Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 20 set 2019, 04:16


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 I soldi delle case farmaceutiche ai medici: 732 dottori cata 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1295
Località: Saluzzo
Messaggio I soldi delle case farmaceutiche ai medici: 732 dottori cata
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rrotti.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Nell'elenco di questi medici CORROTTI ci sarà anche il tuo medico di base?
Come puoi fidarti ancora di questo tuo medico di base se inoltre, per prescriverti le medicine "principi attivi" PRODOTTI CHIMICI VELENO PURO, e questo non te lo dico io, ma te lo dice il FOGLIO ILLUSTRATIVO (BUGIARDINI) allegato, delle varie case farmaceutiche che lo corrompono, e che ti fà credere che nel tuo sangue, quindi nel tuo corpo hai degli "integratori" e se sei maschio, li hai anche nel tuo liquido seminale maschile?
Non parliamo poi dall'essere stato GENERATO in questi "integratori", dato che sono gli stessi che hai nel tuo sangue?
Personalmente NON POSSO AMMETTERLO perchè conosco il significato della parola "integratori" e tu?
Inoltre io sò con certezza che sono gli stessi che personalmente mi sono premesso di nominare "ALIMENTI ESSENZIALI", anche solo tenendo conto che in LORO personalmente sono stato GENERATO, e tu?
Ed il tuo medico non ti dice che l'ACIDO ASCORBICO è la base del tuo liquido seminale maschile, che inoltre è INDISPENSABILE ad ogni cellula del tuo corpo.
Questo NO, vero?
Su questo link trovi la lista dei medici per l'anno 2015
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... otti15.pdf
Su questo link trovi la lista dei medici per l'anno 2016
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... otti16.pdf
Su questo link trovi la lista dei medici per l'anno 2017
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... otti17.pdf
In verità mi sento tanto preso per i fondelli da questi nostri medici, ma andiamo avanti e capirai un altro perchè.
Fissato questo, ora ti riporto quanto è stato denunciato dal CODACONS e l'articolo è in data 22/03/2019 ore 11:10 , quindi molto recente, presentando un elenco di medici di tutta l'Italia che hanno percepito a vario titolo compensi dalle varie case farmaceutiche che hanno messo a disposizione di tutti questo elenco.
L'articolo recita:
"I finanziamenti dell'industria dei medicinali ai camici bianchi finiscono ora sotto la lente dell'Anticorruzione grazie all'esposto dell'associazione
CATANIA - È un tema che scotta da sempre quello dei rapporti tra professionisti sanitari e industrie farmaceutiche in Italia. Un tema che è stato analizzato dal Codacons in un report presentato a livello nazionale un paio di giorni fa. L'associazione di consumatori adesso ha fornito anche i numeri a livello locale. E tra il 2015 e il 2017 le principali 10 case farmaceutiche operanti in Italia hanno versato nelle tasche di 732 medici di Catania la bellezza di 1.797.945,74 euro attraverso finanziamenti e sussidi di vario tipo.
I numeri che emergono dallo studio dell’associazione sono impressionanti: 32.623 tra medici, fondazioni e ospedali, hanno complessivamente percepito in Italia 163.664.432,70 euro nel periodo compreso tra il 2015 e il 2017. Soldi versati dalle aziende Abbvie, Almirall, Merck, Msd, Hospira, Pfizer, Pfizer Italia, Pierre Fabre Pharma, Pierre Fabre Italia, GlaxoSmithKline a titolo di accordi di sponsorizzazione, donazioni, viaggi, quote di iscrizione, corrispettivi e consulenze, ecc. Tra questi anche 732 medici operanti a Catania.
Finanziamenti che ora finiscono all’attenzione dell’Autorità Anticorruzione, attraverso un esposto dell’associazione in cui si chiede di aprire una istruttoria sul caso e verificare la piena correttezza delle sovvenzioni, alla luce della possibile violazione dell’’art. 30 del Codice di Deontologia medica che impone al professionista di “evitare ogni condizione nella quale il giudizio professionale riguardante l’interesse primario, qual è la salute dei cittadini, possa essere indebitamente influenzato da un interesse secondario” nonché di “dichiarare in maniera esplicita il tipo di rapporto che potrebbe influenzare le sue scelte consentendo al destinatario di queste una valutazione critica consapevole.” Il medesimo articolo impone l’assoluto divieto per il medico di “Subordinare il proprio comportamento prescrittivo ad accordi economici o di altra natura, per trarne indebito profitto per sé e per altri.”

Non ho più parole, lascio a te la la tua personale interpretazione.
Sul medico di base Lucia Borghesini ci racconta sotto la sua esperienza personale:
"Mi VERGOGNO di come si comportano i nostri MEDICI DI BASE e NON SOLO.
A quali personaggi affidiamo mai la nostra SALUTE?
Ma cosa avranno imparato?
e cosa gli avranno insegnato?
Ma sapranno almeno che la vitamina D3 il corpo di ogni animale al mondo se la AUTOPRODUCE grazie al SOLE ed al COLESTEROLO anch'esso AUTOPRODOTTO?
Sappiamo benissimo senza tema di SMENTITA, che si mandano i figli a studiare onde avere in futuro una POSIZIONE NELLA ATTUALE SOCIETA', ma avrei sperato che per un DOTTORE o un FARMACISTA le cose fossero un pochino diverse, in quanto a costoro affidiamo la nostra SALUTE, la cosa più preziosa che possediamo al mondo.

Licia Borghesani
18 febbraio alle ore 9.18
Buongiorno a tutti...stamattina sono andata dal mio medico di base per farmi fare la ricetta per la vitamina D e lui si è rifiutato di farmela..
mi ha fatto tante domande tipo perché avrei intenzione di assumerla per quale motivo,a che cosa mi potrebbe mai servire ecc ecc .. ci sono rimasta come la moglie di Lot ..ovvero una statua di sale ...senza parole me ne sono andata ...mi piacerebbe tanto sapere il perché del suo rifiuto cosi secco e categorico...non capisco!

Non mi piace più ·
· Condividi
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dibase.htm
La pagina recita:
"Le industrie dei farmaci sono le stesse industrie che producono mangimi per gli animali da macello e dei concimi per produzioni massive in agricoltura. Questo non vi suggerisce nulla? E’ il cerchio che si chiude e induce ad un arricchimento immorale delle industrie. Le stesse industrie che provvedono a colonizzare con guerre “virtuali” intere nazioni riducendo alla fame le popolazioni e creando emigrazione. Le stesse industrie che alimentano il sistema bancario mondiale.
Soprattutto in Europa stiamo assistendo ad un continuo bombardamento di messaggi promozionali su medicinali che potrebbero essere tranquillamente sostituiti da prodotti naturali e biologici. Potremmo alimentarci in maniera completa senza alcun bisogno di integratori se le produzioni agroalimentari fossero condotte con metodologie antiche, piuttosto che con “norme” industriali. Il futuro dipende dalle nostre scelte: acquista prodotti agricoli a chilometro zero dal contadino che conosciamo o affidiamoci ai G.A.S. che rivendono prodotti acquistati direttamente dal produttore. Evitiamo accuratamente prodotti raffinati (farine 00, zuccheri raffinati, sali industriali, oli non d’oliva). Siamo ONNIVORI, quindi dobbiamo ingoiare di TUTTO, in quanto la EVOLUZIONE ha modificato il nostro corpo secondo questa alimentazione. Siamo ancora in tempo per salvare la nostra salute e di conseguenza il nostro mondo.
Medicina: la VERITA' A memoria d'uomo ho sentito dire che la medicina "ha fatto e fà ogni giorno dei passi in avanti" rispetto alle malattie che dilaniano l'umanità.
Questo è quanto si dice da sempre.
Analizziamo ora se queste parole rispecchiano la realtà oppure no.
Cominciamo coll'elencare quali e quante sono le malattie debellate completamente nel tempo con i mezzi a disposizione di questa medicina.
Non sono quì per fare ricerche approfondite, poichè non ne vedo la necessità, ma basta una parola per rendere l'idea della triste realtà: "NESSUNA".
Sono certo che l'AUTOGUARIGIONE ed il forzato cambio di ALIMENTAZIONE hanno contribuito in maggior parte a queste guarigioni. Quindi quelle malattie che si credeva di aver debellato, nei momenti più inaspettati sono riapparse come per incanto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dicina.htm
Per ovviare a tutte le malattie inventate come spiegato negli articoli, bastano pochi grammi al giorno di ACIDO ASCORBICO PURO
La testimonianza a seguito di questa pagina di "il griso" su "Il forum dell'acido ascorbico" e la giusta risposta:
"ilgriso ha scritto:Tutto vero.... Mi sono trovato con una miriade di nodulini sotto il collo, che sentivo sottocutanei al passare il dito.... Ammetto di avere avuto paura, non dissi niente a nessuno nemmeno a mia moglie, tantomeno mi sono fatto fare eco, tac, radiografie ecc. ecc. Andammo in ferie con le bambine ancora piccole e i nodulini forse perché dovevano andarsene, forse il riposo con l'aumento delle difese immunitarie, lontano dallo stress, l'acqua del mare tutti i giorni, l'aria iodata presa tutte le mattine alle 06,00 quando in spiaggia non c'era ancora nessuno, si sono minimizzati e nel giro di un mese dal rientro delle ferie sono spariti! Per un problema simile ad un parente di mia moglie di 50 anni circa con ricerche su ricerche ed accanimento perché non trovavano nulla gli hanno fatto passare 5 anni di vita d'inferno con interventi e chemio varie sino alla morte!
La prevenzione non è la diagnostica! Invece vogliono farci credere così....
Buon AA a tutti!
p.s. grazie Franco per le centinaia di post che aggiungi sempre molto molto interessanti!"
risposta:
quindi il dottor Luigi De Marchi parla di un avvenimento TUTTO NATURALE, ma neanche lui, e per lo stesso motivo sopradetto, pronuncia la parola
"AUTOGUARIGIONE"
che sarebbe di competenza in queste occasioni.
Il vero significato di questa parola la capiamo noi ora, grazie alla conoscenza di questi "ALIMENTI ESSENZIALI", che anche quì per distorcere il vero significato di questi, ci hanno insegnato a chiamarli "INTEGRATORI", ma che sono INDISPENSABILI per poterla coniugare.
Quindi sono certo che grazie al tuo corpo, capace di difendersi da ogni attacco distruttivo, avendone la GIUSTA ALIMENTAZIONE, ti ha guarito premiando il tuo CERVELLO con la SALUTE.
Ad onor del giusto d'ora in poi bisognerà RICORDARSI di questa parola "AUTOGUARIGIONE" per chi come noi ingoia questi "ALIMENTI ESSENZIALI" in quanto sono certo che ci aiuterà a VIVERE BENE GIORNO DOPO GIORNO per tutta la durata della nostra vita.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lgriso.htm
L'INCOLPEVOLE INVENZIONE DI MALATTIE DEI RADIOLOGI
21 gennaio 2012 alle ore 18:44
Cisti renali, angiomi epatici, polipi della colecisti , linfonodi reattivi (indifferenziabili da quelli normali) e via discorrendo . Una serie di reperti di nessunissima importanza abbondano nei referti di ecografia, di TAC o di radiologia tradizionale.
Le apparecchiature sono sempre più sofisticate e vedono reperti sempre di sempre minori dimensioni : questo fatto non ho mai capito se sia un vantaggio o una cosa deleteria per il paziente : i reperti sono di natura benigna , ma allora che cosa si descrivono a fare ?
I reperti hanno una minima probabilità di essere maligni . E si creano ansie inutili che finiscono per determinare stress nelle persone magari sane che finiscono con l'ammalarsi sul serio.
Se un reperto non viene segnalato il paziente, al successivo controllo eseguito da qualcun'altro potrebbe invece essere segnalato (i radiologi poi, si sa , tra di loro si vogliono molto bene ...) , e a questo punto potrebbe scattare la denuncia .
La denuncia è sempre più facile ed è stata favorita da una campagna pubblicitaria negativa da parte dei mass-media e da organizzazioni di avvocati con scarsa clientela che hanno fiutato il business nelle pratiche medico legali .
A questo punto non rimane altro che segnalare i reperti, qualunque reperto avesse 1 probabilità su10.000 di essere un tumore.
E la cosa non avviene soltanto nella patologia cronica ma anche in quella acuta , ad esempio per eventi traumatici , dove accadono le cose più sconcertanti : il medico di pronto soccorso manda il paziente a fare i raggi a 8 segmenti ossei nonostante il dolore forte ce l'abbia in uno solo; il radiologo su 8 segmenti vede reperti dubbi anche in punti non dolenti ; l'ortopedico non si assume la responsabilità di dire che non c'è niente . Ne potrebbe seguire una TC inutile oppure , ancora peggio, un apparecchio gessato da tenere due mesi altrettanto inutile , finchè il paziente non decide sua sponte di prendere un paio di forbici e levarselo . Il commento che più di tutti gira in ospedale e in radiologia (ovviamente inter nos) è : sei venuto a rompere i coglioni , adesso ne paghi le conseguenze !
Ma torniamo un momento a parlare di patologia cronica : certi reperti non solo hanno una scarsa possibilità di essere un cancro , ma tutto l'iter diagnostico-terapeutico successivo potrebbe essere un danno per il paziente . Si fanno una valanga di ago-aspirati su reperti a minimo rischio . Ma il trauma dell'ago aspirato potrebbe far degenerare un nodulo che , benigno o no , sarebbe potuto starsene li' senza rompere le scatole a nessuno .
Si pero' , ti dicono : e se fosse un tumore ?
Qui c'è un problema di ignoranza di fondo da parte della medicina ufficiale che ignora alcuni dati scientifici inconfutabili dei quali, se dovesse tener conto, si dovrebbe necessariamente dare maggiore rilevanza a determinate sostanze , come per esempio gli antiossidanti, che vogliono invece tenere chiusi in un cassetto : ci sono determinati organi dove è molto facile che venga un tumore , ma non è altrettanto facile che il paziente muoia di questo tumore :
facciamo un esempio: la tiroide . Il 30% delle persone ha noduli tiroidei : la maggior parte sono benigni, daccordo : esistono dei parametri ecografici che potrebbero orientare verso la malignità : benissimo . Ho perso il conto di quanti noduli di aspetto benigno sono stati diagnosticati come cancri all'ago-aspirato : ne segue intervento chirurgico, se va di sfiga anche una chemio o radio . L'intervento potrebbe anche far saltare qualche nervo importante come quello frenico.
Nelle autopsie su pazienti deceduti per altri motivi si trovano quasi sempre tumori , soprattutto alla tiroide e alla prostata : ma la mortalità per il tumore della tiroide è nettamente inferiore a quella del colon , mammella, polmone, pancreas, stomaco, linfomi, rene , vescica ; e non è certo per i progressi della medicina, visto che la diagnosi di tumore della tiroide , se precoce, è assolutamente casuale, ma perchè tu , col tuo sistema immunitario, sei riuscito a tenere a bada per 20 anni il tumore stesso ! Allora forse sarebbe importante tenere costantemente alta l'attività del sistema immunitario !
Forse allora , se hai qualche noduletto dubbio , Qualcosa di piccolo che non si sa che cos'è inanzitutto si tiene sotto controllo . (attenzione , alcune cose sono certamente benigne e non vale neppure la pena di controllarle anche se parecchi, specie nel privato ci mangiano sopra) Si inoltre assumere terapie antiossidanti , le stesse che si usano per tumori conclamati e che a volte funzionano anche in questi casi , figurarsi sul nodulino !
Vitamina C, vit E , vit A , selenio , the' verde , a dosi massiccie (quelle che non trovi mai nelle erboristerie e nelle farmacie che vendono quasi sempre prodotti sottodosati perchè bisogna rispettare le normative statali ...)
Si ma non diciamolo troppo forte , perchè se si scopre che funzionano sarebbero utilizzati per tutto il resto e le case farmaceutiche andrebbero in rovina !
Meglio di no : meglio ago-aspirare , intervenire , fare esami su esami e alla fine , far fuori il paziente!
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... entate.htm
I finanziamenti dell'industria dei medicinali ai camici bianchi finiscono ora sotto la lente dell'Anticorruzione grazie all'esposto dell'associazione

CATANIA - È un tema che scotta da sempre quello dei rapporti tra professionisti sanitari e industrie farmaceutiche in Italia. Un tema che è stato analizzato dal Codacons in un report presentato a livello nazionale un paio di giorni fa. L'associazione di consumatori adesso ha fornito anche i numeri a livello locale. E tra il 2015 e il 2017 le principali 10 case farmaceutiche operanti in Italia hanno versato nelle tasche di 732 medici di Catania la bellezza di 1.797.945,74 euro attraverso finanziamenti e sussidi di vario tipo.

I numeri che emergono dallo studio dell’associazione sono impressionanti: 32.623 tra medici, fondazioni e ospedali, hanno complessivamente percepito in Italia 163.664.432,70 euro nel periodo compreso tra il 2015 e il 2017. Soldi versati dalle aziende Abbvie, Almirall, Merck, Msd, Hospira, Pfizer, Pfizer Italia, Pierre Fabre Pharma, Pierre Fabre Italia, GlaxoSmithKline a titolo di accordi di sponsorizzazione, donazioni, viaggi, quote di iscrizione, corrispettivi e consulenze, ecc. Tra questi anche 732 medici operanti a Catania.

Finanziamenti che ora finiscono all’attenzione dell’Autorità Anticorruzione, attraverso un esposto dell’associazione in cui si chiede di aprire una istruttoria sul caso e verificare la piena correttezza delle sovvenzioni, alla luce della possibile violazione dell’’art. 30 del Codice di Deontologia medica che impone al professionista di “evitare ogni condizione nella quale il giudizio professionale riguardante l’interesse primario, qual è la salute dei cittadini, possa essere indebitamente influenzato da un interesse secondario” nonché di “dichiarare in maniera esplicita il tipo di rapporto che potrebbe influenzare le sue scelte consentendo al destinatario di queste una valutazione critica consapevole.” Il medesimo articolo impone l’assoluto divieto per il medico di “Subordinare il proprio comportamento prescrittivo ad accordi economici o di altra natura, per trarne indebito profitto per sé e per altri.”

A supportare le tesi dell’associazione, nell’esposto viene citato un recentissimo studio pubblicato l'8 febbraio scorso sulla rivista americana “The Oncologist” che ha analizzato la relazione tra le somme ricevute dai medici da parte delle case farmaceutiche per consulti, viaggi o ad altro titolo, e le prescrizioni degli stessi medici relative ai farmaci prodotti dalle case farmaceutiche che avevano erogato tali somme. I risultati della ricerca hanno evidenziato l’aumento delle prescrizioni in favore di farmaci prodotti dalle aziende farmaceutiche che avevano erogato i finanziamenti in questione. In particolare – secondo la rivista “The Oncologist” - si è assistito ad un incremento di prescrizioni per il trattamento di quattro diverse tipologie di cancro (carcinoma prostatico, carcinoma renale, carcinoma polmonare e leucemia mieloide cronica).

Per tale motivo sul sito dell’associazione è stato pubblicato l’elenco integrale suddiviso per Comune di medici, fondazioni e ospedali della Sicilia che nel triennio hanno percepito soldi dall’industria del farmaco, affinché ogni cittadino della regione possa verificare in modo autonomo i rapporti tra il proprio medico e le aziende farmaceutiche. Il report in questione è pubblicato alla pagina https://codacons.it/report_medici

Il Codacons, inoltre, rinnova la richiesta agli Ordini dei medici provinciali di imporre a tutti i camici bianchi l’obbligo di indicare all’interno degli studi medici i rapporti intercorrenti con le aziende produttrici di farmaci, al fine di garantire massima trasparenza ai propri pazienti, e chiede alle ASP e alla Guardia di Finanza di verificare tutte le prescrizioni erogate dai medici inseriti nel report, accertando eventuali squilibri a favore delle aziende finanziatrici.
Altra pagina: https://codacons.it/report_medici/
ECCO LA LISTA DEI MEDICI ITALIANI E DELLE FONDAZIONI, UNIVERSITÀ FINANZIATI DALLE CASE FARMACEUTICHE NEL 2015, 2016 E 2017

15 Marzo 2019
ECCO LA LISTA DEI MEDICI ITALIANI E DELLE FONDAZIONI, UNIVERSITÀ FINANZIATI DALLE CASE FARMACEUTICHE NEL 2015, 2016 E 2017

Il Codacons ha deciso di pubblicare la lista dei medici italiani e delle fondazioni/università/istituti finanziati dalle case farmaceutiche Abbvie, Almirall, Merck, Msd, Hospira, Pfizer, Pfizer Italia, Pierre Fabre Pharma, Pierre Fabre Italia, GlaxoSmithKline.
TRASPARENZA PER I CITTADINI/PAZIENTI

L’iniziativa dell’Associazione ha lo scopo di garantire piena trasparenza ai cittadini i quali, quando si rivolgono a un medico (o un’Organizzazione Sanitaria) e si vedono prescritte ricette per l’acquisto di farmaci, devono poter conoscere i rapporti esistenti tra lo stesso professionista e le aziende che producono i medicinali prescritti. Sempre in favore della trasparenza, sarebbe anche opportuno che i cittadini conoscessero quanti e quali farmaci prodotti dalle varie case farmaceutiche siano stati prescritti dai medici finanziati dalle società medesime.

Riteniamo infatti che solo una piena trasparenza possa fornire un’immagine corretta del rapporto tra case farmaceutiche e operatori sanitari. In questo modo si favorisce, incoraggia e incentiva un corretto rapporto medico-paziente, fondato su fiducia ed empatia: elemento basilare per qualsiasi Sistema Sanitario efficiente ed efficace.

I TRASFERIMENTI DI VALORE
Il Codacons ha raccolto i dati di 10 case farmaceutiche:
Abbvie;
Almirall;
Merck;
Msd;
Hospira;
Pfizer;
Pfizer Italia;
Pierre Fabre Pharma;
Pierre Fabre Italia;
GlaxoSmithKline.

Questi dati – precedentemente separati e difficilmente fruibili da parte dei cittadini – sono stati riuniti in un unico database, immediato e di semplice lettura, dove tutti gli interessati possono navigare seguendo in alternativa:

L’ordine alfabetico dei nomi;
Oppure, l’ordine alfabetico dei Comuni di attività dei professionisti sanitari.

Nei report sono elencati i trasferimenti di valore nei confronti di Operatori Sanitari (HCP) e Organizzazioni Sanitarie (Università, Fondazioni e Aziende Ospedaliere, HCO).
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rrotti.htm
.
.


13 mag 2019, 04:24
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)