Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 18 ott 2017, 16:43


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Gli occhi, l'organo più importante 
Autore Messaggio
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29 dic 2008, 16:05
Messaggi: 970
Località: Saluzzo
Messaggio Gli occhi, l'organo più importante
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ercizi.htm
Gli OCCHI?
è l'organo più importante per TUTTI gli animali del mondo.
Cosa sarebbe dell'aquila se dovesse mettersi gli occhiali?
Ne avete mai vista una dall'oculista?
E quante gocce al giorno, PRODOTTI CHIMICI, si metteranno mai per vederci bene a distanza di kilometri?
Quindi è comprensibile che per l'Homo Sapiens, sulla sua VISTA vi è il più grande BUSINESS al mondo, perpetrato molto ingannevolmente, sulle ignare persone che per la fretta di raggiungere un ILLUSORIO RISULTATO, non si rendono conto di essere delle facili vittime di questo BUSINESS.
Questo è il mio pensiero, non solo sulla VISTA, che però è coadiuvato da molte persone le quali hanno avuto modo di farsene una esperienza personale.
In proposito cito lo SCIENZIATO, due volte Premio Nobel, il dottor Linus Pauling Instituteof Science and Medicine e del dottor Fred R. Klenner, M.D., Reidsville, North Carolina e non solo, ma altri ancora.
Naturalmente questo mio pesniero non è coadiuvato dal SISTEMA ed in particolare dalla COMUNITA' SCIENTIFICA.
Lo dimostra il fatto che Linus Pauling venne descritto come "ciarlatano" ed il suo libro:
"COME VIVERE PIU' A LUNGO E SENTIRSI MEGLIO"
venne tolto dalle librerie ed ancora oggi, non lo si trova in nessuna parte se non sul web in formato pdf.
Come sottolineo ora e vedremo sotto del dottor William Horatio Bates, si scrive la stessa cosa:
"Ovviamente fu attaccato da tutta la comunità scientifica che lo vedeva come un ciarlatano e considerava le sue pratiche alla stregua della magia e della superstizione."
Ora riferendomi a Linus Paulig, ecco al suo riguardo le contestazioni da lui riportate sul suo libro sopradetto
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... nalelp.pdf

Tuttavia nel 1981 Dr. Charles Moertel della Mayo Clinic trasportato su un trial fraudolento di amigdalina (laetrile) e ha poi dichiarato che non ha funzionato. Per questo motivo non è più legale negli Stati Uniti.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... 7krebs.htm

Questa clinica pare tristemente collegata a varie dichiarazioni, chiamiamole "
http://www.giornalettismo.com/archives/ ... e-precoce/
da luogocomune che parla della clinica Mayo

"pagina 184/340 Una ricerca analoga venne effettuata nel Fukuoka Torikai Hospital, in Giappone, durante i cinque anni a partire dal primo gennaio 1973 (Morishige e Murata, 1979), con risultati analoghi a quelli ottenuti nel Vale of Leven Hospital, come mostra il grafico sottostante.
Più di recente, sono stati effettuati due esperimenti controllati nella Clinica Mayo. Questo lavoro della Mayo è stato pubblicizzato come una confutazione delle ricerche del Vale of Leven Hospital e del Fukuoka Torikai. Tuttavia, i dati mostrano come i medici della Clinica Mayo non abbiano seguito gli stessi protocolli. Pertanto quella ricerca ha scarsa attendibilità riguardo all'efficacia della vitamina C nel trattamento dei malati di cancro.
La prima ricerca della Clinica Mayo (Creagen e colleghi, 1979) ha mostrato solo un lieve effetto protettivo della vitamina C. Cameron e io abbiamo attribuito questo risultato al fatto che la maggior parte dei pazienti della Clinica Mayo aveva ricevuto in precedenza forti dosi di farmaci citotossici, con danno al sistema immunitario e interferenza con l'azione della vitamina C, e al fatto che i soggetti di controllo prendevano anch'essi della vitamina C, in dosi notevolmente superiori rispetto ai soggetti di controllo della Scozia e del
Giappone. Solo il 4 per cento dei pazienti del Vale of Leven era stato sottoposto in precedenza a chemioterapia.
Nelle nostre ricerche i pazienti trattati con vitamina C ne assunsero forti dosi, senza interruzioni, per il resto della loro vita, o fino a oggi, se sono ancora in vita: alcuni l'hanno presa per quattordici anni. Nella seconda ricerca della Clinica Mayo (Moertel e colleghi, 1985), i pazienti trattati con vitamina C ne ricevettero solo per un breve periodo (2,5 mesi in media). Nessuno di loro morì finché prendeva questa vitamina (in dose leggermente inferiore ai 10 g. al giorno).
Essi furono tuttavia tenuti sotto controllo per altri due anni, durante i quali il loro tempo di sopravvivenza non risultò migliore di quello dei soggetti di controllo, anzi talvolta risultò addirittura peggiore. La relazione di Moertel e un portavoce del National Cancer Institute, che la commentò (Wittes, 1985) ignorarono entrambi il fatto che i pazienti trattati con vitamina C non ne ricevevano più al momento in cui morirono, e non ne stavano ricevendo più da un bel pezzo (media di 10,5 mesi). Gli autori testé citati affermarono categoricamente che questa ricerca mostrava finalmente in modo definitivo che la vitamina C non era efficace contro il cancro in stadio avanzato, e raccomandavano che non venissero più fatte ricerche sulla sua utilità in proposito.
I loro risultati non giustificavano una simile conclusione, perché di fatto i loro pazienti morirono solo dopo essere stati privati della vitamina C. Se la loro ricerca ha dimostrato alcunché, si tratta del fatto che i pazienti di cancro non devono interrompere l'assunzione di forti dosi di vitamina C.
Eppure, da quando è stata pubblicata, questa ricerca è stata considerata come una sorta di smentita del lavoro di Cameron-Pauling, e come tale pubblicizzata.
Quando comparve questo studio svolto nella Clinica Mayo, il 17 gennaio 1985, Cameron e io eravamo irritati perché Moertel e i suoi collaboratori, il portavoce del National Cancer Institute e anche il direttore del New England Journal of Medicine avevano fatto in modo che noi non avessimo alcuna informazione sui risultati, se non qualche ora prima della sua pubblicazione. Sei settimane prima, Moertel si era rifiutato di parlarmi della ricerca, limitandosi a dirmi che il loro articolo era di prossima pubblicazione. In una lettera diretta a me egli mi aveva assicurato che avrebbe fatto in modo che io avessi una copia dell'articolo vari giorni prima della sua pubblicazione; ma non mantenne tale promessa.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... nalelp.pdf

In particolare, riferendomi ancora all'articolo del fondo pagina mi permetto di riportare:
"C’è stato un uomo però, William Horatio Bates, che con il suo “metodo Bates” mise fortemente in discussione questa convinzione comune.
Infatti… Dopo numerosi studi Bates pubblicò nel 1921 “Vista perfetta senza occhiali” in cui spiegava quali erano i principi e i fondamenti del “Metodo Bates”.
Ovviamente fu attaccato da tutta la comunità scientifica che lo vedeva come un ciarlatano e considerava le sue pratiche alla stregua della magia e della superstizione.
In realtà Bates era un medico chirurgo nonché un grandissimo anatomista che conosceva alla perfezione tutto l’apparato visivo e di conseguenza anche le eventuali problematiche.
Inoltre, una cosa che penso non sia da sottovalutare, con il “metodo Bates” ha guarito centinaia di persone.
Basti pensare che negli anni venti Bates rendeva pubblici i suoi risultati tramite una rivista mensile la “Better Eyesight” (nel link ci sono tutti i numeri, sono però in inglese).
Allora perché tanto accanimento verso il “metodo Bates”?
Le cause principali per cui il suo sistema, nonostante fosse valido e funzionasse, non ha avuto così grande successo sono tre:
1. Bates aveva un carattere molto “difficile” quando ad esempio doveva esporre il suo metodo in qualche conferenza scientifica se c’era qualcuno che gli faceva qualche domanda “scomoda” era capace di mandarlo a quel paese e andarsene nel bel mezzo della conferenza (era proprio controcorrente metto un bel “mi piace”)
2. All’inizio della sua carriera si è circondato da persone poco attendibili dal punto di vista scientifico come fattucchiere, maghi, cartomanti ecc. quindi la sua credibilità è stata messa da subito in discussione (dalla serie “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”)
3. Ultimo e più rilevante motivo…INTERESSI ECONOMICI!!!
Lo sapevi che la lobby “degli occhi” è una delle più potenti al mondo?"

A riprova degli INTERESSI ECONOMICI, mi permetto di chiederti:
"hai mai sentito parlare dello SCIENZIATO Linus Pauling? e del dottor Fred R. Klenner? e del dottor Robert F. Cathcart? invece se hai studiato chimica hai sentito parlare del dottor Irwin Stone perchè di lui hai studiato solo piccole parti, altrimenti non hai sentito parlare neppure di lui
E del professor Pierre Delbert?
La stessa cosa vale per il dottor William Horatio Bates.
MAI SENTITO PARLARE DI NESSUNO DI LORO, ma allora ci sarà pure un motivo valido per tenerti all'oscuro di tutti questi ed altre migliaia di personaggi dei quali riportano BIBLIOGRAFIA i libri dei personaggi sopra citati.
CERTO NON E' PER LA TUA SALUTE, MA SOLO PER INTERESSE ECONOMICI!!!
Se vuoi sapere di più su questi personaggi eccoti la pagina che ne riporta i loro scritti:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziati.htm
Detto questo, dedichiamoci agli occhi, il più grande BUSINESS al mondo, quindi se hai pazienza di leggere ed hai dei problemi alla vista, sono certo che seguendo i consigli di questi GRANDI PERSONAGGI potrai avere AUTONOMAMENTE la perfetta GUARIGIONE.
Pensa all'aquila, che se avesse i tuoi problemi, non potendo vedere il cibo da molti km. la razza si sarebbe estinta, ma non solo lei, anche TUTTI gli animali al mondo, poichè la loro sopravvivenza è proprio basata sugli occhi .
E dici poco?

"pagina 219/340------l'occhio, l'orecchi e la bocca
L'occhio è un organo importante e delicato, è sensibile all'ambiente, compreso l'ambiente interno costituito dalle molecole delle sostanze che gli vengono fornite dal sangue. Le sostanze tossiche possono provocare una cataratta. Una pressione parziale di ossigeno troppo alta, erogata ai neonati prematuri, può provocarne restringimento e obliterazione delle arterie della retina (fibroplasia retrocristallina), portando alla cecità. In alcune persone, l'uso locale continuato di corticosteroidi può provocare glaucomi, cataratte ed altri problemi.
E' ormai riconosciuta l'importanza di una dose opportuna di vitamine per mantenere gli occhi in buone condizioni.
In alcuni paesi dell'Asia meridionale e orientale ed in Brasile, spesso la cecità è causata dalla carenza di vitamina A. La xeroftalmina (secchezza anomala del bulbo oculare), determinata dalla mancanza di vitamina A, è la causa principale della cecità nei bambini piccoli. La cecità dovuta a retinite pigmentosa, provocata dalla sindrome di Bassen-Kornzweig, si puà prevenire somministrando dosi massime di vitamina A ed E.
L'importanza dell'ACIDO ASCORBICO per la buona salute degli occhi è suggerita dal fatto che la concentrazione di questa vitamina nell'umor acqueo è molto elevata, venticinque volte quella del plasma sanguigno.
E' stato dimostrato il rapporto che esiste fra uno scarso apporto di ACIDO ASCORBICO e la formazione di cataratta. Per cataratta si intende l'opacità del cristallino dell'occhio provocata dall'aggregazione delle molecole proteiche in particelle abbastanza grandi da riflettere la luce, Le cataratte precoci sono provocate dall'esposizione a sostanze tossiche nella donna in gravidanza o nel bambino, da una nutrizione scorretta e da alcune malattie quali la rosolia e la galattosemia. Le cataratte senili possono essere provocate dalla luce del sole, da radiazioni (raggi X, neutroni) da infezioni, dal diabete e da carenze alimentari.

pagina 220/340------la cataratta è causata dalla carenza di ACIDO ASCORBICO
Molti ricercatori, a partire dal 1935 con Monijukowa e Fradkin, hanno riferito che nell'umor acqueo degli occhi affetti da cataratta c'è pochissimo ACIDO ASCORBICO e che i pazienti affetti da tale malattia presentano spesso pochissimo ACIDO ASCORBICO nel plasma sanguigno. (Lee, Lam e Lai, 1977; Varma, Kumar e Richards, 1979; Varmam Srivistava e Richards, 1982; Varma e colleghi, 1984). Monijukowa e Fradkin riferirono che la bassa concentrazione di ACIDO ASCORBICO nel cristallino precedeva la formazione della cataratta e ne dedussero che la carenza di ACIDO ASCORBICO è la causa, e non la conseguenza, della formazione di cataratte.

pagina 220/340------per la cataratta importante vitamina E e C e B2
Essi ipotizzarono che nella vecchiaia la permeabilità dell'occhio all'ACIDO ASCORBICO diminuisce e che esso avrebbe potuto essere compensato assumendo dosi elevate di tale vitamina. Varma e colleghi (1984) hanno dedotto dalle loro ricerche che le vitamine E e C sono importanti per la prevenzione della cataratta senile. Secondo alcune relazioni, l'assunzione regolare di dosi elevate di vitamina B2, da 200 a 600 mg. al giorno, rallenta lo sviluppo delle cataratte. Il regime descritto nel capitolo 5, se fedelmente seguito, può portare ad un controllo significativo dello sviluppo delle cataratte senili.
Un certo numero di medici ha descritto esperienze positive di uso dell'ACIDO ASCORBICO per tenere sotto controllo il glaucoma.
Questa dolorosa malattia, che così spesso conduce alla cecità, ha come caratteristica fondamentale l'aumento della pressione endoculare, che provoca il rigonfiamento del bulbo oculare. La pressione normale è inferiore a quella di 20 mm. di mercurio (mm. Hg.). Le pressioni di un glaucoma semplice variano da 22 a 30 mm. Hg. quelle di u glaucoma più grave vanno da 30 a 45 mm. Hg. e quelle di un glaucoma gravissimo raggiungono i 70 mm. Hg. Talvolta il glaucoma ha origine ereditaria, altre volte l'effetto di un'infezione all'occhio o di altre lesioni, o di uno stress emotivo. Spesso lo si può tenere sotto controllo mediante l'uso di farmaci.
Cheraskin, Ringsdorf e Sisly (1983), nella loro analisi del glaucoma, citano il fatto che Lane (1980) aveva studiato soggetti di età compresa fra i ventisei ed i settantaquattro anni e aveva riscontrato una pressione edoculare media di 22.33 mm. Hg. quando la dose medi di ACIDO ASCORBICO era di 75 mg. al giorno, e una diminuzione fino a 15.15 mm. Hg. quando la dose di ACIDO ASCORBICO veniva aumentato a 1200 mg. al giorno. Anche altri ricercatori hanno riferito risultati analoghi. Le osservazioni di Bietti (1967) e Virno e colleghi (1967) sono ancora più sorprendenti; essi somministrarono ai loro pazienti dai 30 ai 40 g. al giorno di ACIDO ASCORBICO (0.5 g. per ogni chilogrammo di peso corporeo) per una durata di sette mesi. La pressione endoculare, inizialmente compresa fra 30 a 70 mm. Hg. solitamente diminuiva a circa metà del valore iniziale. Dosi elevate di ACIDO ASCORBICO riuscirono, per alcuni pazienti, a tenere sotto controllo il glaucoma, mentre ad altri consentirono di diminuire la quantità di farmaci normalmente assunti.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... nalelp.pdf

pag. 10/16------la pressione intraoculare el'ACIDO ASCORBICO
Non fu fatta alcuna menzione degli effetti deleteri che il fumo di marijuana ha sul corpo umano. Virno ed associati [45], lavorando nella clinica oculistica di G. B. Bietti, hanno osservato una pronunciata riduzione della pressione intraoculare, in occhi glaucomatosi, con la fornitura di alte dosi giornaliere di vitamina C. Bietti specifica che queste grandi dosi di vitamina C sono agenti ipotonici molto efficaci per la pressione intraoculare e che quando si somministra una dose endovena, calcolata in 1 g per kg di peso corporeo, l’azione è prevalentemente tramite disidratazione osmotica del bulbo oculare. Virno usò 35 g per bocca ogni giorno in dosi suddivise. Ciò dette luogo ad una marcata riduzione della pressione entro 4 ore e questo fu mantenuto anche in pazienti per i quali il Diamox ed il Philocarpone avevano fallito. Linner, in parecchi simposi, usando 0,5 g 2 volte al giorno non riportava cambiamenti significativi nella pressione oculare. Linner usava 1 g al giorno e Virno 35 g al giorno, di qui la differenza nei risultati. Nel 1940 i pazienti morivano ricevendo 5000-10000 unità di penicillina ogni 4-6-ore. Lo stesso tipo di patologia oggi si cura in 24-48 ore usando 1-3 milioni di unità. La dimensione della dose fa la differenza: una reale differenza.
Il Dott. Linus Pauling ha scritto che “argomenti genetici e biochimici supportano l’idea che la terapia ortomolecolare potrebbe essere il trattamento preferito per molti pazienti malati.” E’ difficile capire perché la terapia con megavitamine resta così controversa quando dosi massicce di vitamina B12 sono usate universalmente nella anemia perniciosa e la niacinamide (vitamina del complesso B) per correggere la patologia della pellagra. Ho usato 150.000-200.000 unità di vitamina A in un caso di ittiosi. Il paziente ha continuato a prendere questa dose per 10 anni.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lester.pdf

La pagina recita:
"Magnesio e Glaucoma
Carenze di magnesio devono senz’altro essere considerate come potenzialmente nocive in un paziente glaucomatoso. Ed a tale proposito, occorre ricordare che la carenza di magnesio non è infrequente nella popolazione, per una serie di motivi:
1. la quantità di magnesio assunto con gli alimenti in generale non è elevata
2. l’uso di diuretici ne favorisce la perdita con le urine
3. l’impiego di inibitori della pompa protonica è stato associato a ipomagnesiemia, soprattutto in corso di terapie prolungate.""" http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... mainib.htm
Magnesio e Glaucoma
Carenze di magnesio devono senz’altro essere considerate come potenzialmente nocive in un paziente glaucomatoso. Ed a tale proposito, occorre ricordare che la carenza di magnesio non è infrequente nella popolazione, per una serie di motivi:
1. la quantità di magnesio assunto con gli alimenti in generale non è elevata
2. l’uso di diuretici ne favorisce la perdita con le urine
3. l’impiego di inibitori della pompa protonica è stato associato a ipomagnesiemia, soprattutto in corso di terapie prolungate."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... mainib.htm
Irwin Stone aggiunge anche la vitamina A e dice:
"Nei primi anni del XIX secolo, sono stati condotti esperimenti in cui gli animali sono stati nutriti con diete purificate dell'allora noto costituenti alimentari: grassi, carboidrati, e le proteine. Ma gli animali non ha fatto prosperare. Non solo ha fatto non crescono bene, ma hanno anche sviluppato un'opacità della cornea dell'occhio (che ora sappiamo è a causa di una vitamina A deficit). Più successivamente nel secolo, nel 1857 in Africa, Dr. Livingstone ha notato un occhio simile condizione di nativi mal nutriti. Più tardi, circa 1865, osservazioni simili sono state fatte di schiavi nelle piantagioni di zucchero americano del sud. La condizione è stata attribuita a qualche tossico costituente nella loro dieta monotona, piuttosto che la mancanza di qualche elemento. La maggior parte della gli investigatori nella crescente scienza della nutrizione concentrano sull'imparare i fatti di base Info su calorie e l'utilizzo di grassi, carboidrati e proteine nella dieta. Perché un dieta purificata, adeguata a questi elementi, non potrebbe sostenere la vita, rimasta a lungo un mistero.""" e """La carta 1962 da Heath (1), con quaranta riferimenti alla letteratura, esaminato il lavoro di acido ascorbico e l'occhio. Egli ha citato dodici processi biochimici separati in quali l'acido ascorbico è coinvolto e speculato sulle funzioni di acido ascorbico nell'occhio e il suo possibile coinvolgimento nella retinopatia diabetica, distacco della retina, e manutenzione della consistenza corretta dei fluidi interni dell'occhio. È stato conosciuto dal momento che i primi anni trenta che l'acido ascorbico è normalmente trovato nell'occhio a livelli molto più elevati che nel sangue e in molti altri tessuti. Heath ha confermato questo, mostrando che il livelli di acido ascorbico in tessuti differenti occhio bovino sono stati (in milligrammi per cento) della cornea, 30; epitelio corneale, 47 a 94; lente, 34; retina, 22; e sono stati superiori nella scheletrica muscolare, 2; cuore, 4; rene, 13; e cervello 17', ma non erano più in alto come la ghiandola surrenale, 97-160; o ghiandola pituitaria, 126. Egli afferma:
Animali che sono in grado di sintetizzare il proprio acido ascorbico di solito hanno livelli di tessuto si avvicina la saturazione. Pertanto, sembrerebbe auspicabile per assicurare che l'assunzione di acido ascorbico da uomo è sufficientemente alta per la saturazione dei tessuti. Abbassare le assunzioni, anche se non conduce a scorbuto, può influenzare qualche trasformazione metabolica in cui è coinvolta l'acido ascorbico.
Glaucoma
Glaucoma solitamente appare nella vita medio ed è la seconda principale causa di cecità negli Stati Uniti. Alta pressione all'interno del bulbo oculare afflitto alla fine distrugge le cellule nervose all'interno della retina e la perdita progressiva dei risultati di visione. Glaucoma come presente in circa il 2 per cento della popolazione oltre quarant'anni e 8-10 per cento sopra sessantacinque. Porta strisciante cecità a 3.500 americani l'anno.
Trapianti d'organo, innesti cutanei e il rifiuto
Quando un organo viene trapiantato in un corpo, o anche quando è innestato un pezzo di pelle su una superficie danneggiata, non c'è un periodo molto critico iniziale di attesa per determinare se il organo o innesto "prende". Spesso, c'è la possibilità che il corpo può prendere in considerazione il nuovo organo o innesto come una sostanza estranea e iniziare l'allergica, immunologia processo è noto come rifiuto. Il fenomeno di rigetto ha gravi conseguenze se è coinvolto un organo vitale e può significare la morte rapida per l'individuo o di un innesto cutaneo, morte del tessuto innestato.
Per inibire il fenomeno di rigetto, medicina utilizza ora grandi dosi di radiazioni da soli o in combinazione con il lungo uso di vari immunosoppressori altamente tossici, droga. Radiazione sia questi farmaci altamente tossici sono ceppi biochimiche supplementare sul paziente che aveva subito un intervento chirurgico complicato. I livelli di acido ascorbico in questi pazienti, se essi sono stati mai misurati, probabilmente sarebbe estremamente bassi. Questi pazienti, in oltre a loro altri problemi, rischiano di essere affetti da un grave caso di hypoacorbemia non corrette derivanti dallo stress della chirurgia, radioterapia e tossico drug administration. Fino al momento della stesura di questo articolo, sono stato in grado di trovare alcun riferimento per l'uso di grandi dosi di acido ascorbico nel trattamento di questi pazienti, sia un immuno soppressori non tossico o semplicemente per alleviare il loro hypoascorbemia.CONDIZIONI DI OCCHIO
Di tutti i disturbi che affliggono l'uomo, cecità provoca disabilità più diffuse.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... onetra.pdf http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... oneing.pdf

Per la SALUTE degli OCCHI, è chiaro che un ruolo molto importante lo hanno gli "ALIMENTI ESSENZIALI" iniziando dall'ACIDO ASCORBICO come detto sopra.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziali.htm

Ed ora, al riguardo della SALUTE DELL'OCCHIO, ecco invece i consigli del dottor William Horatio Bates:
Esistono esercizi per migliorare la vista? La risposta è si e oggi ti parlerò nello specifico di tre esercizi tratti dal “Metodo Bates”.

Oggi è una convinzione comune che dalle varie imperfezioni visive quali Miopia, Ipermetropia, Astigmatismo, Presbiopia e Strabismo non ci sia una cura se non passare sotto i “ferri” oppure utilizzare gli occhiali.

C’è stato un uomo però, William Horatio Bates, che con il suo “metodo Bates” mise fortemente in discussione questa convinzione comune.

Infatti… Dopo numerosi studi Bates pubblicò nel 1921 “Vista perfetta senza occhiali” in cui spiegava quali erano i principi e i fondamenti del “Metodo Bates”.

Ovviamente fu attaccato da tutta la comunità scientifica che lo vedeva come un ciarlatano e considerava le sue pratiche alla stregua della magia e della superstizione.

In realtà Bates era un medico chirurgo nonché un grandissimo anatomista che conosceva alla perfezione tutto l’apparato visivo e di conseguenza anche le eventuali problematiche.

Inoltre, una cosa che penso non sia da sottovalutare, con il “metodo Bates” ha guarito centinaia di persone.

Basti pensare che negli anni venti Bates rendeva pubblici i suoi risultati tramite una rivista mensile la “Better Eyesight” (nel link ci sono tutti i numeri, sono però in inglese).

Allora perché tanto accanimento verso il “metodo Bates”?

Le cause principali per cui il suo sistema, nonostante fosse valido e funzionasse, non ha avuto così grande successo sono tre:

1. Bates aveva un carattere molto “difficile” quando ad esempio doveva esporre il suo metodo in qualche conferenza scientifica se c’era qualcuno che gli faceva qualche domanda “scomoda” era capace di mandarlo a quel paese e andarsene nel bel mezzo della conferenza (era proprio controcorrente metto un bel “mi piace”)

2. All’inizio della sua carriera si è circondato da persone poco attendibili dal punto di vista scientifico come fattucchiere, maghi, cartomanti ecc. quindi la sua credibilità è stata messa da subito in discussione (dalla serie “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”)

3. Ultimo e più rilevante motivo…INTERESSI ECONOMICI!!!

Lo sapevi che la lobby “degli occhi” è una delle più potenti al mondo?

Prova ad immaginare le incalcolabili perdite che potrebbe avere una multinazionale se per migliorare la vista basterebbero dei semplici esercizi e delle sane abitudini visive.

Capirai bene che ci sono tutti gli interessi per screditare il metodo Bates soprattutto al giorno d’oggi che, grazie all’utilizzo di diversi apparecchi elettronici (computer, televisori, smarthphone…), sforziamo continuamente gli occhi aumentando esponenzialmente la probabilità che insorgano difetti visivi.

Infatti se cerchi su internet troverai pareri molto discordanti sul metodo Bates perché, come per altre pratiche in cui non vi è la somministrazione di farmaci o l’utilizzo di costose apparecchiature, vi è una vera e propria politica di boicottaggio e disinformazione per creare confusione nella testa delle persone.

Il mio consiglio spassionato è quello di dubitare di tutto anche degli esercizi che ti sto per proporre, provali, verificane l’efficacia e poi trai le tue conclusioni.

Quali sono i principi del Metodo Bates?

Il metodo Bates è sostanzialmente rivolto a raggiungere un rilassamento dinamico del sistema visivo così da riportare la muscolatura estrinseca dell’occhio alle condizioni di normalità e salute.

Molti esercizi inoltre servono per indurre un profondo stato di rilassamento mentale perché la perdita di vista è strettamente collegata ad un forte stress psicofisico.

Di questo te ne sarai accorto sicuramente anche tu che dopo molte ore di studio oppure dopo un periodo particolarmente stressante la tua vista ha la tendenza a calare.

Ecco i 3 migliori esercizi del metodo Bates per rilassare la muscolatura degli occhi:

1. Blinking (sbattito di palpebre) Per 20 secondi si sbattono le palpebre (senza strizzare l’occhio) il più veloce possibile. Si fa una piccola pausa di 5 secondi mantenendo gli occhi chiusi e si ripete l’esercizio per almeno 7/8 volte.

Questo movimento permette di ossigenare il cristallino e rilassare tutta la muscolatura estrinseca aumentando inoltre l’idratazione dell’occhio.

2. Shifting (dondolio dell’elefante)

metodo bates magnifikamente.com 2Stando in posizione eretta con i piedi alla larghezza del bacino si fanno delle ampie oscillazioni a destra e a sinistra mantenendo le braccia morbide e alzando sempre il tallone opposto.

La cosa importante è che non si deve fissare nessun oggetto nell’oscillazione.

Bisogna fare almeno un centinaio di oscillazioni e la sua efficacia massima la si ottiene alla mattina appena svegli e alla sera prima di andare a dormire, infatti “provare per credere” (come diceva la pubblicità degli anni 80') se alla mattina ti svegli con gli occhi gonfi e magari mal di testa prova a fare questo esercizio prima di coricarti e vedrai da subito la differenza il mattino seguente.

3. Palming (riposo oculare)

metodo bates magnifikamente.com 3Copri gli occhi mettendo il palmo sopra le orbite oculari.

L’ importante è creare il più possibile il buio senza comprimere l’occhio (ci deve essere sempre un centimetro tra il palmo e l’occhio). Puoi farlo da sdraiato oppure appoggiando i gomiti su un tavolo.

Durante l’esercizio pensa a qualcosa di piacevole e controlla il respiro. L’esercizio comincia a produrre risultati se fatto per almeno 5 minuti naturalmente più mantieni la posizione e più si rilassano gli occhi quindi più benefici otterrai.

Prova questo esercizio quando senti la vista particolarmente affaticata magari dopo diverse ore davanti al computer. L’argomento è molto vasto e sicuramente ci ritornerò.

E tu conoscevi il metodo Bates e hai provato ad utilizzare questo o altri metodi per migliorare la vista?

Lasciami un commento e raccontami la tua esperienza.

E se ti è piaciuto metti un bel “mi piace” e aiutami a condividerlo nei social.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ercizi.htm
.
.


06 giu 2017, 13:59
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010