Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 18 lug 2019, 01:19


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Il caffè danneggia il viso? Leggi e cambierai le tue abitudi 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1265
Località: Saluzzo
Messaggio Il caffè danneggia il viso? Leggi e cambierai le tue abitudi
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rugosa.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Oh, ecco un altro articolo sul CAFFE' che anzichè riportare una bella notizia, ne riporta una BRUTTA ma molto importante in quanto VERITIERA tenuta nascosta fin'ora, ma che a furia di andare alla fine viene a galla.
Dall'articolo in oggetto:
"Non potete fare a meno del caffè? Fate attenzione, la vostra pelle potrebbe risentirne pesantemente: ecco cosa succede quando beviamo caffè."
ed ancora:
"Partiamo da un dato di fatto: la caffeina è un diuretico e come tale disidrata, cioè ci porta a perdere più liquidi (d’altronde le creme a base di caffeina sono molto usate per combattere la cellulite): una pelle disidratata appare certamente meno luminosa e favorisce l’insorgere di piccole rughe.
La caffeina è considerata positiva perché aumenta la circolazione nei vasi sanguigni del cervello, tuttavia pare agire negativamente su vasi sanguigni facciali: secondo gli esperti, ciò impedirebbe ai nutrienti di cui la nostra pelle ha bisogno quotidianamente, collagene in primis, di svolgere correttamente il loro lavoro e dunque si andrebbe incontro ad una perdita di elasticità e tono."

Queste sono dichiarazioni molto importanti che chi beve il CAFFE' deve tenere presente in quanto quei pochi secondi di GUSTO si pagano MOLTO CARI e per tutta la vita futura.
Oh, ma allora NON SONO LE CREME che ti forniscono le industrie cosi dette "di bellezza" che ti evitano le RUGHE, che al contrario te le fanno venire, coadiuvate dal CAFFE' come abbiamo letto sopra.
Se invece le RUGHE vuoi proprio evitarle devi ingoiare gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che sono scritti nel tuo DNA a lettere di fuoco e sono già NEL TUO SANGUE, ma sopratutto:
la vitamina K2
ed il SILICIO ORGANICO.
In proposito a questi due "ALIMENTI ESSENZIALI" una pagina recita:
"ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI.
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm

L'articolo in oggetto recita:
"Questo prezioso minerale ha un effetto-lifting sui tessuti spenti, rinfoltisce i capelli e frena il decadimento cellulare…
Il silicio è un elemento essenziale, tanto in natura quanto nel nostro organismo. Con l’avanzare degli anni, tuttavia, nel corpo si registra un progressivo calo nei livelli di silicio che spesso si accompagna alla diminuzione degli estrogeni, concomitante con la menopausa. Quali sono i rischi che corriamo? La carenza di silicio porta prima di tutto a una perdita di elasticità dei tessuti, in particolare delle arterie e della pelle, perché questo minerale promuove la rigenerazione di elastina, collagene e altri elementi del tessuto connettivo. In assenza di silicio, il calcio prende il suo posto rendendo le pareti dei vasi sanguigni più rigide e fragili. Ma non è tutto: il silicio rafforza anche ossa e denti, mantiene sane le cartilagini articolari, i capelli e le unghie… Infine il silicio riequilibra il pH del nostro organismo e neutralizza gli accumuli di tossine acide, causa principale dell’invecchiamento. Per questo è il minerale da privilegiare in un programma di rigenerazione primaverile."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ecchia.htm
DALLA FORMAZIONE DELLE RUGHE, QUINDI ORA SAPPIAMO CHI DA QUESTA MANCATA INFORMAZIONE NE TRE ENORMI GUADAGNI.
Di questo ne chiedo conferma alle persone che usano le CREME ANTI-RUGHE che costano un occhio della testa, perchè se costassero meno non avrebbero il valore che gli si attribuisce, ma purtroppo queste creme non le mangerebbero, non immaginando che questi PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI entrano nel loro corpo dai loro miliardi PORI, che tra l'altro la pagina dice:
"Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI".
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... meviso.htm

Non ho altro da aggiungere poichè lo ritengo perfettamente superfluo ed inutile.
Le industrie del CAFFE' continuano a riportare degli articoli che esaltano degli studi sicuramente FALSI, adducendoli a ricercatori e personaggi di fama internazionale, cui il dio denaro riesce a scalfire la loro integrità.
Con la quantità di denaro guadagnato GIORNALMENTE da queste industrie, queste possono permettersi questo e molto altro di più.
Per noi però è molto facile smontare queste dichiarazioni di salute che si ottiene bevendo GIORNALMENTE questa DROGA-INSETTICIDA.
Per farlo, e vi assicuro che è molto facile, basta in piccolo ragionamento INCONTROVERTIBILE.
Abbiamo certezza che il chicco di CAFFE' è il seme della pianta stessa, quindi suo figlio per la continuazione della specie.
Abbiamo anche certezza che in quanto SEME, come TUTTI i semi vegetali al mondo, egli contiene il GERME, altrimenti non potrebbe sicuramente GERMOGLIARE come è naturale che sia.
Difatti:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lamide.htm
Però:
"LE TOSTATRICI
Esistono due tipologie distinte di macchinari specializzati nella tostatura del caffe':
IL TAMBURO ROTANTE
Basa il suo funzionamento su:
• la conduzione – convezione
• la tostatura per contatto diretto sulle pareti di un tamburo rotante, scaldato a fiamma e basato sull'attraversamento di aria calda.
• il tempo di tostatura che oscilla da 8 a 15 minuti.
IL LETTO FLUIDIFICATO
Basa il suo funzionamento su:
• la convezione
• la tostatura a flusso di aria molto calda che permette una tostatura più uniforme
• la regolazione di temperature e tempi più accurata
• il tempo di tostatura che oscilla da 8 a 15 minuti.
Il letto fluidificato necessita di un ciclo continuo e di una maggiore produzione vincolata ad una qualità standard.
I CAMBIAMENTI DEL CAFFÉ IN FASE DI TOSTATURA
Sotto l'azione del calore, il caffe' subisce una metamorfosi:
• il calo dell'umidità (da 12 - 8% a 5 - 1 %)
• il calo del peso (meno 15 - 20% per evaporazione acquea)
• l'aumento del volume (più 30 - 60% per la formazione di anidride carbonica)
• il cambiamento del colore (che diventa più scuro)
• il cambiamento di sostanze (+ 12/16% di grassi, - 10% di zuccheri, - 3% di acidi)
• lo sviluppo degli aromi.
LE MODIFICHE SONO GRADUALI E SONO INFLUENZATE DALL'INNALZAMENTO DELLA TEMPERATURA.
• A 50°C iniziano le modifiche del tessuto interno
• A 60°C comincia il processo di evaporazione
• A 100°C avvengono le prime modifiche del colore
• Dai 150 ai 180°C si ha lo stadio definito “light roast”
• Dai 200 ai 230°C si ottiene un grado ottimale di tostatura
• Dai 215 ai 220°C si sviluppa una tostatura “light”
(che produce un tostato più acido e meno amaro)
• Dai 220 ai 225°C si sviluppa una tostatura media
• Dai 225 ai 230°C si sviluppa una tostatura “dark” (che produce un tostato più amaro e meno acido).
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... acaffe.htm
e per chi ha voglia di leggere e vuole saperne di più:
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... amento.htm
Ora dell'articolo in oggetto devo riportare questa frase che recita:
"Il caffè (e la caffeina) da tempo è stato riabilitato, dopo essere stato spesso demonizzato e accusato di nuocere gravemente alla salute. In realtà numerosi studi scientifici hanno dimostrato i benefici di questa bevanda che fa parte della quotidianità di moltissime persone. Sono tanti i buoni (e sani) motivi per berlo. Per prima cosa è ricco di antiossidanti, utili per il benessere dell’organismo."
E dato che le PROVE SCIENTIFICHE vengono fatte SOLO su PRODOTTI CHIMICI VELENOSI per poi aggiungerli ai CIBI INDUSTRIALI, e NON su PRODOTTI NATURALI, che le testate preposte si vantano di aver fatto, ecco che anche in questa occasione si citano le PROVE SCIENTIFICHE, sul CAFFE', quindi come dobbiamo considerare il CAFFE'?
UN PRODOTTO NATURALE?
E per magnificarne i benefici cita gli "antiossidanti" e delle vitamine:
"Per prima cosa è ricco di antiossidanti, utili per il benessere dell’organismo."
"All’interno di una sola tazza di caffè troviamo una miniera di sostanze benefiche, dalla vitamina B2, che migliora i processi metabolici, alla vitamina B3, fondamentale per il sistema nervoso, sino alla vitamina B5 e al manganese, utili per trasformare il cibo in energia."
Ma come faranno a sopravvivre questi citati elementi se il CAFFE' viene BRUCIATO a 240 gradi?
Per rendere l'idea, vorrei che immaginaste di bruciarvi a soli 100 gradi per vedere cosa rimane di voi.
Quindi posso concludere senza ombra di dubbio che quanto dichiarato è FALSO.

Mi permetto ora di citare ancora la frase:
"La ricerca, realizzata dall’Università di Toronto e pubblicata sulla rivista Consciousness and Cognition, ha evidenziato un super potere del caffè che sino ad oggi era sconosciuto. Per gli esperti non serve bere la mitica tazzina per godere dei suoi benefici, ma è sufficiente pensare al caffè. A quanto pare l’idea della bevanda agisce sul cervello, rendendoci più concreti, precisi e scattanti.
PUBBLICITÀ"

Posso quindi concludere che questa frase dà la certezza che l'individuo che beve il CAFFE' è DROGATO quanto chi usa la COCAINA, in quanto è TOSSICODIPENDETE e questa frase anzichè scagionare questa bevanda la dichiara automaticamente una DROGA tanto quanto le DROGHE VIETATE delle quali conosciamo molto bene le conseguenze nel tempo.

Infatti i docenti di un liceo dichiarano:
"A conferma questo breve articolo è un frammento del materiale di discussione di un Corso di Formazione e Aggiornamento per docenti di un Liceo. Si è preferito proporre per la pubblicazione questa parte prima dell'intero materiale che farà parte di una successiva più ampia trattazione dell'intero corso per esporre qui alcuni argomenti che di solito sono sottaciuti o dati per scontati nella esposizione di programmi di prevenzione.
Pochi interventi di prevenzione, spesso condotti da operatori "fumatori" (di tabacco) considerano le potenzialità negative dell'habitus "addicted to", anche per sostanze "apparentemente innocue" (come il tabacco).
Molto spesso è il "fattore umano", "la storia" della persona che curiamo, che rende pesante la tossicodipendenza.
Le forze politiche ed il governo paiono però non considerare questo elemento dell'individuo, corroborato dai dati della ricerca scientifica, sovvenzionata a volte dallo stesso governo.
Anzi "le droghe leggere" racchiudono bacini elettorali facilmente coinvolgibili, ... ma la Clinica non può scendere a compromessi. Il materiale che propongo al lettore è un fedele adattamento della discussione all'interno del Corso.
G: "Ma allora ciò che si dice della distinzione tra droghe leggere o pesanti?"
C: "Questa distinzione non è di tipo clinico ma ha un valore solo in termini politici o ideologici. Sono nomi che non hanno nessun valore in campo clinico. Vogliamo scoprire insieme perché? ... Perché una droga si definisce pesante?"
G: "Perché da assuefazione, dipendenza, etc., perché determina l'overdose,...e quindi alta pericolosità, ...
C: "L'eroina si definiva e si definisce pesante anche perché questa sostanza interagisce con dei recettori specifici sulla superficie dei neuroni, che si uniscono, nel soggetto sano, alle endorfine che sono sostanze che noi produciamo autonomamente e che determinano il sonno, l'aumento della soglia del dolore, alcune funzioni connesse con le sensazioni di piacere.
La "pesantezza" sta non solo negli effetti, ma anche, (e questo è un attributo sottile, poco appariscente) nella alterazione del metabolismo precedente. Potremo considerare l'esperimento che ogni tossicodipendente fa (dal fumatore di sigaretta all'eroinomane) come al sovvertimento di un "ecosistema neurorecettoriale". Come l'ecosistema naturale può essere irrimediabilmente alterato da elementi esterni "non biodegradabili", così il delicato equilibrio neurorecettoriale può essere completamente sovvertito dall'introduzione di sostanze che sono identiche a quelle sintetizzate dal S.N.C..
Se noi facciamo l'elenco delle sostanze di cui ci si rende dipendenti troveremo nel liquido cefalorachidiano del feto, il corrispettivo biologico endogeno dell'elenco delle sostanze in esame. Anche della marijuana possiamo affermarne la sua "pesantezza" clinica: potevamo considerarla droga leggera in passato poiché non si conosceva il corrispettivo endogeno. Avendo scoperto la sostanza "anandamide", sostanza endogena che è identica al THC, siamo in grado di affermare uno squilibrio del metabolismo della sostanza e del recettore corrispondente, ma mentre in passato il THC era una sostanza "aspecifica", ora no può più essere definita tale. Allora se ne deduce che tutte le sostanze sono "pesanti" perché incidono pesantemente sul metabolismo e sull'equilibrio della sostanza endogena corrispondente.
TABELLA:
Sostanza---------Recett.specif./Neurotrasm mesolim/Neurotrasm.cortic.
Tabacco (nicotina)--Ac. Nicotinico---GABA-------------DOPA
Caffè---------------A; NorA----------GABA-------------DOPA
Tè------------------A; NorA----------GABA-------------DOPA
Oppiacei------------Endorfine--------GABA-------------DOPA
Cannabis------------Anandamide-------GABA-------------DOPA
Cocaina----------Serotonina1/dopamina1-GABA-----------DOPA
Barbiturici; alcol, BDZ/Ac--Aminobutirrico/GABA---------DOPA
1) Blocco reuptake
G: Però possiamo considerare alcune sostanze che determinano una tossicodipendenza più grave o sostanze che determinano una tossicodipendenza più leggera?
C: Non esistono droghe leggere e pesanti ma tossicodipendenti leggeri o tossicodipendenti pesanti. All'interno della storia del singolo individuo non può entrare una classificazione, una tipologia che prescinde "la sostanza" e non "lo stato mentale", ma è lo stato mentale che si situa ad un livello più pesante o più leggero, non la sostanza."
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ndenza.htm

e l'altro articolo scrive:
"Per concludere
Vi siete mai chiesti come mai quando andiamo dal medico e gli esponiamo i nostri problemi di salute una delle prime domande che il medico ci fa è: quanti caffè bevi in un giorno? E secondo di come gli risponderemo lui ci dirà:
hai problemi di stomaco? Non bere caffè
hai problemi alla vescica? E' meglio se rinunci al caffè
hai problemi alla prostata? Fai a meno del caffè
hai problemi al cuore? Non bere caffè
ecc. ecc.
Ma perché il "nostro" medico di famiglia non ci dice chiaramente che solo un organismo perfettamente sano tollera, e ripeto tollera, uno o due caffè al giorno? E che comunque sarebbe meglio farne a meno?
In verità quando beviamo un caffè, introduciamo nel nostro corpo una quantità di tossine per varietà e quantità molte volte superiore a quelle che introdurremmo mangiando un fungo tossico, anche se non letale.
Allora mi chiedo, mangereste tutti i giorni un fungo sapendo prima che il fungo è TOSSICO (ma con un buon sapore) o ne fareste a meno?..."
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ricoli.htm

Altra pagina recita:
"Prima è da vedere questo video, è CHIARISSIMO.
https://www.youtube.com/watch?v=kq7W3I8aL-c
e da sentire questo
https://www.youtube.com/watch?v=-UBDSGhW0Go
Chiedo scusa, ma approfittando di questi video che confermano il fatto che con COSTANZA e TENACIA, ci hanno messo in CASA e nei CIBI i più disparati VELENI, e da questo vorrei sottoporre un ragionamento molto importante, tanto importante da fare capire cosa può dare la SALUTE e cosa la SALUTE può levarla disilludendo le persone dalla fregature delle parole "SCIENZA" e "PROVE SCIENTIFICHE".
Convivendo con questi, come potremmo non esserne contaminati, e dato che sono PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI, come potremmo non ammalarci di questa malattia?
Il video ne elenca alcuni ed alcuni li aggiungo poichè aggiunti agli oggetti o contenitori che ci portiamo a casa convinti di ottenerne SALUTE, ed altri PRODOTTI CHIMICI (VELENO PURO) che sono aggiunti ai CIBI degli scaffali che inoltre NON CONTENGONO alcun sostentamento poichè RAFFINATI. Anzi sui prodotti degli scaffali, vengono dichiarate le calorie che apporta il prodotto perchè ce le mettono tutta per apportarne il meno possibile.
Mi chiedo come potranno fare il calcolo delle calorie gli altri esseri viventi.
Prima di tutto però vorrei determinare senza ombra di dubbio cosa vuol dire la parola:
"SCIENZA"
e di conseguenza che scopo hanno le RICERCHE SCIENTIFICHE, ma sopratutto perchè queste RICERCHE
Per poterlo fare però, dobbiamo fissare dei PARAMETRI INCONTESTABILI. che per farlo devo porti delle domande:
Tu ingoi delle MELE?
Si dice che "una mela al giorno leva il medico di torno" vero?
ingoi delle NOCI?
ingoi dei CARCIOFI?
si dice che il CARCIOFO è indicato a risanare il fegato
ingoi della insalata?
ingoi dei fagioli?
ingoi dei piselli?
ingoi dei ceci?
ingoi dei finocchi?
non parlo della carne o delle uova, poichè qualcuno potrebbe contestare per i vari motivi che ormai conosciamo molto bene, ma se chiedo:
ingoi del latte animale o vegetale?
SONO CERTO CHE TUTTI RISPONDONO DI SI'.
Ma perchè si ingoiano questi CIBI NATURALI?
Semplice, perchè il nostro corpo senza questi CIBI NATURALI morirebbe per mancanza di sostentamento.
Bene, chiaro, vero?
Ma sapendo che questi CIBI NATURALI sono importanti, avete mai sentito dire che una qualche casa farmaceutica abbia fatto delle ricerche su questi CIBI NATURALI?
Sul CAFFE' dicono di sì, ma il CAFFE' NON E' UN CIBO NATURALE, ma una DROGA-INSETTICIDA.
Cosa molto diversa dal finocchio o da una mela, vero?
Ma allora a che cosa si dedica la così detta SCIENZA se non si dedica alla ricerca per EVITARE LA CARENZA di questi CIBI NATURALI per dare la giusta informazione alle persone disinformate o per correggere gli eventuali errori delle persone?
Sì perchè noi sappiamo che questi CIBI NATURALI contengono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" senza i quali è malattia certa.
Perchè è chiaro che questa CARENZA di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" è la prima causa delle malattie.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... incasa.htm
Quindi ora lascio che ognuno concluda e decida da solo per il suo personale comportamento.
Il caffè ha degli effetti psicologici sulla nostra mente: basta pensarci per essere più veloci e scattanti
Condividi su Facebook 45
30 marzo 2019 - Basta pensare al caffè per rendere la nostra mente più scattante e vigile. Lo rivela un nuovo studio scientifico secondo cui la preziosa bevanda avrebbe anche un effetto psicologico.
La ricerca, realizzata dall’Università di Toronto e pubblicata sulla rivista Consciousness and Cognition, ha evidenziato un super potere del caffè che sino ad oggi era sconosciuto. Per gli esperti non serve bere la mitica tazzina per godere dei suoi benefici, ma è sufficiente pensare al caffè. A quanto pare l’idea della bevanda agisce sul cervello, rendendoci più concreti, precisi e scattanti.
PUBBLICITÀ
Lo studio ha consentito di rilevare il potere delle associazioni psicologiche e il modo in cui l’idea che abbiamo di qualcosa (e l’esperienza che ne abbiamo fatto) sia in grado di influenzarci più di quanto pensiamo.
Il caffè (e la caffeina) da tempo è stato riabilitato, dopo essere stato spesso demonizzato e accusato di nuocere gravemente alla salute. In realtà numerosi studi scientifici hanno dimostrato i benefici di questa bevanda che fa parte della quotidianità di moltissime persone. Sono tanti i buoni (e sani) motivi per berlo. Per prima cosa è ricco di antiossidanti, utili per il benessere dell’organismo.
Ci aiuta a sentirci meno stanchi e aumenta i nostri livelli di energia. Ha inoltre un effetto energizzante e stimola diverse funzioni cerebrali, fra cui l’umore, l’attenzione, la memoria, le funzioni cognitive e i tempi di reazione.
Aumenta il metabolismo e ci aiuta a bruciare i grassi, stimolando il funzionamento del sistema nervoso. Non a caso moltissimi prodotti dimagranti sono a base di caffeina. Abbassa il rischio di diabete di tipo 2 e previene sia l’Alzheimer che il Parkinson.
All’interno di una sola tazza di caffè troviamo una miniera di sostanze benefiche, dalla vitamina B2, che migliora i processi metabolici, alla vitamina B3, fondamentale per il sistema nervoso, sino alla vitamina B5 e al manganese, utili per trasformare il cibo in energia.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tifici.htm

Non potete fare a meno del caffè? Fate attenzione, la vostra pelle potrebbe risentirne pesantemente: ecco cosa succede quando beviamo caffè

Lungo o ristretto, macchiato, corretto, con schiuma o senza, al mattino o dopo pranzo, il caffè è un piacere a cui gli italiani non hanno intenzione di rinunciare per nulla al mondo, ma sareste pronti a cambiare le vostre abitudini se vi dicessimo che danneggia il viso e disidrata il corpo? Prima di fare chiarezza sull’annosa questione, sappiate che nella giornata esiste il “momento perfetto” per concedersi un break dal sapore intenso e deciso e che in Australia è stato messo a punto un caffè in grado di tenere svegli fino a 18 ore.

Record a parte (questo caffè viene fatto pagare addirittura 55 euro a tazza), molti di noi non ne possono proprio fare a meno e riscontrano grandi benefici sul rendimento a lavoro, sulla concentrazione e l’energia, eppure dietro al super potere invisibile in grado di influire positivamente sulla nostra mente, si nascondono effetti su pelle e viso che a lungo andare diventano più che visibili e che già sono stati indagati dal Time, LiveScience e Self.

Partiamo da un dato di fatto: la caffeina è un diuretico e come tale disidrata, cioè ci porta a perdere più liquidi (d’altronde le creme a base di caffeina sono molto usate per combattere la cellulite): una pelle disidratata appare certamente meno luminosa e favorisce l’insorgere di piccole rughe.

La caffeina è considerata positiva perché aumenta la circolazione nei vasi sanguigni del cervello, tuttavia pare agire negativamente su vasi sanguigni facciali: secondo gli esperti, ciò impedirebbe ai nutrienti di cui la nostra pelle ha bisogno quotidianamente, collagene in primis, di svolgere correttamente il loro lavoro e dunque si andrebbe incontro ad una perdita di elasticità e tono.

Insomma come stanno le cose? Fermo restando che la caffeina è un diuretico, se proprio non volete fare a meno del caffè, potreste pensare di sostituire il classico espresso con un americano lungo: non garantiamo sul gusto, ma almeno la quantità di acqua che perderete introducendo caffeina verrà reintegrata senza problemi.

Oppure tagliate la testa al toro e iniziate a sperimentare gli stessi effetti del caffè con queste 5 alternative, senza preoccuparvi delle rughe. La vostra pelle vi ringrazierà… e anche il pianeta Terra!
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rugosa.htm
.
.


19 apr 2019, 21:31
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)