Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 12 dic 2018, 11:18


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 La CRISI: la vera causa 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 1161
Località: Saluzzo
Messaggio La CRISI: la vera causa
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... acausa.htm
Ora vi voglio raccontare una esperienza personale che rende alla fine perfettamente l'idea del perchè della disoccupazione e della povertà e non solo, ma non solo questo, lo capirete solo alla fine di questa mia esperienza personale.....
"Ogni giorno i politici ripetono, riportato dai mezzi di informazione che per il lavoro, qualcosa si stà muovendo, ma purtroppo ho certezza che fino a che non si cambia il SISTEMA le cose non possono che peggiorare ancora e non ci sono politici che tengano. Anche perchè quanto vi racconto ora, LORO non ne hanno informazione e non arriveranno mai a capirlo.
Per capirlo ci vuole la relativa esperienza."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usioni.htm

Chiedo scusa se mi permetto, ma vorrei fare ciò che mai nessuno si è permesso di fare O NON HA MAI VOLUTO FARE PER I MOTIVI CHE EMERGERANNO SOTTO:
STABILIRE SENZA OMBRA DI DUBBIO LA VERA CAUSA DELLA MANCANZA DI LAVORO, LA QUALE HA DETERMINATO LA RECESSIONE, QUINDI LA CRISI CHE STIAMO VIVENDO OGNI GIORNO, OGGI NEL 2017, E CHE SI TRASCINERA' ANCORA PER MOLTO TEMPO, IN QUANTO CREARE DEL LAVORO E' UNA VERA CHIMERA.
LA CHIAMO CHIMERA FINCHE' NON SI FARA' QUALCOSA PER CAMBIARE QUESTO SISTEMA.
Mi permetto di dirlo, poichè per risolvere si DEVE CERCARE LA VERA CAUSA DELLA MANCANZA DI LAVORO PER POTERLA ELIMINARE, ma nessuno lo fà poichè saperla disturba il SISTEMA al quale come stanno andando le cose va benissimo.
Vogliamo invece cercare questa causa insieme?
Ho certezza che questa crisi è iniziata circa 40 anni fa, nel lontano 1978-1979.
In quel periodo ero impiegato analista metodista collegato all'officina, per cui la mia giornata la vivevo nell'ufficio a lato dell'officina dove dalle finestre vedevo gli operai e le operaie che montavano i vari pezzi delle sospensioni anteriori e posteriori delle varie vetture del momento, oppure "in miniera" tra le macchine per la produzione dei vari componenti le vetture prodotte dalla FIAT.
La Sezione era quella di Rivalta di Torino.
Sono stato spostato su mia richiesta dalla Sezione Spa centro di Torino nel lontano 1964. Prima come operatore, data la mia provenienza da allievo FIAT, poi come capo squadra ed infine come impiegato metodista nel 1968 e mi sono licenziato nel 1980..
Il mio lavoro consisteva nella assistenza della squadra di manutenzione delle macchine di lavorazione,e quando una macchina aveva degli scarti, facevo il controllo analizzando ogni pezzo cercando la causa del difetto per poterla eliminare. Quando iniziava una nuova lavorazione, disegnavo le varie operazioni attrezzando le varie macchine adibite a tale lavorazione. Ne fissavo i tempi ne cronometravo poi gli addetti per cercare di risparmiare il più possibile.
Per questo motivo, negli anni, a volte disegnando l'attrezzatura, sia di complessivi che di particolari, ho firmato molti disegni archiviati negli appositi locali cui degli incaricati ce ne fornivano di copie su richiesta.
Non solo, ma avendo acquistato un tecnigrafo, a casa lavoravo nelle ore perse, poichè essendo nato in un bar, non mi è mai piaciuto trascorre il mio tempo in questi locali.
Ed è in questi ultimi anni che ho dovuto notare quello che sotto descrivo senza ombra di dubbio perchè vissuto personalmente.
Mi sono licenziato nel settembre 1980, poichè la FIAT offriva denaro a chi si fosse licenziato e personalmente richiesto una buona uscita al mio caposervizio mi è stato offerto una somma molto allettante che mi ha aiutato insieme alla liquidazione ad acquistare un negozio alimentare con annessa tabaccheria che ho gestito fino al 1996.
Ma perchè mi sono licenziato in quanto avevo un buon lavoro, che svolgevo con molta passione, dal quale ne ricevevo un ottimo stipendio?
Ho detto questo, non per raccontare la mia storia, che sono certo, non interessa nessuno, ma per chiarire la mia posizione e la mia veduta sull'inizio della crisi che si è poi perpetrata nel tempo fino ad arrivare al massimo della sua portata, in questi anni, data la mancanza di lavoro e quindi ne è la causa della povertà attuale.
Nel 1978, come analista, ho ricevuto per l'avvio alla lavorazione, le prime "trasferte" o "macchine automatiche" per le varie lavorazioni cui la FIAT aveva ordinato tempo prima alla ditta Huller tedesca.
Successivamente arrivarono altre "trasferte" dalla Sezione di Grugliasco di Torino, adibita alla produzione di questo macchinario usando i disegni concessi dalla Huller. Però come tecnico ho dovuto notare la differenza di materiale impiegato, il quale non poteva essere paragonato a quello tedesco. Quindi ha avuto sicuramente una durata molto più bassa. Ed è per questo che non mi pare questa Sezione abbia continuato la produzione.
Queste "trasferte" a quel tempo erano molto innovative, poichè se per una lavorazione cui erano impiegate circa 20 macchine semplici, alle quali erano necessari circa 60 operai addetti per i tre turni, questa "macchina automatica" le ha sostituite tutte con un comprensibile esubero di mano d'opera riducendo gli addetti a 6-9 operai nei tre turni.
Per questo motivo, le varie Sezioni FIAT, ricevendo queste "trasferte" dalla Huller per tutte le lavorazioni ripetitive possibili, mano a mano che venivano iniziate nella lavorazione, è comprensibile che gli operai addetti alle varie macchine singole sostituite da questo macchinario, diventavano un esubero che non potevano essere impiegati ad altre lavorazioni in quanto inesistenti.
Ed ecco che la FIAT ha iniziato a proporre una allettante buona uscita di 10.000.000 (dieci milioni) ed anche più a chi si fosse licenziato.
In quel periodo molte persone, che proprietari di terreni agricoli, approfittarono di questa occasione per andarsene.
Naturalmente la FIAT propose un periodo di prepensionamento a molte persone alle quali mancava un piccolo periodo per andare in pensione.
E' comprensibile che le assunzioni cessarono ed i giovani non ebbero più alcuna speranza di assunzione.
Ora permettiamoci di calcolare quale è stato il vantaggio della FIAT a sostituire la mano d'opera con queste "trasferte" innovative.
Mentre l'operaio ha i "bisogni fisiologici" nella giornata, con fermate obbligatorie, la "trasferta" NO.
Mentre l'operaio ha bisogno della pausa CAFFE', poichè nel periodo la FIAT concesse l'introduzione della varie macchiette automatiche, la "trasferta" NO.
Mentre l'operaio si deve mettere in mutua causa malattia, la "trasferta" NO.
Ma quello che conta è che mentre l'operaio ha una paga, la "trasferta" NO.
Non parliamo poi della spesa INPS e INAIL, la "trasferta" NON NE HA BISOGNO!
E non per ultimo mentre l'operaio alla fine del rapporto deve ritirare il T.F.R. (trattamento di fine lavoro) la "trasferta" NO.
Non dimentichiamoci poi del costo del COMMERCIALISTA che per tenere queste contabilità per ogni dipendente, pesa parecchio sul guadagno del datore di lavoro.
Il trattamento di fine rapporto (conosciuto anche come liquidazione o buonuscita) è una somma accantonata dal datore di lavoro e che viene corrisposta al lavoratore dipendente nel momento in cui il rapporto di lavoro cessa per qualsiasi motivo.
SPERO DI AVER RESO LA IDEA SULLA VERITA' DEL COSTO DEL DIPENDENTE AL DATORE DI LAVORO.
Mentre le "trasferte" hanno bisogno SOLO di una manutenzione che di solito viene fatta nelle ferie e se si cambia alla giusta cadenza le parti che si consumano durante la lavorazione, per esempio le boccole di guida per i trapani, questa NON SI FERMA MAI 24 ore su 24.
E' comprensibile che il risparmio è ENORME, quindi la FIAT avrebbe DOVUTO ridurre il prezzo di vendita del prodotto finale, invece però come dipendente FIAT ho dovuto notare che le vetture hanno mantenuto il prezzo precedente alla innovazione. Anzi nel 2001 col cambio dell'euro il prezzo è stato quasi raddoppiato con un UTILE + RISPARMIO per la ditta FIAT di cifre spaventose.
Se la FIAT avesse abbassato i prezzi, avrebbe fatto capire a tutti che stava risparmiando molto denaro, invece NO, questo NON DOVEVA APPARIRE.
Prima ho detto non per ultimo risparmio per il datore di lavoro, poichè il pen'ultimo è che:
UDITE UDITE:
Il macchinario, come ogni bene strumentale, dall'immobile all'ultimo pezzo necessario a produrre lavoro, è AMMORTIZZABILE e l'IVA pagata viene detratta subito, quindi se deve pagarne ricavata dalle vendite, se la trattiene scalandone quella dell'acquisto di questo BENE STRUMENTALE.
Ma chi paga questa IVA al posto del proprietario del BENE STRUMENTALE acquistato dalla ditta?
LO STATO che non incassa, ma lo STATO SIAMO NOI.
E come buon ultimo questo BENE STRUMENTALE viene annualmente AMMORTIZZATO per una percentuale stabilita per legge.
Per un immobile la durata è di 25 anni.
Ma allora TUTTI questi macchinari che il proprietario ne anticipa la spesa, col tempo questa spesa gli viene ritornata piano piano negli anni DALLO STATO all'atto del Bilancio Annuale di Perdita e Profitti, e chi li paga?
MA LO STATO, NO? Ma lo STATO SIAMO NOI!
A ma allora TUTTE quelle industrie che ATTREZZANO e si AUTOMATIZZANO, e che quindi non sono più bisognose di MANO D'OPERA, oltre che non dare lavoro alle persone, da queste persone si fanno pagare i loro BENI STRUMENTALI, dei quali ne diventano i PROPRIETARI, arricchendosi alla faccia delle persone che lavorano e ne pagano le tasse!
Di questo molte poche persone lo sanno, solo i commercialisti i quali, per conflitto di interesse non hanno alcun interesse a parlarne, dato che tengono loro la contabilità.
Ora anche se continuano le RICERCHE, queste RICERCHE non potranno MAI ESSERE FATTE per il lavoratore, poichè come abbiamo rilevato sopra, egli COSTA. Quindi queste RICERCHE saranno sempre fatte per ELIMINARE la mano d'opera.
Lavori nuovi per l'operaio?
E cosa si deve ancora inventare per dare LAVORO all'operaio se ormai si è arrivati all'apice?
Certo le macchine sono una bella innovazione, ma a scapito di chi?
MA DELL'UOMO E DELLA SUA MANO D'OPERA, NO?
Come è per la FIAT, anche per le industrie che producono i prodotti che poi vendono sugli scaffali dei supermercati, applicano i PREZZI GIUSTI, ma sopratutto ONESTI?
E chi controlla questo?
La concorrenza? ed a chi serve questa CONCORRENZA?
E perchè farla fra produttori?
BELLA PAROLA LA CONCORRENZA, ma a vantaggio di chi?
Della società? e perchè mai?
INVECE LA " CONCORRENZA" E' UNA BELLA PAROLA CHE SERVE SOLO A FAR CREDERE AL CONSUMATORE CIO' CHE E' SOLO ILLUSIONE.
Se sono più ricchi hanno più voce in capitolo e perchè perdere questa privilegio?
Quindi, come si è potuto notare, nel campo delle industrie la RICERCA è molto stata redditizia con l'impiego di queste "trasferte", in quanto sostituire la mano dell'operaio è un grande risparmio PER SEMPRE, ma l'operaio quale beneficio ne ha tratto?
LA CRISI
Ma allora se l'uomo è sostituito dai macchinari, è giusto che chi li usa per il suo guadagno, paghi una tassa annuale affinchè questa venga divisa tra chi non è proprietario di alcuna industria e stà diventando POVERO per mancanza di LAVORO che è svolto dalle macchine.
Ecco perchè il CETO MEDIO di cui parla belusconi, egli ne fà parte.
Non voglio entrare nelle politica poichè non è il mio ramo, ma dato che questo personaggio è conosciuto da tutti mi riferisco a lui per spiegare il suo comportamento rispetto a questa crisi. Egli promette di diminuire le tasse perchè si consumi di più, dando lavoro alle ditte produttrici, quindi promette assunzioni per la aumentata produzione, in quanto risparmiando dalle tasse di conseguenza il popolo SPENDE DI PIU' ed aumenta il fabbisogno.
Ma NON E' COSI', in quanto se la ditta vende di più non fà che aumentare queste "trasferte" ed il gioco è fatto, sempre alla faccia del lavoratore, in quanto la spesa viene AMMORTIZZATA, altro che assunzioni con i vari relativi disguidi elencati sopra sull'operaio!
Certo, lui come imprenditore di TV che pubblicizza, ha bisogno che le persone acquistino i prodotti delle ditte che gli danno lavoro, i quali per pagare questa pubblicità, aumentano il prezzo del loro prodotto per pagare questa sua PUBBLICITA' SPAZZATURA.
MA QUESTA PUBBLICITA' CHI LA PAGA ALLA FINE?
LA DITTA che la fà fare?
NO!!!! TU che consumi questi prodotti.
In sintesi, berlusconi dice anche che le industrie, vendendo di più, danno lavoro alle persone disoccupate, ma è SBAGLIATO, se mai queste ditte aumentano la AUTOMAZIONE perchè l'operaio COSTA PARECCHIO e loro NON VOGLIONO SPENDERE, come abbiamo visto sopra.
Difatti, come proprietario di beni strumentali, questo berlusconi che è diventato PROPRIETARIO di CINECITTA', dove vengono girati i vari GRANDE FRATELLO e molto altro, come ha fatto ad attrezzarsi in BENI STRUMENTALI di tale portata?
Scalando questi BENI e con l'inganno dei vari programmi delle TV che gestisce.
Quindi secondo lui l'Italia riparte con il CONSUMISMO,
MA E' TUTTO SBAGLIATO!!! LEGGILO QUI':
NON E' CON IL CONSUMISMO CHE SI AIUTA L'ECONOMIA MA IL RISPARMIO
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... umismo.htm
Senza tenere conto che le persone POVERE SONO POVERE, quindi come fanno a spendere con quanto le resta delle tasse risparmiate se le tasse non le pagano in quanto non hanno avuto redditi?
Ma se aumentano le vendite, a guadagnarci è il SOLO CETO MEDIO.
Quindi queste persone, nonostante la MARTELLANTE pubblicità e le parole di berlusconi evitano di acquistare questi prodotti degli scaffali, sia dei supermercati che delle farmacie.
ROBE DA MATTI!!!
MI AUGURO CHE I POLITICI A VENIRE SI ACCORGANO DI QUESTO E CAMBINO LE COSE CHE QUALCUNO A SUO TEMPO HA IMPOSTATO PER I SUOI INTERESSI PERSONALI, VOLONTARIAMENTE ALL'INSAPUTA DI TUTTI, COME LO E' PER MOLTE ALTRE COSE.
ED ORA LE CONCLUSIONI:
Quindi abbiamo fissato senza ombra di dubbio che la CRISI che è la MANCANZA DI LAVORO, quindi di REDDITO, ed a rimetterci di più sono i nostri giovani che purtroppo manteniamo noi pensionati, che temo non possano sistemare la loro vita per molto tempo ancora.
MA PIANO PIANO STANNO CAMBIANDO LE COSE:
Il motivo è semplicissimo, e molto chiaro per TUTTI.
Difatti mano a mano che le persone vengono a conoscenza di cosa mettono le industrie nei CIBI per i vari motivi, per esempio come DARE IL GUSTO AI CIBI PRODOTTI:
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aromia.htm
o i PRODOTTI CHIMICI per la CONSERVAZIONE, la COLORAZIONE, per ADDENSARE questi CIBI degli scaffali:
"Ho contato quanti sono i COLORANTI sconsigliati per i bambini e sono circa la metà, ma forse è che per gli adulti questo PRODOTTI CHIMICI ne sono la SALUTE? Non è che gli adulti sono di acciaio vero?
E con che criterio si permettono di decidere per noi se possono o non possono causarci SOFFERENZA e quindi MALATTIE?
Ed il tutto sappiamo per certo che è fatto SOLO per il business.
Ma contiamo così poco?
"Nella tabella che segue si esaminano i coloranti (da E100 a E199), la loro origine, dove si trovano, la loro tossicità e se sono vietati. Con il simbolo Colorante non adatto ai bambini si è voluto indicare se il colorante comporta dei rischi per i bambini, sia per reazioni di tipo allergico che per la sindrome di iperattività nonostante non ne venga vietato l'uso. (vedi "I coloranti: definizione e rischi"). Abbiamo assunto informazioni da parecchie fonti e talvolta i dati non sono concordanti. Molti dati sono ancora sotto esame da parte di organi preposti, altri accettati dalla legge sono contestati da associazioni di difesa dei consumatori. Questa vuole essere una guida illustrativa e divulgativa che renda l'idea di ciò che troviamo sulle etichette dei prodotti che consumiamo." http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... abella.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rvanti.htm

.... senza contare quei PRODOTTI CHIMICI che vengono spacciati per la pulizia della casa e della persona, che finalmente si rende conto di avere sulla pelle DEI PORI che immettono nel corpo i VELENI PIU' DISPARATI, non quelli dell'aria, ma quelli FISICI SPALMATI.
Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA.
Quindi ora che ne sei consapevole ti dico: "SULLA TUA PELLE METTICI SOLO QUELLO CHE MANGERESTI.
Ora se posso darti un consiglio che invece ti darà una pelle luminosa e forse ti può anche far sparire qualche rughetta: prendi una tazzina da caffè, mettici dentro mezzo dito di acqua e poi aggiungici una puntina di ACIDO ASCORBICO PURO ed una puntina di CLORURO DI MAGNESIO e poi gira. Io lo giro col dito indice poi lo assaggio e quando sento al gusto che è acido acido dico che và bene. Poi questo lo impari con l'esperienza. Prova e poi vedi che sul viso NON brucia nò. Mettilo sulle mani e fai come se ti dovessi lavare il viso. Passatelo anche sul collo e insisti sulle rughe. Se ti và negli occhi, lavati con acqua corrente. Alla fine quello che ti resta passatelo sulle mani e sulle braccia. Poi fallo asciugare e te ne vai a letto. Amiche invece tutto questo lo fanno al mattino. Quindi vedi tu quando farlo. Questo devi farlo un giorno si e uno nò (noi lo stiamo facendo ogni giorno senza problemi). Attenzione, se hai sentito parlare di veicolante sappi che l'informazione NON è giusta, poichè l'acido ascorbico essendo idrosolubile (con l'acqua) NON si scioglie in presenza di grassi o di alcol ecc., ed inoltre in presenza di tali prodotti si disattiva. Il tutto deve essere preparato al momento dell'uso. Sai la costanza paga. Quindi vedi tu, la cosa non è il giorno dopo, ma sò per certo che un 3-4 di mesi dopo puoi vederne i frutti. In quanto alla dieta, se prendi l'acido ascorbico puro come noi e in parallelo fai una cura dimagrante a base di frutta e verdure e minestroni, perdi sicuramente kg. Minestroni perchè i legumi contengono le proteine della carne. Invece la frutta e la verdura aiuta a smaltire i grassi. L'acido ascorbico puro puoi comprarlo in farmacia anche a hg.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... evarie.htm
E' chiaro che le persone che vengono a conoscenza di tutti questi inghippi che causano le malattie, eviteranno di consumare i prodotti proposti dalla PUBBLICITA' SPAZZATURA causando la chiusura di molte ditte, sia alimentari che chimiche, che con i loro macchinari "trasferte" hanno CAUSATO LA DEPRESSIONE E CREATO LA CRISI ATTUALE.
Quindi per mantenersi la VERA SALUTE e sopravvivere alla CRISI, in attesa che qualche politico coscienzioso elimini quelle ingiustizie che il cittadino non può cambiare, si devono ingoiare gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed ingoiare i CIBI NATURALI dei km 0 o quelli prodotti AUTONOMAMENTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... acausa.htm
.
.


26 dic 2017, 09:11
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

Conosci "Ragnarok Online"? Giocaci GRATIS adesso su INFINITY 2.0!
CLICCA QUI!


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)