti che si riscontrano a livello degli organi linfoidi, come il midollo osseo, il timo, la milza e i linfonodi, della distribuzione delle cellule e dei linfociti. Il ruolo della Vitamina A o più precisamente dell’acido retinoico, che lavora nel nucleo, è quello di aumentare le risposte immunitarie primarie e la biosintesi dei linfociti B21. La funzione della Vitamina A è anche fondamentale per la nostra pelle, dal momento che funge da regolatrice, insieme a dei cicli ormonali, di alcune reazioni che avvengono nell’epidermide: più in specifico tutela la differenziazione dei cheratinociti, cellule dell’epidermide sintetizzanti cheratina22, cosicché la pelle non diventi squamosa, grassa oppure secca e i follicoli piliferi non si ostruiscano o amplino. La detossificazione dell’organismo da varie droghe, farmaci ma anche prodotti di scarto, attuata dai citocromi P-45023, viene sostenuta dalla Vitamina A in
quanto essa stimola e aumenta l’attività di questi laboriosi enzimi. Per quanto invece concerne la manifestazioni di disturbi cardiovascolari, quali ictus ischemico e infarto miocardico, essi sono inversamente proporzionali al consumo di provitamina A e dunque al livello di retinolo presente nel plasma. Un’assunzione sufficiente di retinoidi può dunque evitare problemi di
questo tipo. La relazione tra la nascita di cellule tumorali e il ruolo della Vitamina A è stata confermata dopo avere dimostrato che pazienti aventi una leucoplachia, condizione precancerogena della mucosa orale, possedevano livelli di retinolo molto ridotti rispetto a pazienti sani e che un trattamento a base di questa sostanza riduceva lo sviluppo di lesioni e ne causava il recesso. La protezione antiossidante svolta dalla Vitamina A ha le medesime proprietà spiegate nel sottoparagrafo 4.1.2 nell’ambito della Vitamina C. reetinolo.jpgretinale.jpgacido retinoico.jpg21 Cellule con ruolo primario nella produzione di immunoglobuline (anticorpi). 22 Proteina fibrosa che conferisce ad unghie, capelli, peli e pelle resistenza.
23 Proteine trasportatrici di elettroni."

Ritengo e sottolineo questa parte che riporta sulla CARENZA di vitamina A e recita:
"pagina 29/36
5.4. La nictalopia, la xeroftalmia, la cheratomalacia e la emeralopia, sindromi di carenza
La nictalopia, termine derivante dalle parole greche ... ...t.. (nüx nüktòs) «notte» e .. .p..
(òps opòs) «occhio, vista», la xeroftalmia ,derivante anch’esso dal greco ..... (xäròs) «secco» e .fta.µ.. (oftalmòs) «occhio», la cheratomalacia, e l’emeralopia sono disturbi alla vista conosciuti già ai tempi dei Romani. A differenza delle altre malattie di carenza (vedi paragrafo 3.6), queste non sono sotto controllo a livello globale, di fatto sono ampiamente diffuse in molti paesi in via di sviluppo e sono considerate le più comuni cause di cecità infantile. Questi stati patologici sono provocati da una carente assunzione di Vitamina A o del suo precursore carotene (provitamina A), contenuti principalmente in fonti animali. È noto ormai da tempo che molti bambini che si nutrono solamente di alimenti di origine vegetale incorrono in questi morbi, mentre bambini che vivono nei pressi delle coste, che possono dunque nutrirsi più facilmente di pesce ad esempio, le fuggono. Anche conosciuto era il rimedio: la dieta di fegato e olio di fegato di merluzzo soprattutto.
Le malattia di carenza di vitamina A causano principalmente quattro distinti danni: perdita della vista dovuta alla mancata formazione della rodopsina28 nella retina, difetto nella crescita delle ossa, anomalia nella riproduzione, nella crescita e nell differenziazione dei tessuti epiteliali. Più generalmente i problemi si estendono ai sistemi urinari, riproduttivi, alimentari e respiratori rendendo i tessuti più suscettibili a vari tipi di infezioni.
La cheratomalacia fa divenire la cornea opaca, secca e su di essa appare una macchia scura, inoltre la fa diventare facile preda di infezioni che possono portare anche ad un processo di perforazione.
Cornea divenuta opaca a causa della cheratomalacia.29 blindness-vitamin-a-deficiency.jpgnictalopia, come si vede.jpg29
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eABCDK.htm
.
.


08 set 2019, 12:22
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)