Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 14 dic 2018, 21:06


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 L’osteoporosi non è carenza di calcio, ma scorbuto delle oss 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1162
Località: Saluzzo
Messaggio L’osteoporosi non è carenza di calcio, ma scorbuto delle oss
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbuto.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Ed ora ecco l'IMPORTANTE MIGLIORAMENTO della OSTEOPOROSI di Teresa che in data 29 ottobre 2013 le è stato riscontrato questa DIAGNOSI:
"L'analisi del test indica un RISCHIO ELEVATO DI FRATTURA OSTEOPOROTICA. Ciò significa che l'indice di Stiffness è inferiore almeno del 25% al valore medio rilevato in adulti giovani sani."
---
Questa la cura consigliata ma mai presa:
---
Ha iniziato invece nel novembre 2013, un mese dopo gli esami, con tutti gli "ALIMENTI ESSENZIALI" da noi ingoiati:
ACIDO ASCORBICO, CLORURO DI MAGNESIO, BICARBONATO DI POTASSIO, ACIDO CITRICO, LISINA TUTTI in ALTE DOSI.
Ha ingoiato per un periodo le 25000 UI di vitamina D una volta al mese ma poi all'inizio del febbraio 2014 è però passata a 40 gocce pari a 10000 UI giornalieri della DIBASE.
---
Questi i risultati della MOC in data 9 aprile 2015, quindi ottenendo un miglioramento indicibile passando
dal:
"L'analisi del test indica un RISCHIO ELEVATO DI FRATTURA OSTEOPOROTICA. Ciò significa che l'indice di Stiffness è inferiore almeno del 25% al valore medio rilevato in adulti giovani sani."
dell'ottobre 2013,
mentre all'aprile 2015 questi i risultati:
DENSITOMETRIA OSSEA FEMORALE
Quesito diagnostico: CONTROLLO DOPO OLTRE 3 ANNI IN OSTEOPOROSI IN....
Referto:
Valori densitometrici medi (gr/cm2) compatibili con osteopenia di media antità
(secondo Organizzazione Mondiale Sanità).
e
DENSITOMETRIA OSSEA LOMBARE
Quesito diagnostico: CONTROLLO DOPO OLTRE 3 ANNI IN OSTEOPOROSI IN....
Referto:
Valori densitometrici medi (gr/cm2) compatibili con iniziale osteoporosi
(secondo Organizzazione Mondiale Sanità).
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... si2015.htm
Al di là degli esami finali che dimostrano la GUARIGIONE dalla OSTEOPOROSI di Franca, questo video testimonia chiaramente come può essere il suo scheletro e di conseguenza la sua DENSITA' OSSEA.
A suo tempo faremo la MOC per averne la conferma certa, intanto il ballo (bughi-bughi compreso), la ginnastica giornaliera, la palestra e la piscina sono le attività prioritarie, ingoiando CIBI NATURALI per mantenerci la SALUTE ogni giorno.
Riferendoci al detto di Ippocrate di Kos:
"Fa che il CIBO sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo CIBO. Ma non risulta che i PRODOTTI CHIMICI facciano parte di questi CIBI, vero?"
EVITANDO COME LA PESTE, il TE', il CAFFE' e gli AROMI o AROMI NATURALI citati negli ingredienti dei CIBI proposti dalle industrie alimentari che troviamo sia nei CIBI che nelle BEVANDE nei supermercati di cui i vari personaggi molto conosciuti tipo BERRINO, VERONESI, CAMPBELL ecc. si danno da fare a DEMONIZZANDO i CIBI NATURALI onde coprire queste VERE CAUSE DI MALATTIE.
Il bughi-bughi alle prime armi di Franca Al Mitho il 16 novembre 2014
https://www.facebook.com/video.php?v=93 ... 450&type=3
Ed ecco il video del bughi-bughi del 29 ottobre 2017
https://www.facebook.com/genre.franco/v ... pe=2&ifg=1
LA STORIA:
Questo esame è stato proposto dal dottore perchè Franca il 04 febbraio 2013 si è rotta una costola che era distesa sul letto e senza fare alcuno sforzo. Questo denota sicuramente una fragilità delle sue ossa. Dato che abbiamo fatto gli esami della vitamina D che si può rilevare sotto, con un risultato OTTIMO che precedentemente era in DEFICIENZA, allora si è pensato che potesse essere il PARATORMONE a prelevare CALCIO dalle ossa per immetterlo nel sangue e si vuole vedere il valore di questo ormone. Si fà presente che Franca fino al 1 luglio 2012 assumeva CALCIO con la pastiglia "Alendronato pensa" 70 mg, che ha sospeso con l'inizio degli "ALIMENTI ESSENZIALI" in alte dosi.
Il fatto è avvenuto così: distendendosi ha sentito un forte crach ed un dolore indicibile. All'inizio non avevamo capito che questa fosse una rottura ed abbiamo ricominciato con dosi di ACIDO ASCORBICO superiori ai 50 grammi al giorno. La diarrea? neanche per sogno, in quanto questa rottura è uno forte STRESS. Ha sempre dormito di notte, ed i dolori li sentiva solo se si piegava o quando si coricava. NON ha mai dovuto assumere alcuna medicina. Ha dormito sempre solo in una posizione perchè nelle altre le arrecavano dolore. Stare in piedi NON era una fatica, anzi non le procurava dolore purchè non si piegasse o ruotasse il corpo. Il 25 febbraio, dal detto di un paio di amiche che avevano avuto questa esperienza di dolori, al racconto abbiamo capito che era la rottura di una costola. E' dal 10 marzo che stà bene e non sente più alcun sintomo di dolore. Il 04 marzo ci siamo recati dal dottore in quanto in seguito a disguidi familiari ci è mancato il tempo necessario, che ha proposto appunto il controllo di questo ormone prodotto AUTONOMAMENTE e necessario in carenza di calcio nel sangue: il "PARATORMONE" esame ritirato l'11 marzo. Da questo esame di un anno circa, precedente alla rottura odierna, si deduce che
in data 8 marzo 2012
il PARATORMONE era in eccesso con valori 70.5 pg/ml con valori di riferimento a 15-70.0
i valori del CALCIO erano 9.4 mg/dl con valori di riferimento a 8.8-10.6
i valori della vitamina D erano 8 mcg/l con valori di riferimento a < 10 = deficienza, 10-30 = insufficienza, 30-100 = sufficienza
esame allegato sotto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nevitD.htm
Parlando di OSTEOPOROSI, dobbiamo prima di tutto determinarne la VERA causa, quella che di norma NON SI PARLA MAI e che neppure questo articolo ne fà eccezione.
Dobbiamo partire sapendo che il CALCIO è uno dei 4 "ELEMENTI ESSENZIALI" della pompa sodio-potassio che descriviamo ora:
"Ogni nostra cellula possiede un equilibrio fra il suo interno ed il suo esterno che si fonda sulla stabilità del potenziale di membrana e sulla regolarità del meccanismo della pompa sodio-potassio. Tutti gli elementi leggeri (almeno 21) sono essenziali per la vita. Di questi in particolare sono quattro quelli fondamentali: SODIO, POTASSIO, CALCIO e MAGNESIO. L'individuo sano possiede:
- tutti gli elementi necessari nella giusta quantità - un regolare potenziale di membrana e un regolare funzionamento della pompa sodio-potassio - un sistema immunitario integro ed efficiente
Nell'organismo sano, secondo necessità, si producono, per azione degli enzimi, delle trasmutazioni di un elemento in un altro: il CALCIO in POTASSIO o in MAGNESIO, il SODIO in POTASSIO o MAGNESIO, il MAGNESIO in CALCIO, il POTASSIO in CALCIO ecc.. In particolare, l'equilibrio della pompa sodio-potassio è salvaguardato dagli ASCORBATI dei quattro elementi, cioè dalla salificazione di questi ultimi operata dall'ACIDO ASCORBICO.
L'organismo equilibrato è in grado di mantenere attivo questo processo e di conseguenza il sistema immunitario preposto a combattere ogni forma di aggressione. Essendo gli alimenti la fonte di approvvigionamento degli elementi necessari a produrre gli ASCORBATI, ed essendo i cibi odierni più poveri ed adulterati ed inquinati, essi stessi sono causa o concausa di tante patologie."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nzione.htm

Quello che di norma non si sà e che dalle persone competenti viene nascosto, è che questo "ALIMENTO ESSENZIALE" ACIDO ASCORBICO, TUTTI gli animali al mondo se lo AUTOPRODUCONO nei RENI o nel FEGATO dal concepimento alla morte, senza limiti nè di quantità nè di tempo, ma secondo l'entità di uno STRESS. Questo ce lo spiega bene Irwin Stone, uno scienziato del secolo scorso:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziati.htm

Ma non basta, anche i vegetali questo ACIDO ASCORBICO se lo AUTOPRODUCONO TUTTA la loro vita.
Lo dimostra il fatto che tutti sanno che l'uomo per ingoiare ACIDO ASCORBICO deve mangiare la frutta e la verdura, tenendo conto che i frutti le piante non li producono per farli mangiare a noi o agli altri animali, ma per la loro CONTINUAZIONE DELLA SPECIE. Il tutto parte dal fiore che è segno di sesso che fà la pianta che noi chiamiamo "impollinazione".
Determinato questo dobbiamo sapere che il corpo di ogni essere vivente possiede dei SENSORI che controllano continuamente i livelli di ogni processo BASILARE alla sua vita.
Come lo è per il COLESTEROLO, di cui senza questo NON ESISTE VITA. Difatti Madre Natura ha fatto sì che fosse addirittura AUTOPRODOTTO e nello specifico è prodotto dal fegato e controllato ogni secondo. Questo non vale solo per quelli AUTOPRODOTTI, ma vale anche per il CALCIO ed ogni altro "ALIMENTO ESSENZIALE".
La riprova l'abbiamo letta sopra con la TRASMUTAZIONE da un elemento in un altro, di cui un esempio da MAGNESIO in CALCIO o viceversa e chissà in quale altro poi che noi non potremo MAI CONTROLLARE.
Altra prova certa di questo è che un "ALIMENTO ESSENZIALE", l'ACIDO CITRICO è nel LATTE MATERNO DI OGNI FEMMINA ANIMALE AL MONDO. Questo è comprensibile per la femmina umana o le altre che si possono cibare di prodotti che lo contengono, come il limone ecc., ma questo è incomprensibile che sia la balena, il delfino che la leonessa, il loro LATTE possa contenerlo, se di questi cibi la loro specie è ben lungi dal poterli ingoiare. Che anche il loro LATTE contenga questo ACIDO CITRICO è certo.
Altra conferma della trasmutazione ecco l'esperienza dello scienziato dr. Kevran:
"Quando Kevran era bambino lo colpì, nella fattoria in cui viveva, il comportamento delle galline. Queste becchettavano in terra argillosa, di schisti e graniti, dove mancava del tutto il calcare. Pure facevano un bell'uovo normale, col suo guscio calcareo.Spesso il ragazzo le vedeva inghiottire avidamente delle pagliuzze di mica: "Ma quando la mamma", racconta "apriva le galline, mi colpiva di non vedere mai nei loro intestini la più piccola traccia di mica". Da dove veniva il calcio? Dove andava la silice?
Divenuto adulto (Kervran si laureò in ingegneria elettronica, e poi si spostò man mano verso studi di biologia), viene mandato nel Sahara dal Ministero francese per cui lavora. Vede uomini che resistono a livelli di calore incredibile.
Con Kervran si apre per la scienza un mondo nuovo, quello della bio-fisica nucleare. Come mai allora, ci chiediamo, a tutt'oggi le sue scoperte non ricevono ancora il riconoscimento e la considerazione che meritano?"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ementi.htm

Stà di fatto che riferendoci al CALCIO, questo DEVE circolare nel sangue come anche il COLESTEROLO ed i livelli di quantità hanno un MINIMO misurato da questi SPECIFICI SENSORI, cui la CARENZA è la morte certa.
Nel CALCIO è facile capirne il perchè, poichè è INDISPENSABILE alla formazione delle ossa, senza le quali il corpo sarebbe un ammasso di carne e niente più, mentre per il COLESTEROLO si nasconde la sua ESSENZIALITA'. Ed è a questo mancanza di informazione che si appella la medicina onde far ingoiare le MICIDIALI STATINE.
Quindi per evitare questo, alla necessità riscontrata dal SENSORE prefissato, riscontrando il livello minimo indispensabile, ordina alle PARATIROIDI di autoprodurre un ormone, il PARATORMONE (PTH).
Questo PARATORMONE ha il compito di andare alle ossa, di prelevare il CALCIO e di immetterlo nel sangue onde aumentare quel livello minimo stabilito poichè è pericolosa la sua CARENZA.
E' chiaro però che facendo questa azione l'osso viene, come descritto dall'articolo sotto
"La denominazione di osteoporosi proviene dal greco osso poroso. Si tratta di una malattia sistemica dello scheletro, caratterizzata da una diminuzione della massa ossea e da un deterioramento della micro architettura del tessuto osseo, tale da indurre maggiore fragilità e conseguente rischio di fratture.
Difatti la parte esterna delle ossa (quella corticale) diventa più sottile, mentre quella interna, diminuisce il numero di celle spugnose di cui è composta (trabecole)."
E' facile capire che questo è fatto se il sistema descritto chiaramente sopra, quanto è la trasmutazione da un elemento in un altro, non avviene se in CARENZA di ACIDO ASCORBICO il quale come BASE di questa salinificazione NON permette questo scambio.
"Cosa è il PARATORMONE? e quali sono le sue funzioni?
Il paratormone (o ormone paratiroideo o PTH) è un polipeptide a catena singola formato da 84 amminoacidi sintetizzato dalle ghiandole paratiroidi: esercita il controllo del metabolismo del calcio regolandone l’assorbimento nell’intestino tenue e il riassorbimento a livello renale (assieme allo ione magnesio). In presenza di una riduzione della concentrazione di calcio nel sangue l’ormone aumenta la mobilizzazione del calcio dall’osso intervenendo sugli osteoblasti (direttamente) e sugli osteoclasti (indirettamente). Le cellule delle ghiandole paratiroidi hanno recettori di membrana per il calcio. Il legame di questi recettori con il calcio attiva una proteina G che causa la formazione di inositolo trifosfato e mobilizzazione di ioni calcio inibendo il rilascio di paratormone (il paratormone viene infatti inibito da alti livelli di calcemia e aumenta quando la calcemia si abbassa)."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nevitD.htm

Questa però è solo una delle cause, ma ne esiste un'altra molto più importante e determinante:
la CARENZA di vitamina D (ORMONE).
Per capire il concetto di questa CARENZA dobbiamo partire dalla nostra ORIGINE, in quanto noi siamo nati NUDI come lo è per TUTTI gli animali del mondo. Non solo, ma dovremmo vivere NUDI in mezzo alle campagne come loro, invece noi ci copriamo e questo è l'errore più grande, che, causa la vergogna o qualsiasi altra scusa si voglia, ci fà vivere vestiti e chiusi in 4 mura senza esporsi mai a questo SOLE, fonte di vita per ogni essere vivente.
Questo è un DANNO IRRIMEDIABILE poichè così facendo impediamo al nostro corpo di AUTOPRODURSI questo "ALIMENTO ESSENZIALI", quindi causandone quella CARENZA moltissimo LESIVA ed apportatrice di MALATTIE.
Noi ormai abbiamo capito con certezza che la CARENZA di vitamina D (ORMONE), attiva il SENSORE SPECIFICO ed ordina al corpo di AUTOPRODURRE in più COLESTEROLO, di cui questo è indispensabile per la trasmutazione con l'incontro con i RAGGI UV del SOLE che lo trasmutano sottopelle nei capillari.
Ecco perchè le persone che hanno il COLESTEROLO ALTO hanno di conseguenza la vitamina D BASSA.
Quando non è così ed hanno la vitamina D BASSA ed il colesterolo anche è perchè questo COLESTEROLO viene usato per altri impieghi, per esempio quello di chiudere le falle nelle arterie causa la CARENZA di COLLAGENE causa CARENZA di ACIDO ASCORBICO come da questo video:
https://www.youtube.com/watch?v=jVCuHLIMROg

.. quindi per costoro restare in CARENZA di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" è un pericolo continuo.
Specialmente di ACIDO ASCORBICO e di vitamina D.
Ma questa non è la sola causa, ve ne è un'altra studiata a tavolino dai nostri simili per causare ancora di più questa CARENZA:
LE CREME SOLARI.
Da anni ci dicono che esporsi al SOLE, questo ci causa i tumori della pelle, anzi per evitare questo ci si deve ricoprire di queste INVENTATE CREME (CHIMICHE) quindi NOCIVE alla pelle che sicuramente non si mangerebbero mai per bocca ma che si danno al corpo facendoli penetrare tramite i pori direttamente nel sangue che passa direttamente nei capillari.
TUTTO FALSO, in quanto sappiamo benissimo, e questo ce lo hanno detto tanti anni fà, quando non esistevano ancora tutte queste mistificazioni, e cioè che un bambino che cresce senza il sole cresce RACHITICO. Ma siete certi che la mancanza di SOLE sia nocivo solo ai bambini e non agli adulti? Quante persone anziane si espongono al SOLE parchè fà bene alla salute? Si sarà notato che quando il tempo è nuvolo pochi animali circolano sulla terra o nell'aria, ma quando arriva il SOLE TUTTI vi si espongono ed escono dai loro rifugi. Il perchè è molto semplice da spiegare. I raggi del SOLE battendo sulla pelle di tutti gli animali, sottopelle e precisamente nei capillari avviene un trasmutazione del COLESTEROLO, definito CATTIVO dagli esperti medici, in vitamina D. Approfitto per informare che senza COLESTEROLO NON ESISTE LA VITA, date le tante e tali funzioni cui egli è applicato dal corpo di appartenenza data l'AUTOPRODUZIONE. Una di queste è proprio per produrre l' "ALIMENTO ESSENZIALE" vitamina D, senza contare quello della trasmutazione di questo COLESTEROLO in ormoni femminili che sono la vita sessuale di ogni essere vivente.
Ci dicono che il COLESTEROLO ci causa l'INFARTO e gli ICTUS, ma come si può pensare che il nostro corpo sia così STUPIDO da non saper tenere sotto controllo un prodotto che si AUTOPRODUCE? visto che a produrlo ad ognuno di noi è il nostro FEGATO, come posso pensare una cosa simile se inoltre il nostro corpo ha anche a disposizione due parole FONDAMENTALI: "EVOLUZIONE" ed "AUTOGUARIGIONE" di cui furbescamente ce ne vogliono nascondere l'esistenza, ma che in TUTTI gli altri animali funzionano egregiamente.
TUTTO FALSO, come potete quindi pensare che il vostro corpo sia così "STUPIDO" da "AUTOLESIONARSI" producendo più COLESTEROLO del necessario e che non sappia provvedere a gestire i surplus data l'AUTOPRODUZIONE? Si può essere così ingenui da credere un fatto simile, oppure questi dottori sono così scaltri da riuscire ad imbrogliarci in modo così plateale? In questo caso allora bisogna ammettere che è il nostro CERVELLO ad essere così "STUPIDO", poichè sono certo che se siamo ancora vivi questo non è per merito del nostro CERVELLO, ma del nostro CORPO che sà AUTOGESTIRSI di fronte ad ogni evento, anche in quello di subire le statine (CARE E CHIMICHE) che inibiscono il nostro FEGATO dal produrre questo COLESTEROLO causandone col tempo dei danni ENORMI, non visibili subito, ma che ci portano alla tomba prima del dovuto. Questo vale per TUTTE le MEDICINE (CHIMICHE), siatene certi. Dura da incassare vero?
Quindi usare le CREME SOLARI (CHIMICHE) non può che CAUSARE
TUMORI, CARENZA DI VITAMINA D E MALATTIE DI OGNI GENERE PARTENDO DALLA OSTEOPOROSI di cui l'articolo sotto.
Capito questo è facile capire che per ottenere una bella pelle VELLUTATA ed ABBRONZATA si deve sostituire queste creme come descrivo ora
"Devo riportare una esperienza fatta da Franca e me. Siamo neri come il carbone!!! e sapete come abbiamo ottenuto questa abbronzatura? Facile. Franca si è procurata uno spruzzino ed ogni mattina preparavo 1/2 bicchiere di acqua di rubinetto con sciolto 2 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, oppure 1 bicchiere con 3-4 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, ed 1 cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO, secondo se lo passavamo anche a qualche vicino. Appena distesi sul lettino ci spruzzavamo quel liquido su tutto il corpo e VIA!!! se capitava che si entrava in acqua si ripetevano gli spruzzi dopo esserci asciugati, e quindi lo lo ripetevamo, buttando l'avanzo prima di tornare in albergo. Il pomeriggio tornavo a prepararne un'altra dose che rispruzzavamo come se fossero micidiali creme ma senza il bisogno di spalmare. I risultati? Ieri il nostro amico Lucio, albergatore si è complimentato poichè eravamo i più abbronzati dell'albergo. Faccio presente che le persone che erano vicini di ombrellone e si sono scottate l'abbiamo spruzzato con profitto, difatti più nessun dolore e la loro pelle non ha sviluppato le classiche bolle. Provare per credere.
Questo il video che ti dimostra la mia salute attuale:
A Rimini la corsa sulla passerella:
https://www.facebook.com/photo.php?v=10 ... 788&type=3

Permettendo così al proprio corpo di AUTOPRODURSI la vitamina D.
L'articolo riporta:
"Le cause dell’osteoporosi
Le cause che portano all’osteoporosi non sono di tipo accidentale. Ovvero non esiste un’ora zero da attribuire a tale malattia. In realtà ai malati è diagnosticata l’osteoporosi quando a seguito di analisi specifiche si accerta che la consistenza delle ossa, è inferiore ad alcuni dati medi. Tecnicamente il nostro scheletro (composto solo da 1,2 kg di calcio) è una struttura di collagene, dove alloggiano le cellule osteoblasti ed osteoclasti in perenne attività (fenomeno del rimodellamento). Le cellule osteoclasti sono in grado di distruggere ogni giorno, parte del tessuto, restituendo il calcio al sangue e nella stessa giornata (maggiormente di notte) le cellule osteoblasti lo ricostruiscono (utilizzando il calcio nel sangue)"
Questo succedeva fin'ora, invece avendo le informazioni appena lette, sono CERTO che questa MALATTIA può essere evitata con l'apporto giornaliero di:
ACIDO ASCORBICO, VITAMINA D, CLORURO DI MAGNESIO, BICARBONATO DI POTASSIO e di LISINA, ma per il CALCIO, anzichè ingoiare l'ALENDRONATO 70, si deve ingoiare il LATTE.
Si dice TROPPO CALCIO?
TUTTO FALSO poichè con l'ACIDO ASCORBICO abbiamo appena letto sopra che questo NON ESISTE.
Ma le allergie? TUTTO FALSO poichè questa NON ESISTE come NON ESISTONO le altre intolleranze.
Questo è facilissimo capirlo:
"come farebbero a vivere ancora TUTTI gli altri animali se anche loro soffrissero di ALLERGIE? qualsiasi tipo di ALLERGIA?".
La riprova è la GUARIGIONE di Franca coadiuvata dalla prova di Teresa:
"Ed ora ecco l'IMPORTANTE MIGLIORAMENTO della OSTEOPOROSI di Teresa che in data 29 ottobre 2013 le è stato riscontrato questa DIAGNOSI:
"L'analisi del test indica un RISCHIO ELEVATO DI FRATTURA OSTEOPOROTICA. Ciò significa che l'indice di Stiffness è inferiore almeno del 25% al valore medio rilevato in adulti giovani sani."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... si2015.htm

Su questa pagina invece la descrizione della GUARIGIONE dalla OSTEOPOROSI di Franca:
Quindi riscontrando i valori de:
la vitamina D è 18.7 ng/ ml con valori di riferimento a 10.0-40.0 = nella norma
il CALCIO è 8.4 mg/dl con valori di riferimento a 8.4-10.6 = nella norma
il PARATORMONE è 47,0 pg/ml con valori di riferimento a 6.5-42.0  = ancora alto
i valori della DENSITA' OSSEA con i valori bassi si era previsto di rifare il controllo di questa DENSITA' OSSEA che è stata effettuata il 23 maggio 2013.
I valori sono ancora bassi:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ea2013.htm
intanto continuando con alte assunzioni di ACIDO ASCORBICO e degli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" si ricontrolleranno i valori del PARATORMONE a fine giugno, onde avere un riscontro del comportamento di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" verso questo ormone causa della OSTEOPOROSI."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nevitD.htm

Quindi posso dire con certezza che la causa è da ricercare solamente nel mancato apporto di "ALIMENTI ESSENZIALI" e non come scritto nell'articolo:
"Il consumo di amidi e zuccheri è la principale causa dell'osteoporosi
Abbiamo già parlato dell’osteoporosi e siamo tutti d’accordo che rappresenta un’emergenza sanitaria per le persone anziane, soprattutto per le donne. La medicina ufficiale ha già trovato risposte e soluzioni: qualche pillola per contrastare un fenomeno considerato normale ed ineluttabile."
o quant'altra ragione si voglia addurre.
Ora continuando nella lettura dell'articolo, si noteranno le similitudini nella prevenzione, ma con una differenza SOSTANZIALE che è questa.
mentre l'articolo usa la parola "integrazione" di micronutrienti,
noi usiamo la parola "ingoiare" gli "ALIMENTI ESSENZIALI", poichè dentro questi siamo stati TUTTI GENERATI per cui non posso permettermi di chiamarli "INTEGRATORI", poichè loro "integratori" non lo sono. Mi spiego meglio. Dato che sono anni che ci fanno il lavaggio del cervello che gli integratori sono dei prodotti che devono usare solo dalle persone che fanno sport, e solo per un certo periodo perchè altrimenti possono essere pericolosi, non solo ma possono anche causare la morte. Ma la cosa più importante è che quando vai dal dottore per farti fare gli esami del sangue, sulla richiesta richiede i valori di CALCIO, vitamina D (ORMONE), vitamina B12, vitamina B1, POTASSIO, MAGNESIO, SODIO, FERRO, RAME ecc., quindi se fossero da ingoiare solo per un periodo e basta perchè affannarsi a ricercarli nel nostro corpo? Inoltre perchè questo dottore non richiede nell'esame una ricerca che sia NORMALE PER TUTTI, del CIANURO, del PIOMBO, del MERCURIO e degli altri materiali pesanti ecc. e dei PRINCIPI ATTIVI contenuti nei FARMACI (VELENI PURI) che si stà eventualmente ingoiando, oppure di quanto contenuto negli AROMI o AROMI NATURALI?
Invece questi "ALIMENTI ESSENZIALI", che sono stati messi da Madre Natura nello SPERMA di tutti i maschi animali del mondo, dall'inizio della vita, non mi risulta che i testicoli per dosarli abbiano un bilancino o un cucchiaino magari in plastica per dosarli in questo SPERMA dove nasce il 50% del DNA della vita futura, che con l'altro 50% dell'OVULO femminile faranno nascere la loro continuazione della specie. Quindi non mi pare che questi si possano confondere con gli INTEGRATORI indicati allo scopo precedente, vero?
Ed ora a te l'articolo che ha per tema questa INGUARIBILE e PERICOLOSISSIMA OSTEOPOROSI che con la giusta informazione la si può EVITARE per tutta la vita o addirittura GUARIRE come ha fatto Franca, che l'UNICA DONNA AL MONDO ad esserne GUARITA con documentazione di prova. Oppure come Teresa che ingoiando come Franca gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ad alte dosi è sulla buona strada documentata.
La denominazione di osteoporosi proviene dal greco osso poroso. Si tratta di una malattia sistemica dello scheletro, caratterizzata da una diminuzione della massa ossea e da un deterioramento della micro architettura del tessuto osseo, tale da indurre maggiore fragilità e conseguente rischio di fratture.
Difatti la parte esterna delle ossa (quella corticale) diventa più sottile, mentre quella interna, diminuisce il numero di celle spugnose di cui è composta (trabecole).
Esistono principalmente due tipi di osteoporosi (le altre sono molto rare): l'osteoporosi di 1° grado, ossia post menopausale e l' osteoporosi 2° grado di tipo senile (di cui parleremo più ampiamente). Nonostante la perdita di consistenza delle ossa riguardi un po’ tutto lo scheletro, i maggiori problemi li riscontriamo nei femori, nell’anca e nelle vertebre.
L' osteoporosi rappresenta indubbiamente il problema principale delle persone anziane, ed ognuno di noi (che ha la fortuna di avere genitori o nonni in età avanzata) è coinvolto in tale malattia.
Le statistiche confermano che assistiamo ad una vera epidemia. Attualmente in Italia 3.500.000 di donne e 1.000.000 di uomini soffrono di osteoporosi. Ogni anno si riscontrano 250.000 fratture, 80.000 dell’ossa dell'anca e 70.000 delle ossa del femore.
Il problema più grande delle fratture di questo tipo riguarda la fase post operatoria, sia per le complicanze riabilitative che per le percentuali sul tasso di invalidità e mortalità. Difatti l’80% delle persone che ha subito la frattura dell’anca non riesce più a salire le scale e il 50% di esse non riesce più ad essere autonoma. Per quanto riguarda il tasso di mortalità ad un anno dall’operazione, si registra una percentuale che oscilla dal 15% al 30% degli operati.
Per le fratture che riguardano le vertebre, le percentuali di malati sulla popolazione sono dell’11,5% delle donne dai 50 ai 54 anni ed il 35% delle donne dai 74 ai 79 anni.
Nel 20% dei casi si riscontrano alterazioni morfologiche vertebrali (dopo i 65 anni). Questo tipo di fratture oltre al dolore, causa la diminuzione dell’altezza, la deformità, l’immobilizzazione a letto, la distorsione della figura corporea e la riduzione della funzionalità polmonare.
Le cause dell’osteoporosi
Le cause che portano all’osteoporosi non sono di tipo accidentale. Ovvero non esiste un’ora zero da attribuire a tale malattia. In realtà ai malati è diagnosticata l’osteoporosi quando a seguito di analisi specifiche si accerta che la consistenza delle ossa, è inferiore ad alcuni dati medi. Tecnicamente il nostro scheletro (composto solo da 1,2 kg di calcio) è una struttura di collagene, dove alloggiano le cellule osteoblasti ed osteoclasti in perenne attività (fenomeno del rimodellamento). Le cellule osteoclasti sono in grado di distruggere ogni giorno, parte del tessuto, restituendo il calcio al sangue e nella stessa giornata (maggiormente di notte) le cellule osteoblasti lo ricostruiscono (utilizzando il calcio nel sangue)
L’osteoporosi è semplicemente lo sbilanciamento tra il tessuto distrutto e quello ricostruito (processo che dura tutta la vita), che purtroppo con l’avanzare dell’età ed in base al nostro stile di vita, alla nostra alimentazione e alla carenza di microelementi, tende ad andare in deficit (negativo).
Un motivo che causa tale sbilanciamento è dato dall’assenza dei micronutrienti necessari alla ricostruzione: vitamina D, minerali di calcio e potassio (senza mattoni una casa non si costruisce). Anche per questo si consiglia l’integrazione. Inoltre è fondamentale che la funzionalità dell’ormone del Gh e della vitamina C, deputati, tra i vari compiti, alla ricostruzione ottimale dei tessuti, compreso quello osseo
Un altro problema che sbilancia il processo e quindi causa l'osteoporosi riguarda l’acidosi.
Infatti quando il corpo è in acidosi, c’è la necessità di ridurla, utilizzando il calcio (alcalino) presente nelle ossa, riportando così il ph a valori normali (il nostro scheletro rappresenta il vero magazzino dei minerali necessari al corpo).
313 s
Il consumo di amidi e zuccheri è la principale causa dell'osteoporosi
Abbiamo già parlato dell’osteoporosi e siamo tutti d’accordo che rappresenta un’emergenza sanitaria per le persone anziane, soprattutto per le donne. La medicina ufficiale ha già trovato risposte e soluzioni: qualche pillola per contrastare un fenomeno considerato normale ed ineluttabile.
Allora ci dovrebbero spiegare:
Come mai ci sono persone che arrivano a 110 anni senza grossi problemi di osteoporosi?
La verità ancora una volta è sepolta sotto ricerche mediche che nessuno ha voglia di divulgare. La medicina ufficiale sa perfettamente che uno dei motivi principali che causa lo svuotamento del calcio dallo scheletro, è l’utilizzazione che ne fa il nostro corpo, di esso, per contrastare l’acidità del sangue. Difatti ancora una volta, il nostro metabolismo ha come priorità assoluta, salvarci la vita. L’omeostasi del nostro sangue deve mantenere un livello di acidità di 7,35 (altrimenti si muore) e quindi, in caso di aumento di metaboliti acidi, il nostro corpo preferisce svuotare le ossa, utilizzando il calcio presente in esse, come minerale per tamponare l’acidità.
Ci dovremmo domandare: Cosa genera le scorie acide che finiscono poi nel sangue?
Abbiamo già approfondito tale aspetto, parlando dell’acidità tissutale e la causa, ancora una volta è da imputare ai carboidrati. La via energetica del glucosio genera scorie acide (atomi H+ e piruvato), che quando escono dalla cellula, finiscono nella matrice e poi nel sangue.
Inoltre i cereali hanno un effetto chelante (tramite i fitati), inibendo l’intestino all’assorbimento dei minerali come il magnesio, il potassio ed il calcio, fondamentali per la ricostruzione delle ossa.
Un altro aspetto fondamentale riguarda l’ormone del Gh, deputato alla fase anabolica dello scheletro. Difatti come tutti i tessuti, anche quello osseo è composto di matrice (quindi collagene), e subisce una fase catabolica ed una anabolica. L’attivazione degli ormoni dell’insulina e del cortisolo (per colpa dei carboidrati) inibisce le ghiandole surrenali alla produzione di Gh (ormone della crescita; rif. pag. 181) con il conseguente rallentamento dell’azione anabolica (ricostruzione ossea). Quindi avviene uno squilibrio, tra la fase in cui il corpo demolisce la struttura ossea e la fase in cui invece il corpo dovrebbe ricostruire quei tessuti, causando un bilancio negativo, che nel tempo indebolirà lo scheletro e causerà l'osteoporosi.
Un altro aspetto essenziale è la carenza di vitamina D, che come avete potuto leggere nel capitolo dedicato, è essenziale al metabolismo del calcio, mantenendo in buono stato il nostro scheletro. Tale carenza è dovuta al poco tempo trascorso all’aperto, impedendo alla nostra pelle di produrre questa preziosa vitamina con l’ausilio della luce solare. Un altro motivo che inibisce la produzione endogena di vitamina D è l’acidosi tissutale, che richiamando eccessive quantità di calcio nel sangue, attiva il meccanismo di feedback negativo. Ovvero i reni, credendo di esser difronte ad un eccesso di calcio nel sangue, eliminano la vitamina D per evitare l’assorbimento di tale minerale dall’intestino.
L’integrazione può essere un valido aiuto per prevenire e curare l’osteoporosi. Difatti con essa si può agire su diversi fronti.
1) Integrare i seguenti micronutrienti attivi nel processo ricostruttivo delle ossa.
- La vitamina D ha tra le sue funzioni più conosciute quella di regolare sia il metabolismo del calcio compresa una maggiore assimilazione di tale minerale dall’intestino che l’attività dei fibroblasti (cellule che costruiscono l’osso). Inoltre aumenta la potenza muscolare, fattore sinergico per il buono stato delle ossa.
- La vitamina C è essenziale nel processo di produzione del collagene (anche quello che compone le ossa e le cartilagini). È difatti utilizzata per migliorare la cura di fratture, dell’osteomalacia e del rachitismo.
- Il magnesio è uno dei minerali più presenti nello scheletro. Svolge una funzione di crescita e rinforzo delle ossa.
- Il fosforo contribuisce all’assorbimento del calcio (nello scheletro il rapporto è di un atomo di fosforo ogni 2,5 di calcio).
- Il calcio è ovviamente il minerale più presente nelle ossa, quindi la sua assunzione è determinante per mantenere in buono stato le nostre ossa. Soprattutto in tarda età, quando il nostro metabolismo diminuisce il tasso di assimilazione del calcio.
- L’arginina è un aminoacido di cui è composta la matrice cellulare delle ossa. Stimola inoltre la produzione dell’ormone Gh (importante per la ricostruzione delle ossa).
- La lisina è un aminoacido che agisce nella formazione dei tessuti connettivi osseo-cartilagineo e migliora l’assorbimento del calcio nell’intestino (evitando l’eliminazione di tale minerale attraverso l’urina).
2) L’aumento della fase ricostruttiva del nostro corpo, che tra i vari tessuti vede anche lo scheletro coinvolto nel processo catabolico/anabolico.
Elenco dei nutrienti necessari: lisina, ornitina, prolina, glutammina, arginina, tirosina, vitamina C, vitamina D, melatonina.
Le spiegazioni sul loro effetto le trovate nel capitolo La sarcopenia e l’integrazione.
3) Contrastare le malattie degenerative dello scheletro come l’artrosi.
Elenco dei nutrienti necessari: chiodi di garofano, zenzero, cannella, curcuma, metionina, omega 3.
Le spiegazioni sul loro effetto le trovate nel capitolo L’artrosi e l’integrazione.
4) Contrastare le malattie degenerative dello scheletro come l’artrite.
Elenco dei nutrienti necessari: chiodi di garofano, zenzero, picnogenolo, calcio, rame, vitamina B9, vitamina B3, omega 3, vitamina D.
Le spiegazioni sul loro effetto le trovate nel capitolo L’artrite e l’integrazione.
5) Ridurre l’acidosi tissutale (e quella del sangue) obbliga il nostro corpo ad utilizzare il calcio delle nostre ossa per ripristinare l’equilibrio basico.
Elenco dei nutrienti necessari: vitamina D, calcio.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... porosi.htm
La caffeina può aggravare il disturbo nelle donne in menopausa
Il caffè è da tempo noto per i suoi effetti perniciosi, e in particolare per la sua connessione con malattie cardiovascolari e problemi di ipertensione. Una nuova ricerca ha però mostrato che esso è ancora più pericoloso del previsto per le persone anziane, perché contribuisce a far diminuire la densità delle ossa e porta quindi all'osteoporosi. Questo è il risultato ottenuto dai ricercatori del, che hanno studiato varie donne divise in due classi, con alti e bassi consumi di caffè. Nelle donne, specialmente dopo la menopausa, l'osteoporosi rappresenta un problema, e la ricerca ha dimostrato che la caffeina può contribuire a renderlo ancora più grave. Le 96 donne studiate hanno in media 71 anni e non prendono nessun supplemento di calcio. Esse sono state divise in due categorie, a seconda che il consumo di caffeina fosse superiore o inferiore a 300 milligrammi al giorno. Nel corso dei tre anni dello studio è stata misurata la densità ossea della colonna vertebrale, del femore e anche di altre ossa. La ricerca, descritta sulla rivista «American Journal of Clinical Nutrition», ha mostrato però che anche una mutazione nel gene che codifica per un recettore per la vitamina D sembra essere implicata nell'osteoporosi, forse in modo più importante di quanto non faccia il caffè.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... porosi.htm
Il magnesio è, dopo il calcio, l'elemento più presente nelle ossa. Per questo motivo, ha un ruolo tanto importante quanto poco conosciuto nella cura e nella prevenzione dell'osteoporosi.
Dopo il calcio, il magnesio è l’elemento più presente nelle ossa. Nel metabolismo osseo interagisce strettamente con il calcio e con la vitamina D e possiede un significativo, quanto misconosciuto, ruolo nella prevenzione e nella cura dell’osteoporosi.
Il magnesio partecipa a diverse centinaia di reazioni biochimiche e norma l’equilibrio bio-elettrico delle membrane cellulari. È coinvolto anche nella regolazione del ritmo cardiaco e nella produzione di insulina.
Esiste un’associazione positiva dimostrata tra l’assunzione di magnesio e l’aumento della densità ossea nelle donne in pre-menopausa.
Un famoso studio ha comparato differenti gruppi di donne; alcune con osteoporosi, altre in post-menopausa ma senza osteoporosi e altre ancora in trattamento ormonale sostitutivo. È stato scoperto che mentre nessuna donna aveva carenza di calcio, quelle con osteoporosi soffrivano d’insufficienza di magnesio e zinco (Sojka et al. 1992).
La scarsità di magnesio può causare un rallentamento nella riparazione ossea, una diminuzione dell’attività osteoblastica e un aumento di quella osteoclastica, oltre a contribuire a una maggiore fragilità delle ossa. Nelle donne in post-menopausa l’assunzione di supplementi di magnesio per oltre due anni aiuta a prevenire le fratture del 71%, incrementando significativamente la densità ossea (Stendine-Lindberg
et al. 1993). Questi dati, ancora una volta, smentiscono il senso comune, anche medico, secondo cui l’osteoporosi sarebbe una patologia legata, in primo luogo, alla deficienza di calcio.
Quantità adeguate di magnesio nell’organismo determinano una maggiore resistenza alla demineralizzazione garantendo, tra le altre cose, la fissazione del calcio nei denti e nelle ossa. Nelle varie specie biologiche, man mano che la masticazione acquista importanza, aumenta proporzionalmente la percentuale di magnesio che i denti contengono.
L’alterazione del rapporto magnesio-calcio è tipica dell’invecchiamento. Gli studi di Driessens hanno sottolineato la possibilità di ridurre gravi e progressive demineralizzazioni mandibolari attraverso l’uso di supplementi di magnesio (Driessens 1993). La carenza di magnesio precede l’infiammazione cronica, specialmente a livello dei legamenti e delle strutture osteoarticolari.
Oggi, nei paesi occidentali, l’insufficienza di magnesio è molto frequente e si stima che oltre la metà della popolazione ne sia affetta. Le tecniche industriali agro-alimentari, la raffinazione dei cibi, l’assunzione di tè, caffè, alcol, farmaci ecc. consumano le riserve di magnesio o ne ostacolano l’assorbimento. Ad esempio l’impiego estensivo del potassio e di altri elementi in agricoltura tende a causare deficit di magnesio nel terreno e nelle piante coltivate.
Le fonti naturali di magnesio sono i cereali integrali, i semi oleosi, le verdure a foglia verde, le mele, i fichi, i limoni, le fave, i ceci e alcune acque minerali.
Un’ottima fonte di magnesio sono le alghe poiché per milioni di anni gli oceani hanno loro fornito numerosi minerali colloidali. Le più ricche sono le alghe hiziki, seguite dalle dulse, dalle wakame e dalle arame.
Contengono buone quantità di magnesio anche i germogli dei cereali integrali in chicchi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... porosi.htm
Dott.ssa Suzanne Humphries

Mi rattrista vedere donne anziane a cui è stata diagnosticata l’osteoporosi seguire terapie che prescrivono l’uso di supplementi di calcio e farmaci alquanto problematici, denominati: bifosfonati. Questi metodi sono irrazionali, dogmatici e dannosi per quanto riguarda la degradazione delle ossa con l’avanzare dell’età. A suo tempo praticando nefrologia e medicina interna, ho visto numerosi pazienti affetti da malattie vascolari durante il trattamento con dosi raccomandate di calcio. Le radiografie hanno rivelato vasi sanguigni e valvole cardiache che si erano calcificate.
arteria seno calcificata

Arteria del seno calcificata

Nella foto qui a fianco potete vedere un’arteria del seno calcificata, condizione comune nelle donne in cura per l’ipertensione. Il farmaco principale utilizzato per la pressione alta è in grado di indurre il corpo a trattenere il calcio e disperdere magnesio e potassio. Ritroviamo questo tipo di calcificazioni nelle grandi arterie di tutto il corpo, non solo nei seni. Credo che questi problemi possano essere evitati.

Inutile dire che l’esercizio sia essenziale per uno scheletro sano. Non abbiate paura di fare esercizio con uno zaino carico in spalla… Sempre che non abbiate patologie come lombalgia, ernia del disco…

Bisogna vedere cosa si può fare dal punto di vista nutrizionale e nelle relazioni interpersonali per aiutare il vostro corpo a guarire se stesso. Gli integratori non sono sostituti di una buona alimentazione. Dopo tutto, gli scienziati stanno continuamente scoprendo nuove cose sul cibo e sulla sua interazione con il corpo.

La prima cosa da fare è fare ricerche nel web o leggere libri sull’argomento per trovare i cibi ricchi di vitamina C, K2, magnesio e minerali minori come il boro e la silice. Quest’ultima è molto importante per le ossa. Ricordate anche che la depressione ha molte cause. A volte la causa possono essere delle carenze nutrizionali e, a volte, la depressione può derivare da “intrappolamento” in dinamiche familiari malsane. Potrà sembrare discutibile, ma vorrei aggiungere, che la depressione può avere origini spirituali.

In casi di reali insufficienze, l’uso di un integratore potrebbe essere plausibile. Mentre gli integratori usati abitualmente in medicina, come il fosomax, sono unicamente integratori di calcio, a mio parere sarebbe più costruttivo un regime di supplementazione che includesse vitamine C, vitamina K2, vitamina D3 (nei mesi invernali, sole in estate) e di boro, silicio e magnesio. Questi sono elementi molto più importanti nella prevenzione di fratture e mantengono stabile la quantità di calcio.

In ultima analisi, il calcio introdotto tramite integratori si depositerà nei muscoli del cuore, nelle valvole cardiache e nei vasi sanguigni. Condizione favorevole alle malattie cardiovascolari. Tuttavia, se assumiamo vitamina C, D3 e K2 il corpo sarà in grado di regolare il livello di calcio ingerito attraverso il cibo.
La vitamina C rafforza le ossa!

Mineralizza il tessuto osseo e ne stimola le cellule alla crescita.
Previene il degrado del tessuto osseo inibendone l’assorbimento cellulare.
Contrasta gli stress ossidativi, prevenendo l’invecchiamento.
E’ di vitale importanza nella sintesi del collagene.

Quando si hanno carenze di vitamina C, accade esattamente l’opposto. Proliferano alcune cellule chiamate “osteoclasti” che hanno la funzione di riassorbire l’osso erodendolo.

Alcuni studi hanno dimostrato che nei pazienti anziani che hanno subito fratture i livelli di vitamina C nel sangue sono significativamente più bassi rispetto a coloro che non hanno subito fratture.

La densimetria ossea ha rivelato livelli maggiori nei pazienti che abitualmente assumevano vitamina C. Assumere la vitamina C è molto importante perché il corpo umano non può produrla a differenza di altri mammiferi e deve introdurla dall’esterno. Una persona adulta dovrebbe prendere 2-5 grammi al giorno di ascorbato di sodio come supplemento generale.
La vitamina K2 è ben nota tra gli operatori olistici per essere importante per la salute cardiovascolare e delle ossa. Integrarla potrebbe essere una buona idea per chi ha problemi ossei o di cuore.
Per quanto riguarda la vitamina D3, un livello intorno a 50-70 mg/ml contribuirà a mantenere il sistema immunitario sano e ad avere delle ossa forti.

Potranno sembrare molti integratori, ma per me, è un piccolo sforzo che ritornerà molto utile. Con le moderne alimentazioni, è difficile avere il giusto apporto di vitamina C. Bisogna prestare particola attenzione a questo tipo di integratori se si hanno patologie renali, meglio consultare il proprio medico prima.

Gli esseri umani, le scimmie e i porcellini d’India non sono in grado di produrre vitamina C. I gatti che pesano solo circa 10-15 chili, sintetizzano più di 15 volte la RDA (razione giornaliera consigliata) di vitamina C indicata per gli esseri umani. Le capre hanno circa le dimensioni di una adulto umano, e senza stress sintetizzano fino a 13 grammi al giorno. Sotto stress si possono verificare soglie fino a 100gr. Non temere gli integratori di vitamina C, sono tra gli integratori più atossici e sicuri conosciuti. Se preferisci una fonte vegetale naturale, cerca la rosa canina che possiede un contenuto molto alto di vitamina C.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbuto.htm
.
.


16 nov 2018, 10:18
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

Conosci "Ragnarok Online"? Giocaci GRATIS adesso su INFINITY 2.0!
CLICCA QUI!


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)