Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 20 ott 2017, 12:42


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 La mia intossicazione con 15 grammi di ACIDO BORICO 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 971
Località: Saluzzo
Messaggio La mia intossicazione con 15 grammi di ACIDO BORICO
Per l'intervento per il tumore:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lcolon.htm
La mia personale accidentale avventura con circa 15 GRAMMI circa di ACIDO BORICO è iniziata alle 15.30 del 7 luglio 2017.
I FATTI:
Avevo appuntamento nel reparto di chirurgia per l'intervento di "ricanalizzazione" all'ospedale di Bra, il 9 luglio 2017 presentandomi a digiuno dalla sera precedente.
L'intervento sarebbe dovuto essere il 10 luglio 2017.
Quindi avrei dovuto iniziare il 7 luglio 2017 con la prima purga bevendo la prima bustina di "isocolan" acquistato in farmacia disciolta in un litro di acqua che regolarmente uso quella di rubinetto.
Quel venerdì, alzatomi dal computer, con la intezione di preparare il beverona, preso la bustina sul mobile, mi sono recato in cucina per preparare la bevanda purgante.
Verso le 12 però avevo acquistato in farmacia una bustina di ACIDO BORICO che ho posato sul mobile dove erano anche le bustine di "isocolan" pronte all'uso.
Le bustine erano otto e ne avevo preparate quattro. Due per il venerdì e due per il sabato.
Preparato il beverone, verso le 15.30 ho iniziato ingoiando il primo quarto di acqua. Un quarto d'ora dopo, il secondo quarto.
Però non mi sentivo troppo bene e cominciai a pensare cosa avrebbe potuto causare questo malessere.
Presi il "bugiardino" dell'"isocolan" e lessi le controindicazioni. Non erano disastrose, ma potevano causare malessere.
Mezz'ora dopo bevvi ancora un pochino di mistura, ma poi ripensandoci telefonai al reparto chirurgia per delucidazioni in merito.
L'addetto, alla mia descrizione, mi ha comunicato di non bere più e di recarmi da loro che mi avrebbe dato un'altra purga, che conoscevo già, il "moviprep".
Erano la 17 circa, prima di uscire ho ingoiato una dose di ACIDO ASCORBICO + CLORURO DI MAGNESIO + BICARBONATO DI POTASSIO,.quindi presa la macchina mi sono recato nel reparto chirurgia ed ho ritirato la purga.
Naturalmente non stavo poi tanto male.
La purga l'avrei presa il giorno successivo, il sabato 8 luglio 2017.
Tornato a casa, ho ripreso il mio lavoro al computer, poi verso le 19 abbiamo mangiato cena.
Dopocena ho cercato la bustina contenente 30 grammi di ACIDO BORICO, ma invano. Eppure in farmacia la avevo presa,
Non trovandola e trovando invece le 4 bustine di "isocolan" ho guardato nelle immondizie ed ho trovato la bustina di ACIDO BORICO vuota.
Mi sono preoccupato, sapendo che questo elemento è VELENOSO, ed occhio e croce, ne avevo ingerito almeno 15 grammi, e presa la bustina sono salito in macchina e mi sono recato al pronto soccorso dell'ospedale.
Il medico di turno mi ha visitato e si è informato dal centro veleni quali avrebbero potuto essere le conseguenze.
Le conseguenze non erano certamente rosee, allora ho telefonato a Franca che mi portasse gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che non avevo ancora ingoiato dopo cena, poichè nella fretta di uscire me ne sono dimenticato.
All'arrivo di Franca, di nascosto, ho ingoiato immediatamente molto ACIDO ASCORBICO e molto CLORURO DI MAGNESIO, naturalmente senza acqua in quanto ero disteso su un lettino del pronto soccorso.
Mi hanno inserito una flebo di fisiologica e mi hanno messo un catetere per cercare di ovviare il danneggiamento ai reni forzando loro un superlavoro di lavaggio.
Niente di più.
A Franca le è stato comunicato che probabilmente sarei entrato in coma ed avrei corso il rischio di essere portato all'ospedale di Alba per la dialisi che avrei dovuto fare per vita natural durante in quanto avrebbe potuto danneggiato i reni.
Mi hanno poi ricoverato nel reparto di terapia intensiva.
Mi hanno messo un apparecchio elettronico a batteria per controllare la frequenza cardiaca, che era collegato ad una centralina dell'ufficio dove ogni ricoverato del reparto era collegato.
Il 8 luglio 2017, mi ha visitato la dottoressa del reparto facendomi molte domande.
Non ha trovato nulla di anormale, ma si è stupita che non ingoiassi alcun farmaco, quindi nessuna terapia.
Naturalmente le ho comunicato che ingoiavo l'ACIDO ASCORBICO e gli "ALIMENTI ESSENZIALI" i quali erano nei contenitori sul tavolino vicino al letto, ma per loro questo non conta
Di dosi ne ho ingoiate molte, sia di giorno che di notte e sopratutto ACIDO ASCORBICO + CLORURO DI MAGNESIO + BICARBONATO DI POTASSIO ed al giusto le giuste dosi degli altri.
Intanto i giorni passavano ed il 10 avrei dovuto essere operato di stomia, ma l'intervento naturalmente è saltato. Ne ho informato il reparto chirurgico del piani superiore, così che i dottori ne fossero informati.
Questi si misero in contatto con la dottoressa che mi seguiva in questa avventura, la quale consigliò loro di attendere prima di procedere con l'intervento.
Ho avuto il piacere di avere la visita di quelli che conoscevo dall'intervento precedente.
Mi è dispiaciuto parecchio, ma non potevo prendermela con il caso e mi sono tranquillizzato aspettando tempi migliori e sperando in uno spostamento a breve di questo intervento di ricanalizzazione.
Intanto ad ogni visita della dottoressa i segnali di intossicazione da ACIDO BORICO si allontanavano sempre di più e non abbiamo visto alcun danno, poichè i reni facevano eccellentemente il loro lavoro ed il cuore non ha mai dato alcun segnale di malfunzionamento..
Il tutto è continuato fino al 10 luglio 2017 giorno che avrei dovuto essere operato.
Nel frattempo, non resistendo di stare a letto, mi sono fatto parecchie camminate nel corridoio antistante, continuando anche per ore trascinandomi dietro quell'aggeggio con le ruote dove era posizionata la flebo ed il contenitore dell'urina.
Più tardi la dottoressa mi ha comunicato che secondo il consiglio di un nefrologo, avrebbe dovuto controllare i reni senza la flebo per vedere se erano in grado di fare il loro lavoro senza la forzatura.
Nel pomeriggio si passò ai fatti ed il mattino successivo, il 11 luglio 2017, visto i buoni risultati sono stato dimesso.
Il giorno della mia dimissione, la dottoressa ha telefonato al reparto chirurgia confermando il suo consenso all'intervento.
Lo ha fatto in seguito dopo aver tirato le sue conclusioni al risultato finale riportate sul documento che allego:
Dimesso il 11 luglio 2017 con la seguente diagnosi di dimissione:
INGESTIONE ACCIDENTALE DI ACIDO BORICO.
MOTIVO DEL RICOVERO:
Accesso in PS per erronea assunzione di ACIDO BORICO (scambiato per purgante) per cui in regime di urgenza praticata secondo parere del centro antiveleni gastrolusi ed attuata abbondate idratazione parentelare.
ANAMNESI:
Emicolectomia marzo us per etroplasia (confezionata stomia in attesa di ricanalizzazione prevista per lunedì us)
DECORSO:
Durante la degenza condizioni generali stabili, non segni e/o sintomi riconducibili a tossicità; proseguita terapia infusionale idratante onde prevenire rischi di insufficienza renale acuta da tubulopatia.
ematochitici di norma, non evidenza di acidosi metabolica, nulla da segnalare al monitoraggio cardiaco.
In corso dosaggio ACIDO BORICO.


Ora dobbiamo tirare delle CONCLUSIONI riguardo agli "ALIMENTI ESSENZIALI" da me ingoiati con tanta costanza, sopratutto abbondantemente nell'occasione.
Devo riportare quanto scrive Linus Paulig sul suo libro dichiarato da Irwin stone:
"pagina 107/340------dice Irwin: 1) battericida, 2) disintossica, 3) controlla, 4) è innocuo
Irwin Stone (1972) ha descritto l'ACIDO ACORBICO in relazione alle malattie batteriche nel modo seguente:
1) E' battericida o batteriostatico e uccide o previene la crescita di organismi patogeni.
2) Disintossica e rende innocui le tossine batteriche ed i veleni.
3) controlla e mantiene efficace la fagocitosi.
4) E' innocuo ed atossico, senza danno per il paziente, gli effetti sopramenzionati.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... nalelp.pdf

quindi, con la mia esperienza personale di 5 giorni, posso confermare senza ombra di dubbio che la sua dichiarazione è VERITIERA.
Per informazione, l'intervento della "ricanalizzazione" è stato rimandato al 19 luglio 2017, grazie al dottor Valente, primario del reparto di chirurgia e da lui effettuato, ed effettuata con successo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... onemia.htm
.
.


05 ago 2017, 10:24
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot] e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010