Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 24 lug 2019, 08:34


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 PINEALE E MELATONINA: LA CHIAVE PERDUTA 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1268
Località: Saluzzo
Messaggio PINEALE E MELATONINA: LA CHIAVE PERDUTA
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ineale.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Il titolo dell'articolo in oggetto dice:
"PINEALE E MELATONINA: LA CHIAVE PERDUTA"
e non posso che dedurre senza ombra di dubbio che il denunciato calo della AUTOPRODUZIONE di questa MELATONINA, un "ALIMENTO ESSENZIALE" in qunto un ORMONE come lè un ORMONE la vitamina D.
L'articolo riporta:
"LA MELATONINA CON GLI ANNI E’ SEMPRE MENO"
e ne riporta un disegno:

e scrive: "È durante l’infanzia che la produzione di Melatonina raggiunge il picco massimo con circa 125 picogrammi al giorno. In seguito la produzione di Melatonina comincia a calare lentamente: intorno ai 45 anni si verifica un ulteriore crollo e intorno ai 60 anni il livello di Melatonina presente nel corpo di una persona è circa la metà di quello di un giovane di 20 anni. La causa è la calcificazione e atrofizzazione della ghiandola pineale che causa l’invecchiamento. Secondo alcuni autori si potrebbe vivere centinaia di anni in salute se si riuscisse ad invertire questo meccanismo."

Però sono certo che questa AUTOPRODUZIONE di MELATONINA è in TUTTE le specie animali al mondo con la variazione in alcune specie secondo la loro EVOLUZIONE come per esempio il gufo che il suo corpo si comporta esattamente il contrario.
Devo fare presente però che TUTTE le specie animali si AUTOPRODUCONO l'ACIDO ASCORBICO, il conduttore onnipresente in ogni processo che avviene o deve avvenire nel corpo di ogni individuo animale.
La dimostrazione pratica è che la base della cellula è la pompa SODIO-POTASSIO che è in effetti di 4 "ALIMENTI ESSENZIALI", naturalmente SODIO, POTASSIO, MAGNESIO e CALCIO.
La pagina recita:
"Ogni nostra cellula possiede un equilibrio fra il suo interno ed il suo esterno che si fonda sulla stabilità del potenziale di membrana e sulla regolarità del meccanismo della pompa sodio-potassio. Tutti gli elementi leggeri (almeno 21) sono essenziali per la vita. Di questi in particolare sono quattro quelli fondamentali: Sodio, Potassio, Calcio e Magnesio. L'individuo sano possiede:
- tutti gli elementi necessari nella giusta quantità - un regolare potenziale di membrana e un regolare funzionamento della pompa sodio-potassio - un sistema immunitario integro ed efficiente
Nell'organismo sano, secondo necessità, si producono, per azione degli enzimi, delle trasmutazioni di un elemento in un altro: il calcio in potassio o in magnesio, il sodio in potassio o magnesio, il magnesio in calcio, il potassio in calcio ecc.. In particolare, l'equilibrio della pompa sodio-potassio è salvaguardato dagli ascorbati dei quattro elementi, cioè dalla salificazione di questi ultimi operata dall'acido ascorbico.
L'organismo equilibrato è in grado di mantenere attivo questo processo e di conseguenza il sistema immunitario preposto a combattere ogni forma di aggressione. Essendo gli alimenti la fonte di approvvigionamento degli elementi necessari a produrre gli ascorbati, ed essendo i cibi odierni più poveri ed adulterati ed inquinati, essi stessi sono causa o concausa di tante patologie." http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nzione.htm

E' la dimostrazione pratica che la SALIFICAZIONE dell'ACIDO ASCORBICO è importantissima per questi e moltissimi altri processi.
Quindi sono anche certo che:
"La causa è la calcificazione e atrofizzazione della ghiandola pineale che causa l’invecchiamento. Secondo alcuni autori si potrebbe vivere centinaia di anni in salute se si riuscisse ad invertire questo meccanismo."
è la CARENZA di ACIDO ASCORBICO.
la riprova ci viene dal fatto che non tutte le persone verso i 45 anni soffrono di insonnia e neppure tutte le persone verso i 60 anni hanno quel crollo di AUTOPRODUZIONE di MELATONIA come descritto dall'articolo in quanto le persone non hanno la stessa CARENZA di ACIDO ASCORBICO.
Sono anche certo che nessun altro individuo animale ha questo problema, in quanto hanno la AUTOPRODUZIONE di ACIDO ASCORBICO e non vanno dal loro simile per farsi curare gli eventuali problemi di salute, quindi si AUTOGUARISCONO, che in caso contrario la estinzione della specie.
L'articolo descrive ancora:
"COME FUNZIONA LA MELATONINA
Per questo motivo la melatonina ha un picco nelle ore notturne e valori molto più bassi durante il giorno. Se dormiamo nelle ore in cui il livello di melatonina è basso non avremo un sonno riposante, quindi stare a letto tutto il giorno non ha nessun beneficio, anzi! Se non si prende abbastanza luce durante il giorno, non ci sarà una produzione sufficiente di melatonina durante la notte, perché è grazie alla luce solare che viene effettuata la conversione da triptofano a serotonina. La serotonina viene poi usata dalla ghiandola pineale per produrre la melatonina."

Questo grafico riporta quanto può essere stato rilevato su un individuo con ACIDO ASCORBICO sotto il fabbisogno e non proprio CARENTE, ma rende ugualmente l'idea del funzionamento della ghiandola pineale.
Dato che con Franca non abbiamo problemi di sonno, posso testimoniare che nonostante la mia età di 80 anni, in quanto nato nel 1940, che dal 1192 ingoio costantemente ogni giorno questo ACIDO ASCORBICO, ritengo che questo influisca in modo positivo su questa mia ghiandola pineale. Franca pur avendo iniziato solo nel 2012, ha gli stessi miei benefici.

Wikipedia riporta:
"Melatonina
La melatonina (chimicamente N-acetil-5-metossitriptammina) è un ormone prodotto dalla ghiandola pineale (o epifisi), ghiandola posta alla base del cervello. Agisce sull'ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Oltre che negli esseri umani, essa è prodotta anche da animali, piante (fitomelatonina) e microorganismi[1][2].
https://it.wikipedia.org/wiki/Melatonina
Lo scandalo della melatonina: “vi spiego come è stata approvata una grande truffa ai danni della comunità e dei malati di tumore”. Ed è ancora più scandaloso che non se ne parli !!
Posted on settembre 28, 2014
Faccio notare la scritta:
"Mariano Bizzari è d’accordo in proposito con la posizione di Di Bella -padre e figlio – e di Paolo Lissoni, “non si cura un tumore senza melatonina“
La melatonina
Mariano Bizzari è uno di quegli oncologi che, nella sfortuna di avere un cancro, è una fortuna incontrare. Responsabile del Systems Biology group del dipartimento di Medicina Sperimentale della Sapienza di Roma, autore di svariati studi sulle proprietà antitumorali della melatonina ( d’accordo in proposito con la posizione di Di Bella -padre e figlio – e di Paolo Lissoni, “non si cura un tumore senza melatonina“), non vede solo le quattro mura del suo laboratorio, ma anche i malati. Per questo indirizza le scelte dei colleghi del Policlinico I: “Diamo sempre melatonina ad alte dosi ai pazienti, insieme a radio e chemioterapie. È una molecola dalle molteplici proprietà, la definiamopleiotrofica perchè agisce in base alle esigenze dell’organismo”.
Bizzarri ha pubblicato svariati lavori sulle proprietà antitumorali della melatonina. Qui evidenzia l’effetto killer sui tumori di seno, prostata, colon, sarcomi, melanomi e del sangue. Cliccate.
Ci siamo rivolti a lui e al professor Giulio Bellipanni, chirurgo a Roma e studioso della ghiandola pineale, sia per avere conferma delle capacità di contrastare il cancro che ha questa molecola ( cosa che non viene riconosciuta nè dai medici di base, nè dagli oncologi), che per capire COME MAI, dall’inizio dell’anno, PER ACQUISTARE 2mg di MELATONINA serve la ricetta medica, mentre per comprare 1000 mg di paracetamolo non occorre alcuna ricetta.
IN PRATICA E STATA BREVETTATA da un’azienda Big Pharma UNA SOSTANZA NATURALE, cosa che non dovrebbe essere permessa.
Il brevetto delle pasticche da 2mg è stato rilasciato in Inghilterra. Potevano tenerselo gli inglesi, assieme alla loro guida a sinistra, ma l’interesse della Big Pharma è quello di procacciarsi clienti guadagnando il più possibile. Così il prezzo, da un mese all’altro, è cresciuto di 10 volte. “Se fino a gennaio, per una confezione di melatonina con pastiglie da 3 mg, spendevo 7 euro, oggi ne verso 70 in cambio di compresse da 2 mg” calcola Giulio Bellipanni. Ma quel che è grave è che “dopo la registrazione europea, l’Italia ha recepito il nuovo farmaco brevettato senza interrogarsi sugli studi di farmacocinetica -probabilmente assenti – e ha dato indicazioni sul limite di melatonina da inserire negli integratori, non più di un milligrammo”.
Cosa sono gli studi di farmacocinetica? Ce lo spiega Bizzarri.
“Due milligrammi è una dose ridicola, da acqua fresca. Una presa in giro legalizzata, una frode scientifica. Gli studi di farmacocinetica stabiliscono gli effetti di una tal quantità nel sangue. I valori fisiologici di melatonina in un uomo che pesa 70 chili, sono 8 mg. Cosa producono 2mg di melatonina?”
Abbiamo chiesto da mesi di poter parlare col ministro o con il responsabile che ha accolto la pasticca new entry a prezzo rincarato. Mai nessuna risposta. Non vogliamo credere che ministero, ISS e Aifa non abbiamo valutato gli studi e abbiano accolto il Circadin solo per favorire un’azienda, quindi restiamo in attesa di repliche.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tonina.htm

La scienza lo conferma ma tutte le tradizioni antiche lo sanno da millenni: al tramonto il cervello comincia a produrre la melatonina, vero e proprio ‘ormone del riposo’ che segnala al corpo di mettersi nella modalità di risparmio energetico.

La ghiandola pineale, che contiene cellule pigmentate simili a quelle che si trovano nella retina (infatti è chiamata ‘terzo occhio’), è sensibile alla luce e reagisce all’alternanza periodica di luce e di buio, producendo o inibendo la sua secrezione di melatonina.

COME FUNZIONA LA MELATONINA

Per questo motivo la melatonina ha un picco nelle ore notturne e valori molto più bassi durante il giorno. Se dormiamo nelle ore in cui il livello di melatonina è basso non avremo un sonno riposante, quindi stare a letto tutto il giorno non ha nessun beneficio, anzi! Se non si prende abbastanza luce durante il giorno, non ci sarà una produzione sufficiente di melatonina durante la notte, perché è grazie alla luce solare che viene effettuata la conversione da triptofano a serotonina. La serotonina viene poi usata dalla ghiandola pineale per produrre la melatonina.

melatonina-ritmo-circadiano

DOPO 20 MINUTI SUL CUSCINO SI DORME
Mgid
Dopo 5 ore di studio parla l'inglese come un madrelingua
Come superare il dolore alle articolazioni? È molto semplice!
Questo ripristinerà le articolazioni in 7 giorni
Ti senti male? È colpa delle tossine. Puoi liberartene

Così il nostro corpo si prepara al sonno, che arriva circa 15 o 20 minuti da quando mettiamo la testa sul cuscino. In una prima fase di dormiveglia, infatti, si perde il contatto con la razionalità, le percezioni sono distorte e il cervello fa associazioni bizzarre.
Quando finalmente ci addormentiamo, la temperatura corporea si abbassa ancora, così come la frequenza cardiaca e la pressione, l’attività degli enzimi si riduce, il metabolismo rallenta per mettere a riposo l’organismo.

IL SONNO DISINTOSSICA E RIPULISCE IL CERVELLO

Ma questo non significa che tutto sia immobile, anzi: un recente studio pubblicato su Science dimostra che proprio di notte è dieci volte più efficiente il sistema linfatico, che smaltisce i rifiuti metabolici del cervello, ripulendolo dalle tossine accumulate di giorno. Alcune cellule cerebrali, probabilmente quelle gliali che servono a mantenere vitali i neuroni, si rimpiccioliscono durante il sonno: lo spazio fra queste cellule aumenta del 60% e ciò consente l’ingresso di una maggiore quantità di fluidi, che aiutano a drenare sostanze tossiche e scorie.

IL RIPOSO SCANDITO IN CICLI DI 60-90 MINUTI

Il nostro riposo è scandito da cicli di circa 60-90 minuti in cui si alternano tre fasi: nelle prime due il sonno è man mano più profondo, la terza è la fase REM in cui si sogna, e ogni notte il ciclo si ripete per circa 4-5 volte. All’inizio infatti le fasi di sonno profondo sono molto più lunghe, perché ci consentono di recuperare energie, mentre alla fine la fase REM è più lunga e può arrivare verso le 6 a durare anche 50 minuti. Per questo dormire oltre 6-7 ore non è riposante in quanto è quasi tutta attività REM.
Si è anche appurato che le aree cerebrali usate maggiormente durante il giorno si addormentano prima e più profondamente, proprio perché devono recuperare molto.

LA MELATONINA CON GLI ANNI E’ SEMPRE MENO

È durante l’infanzia che la produzione di Melatonina raggiunge il picco massimo con circa 125 picogrammi al giorno. In seguito la produzione di Melatonina comincia a calare lentamente: intorno ai 45 anni si verifica un ulteriore crollo e intorno ai 60 anni il livello di Melatonina presente nel corpo di una persona è circa la metà di quello di un giovane di 20 anni. La causa è la calcificazione e atrofizzazione della ghiandola pineale che causa l’invecchiamento. Secondo alcuni autori si potrebbe vivere centiania di anni in salute se si riuscisse ad invertire questo meccanismo.

LA PINEALE DETERMINA IL RITMO DELLA VITA

“Essa regola il ritmo della vita stessa, e ciò appare nel modo più chiaro nel regno animale, dove esso non viene interrotto da alcun meccanismo artificiale. In primavera, la pineale riaccende le pulsioni sessuali, segnalando agli animali che è la stagione dell’accoppiamento.
Quando l’estate cede il passo all’autunno, la pineale segnala agli uccelli che è tempo di migrare.
La ghiandola pineale funziona anche come una sorta di bussola fisiologica, mantenendo gli uccelli sulla giusta rotta mentre sorvolano il pianeta.
Quando l’inverno si avvicina e le ore di luce giornaliera diminuiscono, la pineale avverte gli animali che è tempo di cercare un riparo e di entrare in letargo.” Dottor Walter Pierpaoli – Tratto dal libro La Chiave della Vita; Con la Melatonina l’inversione dell’invecchiamento nella Ghiandola Pineale

MANTENERE LA PINEALE SANA PER UN VITA LUNGA E PIACEVOLE

Una soluzione per mantenere la pineale il più possibile sana ed attiva è stare e vivere nella natura e rispettare i suoi cicli. Limitare l’uso degli schermi di computer e smartphone (che inibiscono la pineale), aumentare l’esposizione al sole il più possibile, svegliarsi al mattino con la luce e andare a dormire con il buio. Non consumare prodotti con fluoruro di sodio (dentifrici, chewing gum, acqua, tè verde). Alcuni integratori di MSM e Spirulina sono usati per stimolare positivamente la ghiandola pineale.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ineale.htm
.
.


10 lug 2019, 11:50
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)