Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 17 set 2019, 04:13


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Effetti collaterali da vitamina C del dottor Liborio Quinto 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1295
Località: Saluzzo
Messaggio Effetti collaterali da vitamina C del dottor Liborio Quinto
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... AZIONI.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Vorrei chiedere allo scrivente del'articolo in oggetto il dottor Liborio Quinto su che esperienze si basa per fare queste dichiarazioni. Ma sopratutto, come può pretendere di annullare le esperienze di molti personaggi del secolo scorso che personalmente mi permetto di definirli SCIENZIATI, i quali ci hanno lasciato così tanti scritti provati dalle loro esperienze di molti anni. Avendo questi scritti, al che mi posso permettere di dichiarare FALSE e TENDENZIOSE le sue dichiarazioni, le quali dimostrano senza ombra di dubbio i veri fini della congregazione alla quale è così attivamente legato. Dimostrando sotto quanto siano lontane dalle esperienze di questi SCIENZIATI le sue dichiarazioni, tenendo conto che nessuno di loro può provare senza ombra di dubbio le VERE CAUSE di questi CALCOLI RENALI, lascio pertanto che ognuno di voi, avendo questi scritti, che possa tirare le proprie personali conclusioni.
Personalmente ho la mia su un tumore al colon DOCUMENTATA, ingoiando alte dosi di ACIDO ASCORBICO e non solo, che si trova su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm
Inoltre riporto le esperienze di molti SCIENZIATI del secolo scorso come il due volte Premio Nobel Linus Pauling, un chimico come chimico lo è anche il dottor Irwin Stone, che l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C) lo ha ingoiato e studiato per più di 50 anni, fino alla morte a 87 anni, che con la loro esperienza di anni sui CALCOLI RENALI ci riportano notizie molto diverse da quelle da lui dichiarate.
L'articolo cita una fonte bibliografica, mentre mi permetto di riportare quelle fonti che cita Linus Pauling sul suo libro e ne cita per pagine intere dalla pagina 293 alla pagina 340, quindi addirittura di 48 pagine, che dimostra la malafede di chi guida il SISTEMA che vuole mantenere nel silenzio queste informazioni, col fine di mantenere il proprio dominio,
Ho certezza che l'autore dell'articolo fà parte di questo SISTEMA, quindi ha tutto l'interesse di fare IL CONTRARIO DI TUTTO.
Devo far quindi rilevare che a parlare dell'ACIDO ASCORBICO ed alle sue controindicazioni, contrappongo al dottor Liborio Quinto due CHIMICI che sono coadiuvati dai lo amici; i dottori: Frederick Robert Klenner e Robert F. Cathcart, ed altri ancora che come potremo notare che ingoiando costantemente l'ACIDO ASCORBICO hanno vissuto una lunga vita che mi pare non sia la media di quel periodo. La loro età la troveremo più sotto.
Questi dottori come molti altri citati da Linus Pauling sul suo libro, ci hanno lasciato dei libri delle loro esperienze di medici, guarendo molte persone da ogni tipo di malattie.
In proposito riporto la tabella di Cathcart che riporta le dosi di ACIDO ASCORBICO per guarire da molti disturbi:
"TAVOLA I – DOSI USUALI TOLLERATE DALL’INTESTINO
CONDIZIONE------------GRAMMI NELLE 24 ORE-----------NUMERO DI DOSI NELLE 24 ORE
normale---------------------------------------4-15-------------------------------------------------- 4-6
lieve raffreddore--------------------------30-60------------------------------------------------- 6-10
raffreddore forte------------------------ 60-100+-----------------------------------------------8 - 15
influenza ----------------------------------100 - 150----------------------------------------------8 - 20
ECHO, coxsackievirus----------------100 - 150----------------------------------------------8 - 20
mononucleosi----------------------------150 - 200+--------------------------------------------12 - 25
polmonite virale------------------------100 - 200+---------------------------------------------12 - 25
febbre da fieno, asma-------------------15-50-------------------------------------------------- 4 - 8
allergia ambientale ed ai cibi---------0.5-50-------------------------------------------------- 4-8
ustioni, ferite, chirurgia--------------25 - 150+----------------------------------------------- 6 - 20
ansietà, esercizio ed altri stress lievi--15-25------------------------------------------------4- 6
cancro-------------------------------------15 - 100-------------------------------------------------4 - 15
spondilite anchilosante---------------15 - 100-------------------------------------------------4 - 15
sindrome di Reiter----------------------15-60---------------------------------------------------4 - 10
uveite acuta anteriore----------------30 - 100-------------------------------------------------4 - 15
artrite reumatoide--------------------15 - 100--------------------------------------------------4 - 15
infezioni batteriche-------------------30 - 200+-----------------------------------------------10 - 25
epatite infettiva-----------------------30 - 100--------------------------------------------------6 - 15
candidiasi------------------------------15 - 200+-------------------------------------------------6 - 25
FIGURA 1. DOSI RAPPRESENTATIVE PER TRATTARE I SINTOMI ACUTI DELLA
MALATTIA IN PAZIENTI MOLTO TOLLERANTI VERSO L’ACIDO ASCORBICO

GRAMMI DI ASCORBATO NELLE 24 ORE
1) Notare che le curve dei sintomi della malattia indicano un effetto molto piccolo sui
sintomi acuti finché le dosi non raggiungono l’80-90% del livello di tolleranza
intestinale. Forse è solo in prossimità delle dosi di tolleranza che l’ascorbato è spinto
dentro i siti primari della malattia.
2) La soppressione dei sintomi in alcuni casi potrebbe non essere totale, ma
usualmente è lto significativa e spesso il miglioramento è completo e rapido.
3) L’epatite può richiedere da 30 a 100 grammi.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... _C_ITA.pdf

Mentre Frederick Robert Klenner, M.D., F.C.C.P., A.A.F.P.,
Private practice, Reidsville, N. C.
Frederick Robert Klenner, B.S., M.S., M.D., F.C.C.P., A.A.F.P., dopo essersi laureato presso la
Duke University School of Medicine, nel marzo del 1936, si addestrò per tre anni all’ospedale e
quindi inziò la pratica di medico privato a Reidsville, N.C. Sebbene specialista di malattie toraciche,
il Dott. Klenner è impegnato in una limitata pratica generale che gli ha permesso di fare
osservazioni sull’uso di grandi dosi di acido ascorbico in malattie virali come pure in altre sindromi
patologiche. Ha pubblicato 28 articoli scientifici su queste osservazioni ed ha tenuto numerose
conferenze a svariati gruppi di cittadini. Il Dott. Klenner è un membro della American Association
for Advancement of Science, membro e diplomato del The International College of Applied
Nutrition, membro della The Royal Society of Health, London, England, membro onorario della The
International Academy of Preventive Medicine e membro di molte altre organizzazioni mediche e
scientifiche.
Introduzione
La American Medical Association, nella introduzione al Nostrums, Quackery and Pseudo-
Medicine, dichiara: ”Nell’80-90% di tutti i casi di malanni umani, è probabile che l’individuo starà
meglio sia che faccia qualcosa per la sua indisposizione, sia che non faccia nulla. Il potere guaritivo
della natura, fortunatamente per la perpetuità biologica, funziona in questo modo.” Queste
percentuali sono relative. L’aumentata popolazione e più grandi concentrazioni in termini di
modelli di vita, come pure altri tipi di insulti al corpo, cambieranno frequentemente questo indice.
Come medici abbiamo il dovere di fare tornare in salute il paziente, a prescindere dalla sua fortuna
nell’auto-guarigione con diete o erbe. Ippocrate una volta dichiarò: “dei vari rimedi, i medici
dovrebbero scegliere i meno sensazionali.” La vitamina C sembrerebbe soddisfare questa esigenza.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... lester.pdf

A questo punto mi permetto di riportare le dosi dello SCIENZIATO Irwin Stone e dei suoi amici coetanei scritto di suo pugno:
"La mia dose giornaliera raccomandata di acido ascorbico si avvicinerebbe molto a quella sintetizzata quotidianamente dai mammiferi con il gene del il GLO intatto. In condizioni di stress le dosi devono essere incrementate Ho preso per molti anni circa 20 grammi di acido ascorbico giornalmente, oltre trecento volte l’attuale RDA, godendo sempre di ottima salute per tutto il periodo. Nelle mie pubblicazioni del 1983 relative agli effetti del regime mega-ascorbico sull’invecchiamento e sulla sindrome di Alzhaimer, cito come esempi lampanti del potere che l’acido ascorbico ha nel mantenere una lunga e sana vita attiva, senza malattie, i miei vecchi amici e colleghi: Albert Szent-Gyorgyi (età 91); Linus Pauling ( età 83); Frederick Klenner (età 77); me stesso (età 77). Stanno tutti lavorando
ancora sodo e nessuno mostra la minima traccia di Alzhaimer."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf

Per i CALCOLI RENALI il dottor Klennrr scrive:
pagina 11/30------calcoli renali, spiegazione
Quanto dobbiamo preoccuparci dell'acido assalico e dei calcoli renali? Una spiegazione tecnica.
Una delle armi "per spaventare" usate da critici delle alte dosi quotidiane di ACIDO ASCORBICO è l'ipotesi dell'"acido assalico" e dei "calcoli renali" Meakins stabilisce che i fattori principali nella formazione dei "calcoli renali" sono delle distorsioni di processi metabolici, l'infezione e la stasi nel tratto urinario. Ci sono due scuole di pensiero sulle formazioni dei calcoli:
1)che c'è un nucleo centrale di colloidi su cui precipitano i cristalloidi.
2)che i cristalloidi si depositano nelle urine in cui sono presenti in soluzione concentrata, in cui le concentrazioni saline e di ione idrogeno sono fattori importanti.
In tutti i casi la stasi ed una urina concentrata sembrano essere i principali fattori fisiologico. La sola maniera per cui si può produrre acido assalico dall'ACIDO ASCORBICO è attraverso la rottura dell'anello del lactone. Questo succede sopra il pH5. La reazione dell'urina quando si prendono 10 grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno è di solito pH6. L'acido assalico precipita in soluzione soltanto in una soluzione neutra o alcalina da pH7 a pH10. Kelli e Zilva hanno riportato che "esperimenti di nutrizione hanno mostrato che l'acido deidroascorbico è protetto in vivo da una trasformazione rapida in acido dichetogulonico, importante come antiscorbutico, da cui deriva l'"acido assalico". I valori riportati in letteratura per normali escrezioni di assalato urinario nelle 24 ore per gli esseri umani vanno da 14 mg a 56 mg. Lamden et Allen. hanno trovato in un gruppo di volontari che l'ingestione di 9 grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno dava luogo a emissioni di assalato fino a 68 mg nelle 24 ore e nei controlli senza ACIDO ASCORBICO fino a 64 mg in un periodo di 24 ore.
Questo critici hanno trascurato l'individuo col diabete mellito. l'ammontare di acido assalico che si trovava nel paziente diabetico si avvicinava a quello che si trova nell'urina di una persona normale che prende 10 grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno. I diabetici sono noti per la loro diuresi. L'individuo che prende 10 o più grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno troverà che questo composto organico è un eccellente diuretico, Nessuna stasi urinaria, nessuna concentrazione urinaria.
La storia dei calcoli renali a causa dell'ACIDO ASCORBICO è un mito.
Il blu di metilene dissolverà i calcoli di assalato di calcio se se ne prendono oralmente 65 mg da 2 a 3 volte al giorno (Dott. M.J. Vernon Smith; Med. World News, 4 dicembre, 1970)
pagina 19/30------CACOLI RENALI
Il fattore "spavento" riguardo i calcoli renali associati a grandi dosi di ACIDO ASCORBICO è stato collocato a riposo. Poichè l'urina è di solti pH6, si può vedere che l'apertura dell'anello del lactone è un processo lento. Questa reazione ha luogo nei tessuti ed è probabilmente regolata dall'ammontare di glutatione presente. Considerazioni importanti sono che uno deve avere una urina concentrata, che ci deve essere stasi s che l'urina deve essere alcalina perchè una quantità di cristalloidi apprezzabile possa precipitare. Questo non accadrà mai con la terapia di ACIDO ASCORBICO in dosi massicce. Inoltre, è stato mostrato che i controlli, in un dato esperimento, hanno prodotto quasi altrettanto acido assalico di quello prodotto dai volontari che prendevano 9 grammi di ACIDO ASCORBICO quotidianamente.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... lenner.pdf

mentre il dottor cathcart scrive:
2.3.23 pag.16------CALCOLI RENALI
Secondo la mia esperienza l'ACIDO ASCORBICO probabilmente previene la maggior parte di calcoli renali. Ho avuto alcuni pazienti, che avevano avuto calcoli renali prima di iniziare a dosi livello di tolleranza intestinale. che in seguito non hanno più avuto difficoltà riguardo ai calcoli. Le infezioni acute e croniche del tratto urinario sono spesso eliminate, questo fatto può rimuovere una delle cause dei calcoli renali. Sei pazienti hanno presentato leggero dolore durante le minzione, cinque di questi pazienti erano oltre i 50 anni e nessuno ha avuto calcoli.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... _C_ITA.pdf

e linus pauling riporta:
pagina 273/340------i CALCOLI RENALI e la GOTTA
Nella recensione su Medical letter del libro Vitamin C and the Common Cold, recensione di cui ho già parlato nel capitolo precedente, si sosteneva che l'ACIDO ASCORBICO può avere l'effetto negativo di provocare la formazione di CALCOLI RENALI.
L'autore di questa recessione non firmata scriveva: " Quando si prendono giornalmente da 4 a 12 grammi di ACIDO ASCORBICO per l'acidificazione delle urine, tuttavia, come nel trattamento di alcune infezioni croniche del tratto urinario, urati e cistina, possono precipitare in tale tratto dando origine a calcoli. Per tale ragione si devono evitare dosi molto elevate di ACIDO ASCORBICO in pazienti che hanno tendenza alla gotta, alla formazione di CALCOLI di urati, e la cistinuria.
Questa affermazione è errata. I curatori avrebbero potuto giustamente scrivere che questo tipo di pazienti deve evitare dosi elevate di ACIDO ASCORBICO, ma non c'è motivo che si astengano dal prendere l'ACIDO ASCORBICO, perchè lo possono ingerire sotto forma di ASCORBATO DI SODIO, che non acidifica le urine.
L'affermazione fatta in Medical Letter dimostra che i curatori della pubblicazione semplicemente non abbiano capito l'argomento su cui stavano scrivendo. In realtà, l'ACIDO ASCORBICO è lo ione ascorbato. Questo ione ha una carica elettrica negativa; pertanto, non possiamo ingerire l'ACIDO ASCORBICO senza ingerire una quantità equivalente di atomi che abbiano una carica elettrica positiva.
Nell'ACIDO ASCORBICO questo ione è lo ione idrogeno, H+: nell'ascorbato di sodio è lo ione sodio, Na+; nell'ascorbato di calcio è la metà di uno ione calcio, 1/2 Ca++. Tutte queste sostanze contengono ACIDO ASCORBICO, lo ione ascorbato, e ciascuna di esse contiene anche qualcos'altro. Gli effetti di questo "qualcos'altro" (lo ione idrogeno, lo ione sodio, e lo ione calcio) non vanno confusi con gli effetti dello ione ascorbato, cosa che invece hanno fatto i curatori di Medical Letter e continuano a fare tutti quegli autori di articoli la cui conoscenza dell'argomento è incompleta.
E' bene noto che ci sono due tipi di calcoli renali, e che la tendenza a formarli deve essere tenuta sotto controllo in due modi diversi. I calcoli di un tipo, che comprendono circa la metà di tutti i calcoli urinari, sono composti di fosfato di calcio, fosfato di magnesio e ammonio, carbonato di calcio o miscele di queste di diverse sostanze. Essi tendono a formarsi se le urine sono alcaline: le persone che hanno la tendenza a formarli devono acidificare la propria urina.
Un buon sistema, probabilmente il migliore, è di prendere 1 grammo o più di ACIDO ASCORBICO al giorno. L'ACIDO ASCORBICO viene usato da molti medici a questo scopo, e non per prevenire le infezioni del tratto urinario, specie le infezioni da organismi che idrolizzano l'urea formando ammoniaca e in tal modo alcanilizzano l'urina, favorendo la formazione dei calcoli renali di questa classe.
I calcoli renali dell'altra classe, che tendono a formarsi nell'urina acida, sono composti da assalato di calcio, acido urico o cistina.
Alle persone che hanno tendenza a tornare, questo tipo di calcoli viene consigliato di rendere alcalina l'urina. Questo obiettivo può essere raggiunto prendendo l'ACIDO ASCORBICO sotto forma di ascorbato di sodio, oppure prendendo l'ACIDO ASCORBICO con l'aggiunta di bicarbonato di sodio o di altra sostanza alcalinizzante, solo nella quantità necessaria allo scopo.
Nella letteratura medica non viene riferito neppure un caso di formazione di calcoli renali in seguito all'assunzione di forti dosi di ACIDO ASCORBICO. Sussiste tuttavia la possibilità che alcune persone abbiano una tendenza accentuata a produrre calcoli renali di assalato di calcio in seguito all'assunzione di forti dosi di ACIDO ASCORBICO. E' noto che l'ACIDO ASCORBICO può essere ossidato nell'organismo, diventando acido assalico. Lamden e Chrystowski (1954) hanno studiato cinquantun soggetti sani di sesso maschile che assumevano le quantità normali di ACIDO ASCORBICO (cioè solo quella nel cibo) e hanno trovato che la quantità media di ACIDO ASSALIC eliminato nell'urina era di 38 mg. (in un'escursione da 16 a 64 mg). Questa media salì di soli 3 mg. in seguito all'assunzione di 2 grammi supplementari al giorno di ACIDO ASCORBICO, e soli 12 mg. al giorno per 4 grammi in più di ACIDO ASCORBICO. Un ulteriore aumento di 8 grammi al giorno di ACIDO ASCORBICO fece salire l'eliminazione di acido assalico di 45 mg. e quella di 9 grammi la elevò di 68 mg. (in media un soggetto ne eliminò addirittura 150 mg.)
Appare verosimile che la maggior parte della gente che non vada incontro a problemi relativi all'ACIDO ASSALICO prendendo ACIDO ASCORBICO, ma un certo numero di persone dovrà fare attenzione, proprio come deve stare attento a non mangiare troppi spinaci e rabarbaro, che hanno un alto contenuto di assalati.
Esiste un numero molto limitato di persone che soffrono di una malattia genetica piuttosto rara, che provoca una maggiore produzione di acido assalico nelle cellule (sopratutto dall'aminoacido glicina); è noto il caso di un giovane che sovente circa il 15 per cento dell'ACIDO ASCORBICO ingerito in acido assalico, cinquanta volte di più rispetto alle altre persone (Briggs, Garcia-Webb e Davies, 1973). Quest'uomo e tutti coloro che hanno lo stesso difetto genetico devono limitare la loro assunzione di ACIDO ASCORBICO.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf

ed ancora Irwin Stone dice:
Formazione di pietra
Una critica che è stata livellata contro fornendo agli esseri umani la quantità giornaliera di acido ascorbico che normalmente sono prodotte in altri mammiferi che è il suo effetto acidificante su
l'urina potrebbe aumentare l'incidenza di formazione di pietra. La formazione di calcoli nella
tratto urinario è un argomento molto complesso e impegnativo per la ricerca su larga scala dovrebbe essere condotto per risolvere questa questione importante.
Abbondante evidenza archeologica indica che la formazione di pietra è tra i afflizioni più antichi dell'uomo. È comune oggi in tutte le parti del mondo e in alcune aree del il mondo l'incidenza è così alta che sono conosciuti come "cinture di pietre". Nel pater del 1964, che contiene una bibliografia di 104 riferimenti, Stati Gershoff (3), "calculi urinario variano così molto in forma, presenza e composizione che è improbabile che un singolo meccanismo responsabile per la loro produzione." La composizione dipende se è una pietra del rene o una vescica pietra e in quale parte del mondo la vita individuale. Circa l'1 per cento della 280.000 casi chirurgici ricoverati all'ospedale di Londra dal 1960 al 1935 furono per pietre delle vie urinarie. In 25.000 autopsie presso l'ospedale dell'Università del Minnesota, il incidenza di calcoli renali è 1,12 per cento. L'incidenza varia notevolmente in diverse parti del mondo con un'alta percentuale di calcoli vescicali nei bambini da uno a dieci anni in Thailandia, India, Siria, Cina e Turchia. In un'analisi di 1.000 urinaria pietre dagli Stati Uniti, il 52 per cento conteneva fosfati, 33 per cento erano calcio ossalato, 6 per cento erano pietre di urati e cistina 3 per cento. A causa dell'ampia variazione nella composizione, l'effetto acidificante acido ascorbico nelle urine può inibire la formazione di pietra di alcuni tipi, soprattutto quelli contenenti fosfati, che comprendono una grande frazione di quelli che si trovano in American calcoli urinari. McCormick (4), nel 1947, intervistati i tutto il mondo incidenza di formazione di pietra e la propria esperienza clinica e sperimentazione e lui ha concluso che la formazione di pietra (urinaria, salivari, biliari e così via) era dovuto a un deficit di acido ascorbico. Egli ha sottolineato che la somministrazione di acido ascorbico aveva effetti profondi sulla sedimentazione urinaria e cristallizzazione. Egli afferma: "appena amministrazione correttive della vitamina effetti un livello normale di acido ascorbico, il cristallino e sedimenti organici scompare come per magia dalle urine. Ho trovato che questo cambiamento possono solitamente essere portato in una questione di ore da grandi dosi di vitamina - 500 a 2.000 milligrammi - orale o parenterale. Dosi successive di manutenzione di 100-300milligrammi, ogni giorno, sono in genere sufficienti a mantenere l'urina libera da questi depositi. Sarebbe appaiono così che il deficit di vitamina C, che è la dieta predominante difetto la vari 'area pietra', può fornire il fattore predominante in lithogenesis urinaria
[pietra formazione]."
La maggior parte delle persone non bere abbastanza acqua e questa è una trascurata e poco esplorato fattore nella formazione di pietra. È risaputo che la tendenza per i sali per cristallizzare
la nostra soluzione è la soluzione più concentrata maggiore è. In persone la cui acqua l'assunzione è bassa, l'urina è molto più concentrato. In "cinture pietre" del mondo, acqua è scarso e di scarsa qualità, e il clima è caldo, così la maggior parte della popolazione è un cronico stato di privazione di acqua. In Israele, dove c'è un'alta incidenza di urinaria pietra formalina, Frank e colleghe (5) sono stati in grado di ridurre l'incidenza di pietra formazione semplicemente istruendo i coloni a bere più acqua. Hanno dichiarato, "Preliminary risultati, che riassume un periodo di 3 anni di studio, suggeriscono che l'istruzione è in grado di sollevare produzione di urina e prevenire l'urolitiasi (formazione di calcoli urinari) in un clima caldo e secco. È probabilmente quel copioso assunzioni giornaliere di buona acqua potabile morbido insieme con l'alto ascorbico assunzione acidi tenderebbe a correggere qualsiasi tendenza individuale alla formazione di pietra.
L'autore, chi sta ingerendo elevati livelli di acido ascorbico per oltre tre decenni e non ha stato turbato con formazione di pietra, inoltre cerca di bere almeno un litro di acqua al giorno in
aggiunta di altri liquidi. Gli studi clinici su larga scala dovrebbero essere iniziati per ottenere ulteriori dati perché ci sono probabilmente milioni di americani che alti livelli di acido ascorbico
la propria volontà.
Sono già stati fatti diversi studi minori sull'escrezione urinaria di ossalatperché la formazione di ossalato è un possibile risultato della ripartizione di acido ascorbico nel corpo e ossalato di calcio è un costituente di molte pietre umane. In un test di 51 soggetti di sesso maschile riportato nel 1954 da Lamden e collaboratori (6), risultati hanno mostrato che l'ingestione giornaliera di fino a 4 grammi di acido ascorbico al giorno non prodotto nessun significativo aumento dell'escrezione di ossalato.
Otto grammi al giorno ha prodotto un aumento medio di 45 milligrammi al giorno e 9 grammi
aumentata escrezione di ossalato Media 68 milligrammi al giorno. La gamma di ossalato urinario
escrezione dei soggetti prima di prendere l'acido ascorbico era 10 a 64 milligrammi al giorno.
Le normali variazioni individuali tra i loro soggetti, di 54 milligrammi al giorno, è stato così
trovato maggiore l'aumento medio della escrezione per il test di acido ascorbico 8 grammi
assunzione. Due articoli dal Giappone nel 1966 e uno dall'Egitto (6), nel 1970, ha riferito simili
ulteriori risultati. Takenouchi e colleghe ha riferito che 3 grammi di acido ascorbico
non prodotto contrassegnato aumento della escrezione di ossalato in tre soggetti, mentre 9 grammi al giorno esso è aumentato da 20 a 30 milligrammi al giorno. La variazione nella escrezione di ossalato di loro tre soggetti prima di prendere l'acido ascorbico (11 a 64 milligrammi al giorno) era ancora maggiore l'aumento non trovato per l'assunzione di 9 grammi. Takaguchi e colleghe ha dato loro tregruppi di grammi dieci soggetti 1 e 2 di acido ascorbico al giorno per 90 a 180 giorni. Hanno trovato nessun significativo aumento dell'escrezione urinaria di ossalato. L'escrezione di ossalato normale della loro soggetti a dieta standardizzata stessa prima di prendere l'acido ascorbico variavano da un minimo di 11 mg ad un massimo di 55 milligrammi. El Dakhakhny ed El-Sayed alimentati 4 grammi di l'acido ascorbico a 8 soggetti sulla stessa dieta cui escrezione urinaria di ossalato prima il acido ascorbico varia da 17 a 132 milligrammi al giorno. In un soggetto non c'era nessun cambiamento, in due soggetti c'è stata una diminuzione di 32 a 56 milligrammi, mentre negli altri cinque, aumenta di 10 a 18 milligrammi al giorno sono stati segnalati. Evidentemente ci sono molti altri fattori al lato di acido ascorbico che determinano l'ossalato urinario.
Mentre la cistina è relativamente rari, la megascoric si avvicinano al loro controllo non ha mai considerato prima. Cistina è la forma insolubile, ossidata di acidsoluble, zolfo dell'amminoacido cisteina. La forma solubile (cisteina) è un agente riducente pietra, come l'acido ascorbico e cisteina e acido ascorbico sono membri della normale biologico sistemi di ossidoriduzione. Essi interagiscono e proteggere gli altri dal male effetti dell'ossidazione. Mantenimento di alti livelli
dell'acido ascorbico altamente riducente nella sistema urinario di cystinurics (quelle persone inclini a cistina) può rendere possibile per mantenere i loro livelli anormalmente elevati di cisteina in forma solubile ridotta e quindi evitare la conversione a cistina insolubile, con conseguente cristallizzazione e pietra formazione. In questo modo, la cisteina in eccesso potrebbe essere smaltito in una forma solubile ridotta nell'urina acidificata di acido ascorbico. Questo è simile alla logica proposta da Schlegel,
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... onetra.pdf
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... oneing.pdf

L'articolo dichiara che a causare i CALCOLI RENALI è la CARENZA di MAGNESIO e dice:
5. Calcoli renali
Molte persone credono che i calcoli renali siano causati da un eccesso di calcio, ma in realtà si tratta di una carenza di magnesio. Il magnesio previene la formazione di queste pietre inibendo il legame del calcio con ossalato, i due composti che compongono queste pietre. I calcoli renali possono essere estremamente dolorosi, quindi è bene saperne qualcosa in più, ovvero che una semplice integrazione di magnesio può impedire loro di formarsi! Se hai esperienze, del genere suddescritte, di qualsiasi di questi sintomi, la consulenza con un medico è una buona idea. È inoltre consigliato di seguire una dieta che include alimenti come okra, il girasole e semi di zucca, mandorle, soia o fagioli neri, anacardi e spinaci in quanto queste sono tutte fonti di magnesio naturali.
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... renali.htm
Riguardo ai CALCOLI RENALI, riporto la esperienza di un membro di un nostro gruppo Gigi Mar su questi CALCOLI RENALI:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... igimar.htm

Ma non solo lui, anche altri che non hanno fatto testimonianza.
Però devo dedurre che quanto scrive il dottor Liborio Quinti è quanto potete sentire da ogni suo collega o farmacista, quindi dalla medicina.
Ora, mi volete dire che le esperienze di questi SCIENZIATI siano annullate dai PAROLONI detti da una persona in CONFLITTO DI INTERESSE?
NON CREDO PROPRIO.

In quanto al favismo è pienamente falso, poichè, dato che oltre ai vegetali, anche TUTTI gli altri animali questo ACIDO ASCORBICO se lo producono dal concepimento alla morte e fra loro ci sono anche quelli che ingoiano le fave, quindi se così fosse si sarebbero TUTTI ESTINTI, in quanto loro non vanno dal loro simile per farsi curare. Anzi direi che proprio il contrario.

Ora, potendo parlare con il dottor Liborio Quinto vorrei fargli una domanda:
Chiamando l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C) un INTEGRATORE e sapendo con CERTEZZA che prima di tutto è nel suo sangue (anche se la medicina non ne fà fare il solito esame dal medico di base) e sapendo poi che è anche LA BASE DEL TUO LIQUIDO SEMINALE, dato che anche lui è un maschio, conoscendo il significato di questa parola, con che coraggio ammtte quindi di avere degli INTEGRATORI che circolano nel suo sangue?
ammetti di avene nel tuo sangue degli INTEGRATORI?
ma non solo, dato che lo spermatozoo che ti hato la vita sia stato GENERATO da tuo padre negli INTEGRATORI?

Personalmente PROPRIO NO!!!!!!!!
in quanto questo "ALIMENTO ESSENZIALE" è come TUTTI gli altri scritti nel MIO ed anche nel TUO DNA.

Riguardo agli acidi fà delle conclusioni piuttosto azzardate, che data la AUTOPRODUZIONE di ogni essere vivente, escluso, l'Homo Sapiens, se fosse vera, sulla terra non ci sarebbe più la vita.
Comprensibile vero?
Lo deduco dal fatto che tutte queste chiacchiere servono ed hanno uno scopo solo SPAVENTARE LE PERSONE CREDULONE, in quanto che se così fosse gli SCIENZIATI del secolo scorso ce ne avrebbero dato INFORMAZIONE CERTA.

In quanto alle sue conclusioni, parlando degli EFFETTI COLLATERALI, l'unico EFFETTO COLLATERALE che ho avuto nei miei 27 anni di ALTE DOSI, è la MIA VERA SALUTE che dimostro ogni anno con alcuni miei video personali che potete trovare riuniti in quanta pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... vobase.htm

Come buon ultimo ho certezza che al dottor Liborio Quinto manca una informazione molto importante ed è che lui non sà che il suo corpo di maschio questo ACIDO ANCORBICO (vitamina C come lo chiamalui) il suo copro lo mette nel suo liquido seminale maschile, nel quale poi genera quegli spermatozoi che gli servono per la sua continuazione della specie, nel quale liquido, anche lui è stato GENERATO dal corpo di suo padre, pensasse un pò come può essere possible in fatto del FAVISMO e dei CALCOLI RENALI e tutti gli altri avvisi che ci propinato pur di evitare che le persone VIVANO IN SALUTE, POVERINO!
Senza contare il suo consiglio di essere seguiti da un medico se si vuole ingoiare piccole dosi di ACIDO ASCORBICO, perchè le grandi dosi secondo lui sno pericolose.
Quindi mi viene naturale chidermi:
Ma allora lui, quando il suo corpo ha bisogno di GENERARE quesgli spermatozoi, si recherà dal suo medico di base?

CONCLUSIONE:
Come si sà, sul web si legge di tutto:
il TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO,
ma questo CONTRARIO DI TUTTO si legge SOLO se si tocca le tasche di qualcuno e questo dottore fà parte di questo gruppo.

Riguardo alla mecidina la pagina recita:
"Devo premettere un dato di fatto moltissimo importante, dal quale si capirà meglio il fine dei cervelloni della medicina di quel tempo rispetto alla salute dei loro simili manipolando le scoperte fatte dei loro contemporanei in modo da ricavarne per loro e la congregazione i maggiori benefici possibili.
A questo proposito riporto quanto scrive il dottor William Osler, considerato il capostipite della medicina ai suoi tempi nel secolo scorso:
"Sotto trovi il detto del dottor Wiliam Osler, considerato il capostipite moderno della medicina attuale:
La persona che prende una medicina deve guarire 2 (due) volte:
deve guarire dalla malattia e
deve guarire dalla medicina
William Osler
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ottore.htm
e se vuoi la sua scritta clicca sul link
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ttorea.htm
I fatti a testimonianza:
Noi sappiamo che nel 1931 il chimico Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), figlio di una famiglia colta e benestante, cominciò i suoi studi a Budapest e, dopo un periodo di ricerche all'estero, diventò professore di chimica medica nell'Università di Szeged negli anni trenta del secolo scorso. Le ricerche di Szent-Gyorgyi erano concentrate sul meccanismo con cui le cellule viventi "bruciano", con ossigeno, le molecole organiche liberando energia e anidride carbonica, il fenomeno inverso della fotosintesi con cui i vegetali fissano l'anidride carbonica atmosferica "fabbricando" molecole organiche. Szent-Gyorgyi pensò che l'energia non viene liberata dalla ossidazione del carbonio, ma dall'ossidazione dell'idrogeno presente nelle molecole organiche e che la vita consista in fenomeni, come si dice, di ossido-riduzione catalizzate da speciali enzimi.

Oggi i biologi sanno molte altre cose su questi meccanismi, ma ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937; Szent-Gyorgyi fu attivo nella resistenza antinazista e lasciò poi l'Ungheria nel 1948 trasferendosi negli Stati uniti dove ha diretto, nel Massachusetts, ricerche per la cura del cancro; è stato anche impegnato come difensore dei diritti civili e nella protesta contro la guerra nel Vietnam (un suo libro di sostegno alla contestazione giovanile, "Uomo o scimmia pazza ?", è stato tradotto anche in italiano).

Oggi l'acido ascorbico, contenuto nella verdura e nella frutta, specialmente negli agrumi, viene prodotto artificialmente su larga scala, partendo dal glucosio, e trova impiego anche come antiossidante, oltre che in medicina. Di certo ha un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene e in molte altre funzioni biologiche. Il chimico Linus Pauling, anche lui premio Nobel per la chimica (e per la pace) (si veda Altronovecento n. 5) ha sostenuto per tutta la vita che l'acido ascorbico cura anche i tumori. E tutto è cominciato con i peperoni ungheresi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

Ora mi e vi chiedo, ma perchè il PREMIO NOBEL PER LA MEDICINA e non per un altro premio?
Non potevano per un altro, poichè tutti sapevano che l'ACIDO ASCORBICO è considerato come una MEDICINA, dato che CURA LO SCORBUTO ed il suo nome è stato dato proprio usando parte di questa parola "SCORB", come voluto da Albert.
Oh ma questi cervelloni sapevano anche che chiunque avrebbe potuto curare le persone di SCORBUTO, che non era il loro fine.
BENE, allora noi CERVELLONI, cambiamo il nome della malattia in TUMORE o CANCRO, in modo che nessuno potesse più collegare i due, ma non solo, denominando vitamina C l'ACIDO ASCORBICO, sarebbe stato ancora più difficile collegare questa malattia a quella polverina.
Nel contempo hanno inventato la parola IPERVITAMINOSI, cha sappiamo tutti quale è il suo significato, per spaventare le persone che avessero voluto provare ad ingoiarne di più dalla RDA di 0.60 mcg come stabilito a quel tempo. Misura mantenuta per moltissimi anni. "
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... efalsa.htm
L'articolo in oggetto sulla pagina riportata sotto, oppure l'originale sul link.
il link è: https://liborioquinto.altervista.org/ef ... wKK_pc8Yuc

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... AZIONI.htm
.
.


23 ago 2019, 13:06
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)